==Bonaccini: Governo sia veloce e faccia ripartire il Nord Nessuna sfida a Zingaretti, più tagliato per ruolo di governo

domenica 5 luglio 2020


ZCZC0642/SXA
SDK34573_SXA_QBXB
R POL S0A QBXB

   (ANSA) - BOLOGNA, 05 LUG - "Oggi il Pd deve avere una chiara
identità riformista, rappresentando ancor di più le istanze del
Nord del Paese. Io non ho dubbi che senza il Mezzogiorno questo
è un Paese senza un grande futuro. Però in questo momento
drammatico, la parte del Paese che produce più della metà del
Pil, ha bisogno di ripartire subito". Così il presidente
dell'Emilia-Romagna Stefano Bonaccini in un'intervista alla
Stampa in cui sottolinea che affrontata la crisi sanitaria,
tocca evitare "la pandemia economica".
   Il governatore emiliano, che guida anche la Conferenza delle
Regioni, si rivolge al leader di Confindustria Carlo Bonomi
dicendo che "bisogna saper misurare le parole", mentre al
premier Giuseppe Conte dà un consiglio sui tempi: "La velocità
non è una variabile indipendente: si possono prendere ottime
decisioni ma se non sono veloci, l'una vale l'altra". Bene il
Governo ga fatto durante l'emergenza ma "la vera prova del nove
della sua tenuta" sarà l'autunno "caldo".
   Bonaccini sottolinea di non voler sfidare Nicola Zingaretti
alla guida del Pd: "Dobbiamo lavorare tutti per rafforzare il
Pd, perno del governo. Perché rafforzando il Pd si rafforza il
governo". E aggiunge di sentirsi - eventualmente - tagliato più
per un futuro ruolo "di governo" che non di partito. Guardando
alle elezioni locali, Bonaccini afferma che "chi sta al governo
dovrebbe unirsi alle prossime Regionali, ma dovrebbe farlo in
nome e in ragione di un progetto di governo, non per fare
somma". Per il governatore emiliano esiste un "Pd non
subalterno, capace di costruire alleanze larghe. Il tema va
posto ai Cinque stelle: per mettersi insieme bisogna condividere
programma e progetto". (ANSA).

     PSS-FG