**RECOVERY: CINGOLANI, 'DOPO PIANO, STRUTTURA MITE E PACCHETTO NORME ACCELERATRICI'**

giovedì 8 aprile 2021


 Roma, 8 apr. - (Adnkronos) - "Abbiamo tre obiettivi fondamentali: primo, presentare entro fine mese il piano del Recovery cercando di fare un buon progetto; secondo, dopo un mese presentare la prima struttura del Mite che dovrà avere un'organizzazione molto internazionale, con forti capacità tecniche e manageriali; terzo, vorrei lasciare in eredità a chi viene dopo di me, che sarà un ministro a tutti gli effetti, una serie di regole che consentano di mettere a terra le idee del Recovery, un pacchetto di regole acceleratrici che consentano di realizzare nei tempi dovuti le promesse del Recovery Plan". Così il ministro della Transizione ecologica Roberto Cingolani nel suo intervento in occasione dell'appuntamento in diretta streaming ''Le nuove reti per l'industria italiana e per i consumatori'', organizzato dal Dipartimento Tlc di Fratelli d'Italia. "Le difficoltà più grosse in questo momento sono di natura burocratico amministrativa - sottolinea Cingolani - Promettiamo di portare le rinnovabili al 72%, di decarbonizzare al 2050 e tagliare l'anidride carbonica del 55% al 2030. Per raggiungere questi obiettivi dobbiamo fare delle cose ma se prevale la lentezza non le faremo nei tempi dovuti e non raggiungeremo gli obiettivi nei tempi dovuti, ma questa volta non sarà solo un ritardo amministrativo: questo potrebbe contribuire a catastrofi globali. L'innalzamento dei mari non aspetta la burocrazia". (Mst/Adnkronos) ISSN 2465 - 1222 08-APR-21 10:45