MILLEPROROGHE, DALL'ILVA AL MADE IN ITALY: LE NOVITÀ PER LAVORO&IMPRESE //FOCUS

mercoledì 19 febbraio 2020



PPA0080 1  PEC NG01 2912 ITA0080

IL PROVVEDIMENTO DOPO VIA LIBERA CAMERA


(Public Policy) - Roma, 19 feb -  Proroga della cassa integrazione
straordinaria per le imprese del gruppo Ilva e risorse per il
sostegno dei call center in crisi; mobilità in deroga per i
lavoratori delle aziende in crisi in Veneto e Campania e cigs per le
agenzie stampa; nuovi termini per il ripiano dei debiti Inpgi. E
ancora: bonus verde e risorse per il fonto anti-spreco alimentare,
per gli alberghi rinvio dell'adeaguamento alle norme antincendio.

Sono queste alcune delle norma che riguardano il lavoro e le imprese,
inserite nel dl Milleproroghe così come approvato dall'aula della
Camera con il voto di fiducia. Il testo, dopo un lungo iter nelle
commissioni Affari costituzionali e Bilancio, passerà al Senato per
un via libera veloce e senza modifiche.

Vediamo nel dettaglio i contenuti del dl per quanto riguarda il
settore:

ILVA, CALL CENTER E ALTRE IMPRESE IN CRISI

Con il Milleproroghe arrivano alcune proroghe di misure di sostegno
al reddito. Nel dettaglio, la proroga per il 2020 dell'integrazione
economica, per la parte non coperta del trattamento di cassa
integrazione guadagni straordinaria, per i dipendenti impiegati
presso gli stabilimenti produttivi del gruppo Ilva e il
rifinanziamento per il 2020, nel limite di 20 milioni di euro, delle
misure di sostegno al reddito dei lavoratori dipendenti dalle imprese
del settore del settore dei call center.

Poi l'impiego nel 2019, per la concessione di interventi di
integrazione salariale straordinaria in deroga nelle aree di crisi
complessa di Campania e Veneto, la prosecuzione per il 2020 della
cassa integrazione guadagni straordinaria concessa per cessazione di
attività, stanziamento di ulteriori 45 milioni di euro per il 2020
per la prosecuzione del trattamento straordinario di integrazione
salariale concesso per riorganizzazione, crisi aziendale o contratto
di solidarietà per imprese di rilevanza economica strategica, proroga
dei trattamenti straordinari di integrazione salariale in deroga per
le imprese interessate dalla reindustrializzazione delle aree di
crisi.

AGENZIE STAMPA E AIUTI POST PONTE MORANDI

Proroga per ulteriori 12 mesi (e comunque non oltre il 31 dicembre
2020) del trattamento straordinario di cassa integrazione salariale
riconosciuto ai giornalisti delle agenzie di stampa a diffusione
nazionale già destinatari del medesimo trattamento al 31 dicembre
2019. Aumento (da 12) a 19 mesi del periodo massimo per cui può
essere concessa un'indennità pari al trattamento massimo di
integrazione salariale, in favore dei lavoratori del settore privato
(compreso quello agricolo) che, a seguito del crollo del Ponte
Morandi, siano impossibilitati o penalizzati a prestare attività
lavorativa (in tutto o in parte) prevista a decorrere dal 14 agosto
2018.


(Public Policy)

@PPolicy_News

SOR
191400 feb 2020


PPA0081 1  PEC NG01 2698 ITA0081
MILLEPROROGHE, DALL'ILVA AL MADE IN ITALY: LE NOVITÀ PER
LAVORO&IMPRESE //FOCUS-2-
IL PROVVEDIMENTO DOPO VIA LIBERA CAMERA


(Public Policy) - Roma, 19 feb - 


WELFARE

In tema di politiche sociali si segnalano alcune misure: la proroga
agli anni 2021, 2022 e 2023 dell'autorizzazione per l'Autorità
garante per l'infanzia e l'adolescenza, disposta dalla legge di
bilancio per il 2018, di avvalersi di ulteriori 10 unità di personale
in posizione di comando obbligatorio, anche in sede locale, al fine
di adempiere ai compiti in materia di minori stranieri non
accompagnati; la proroga fino al 31 dicembre 2020 della segreteria
tecnica dell'Osservatorio nazionale sulle condizioni delle persone
con disabilità; l'attribuzione agli Enti locali della facoltà di
estendere fino ad un massimo di 24 mesi i rapporti di lavoro a tempo
determinato degli assistenti sociali assunti per alcune finalità; e,
infine, la garanzia e la quantificazione annuale in 5 milioni di euro
a decorrere dal 2020 dei finanziamenti , attualmente indeterminati
nell'importo e previsti come eventuali , all'Istituto degli Innocenti
di Firenze, al fine di garantire le attività istituzionali del Centro
nazionale di documentazione e di analisi per l'infanzia e
l'adolescenza.

PENSIONI E INPGI

Il dl Milleproroghe contiene novità anche sulla previdenza, in
particolare sul riequilibrio finanziario dell'Inpgi. Viene anticipato
dal 31 dicembre 2020 al 30 giugno 2020 il termine - che viene ora
qualificato come perentorio - entro cui l'Istituto deve trasmettere
ai ministeri vigilanti un bilancio tecnico attuariale, che tenga
conto degli effetti delle misure adottate; e viene differito dal 31
ottobre 2019 al medesimo termine del 30 giugno 2020, la sospensione -
con esclusivo riferimento all'Inpgi - della norma che prevede la
nomina di un commissario straordinario per il caso in cui un ente di
diritto privato che gestisca forme di previdenza obbligatoria
presenti un disavanzo economico-patrimoniale.

Poi è presente la prescrizione dei contributi previdenziali e
assistenziali. Per i rapporti di lavoro subordinato con le
amministrazioni pubbliche, i termini di prescrizione contributiva,
riferiti agli obblighi relativi alle contribuzioni di previdenza e di
assistenza sociale obbligatoria per le pubbliche amministrazioni per
i periodi di competenza fino al 31 dicembre 2015, non si applicano
fino al 31 dicembre 2022. La disposizione si applica per le gestioni
previdenziali esclusive (come previsto già dalla norma sostituita, ma
anche) per i fondi per i trattamenti di previdenza, trattamenti di
fine rapporto e trattamenti di fine servizio, amministrati dall'Inps.


(Public Policy)

@PPolicy_News

SOR
191400 feb 2020

MILLEPROROGHE, DALL'ILVA AL MADE IN ITALY: LE NOVITÀ PER
PPA0082 1  PEC NG01 2536 ITA0082
MILLEPROROGHE, DALL'ILVA AL MADE IN ITALY: LE NOVITÀ PER
LAVORO&IMPRESE //FOCUS-3-
IL PROVVEDIMENTO DOPO VIA LIBERA CAMERA


(Public Policy) - Roma, 19 feb - 


AGRICOLTURA: DA BONUS VERDE A SPRECHI ALIMENTI

Anche per il settore agricolo arrivano delle novità. Si parte con la
proroga di un anno (a tutto il 2020) del cosiddetto bonus verde,
ovvero l'agevolazione fiscale per la sistemazione delle aree verdi
negli edifici già esistenti e per la realizzazione di coperture a
verde e di giardini pensili. L'agevolazione consiste nella detrazione
del 36% della spesa sostenuta, nel limite di spesa di 5mila euro
annui ed entro la somma massima detraibile di 1.800 euro. Slitta,
invece, al 31 dicembre 2020 l'obbligo di presentare l'informazione
antimafia per i titolari di fondi agricoli che usufruiscono di fondi
europei per importi da 5mila a 25mila euro. Rifinanziato con 30
milioni di euro per il 2019 il rimborso delle somme anticipate dalle
regioni a favore delle imprese agricole danneggiate da eventi
calamitosi.

Il Milleproroghe rinvia pure, da gennaio ad aprile 2020, il termine
per rendere applicativo anche al settore agricolo il sistema Uniemes,
che permette l'invio in via telematica all'Inps delle denunce mensili
relative ai lavoratori dipendenti. Un'altra proroga, per il biennio
2020-2021, riguarda gli interventi del Fondo per la limitazione degli
sprechi alimentari, che viene rifinanziato con 400 mila euro
all'anno.

Rimanendo nell'ambito dell'agricoltura, arrivano novità per chi
utilizza biogas: nel dl c'è la proroga per il 2020 degli incentivi
per gli impianti di produzione di energia elettrica alimentati a
biogas, con potenza elettrica non superiore a 300 kW, e che vengono
utilizzati all'interno di un'impresa agricola, di allevamento. La
alimentazione degli impianti deve derivare per almeno l'80% da reflui
e materie derivanti dalle aziende agricole realizzatrici e, per il
restante 20%, da loro colture di secondo raccolto.

Non saranno applicati all'Ispettorato centrale della tutela della
qualità e repressione delle frodi dei prodotti agroalimentari i
limiti in ordine alle spese per l'acquisto e la manutenzione delle
autovetture a disposizione delle pubbliche amministrazioni. È stata
tagliata poi la burocrazia per la trasmissione dei dati di produzione
dei prodotti lattiero caseari al Sian. L'invio sarà trimestrale e non
più annuale. Viene, poi, previsto che lacomunicazione debba
riguardare solo i prodotti ceduti e in giacenza e non più quelli
fabbricati.


(Public Policy)

@PPolicy_News

SOR
191400 feb 2020


PPA0083 1  PEC NG01 1670 ITA0083
MILLEPROROGHE, DALL'ILVA AL MADE IN ITALY: LE NOVITÀ PER
LAVORO&IMPRESE //FOCUS-4-
IL PROVVEDIMENTO DOPO VIA LIBERA CAMERA


(Public Policy) - Roma, 19 feb - 


MADE IN ITALY E GARANZIE SACE

Per l'internazionalizzazione delle imprese c'è il rifinanziamento di
50 milioni di euro per l'anno 2019 del Fondo di rotazione per la
concessione di finanziamenti a tasso agevolato a favore delle imprese
italiane che realizzano programmi di penetrazione commerciale in
mercati esteri (anche diversi da quelli dell'Unione europea). E poi
700 mila euro per il 2020 e di 1 milione di euro per ciascuno degli
anni 2021 e 2022 per la prosecuzione degli interventi di sostegno
all'internazionalizzazione delle imprese e dei consorzi per
l'internazionalizzazione e ampliamento dell'intervento in garanzia di
Sace per l'internazionalizzazione delle imprese italiane.

Inoltre, arriva un incremento di 6,5 milioni di euro per il 2020
della dotazione finanziaria del Piano straordinario per il Made in
Italy. In materia di commercio, invece, arriva una proroga, per
l'anno 2020, dal 28 febbraio al 30 settembre, il termine massimo per
la presentazione al Comune competente della richiesta di accesso alle
agevolazioni per la riapertura e l'ampliamento di attività
commerciali, artigianali e di servizi, per promuovere le economie
locali (in comuni fino a 20mila abitanti), a favore dei soggetti
esercenti le stesse attività.

ANTINCENDIO HOTEL

In materia di turismo, infine, c'è il nuovo rinvio per l'adeguamento
alle norme di prevenzione incendi per alcune categorie di strutture
ricettive turistico-alberghiere e il differimento del termine per la
delimitazione dei distretti turistici.


(Public Policy)

@PPolicy_News

SOR
191400 feb 2020