Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 1004 - venerdì 28 settembre 2007

Sommario3
- Finanziaria: trasporto pubblico locale; monito delle aziende
- Fassino-Vendola sui costi della politica
- Errani a III Conferenza Italia-America latina
- Patto di stabilità: accordo Governo-Enti locali per modifica
- Cuffaro:Finanziaria; non vado in Consiglio dei ministri
- CONFERENZA UNIFICATA 20.09.07: Documenti

+T -T
Finanziaria: trasporto pubblico locale; monito delle aziende

(regioni.it) Le Regioni nel loro Documento di proposte per la prossima legge Finanziaria hanno posto fra i temi prioritari quello del trasporto pubblico locale che va considerato ormai come una vera e propria emergenza nazionale. Lo hanno fatto ricordando che occorre “dare rapida attuazione ai contenuti sulle regole e sulle risorse del Tavolo interistituzionale per il Trasporto Pubblico di interesse regionale e locale, istituito presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri:

a) prevedere il sostegno e lo sviluppo del Trasporto Pubblico Locale con l’obiettivo primario di realizzare livelli adeguati di mobilità sostenibile e di garantire la riduzione di tutti i parametri di inquinamento ambientale per ricondurli a valori conformi agli standard vigenti;

b) prevedere un organico sviluppo dei servizi nella logica dell’incremento  sia quantitativo che qualitativo dei collegamenti ferroviari così come di quelli automobilistici, nonché l’adeguamento, il potenziamento e l’ammodernamento dei parchi rotabili, degli impianti, dei sistemi di sicurezza, nonché delle infrastrutture di accesso alle reti e ai nodi di trasporto;

c) definire regole chiare, confermando quelle previste a conclusione dei lavori del tavolo interistituzionale, con modifiche e integrazioni al decreto legislativo 422/97;

d) prevedere adeguate risorse strutturali e strumenti per il rilancio del settore;

e) procedere al riequilibrio fra compiti trasferiti alle Regioni in materia di Trasporto Ferroviario e le relative risorse finanziarie, ivi comprese le tematiche della sicurezza;

f) risolvere le questioni fiscali riguardanti il trasporto pubblico regionale e locale:

§         determinazione al 10% dell’aliquota IVA applicabile ai contratti di servizio per la gestione delle infrastrutture ferroviarie;

§         Contrasti interpretativi sorti a proposito degli effetti della norma di cui all’art. 3 del D.L. n. 833/86 convertito nell’art. 18 della legge n. 18/87

§         Assoggettabilità ai fini IRAP delle somme assegnate alle aziende di trasporto automobilistico a titolo di “contributi di esercizio”;

§         IVA trasporti: rendere permanente il riconoscimento di rimborso al lordo delle quote IVA spettanti in base alle norme sul cd. Federalismo fiscale, in considerazione del fatto che, diversamente operando, si contrasterebbe con i principi su cui si fondano i meccanismi di compartecipazione all’IVA, ai sensi del Decreto Legislativo n. 56/2000.

Obiettivi che erano già abbastanza chiari quando fu siglato l’accordo per il contratto del trasporto pubblico locale, laddove si prevedevano “linee strategiche e le direttive generali del riassetto del TPL”( confronta regioni.it n, 842 e n. 843 e il verbale dell’accordo siglato il 14 dicembre 2006).

Ora le aziende del trasporto pubblico locale - si legge in una nota dell'Asstra, l'Associazione delle società ed enti del trasporto pubblico locale - appoggiano apertamente la linea proposta dalla Conferenza delle Regioni e sollecitano il Governo affinché ''la legge Finanziaria contenga dei provvedimenti sostanziali a sostegno del settore, in linea con gli obiettivi indicati nel documento di programmazione economica, con le richieste esplicite e forti delle Regioni, e con gliimpegni concordati dalla Presidenza del Consiglio al tavolo interistituzionale costituito un anno fa per riformare il settore''. “Se alla resa dei conti per il trasporto pubblico locale nella

Finanziaria ci fosse solo una bolla di sapone, le aziende si dichiarano pronte a mobilitarsi, facendo appello ai lavoratori, -dice l'Asstra - alle associazioni di rappresentanza dei cittadini e dei consumatori ed alle associazioni ambientaliste, per denunciare all'opinione pubblica una insostenibile situazione di abbandono di un settore che fa muovere tutti i giorni 14 milioni di viaggiatori, da' lavoro a 116.000 persone, in 5 mila comuni italiani”.

(sm/28.09.07)

+T -T
Fassino-Vendola sui costi della politica

(regioni.it) Ieri Fassino sulle colonne de “la Repubblica” aveva enunciato le sue “Dieci proposte contro l’antipolitica”, oggi Vendola - presidente della regione Puglia – in un’intervista alla “Gazzetta del Mezzogiorno” annuncia i prossimi tagli ai costi della politica regionale.

"Esiste un cronoprogramma - dichiara il presidente Nichi Vendola -  per portarci alla convocazione di un consiglio regionale straordinario  entro al fine dell'anno. In questo tempo potremo incardinare diversi provvedimenti di natura statutaria e legislativa che possano portare la Regione, che gia' e' in fondo alla classifica nazionale come costi dell'ente, a fare tutte quelle scelte utili non solo ad abbattere il muro della opacita', ma rendere tutto trasparente, intervenendo sulla forma e sulla sostanza della spesa".

L'accordo bipartisan e' stato raggiunto dalla presidenza del consiglio regionale pugliese che 'unitamente a una delegazione della conferenza dei capigruppo e al presidente della regione' hanno convenuto 'di trasformarsi in organismo che ha il compito di istruire i percorsi decisionali utili a portare la Regione Puglia nella condizione di Regione tra le piu' virtuose d'Italia, attraverso scelte cogenti che incidano sui centri di spesa, sugli eventuali sprechi e sui privilegi'.

"Il documento sottoscritto e' un documento unitario condiviso - spiega Vendola - E rappresenta il segnale di una consapevolezza che si deve reagire a un clima sensazionalistico e scandalistico che alimenta l'antipolitica. Questa e' una questione che non e' ne' di destra ne' di sinistra, ma riguarda il recupero della capacita' di comunicazione tra istituzioni e cittadini". "La nostra ambizione - aggiunge Vendola - e' di poter essere rapidamente, cosi' come e' scritto nel documento, una delle Regioni piu' virtuose d'Italia".

Ricordiamo infine alcuni dei contenuti evidenziati dal leader dei Ds Piero Fassino e che interessano direttamente le regioni e gli Enti locali:

1)     “Il Governo chieda ai Presidenti delle Regioni di proporre ai rispettivi Consigli la revoca dell’aumento dei consiglieri regionali adottato in questi anni e, con le elezioni del 2010, si torni alle dimensioni precedenti”;

2)     “Si riducano le dimensioni dei Consigli Comunali e provinciali e delle rispettive Giunte, con un provvedimento che entri in vigore già con le elezioni amministrative parziali della primavera 2008”;

3)     “Si sopprimano i Consigli di Quartiere nelle città con meno di 500mila abitanti”;

4)     “Le missioni internazionali promosse in campo economico-commerciale possano essere svolte, oltrechè dallo Stato, solo dalle Regioni – e non più anche da città e province”;

5)     “criteri di sobrietà valgano per ogni missione di cooperazione internazionale da parte di Enti locali”;

6)     “Si deleghino le Regioni ad una revisione delle attuali Province, stabilendo parametri (come soglia di popolazione minima) che riducano del 50% il numero delle attuali Ammnistrazioni provinciali”

7)     “si abolisca la selva di consorzi intercomunali, trasferendo la competenza alle Province”;

8)     “Le regioni operino una revisione delle Comunità montane, riducendone il numero, gli organi e i costi”.

 

[La Gazzetta del Mezzogiorno] Puglia: stop ai privilegi. Vendola: entro fine anno. Saremo la prima...      

[La Repubblica] "Dieci proposte contro l'altra politica", di Piero Fassino, Segretario nazionale dei Democratici di Sinistra

 

( giuseppe schifini /28.09.07 )

+T -T
Errani a III Conferenza Italia-America latina

(regioni.it) Sarà il Presidente Vasco Errani a rappresentare la Conferenza delle Regioni alla III Conferenza nazionale Italia-America latina e carabi.

La III Conferenza Nazionale Italia–America Latina e Caraibi costituisce un evento centrale nel quadro del forte rilancio della presenza dell'Italia in America Latina.   In questo primo anno, sono stati indicativi dell'impegno del Governo italiano i viaggi del Presidente Prodi e del Ministro degli Esteri D'Alema in Brasile, Cile e Perù. Questi viaggi, insieme alle missioni del Sottosegretario Di Santo in diciotto paesi dell'area, hanno contribuito a costruire quella intelaiatura di politica estera che caratterizza la rinnovata attività italiana a favore del rafforzamento delle relazioni politiche, economiche, culturali, sociali, commerciali e di cooperazione tra l'Italia e i Paesi latinoamericani. La III Conferenza Nazionale, intitolata Italia – America Latina: insieme verso il futuro, si terrà a Roma il 16 e 17 ottobre 2007 e concluderà un percorso di iniziative preparatorie in varie città italiane dedicate ad approfondire alcune tra le tematiche di maggior interesse per l'America Latina e per le sue relazioni con l'Italia e con l'Unione Europea. L’intervento del Presidente Errani si terrà durante la sessione conclusiva insieme a quello del Presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni.

17 ottobre Ore 18:00 - 19:00, Sessione conclusiva

Presiede: Giovan Battista Verderame, Direttore Generale per le Americhe del MAE

·                                       Vasco Errani, Presidente della Conferenza dei Presidenti delle Regioni e delle Province Autonome

·                     Roberto Formigoni, Presidente della Regione Lombardia.
Invito alla IV Conferenza Italia-America Latina del 2009 a Milano e presentazione di Milano quale sede dell’Expo 2015

·                     Benita Ferrero-Waldner, Commissario europeo per le Relazioni Esterne

·                     José Antonio García Belaunde, Ministro degli Affari Esteri del Perù.
Invito al Vertice Unione Europea-America Latina e Caraibi del 2008 a Lima

·                     Franco Marini, Presidente del Senato della Repubblica.

Per avere maggiori informazioni si po’ consultare il sito dedicato alla Conferenza: www.conferenzaitaliaamericalatina.org/it

(red/28.09.07)

+T -T
Patto di stabilità: accordo Governo-Enti locali per modifica

(regioni.it) Un accordo per “correggere” il patto di stabilità interno è stato firmato dal Governo e dai rappresentanti degli enti locali nel corso di un incontro – alla sala degli Arazzi a Palazzo Chigi – avvenuto al termine della presentazione della Finanziaria 2008 alle parti sociali il 27 settembre. Si tratta – si legge in una nota dell’Upi di “un nuovo patto di stabilità interna per Province e Comuni”, l’utilizzo degli avanzi di bilancio per le spese di investimento. Questi alcuni degli aspetti più significativi dell’Accordo definito tra Governo, Province e Comuni in vista della manovra finanziaria.

“I risultati raggiunti ci soddisfano – commenta il Presidente dell’Upi Fabio Melilli – perché ci permettono di riaprire un confronto sereno e all’insegna della collaborazione con il Governo”.
L’accordo parte dalla scelta, condivisa, di procedere ad una riqualificazione della spesa delle Province e i Comuni, aumentando risorse destinate al finanziamento degli investimenti sui territori “obiettivo che le Province – prosegue Melilli – ritenevano prioritario per potere giungere alla chiusura dell’accordo stesso”. Prioritari, secondo quanto  stabilito nell’Accordo, saranno gli investimenti per l’ambiente, sicurezza, casa, scuola, infrastrutture e strade. L’accordo, “che - sottolinea Melilli - dovrà essere formalmente sottoscritto prima dell’approvazione della finanziaria” stabilisce che l’entità della manovra per le Province resterà quella definita già nel 2007.

“Un miglioramento e un alleggerimento della manovra, ma soprattutto il riconoscimento di una maggiore autonomia per i Comuni nella gestione dei propri bilanci sia sotto il capitolo spesa che sotto quello degli investimenti”. Così il Presidente dell’ANCI Leonardo Domenici ha presentato l’accordo tra Governo, Comuni e Province sul Patto di stabilità interno ai fini del ddl Finanziaria 2008 che è stato approvato all’unanimità dal Consiglio Nazionale ANCI che si è riunito a Roma.  “E’ un risultato importante – ha commentato Domenici - perché cambia la realtà rispetto allo scorso anno quando i Comuni si trovarono di fronte ad una stretta molto pesante. Nell’accordo con il Governo – ha detto - sono contenute proposte per avviare a soluzione uno dei problemi su cui i Comuni avevano concentrato le loro critiche e le loro proposte: quello dell’uso degli avanzi di amministrazione per l’abbattimento del debito, consentendone l’impiego per l’estinzione anticipata dei mutui e prestiti obbligazionari adottando ogni iniziativa utile perché ciò avvenga senza oneri per gli Enti locali”.  L’altra novità introdotta dall’accordo con il Governo riguarda i riconoscimenti per i Comuni virtuosi, quelli cioè che hanno avuto una gestione efficace ed efficiente del proprio bilancio. Il Presidente dell’ANCI ha parlato del Patto come di “una buona premessa, anche se mancano ancora alcuni capitoli sulle entrate”, come ad esempio la questione dell’ICI “sulla quale – ha detto - si dovrà ancora discutere”. Ma le priorità contenute nel Patto con il Governo sono anche altre: “c’è il riferimento anche a politiche attive che riguardano la sicurezza, la casa, l’ambiente, le infrastrutture, proposte che dovranno essere riempite di contenuti nel momento in cui si entrerà nel merito della legge Finanziaria”.

(sm/28.09.07)

+T -T
Cuffaro:Finanziaria; non vado in Consiglio dei ministri

(regioni.it) Varo Finanziaria 2008: Cuffaro non va per protesta in Consiglio dei ministri. "Anche se formalmente invitato, non andro' al Consiglio dei ministri, convocato per il 28 settembre a Roma per discutere della Finanziaria, perche' nessuno mi ha trasmesso il testo del provvedimento, ammesso che siano riusciti a scriverne uno" Non capisco quale parere potrei e dovrei dare sui contenuti che riguardano la Sicilia visto che non sono stato messo in condizione di conoscerli e approfondirli". Lo ha detto il presidente della Regione siciliana,

Salvatore Cuffaro, confermando la sua assenza alla riunione convocata dalla presidenza del Consiglio dei ministri, alle 16 a Palazzo Chigi, per l'esame dei provvedimenti relativi alla manovra per il 2008.

"Al di la' dello sgarbo istituzionale -ha aggiunto Cuffaro - nei confronti del presidente della Regione siciliana, l'unico che per Statuto e' ammesso alla seduta con il rango di ministro, non sono disposto a fare il notaio delle decisioni che il Governo nazionale vorrebbe imporre alla Sicilia, anche perche' fino ad oggi le scelte dell'Esecutivo hanno sempre penalizzato la nostra regione. Tutti gli impegni assunti da Prodi e dai suoi ministri, persino quelli votati dal Parlamento nella scorsa finanziaria, sono sempre stati disattesi. Il mancato invio della bozza della finanziariae' l'ennesimo segnale di disinteresse verso i siciliani -ha concluso Cuffaro-. Rifiutiamo l'invito a partecipare perche' non vogliamo renderci complici di atti che danneggiano la Sicilia e per i quali, sono certo, i nostri concittadini presenteranno presto il conto all'attuale maggioranza".

(red/28.09.07)

+T -T
CONFERENZA UNIFICATA 20.09.07: Documenti

(regioni.it) Ecco i documenti approvati dalla Conferenza Unificata del 20 settembre 2007:

 

Parere sullo schema di disegno di legge recante “Nuova disciplina dell’editoria e delega al Governo per l’emanazione del Testo Unico sul riordino della legislazione nel settore editoriale”. (PRESIDENZA CONSIGLIO MINISTRI – LAVORO E PREVIDENZA SOCIALE - COMUNICAZIONE) - Punto 1A - Rep. Atto n.57/CU

 

20/09/2007

Presa d’atto della relazione concernente le “Linee Guida per i piani territoriali per la Banda Larga”, proposta dalla Commissione permanente per l’innovazione tecnologica nelle Regioni e negli Enti locali, istituita con deliberazione rep. n. 973/CU del 14 settembre 2006. (RIFORME E INNOVAZIONE TECNOLOGICA NELLA P.A.-AFFARI REGIONALI E AUTONOMIE LOCALI-INTERNO-SALUTE-ECONOMIA E FINANZE-COMUNICAZIONI- SVILUPPO ECONOMICO) - Punto 12A - Rep. Atto n.77/CU

 

20/09/2007

Acquisizione della designazione di quattro rappresentanti della Conferenza Unificata in seno alla Commissione per le adozioni internazionali, ai sensi dell’articolo 4, comma 1, lett. l), del d.P.R dell’ l8 giugno 2007, n. 108.(DESIGNAZIONE)- Punto 23A - Rep. Atto n.56/CU

 

20/09/2007

Intesa sulla schema di direttiva recante “direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri per la valutazione e la riduzione del rischio sismico del patrimonio culturale con riferimento alle norme tecniche per le costruzioni e relativi indirizzi operativi. (PROTEZIONE CIVILE)- Punto 11B - Rep. Atto n.74/CU

 

20/09/2007

Intesa tra Governo, Regioni ed Enti locali per la sperimentazione di interventi per la qualificazione del lavoro delle assistenti familiari, a norma dell’articolo 1, comma 1251, lett. c), della legge 27 dicembre 2006, n. 296. (POLITICHE FAMIGLIA) - Punto 6 A - Rep. Atto n.51/CU

 

20/09/2007

Intesa tra Governo, Regioni ed Enti locali per la sperimentazione di iniziative di abbattimento dei costi dei servizi per le famiglie con numero di figli pari o superiore a quattro. (POLITICHE FAMIGLIA) - Punto 7A - Rep. Atto n.51/CU

 

20/09/2007

Approvazione del protocollo di intesa tra ISTAT, Ministero dell’interno, Ministero della difesa, Ministero dei trasporti, Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, UPI e ANCI per il coordinamento delle attività inerenti la rilevazione statistica sull’incidentalità stradale. (ISTAT) - Punto 12B - Rep. Atto n.53/CU

 

20/09/2007

Parere sullo schema di decreto legislativo concernente “Disposizioni correttive ed integrative del decreto legislativo 6 settembre 2005, n.206 recante Codice del consumo”. (POLITICHE EUROPEE - SVILUPPO ECONOMICO)- Punto 2bis A - Rep. Atto n.58/CU

 

20/09/2007

Parere sullo schema di decreto legislativo recante disposizioni per incentivare l’eccellenza degli studenti nei percorsi di istruzione. (PUBBLICA ISTRUZIONE) - Punto 17A - Rep. Atto n.79/CU

20/09/2007

Parere sullo schema di d.P.C.M. recante criteri di riparto dei fondi previsti dagli articoli 9 e 15 della legge 15 dicembre 1999, n. 482 - triennio 2008-2010. (AFFARI REGIONALI E AUTONOMIE LOCALI) - Punto 1B - Rep. Atto n.64/CU

 

 

20/09/2007

Parere sullo schema di d.P.C.M. recante ripartizione dei fondi - esercizio 2006 per il finanziamento dei progetti presentati dalle Pubbliche Amministrazioni ai sensi dell’articolo 8, commi 2, 3 e 4, del d.P.R. 2 maggio 2001, n. 345. (AFFARI REGIONALI E AUTONOMIE LOCALI)- Punto 2B - Atto n.65/CU

 

20/09/2007

Parere sullo schema di d.P.C.M. recante “Trasferimento del personale del soppresso Servizio Escavazione porti della sede di Olbia” ai sensi dell’articolo 7, comma 2, della legge 15 marzo 1997, n. .59. (AFFARI REGIONALI E AUTONOMIE LOCALI)- Punto 3B - Rep. Atto n.66

 

20/09/2007

Parere sullo schema di decreto del Ministro del lavoro e della previdenza sociale concernente l’istituzione di una Cabina di regia sull’emersione del lavoro irregolare. (LAVORO E PREVIDENZA SOCIALE)- Punto 10B - Rep. Atto n.72/CU

 

20/09/2007

Delibera sugli indirizzi per l’attività dell’Agenzia per i servizi sanitari regionali. (SALUTE)- Punto 10bis - Rep. Atto n.73/CU

 

20/09/2007

Accordo tra Governo, Regioni, Province autonome, Province, Comuni e Comunità montane sulle modalità di comunicazione alla Commissione europea delle irregolarità e frodi comunitarie. (POLITICHE EUROPEE) - Punto 2 A dell'o.d.g. - Repertorio Atti n.52/CU

 

20/09/2007

Parere sullo schema di decreto legislativo recante ulteriori disposizioni correttive ed integrative del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, concernente norme in materia ambientale, su proposta del Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare e del Ministro per le politiche europee.- Punto 14 bis A - Rep. Atto n.55/CU

 

20/09/2007

Presa d’atto della relazione concernente il “Patto per l’attuazione del sistema di e-government nelle Regioni e negli Enti locali”, proposta dalla Commissione permanente per l’innovazione tecnologica nelle Regioni e negli Enti locali, istituita con deliberazione rep. n. 973/CU del 14 settembre 2006. (RIFORME E INNOVAZIONE TECNOLOGICA NELLA P.A.-AFFARI REGIONALI E AUTONOMIE LOCALI-INTERNO-SALUTE-ECONOMIA E FINANZE-COMUNICAZIONI- SVILUPPO ECONOMICO) - Punto 11A - Rep. Atto n.76/CU

 

20/09/2007

Intesa sullo schema di decreto del Ministro della solidarietà sociale concernente l’utilizzazione del Fondo per le non autosufficienze per l’anno 2007. (SOLIDARIETÀ SOCIALE) - Punto 19A - Rep. Atto n.63/CU

 

20/09/2007

Parere sullo schema di d.P.R. istitutivo del Parco nazionale dell’Appennino lucano - Val d’Agri - Lagonegrese in attuazione dell’articolo 35, comma 5, della legge 6 dicembre 1991, n. 394. (AMBIENTE E TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE) - Punto 7B - Rep. Atto n.69/CU

 

20/09/2007

Parere sullo schema di decreto del Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare istitutivo dell’area marina protetta denominata “Regno di Nettuno”, predisposto ai sensi degli articoli 8, 18 e 36 della legge 6 dicembre 1991, n. 394. (AMBIENTE E TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE)- Punto 8B - Rep. Atto n.70/CU

 

20/09/2007

Parere sullo schema di decreto del Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare istitutivo dell’area marina protetta denominata “Regno di Nettuno”, predisposto ai sensi degli articoli 8, 18 e 36 della legge 6 dicembre 1991, n. 394. (AMBIENTE E TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE)- Punto 8B - Rep. Atto n.70/CU

 

20/09/2007

Parere sullo schema di decreto del Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare recante regolamento di disciplina delle attività consentite nelle diverse zone dell’area marina protetta “Regno di Nettuno”, ai sensi dell’art. 19, comma 5, della legge 6 dicembre 1991, n. 394. (AMBIENTE E TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE)- Punto 9B - Rep. Atto n.71/CU

 

20/09/2007

Intesa tra Governo, Regioni ed Enti locali per la riorganizzazione dei consultori familiari, finalizzata a potenziarne gli interventi sociali a favore delle famiglie, a norma dell’articolo 1, comma 1251, lett. b), della legge 27 dicembre 2006, n. 296. (POLITICHE FAMIGLIA) - Punto 5 A - Rep. Atto n.51/CU

 

20/09/2007

Parere sul Programma Statistico Nazionale per il triennio 2008-2010 di cui all’articolo 13 del decreto legislativo 6 settembre 1989, n. 322. (ISTAT)- Punto 20A - Rep. Atto n.54/CU

 

20/09/2007

Parere sullo schema di decreto legislativo recante recepimento della Direttiva 2005/65/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 26 ottobre 2005, relativa al miglioramento della sicurezza nei porti. (POLITICHE EUROPEE - TRASPORTI) - Punto 3A - Rep. Atto n.59/CU

 

20/09/2007

Intesa tra il Ministro per i diritti e le pari opportunità, le Regioni e le Province autonome, le Province, i Comuni e le Comunità montane, in merito alle attività previste dall’articolo 1, comma 1261, della legge 27 dicembre 2006. n. 296. (DIRITTI E PARI OPPORTUNITÀ) - Punto 4A - Rep. Atto n.78/CU

 

20/09/2007

Intesa relativa all’aggiornamento del decreto del Ministro dell’interno, del Ministro per l’innovazione e le tecnologie e del Ministro dell’economia e delle finanze 19 luglio 2000 e successive modificazioni, concernente le “Regole tecniche e di sicurezza relative alla carta d’identità e al documento d’identità elettronici”. (INTERNO-RIFORME E INNOVAZIONI NELLA P.A.-ECONOMIA E FINANZE) - Punto 13A - Rep. Atto n.60/CU

 

20/09/2007

Intesa sullo schema di decreto interministeriale recante il Piano di riparto delle risorse destinate al rinnovo del contratto collettivo nel settore del trasporto pubblico locale per l’anno 2007. (TRASPORTI) - Punto 14 A - Rep. Atto n.61/CU

 

20/09/2007

Parere relativamente all’articolo 6 del disegno di legge di conversione in legge del decreto legge 3 agosto 2007, n. 117, recante “Disposizioni urgenti modificative del codice della strada per incrementare i livelli di sicurezza nella circolazione” (TRAPORTI)- Punto 15A - Rep. Atto n.62/CU

 

20/09/2007

Parere sullo schema di d.P.C.M. recante trasferimento delle risorse finanziarie, umane, strumentali e organizzative per l’esercizio delle funzioni amministrative in materia di energia, ambiente, trasporti, salute umana e sanità veterinaria, istruzione scolastica e polizia amministrativa alla Regione Sardegna e agli enti locali della Regione stessa. (AFFARI REGIONALI E AUTONOMIE LOCALI) - Punto 4B - Rep. Atto n.67/CU

 

 

20/09/2007

Intesa sullo schema di un programma di interventi di messa in sicurezza del territorio nazionale dal dissesto idrogeologico, proposto dal Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare. (AMBIENTE E TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE) - Punto 6B - Rep. Atto n.68/CU

 

20/09/2007

 

 

Acquisizione delle designazioni dei rappresentanti della Conferenza Unificata, in seno al Comitato di coordinamento delle azioni di Governo contro la tratta degli esseri umani, ai sensi del decreto del Ministro per i diritti e le pari opportunità 21 marzo 2007 (DESIGNAZIONE) - Punto 13B - Rep. Atto n.75/CU

 

 

(red/28.09.07)

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top