--TURISMO. DIPARTIMENTO AFFARI UE: NESSUNA DISCRIMINAZIONE, GRADUALE APERTURA CONFINI

mercoledì 13 maggio 2020


TELECOM NÒVITA | News Experience
ZCZC DIR2616 3 POL 0 RR1 N/POL / DIR /TXT (DIRE) Roma, 13 mag. - "La Commissione europea propone un quadro di riferimento, valido per tutti gli Stati membri per evitare discriminazioni basate sulla nazionalita'. I viaggi e il turismo riprenderanno in sicurezza non appena la situazione epidemiologica lo consentira'. I viaggi potranno effettuarsi, anche con differenziazioni territoriali all'interno degli Stati membri, in cui la situazione sta migliorando. In Italia ad esempio la differenza potrebbe riguardare regione per regione e aree all'interno della stessa regione". È quanto si legge in una nota del Dipartimento per le Politiche Europee in merito alle notizie imprecise pubblicate oggi su una presunta penalizzazione di Italia e Spagna nei corridoi turistici europei. La Commissione ha presentato il 13 maggio 2020 un pacchetto di orientamenti e raccomandazioni per aiutare gli Stati membri ad un graduale ritiro delle restrizioni per i viaggi e per consentire al settore del turismo di riaprire rispettando le necessarie misure a tutela della salute. "La Comunicazione della Commissione e' chiara: lo Stato membro puo' "eliminare le restrizioni per i movimenti da e verso determinate regioni o aree in un altro Stato membro", in modo da non penalizzare quelle regioni sicure da un punto di vista epidemiologico pur all'interno dello stesso Stato. La Commissione fornisce anche criteri per soggiornare in sicurezza e indica le risorse di sostegno per alleviare la crisi. Si propone inoltre - conclude la nota del Dipartimento - un approccio graduale europeo per eliminare le restrizioni ai viaggi, in base all'andamento della curva epidemiologica, cosi' come gia' avviene in tutti i paesi". (Rai/ Dire) 16:34 13-05-20 NNNN