+T -T


SBLOCCA CANTIERI. MOSE, ZAIA E BRUGNARO SCRIVONO A TONINELLI "OK AL COMMISSARIO, MA TUTTI I COSTI VANNO A CARICO DELLO STATO".

venerdì 10 maggio 2019

ZCZC
DIR2188 3 POL  0 RR1 N/POL / DIR /TXT 

 

(DIRE) Venezia, 10 mag. - Va bene la nomina di un commissario
straordinario per Mose, ma i costi dovranno essere totalmente a
carico dello Stato. Lo scrivono il governatore del Veneto Luca
Zaia e il sindaco di Venezia Luigi Brugnaro, in una lettera di
"osservazioni" inviata congiuntamente al ministro delle
Infrastrutture Danilo Toninelli, in merito alla questione della
gestione e dei costi del Mose, nell'ambito della discussione in
Senato per la conversione in legge del Decreto legge sblocca
cantieri.
   In particolare Zaia e Brugnaro indicano alcune modifiche
all'emendamento sul Mose presentato da Toninelli. In particolare,
i costi dovranno essere totalmente a carico dello Stato, cosi'
come "a totale carico dello Stato sara' posto ogni ripiano di
eventuali passivita' di bilancio". Inoltre, la missiva precisa
che "le passivita' economiche causate nelle fasi precedenti
all'attivazione della nuova struttura, e le eventuali passivita'
pendenti a quella data o eventualmente sopravvenute,
costituiscono oneri esclusivamente a carico del bilancio dello
Stato". I due amministratori indicano anche che la struttura
pubblica che operera' dovra' essere esclusivamente costituita dai
ministeri dell'Economia e Finanze, delle Infrastrutture e
Trasporti, dei Beni e Attivita' Culturali, delle Politiche
Agricole Alimentari Forestali e del Turismo, dalla Regione
Veneto, dalla Citta' metropolitana di Venezia, dal Comune di
Venezia e dall'Autorita' di sistema portuale del mare Adriatico
Settentrionale.
  (Fat/ Dire)
17:29 10-05-19

NNNN