Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 1038 - lunedì 19 novembre 2007

Sommario3
- Moratoria pena di morte: all'Onu pagina di storia
- CONFERENZA REGIONI 15.11.07 DOC – Lavoro: esposizione professionale, nuovi limiti
- CONFERENZA REGIONI 15.11.07 DOC – Scuola: Regioni su Ddl apprendimento permanente
- CONFERENZA REGIONI 15.11.07 DOC – Agricoltura: settore lattiero-caseario e PAC
- CONFERENZA REGIONI 15.11.07 DOC – Sanità: prosegue programma investimenti
- CONFERENZA REGIONI 15.11.07 DOC – Trasporto pubblico locale: risorse per veicoli

+T -T
Moratoria pena di morte: all'Onu pagina di storia

(regioni.it) “Il voto della terza commissione dell'Onu per la moratoria sulla pena di morte che ha visto l’Italia protagonista è fonte di grande soddisfazione'', lo ha dichiarato il Presidente della Conferenza delle Regioni, Vasco Errani.

“E’ un risultato di civiltà, frutto anche del lavoro costante del Ministro degli esteri e del Ministro per le politiche comunitarie, che fa del nostro Paese uno dei motori nel processo di costante affermazione dei valori di democrazia e di tolleranza in Europa e nel mondo e interprete – ha concluso Errani - di un sentimento diffuso nella nostre comunità regionali e locali”.

Per il presidente della regione Lombardia, Roberto Formigoni, "il voto all'Onu e' una bella pagina di storia delle Nazioni Unite e del nostro Paese. Una civilta' veramente umana impedisce a se stessa di comminare la pena di morte a chiunque e si pone l'obiettivo di recuperare anche colui che abbia commesso  pesanti crimini. Fanno bene i nostri cittadini - prosegue il  presidente lombardo - a conservare in larghissima maggioranza una  posizione contraria all'introduzione alla pena di morte; e tuttavia nel nostro Paese dobbiamo recuperare la certezza della pena, che e' l'altra faccia del no alla pena di morte".

Piero Marrazzo, presidente della Regione Lazio, afferma che si tratta di ''un voto dalla forza straordinaria. La risoluzione sulla moratoria delle esecuzioni capitali, approvata  dalla Commissione Diritti Umani dell'Onu, offre all'Assemblea Generale l'occasione di favorire un grande passo avanti per l'intera umanita'''. ''Un gesto di civilta' - aggiunge - che ha visto il nostro Governo spendersi direttamente e con grande convinzione. Di questo glisiamo grati. E' sempre una bella notizia quando l'umanita' costruisce un futuro piu' attento ai grandi valori legati ai diritti fondamentalidella persona e in generale alla dignita' umana al quale tutti dovremmo aspirare''.

Una giornata davvero storica anche per il Presidente della Repubblica, che ha commentato così la votazione al Palazzo di Vetro: ''il voto dell'Onu che ha accolto la moratoria sulla pena di morte e' un grande successo per l'Italia e per la causa della pace. Adesso manca soltanto il sigillo finale dell'assemblea delle Nazioni Unite''. ''L'Italia ha avuto un ruolo di punta e di avanguardia - ha aggiunto Giorgio Napolitano - nel proporre e portare a termine con grande saggezza questa iniziativa”.

(red/19.11.07)

+T -T
CONFERENZA REGIONI 15.11.07 DOC – Lavoro: esposizione professionale, nuovi limiti

(regioni.it) La Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome nella seduta del 15 novembre 2007 ha espresso l’Intesa sul Decreto del ministro del lavoro e della previdenza sociale e del ministro della salute di recepimento della direttiva 7 febbraio 2006, n. 2006/15/Ce. direttiva della commissione che definisce un secondo elenco di valori indicativi di esposizione professionale in attuazione della direttiva 98/24/ce del consiglio e che modifica le direttive 91/322/Cee e 2000/39/Ce (il punto era iscritto all’ordine del Giorno della Conferenza Stato-Regioni che si è tenuta il 15 novembre).

L’intesa che le regioni hanno espresso prevede l’accoglimento di un allegato con un secondo elenco di valori limite di esposizione professionale.

(red/19.11.07)

+T -T
CONFERENZA REGIONI 15.11.07 DOC – Scuola: Regioni su Ddl apprendimento permanente

(regioni.it) La Conferenza delle Regioni ha espresso il proprio parere sullo schema di Ddl che detta nuove norme in materia di apprendimento permanente. Il parere positivo delle Regioni, illustrato nel corso della Conferenza unificata del 15 novembre ’07 è stato però condizionato all’accoglimento di una serie di emendamenti, alcuni dei quali sono già stati recepiti dal Ministero della pubblica istruzione durante il confronto tecnico.

Si riporta il testo del documento consegnato al governo (il testo integrale, comprensivo degli allegati tecnico è stato pubblicato nella sezione “conferenze” del sito www.regioni.it).

PARERE SULLO SCHEMA DI DISEGNO DI LEGGE RECANTE “NORME IN MATERIA DI APPRENDIMENTO PERMANENTE

Punto 4) elenco A - odg Conferenza Unificata

La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome esprime parere favorevole sullo schema di disegno di legge recante “Norme in materia di apprendimento permanente”, condizionato all’accoglimento in sede politica di tutti gli emendamenti già presentati in sede tecnica (allegati), alcuni dei quali recepiti con nota del Ministero della Pubblica istruzione.

La Conferenza delle Regioni propone, inoltre, il seguente ulteriore emendamento:

inserire nella parte dispositiva del provvedimento un articolo recante:

“Le Province autonome di Trento e Bolzano provvedono alle finalità della presente legge nell’ambito delle competenze ad esse spettanti ai sensi dello Statuto speciale e delle relative norme di attuazione e secondo quanto disposto dai rispettivi ordinamenti”.

La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome raccomanda, altresì, di vigilare sulla coerenza tra il disegno di legge in oggetto e le azioni di sistema che si stanno ponendo in essere nella redazione del Masterplan in merito ai servizi per l’impiego.

Roma, 15 novembre 2007

(red/19.11.07)

+T -T
CONFERENZA REGIONI 15.11.07 DOC – Agricoltura: settore lattiero-caseario e PAC

(regioni.it) La Conferenza delle Regioni, nella riunione del 15 novembre 2007, ha considerato alcune problematiche che, con la revisione della Politica agricola comune, investirebbero il settore lattiero-caseario. Il Documento delle Regioni trasmesso al governo.

Si riporta il testo dell’ordine del giorno che fa da preambolo al documento (il testo integrale del documento, con l’allegato tecnico, è stato pubblicato nella sezione “conferenze” del sito www.regioni.it ).

La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome:

CONSIDERATA la prospettiva di una revisione di medio termine della Politica Agricola Comune, che coinvolgerà anche il settore lattiero caseario;

CONSIDERATA la volontà di pervenire ad un’ulteriore semplificazione dei sistemi di regolazione di controllo, attraverso la costituzione di una OCM unica;

CONSIDERATO che l’attuale organizzazione comune di mercato del settore lattiero caseario sarà in vigore fino al 2015;

CONSIDERATA la necessità di definire nuovi strumenti di regolazione del settore lattiero caseario per il periodo successivo a tale data;

VISTA l’intesa tra il Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali, le Regioni e le Province autonome sulle procedure di recupero del prelievo supplementare, mediante compensazione, nel settore lattiero caseario, sancita il 14 dicembre 2006 e modificata il 14 giugno 2007;

RITENUTO opportuno rafforzare la suddetta intesa, anche al fine di tenere conto dell’evoluzione del mercato;

VISTO il documento del Gruppo di Lavoro Tecnico Interregionale, che sintetizza la valutazione comune delle Regioni sulla situazione attuale della filiera lattiero casearia e sulle prospettive di evoluzione nella politica comunitaria;

RITENUTO opportuno proseguire nel confronto tra le Regioni e le Province autonome per pervenire ad una posizione condivisa, diretta ad assicurare lo sviluppo della filiera lattiero casearia nazionale, nell’ipotesi in cui la Commissione Europea proponga rilevanti modifiche all’attuale sistema delle quote latte;

Approva

Il documento predisposto dal Gruppo di Lavoro Tecnico Interregionale sulla filiera lattiero-casearia.

CONFERISCE MANDATO al Gruppo di Lavoro Tecnico Interregionale sulla filiera lattiero casearia di supportare la Commissione Politiche Agricole:

- proseguendo il confronto tra le Regioni e le Province autonome, in particolare sull’evoluzione del sistema di regolazione del comparto lattiero caseario dopo il 2014/2015 e sulle possibili modifiche conseguenti alla revisione di medio termine della PAC;

- elaborando possibili ipotesi di intervento in relazione alle opzioni che scaturiranno dalle proposte della Commissione.

Il Gruppo di Lavoro Tecnico Interregionale dovrà fornire alla Commissione Politiche Agricole della Conferenza delle Regioni e Province autonome un rapporto sull’andamento dei lavori entro il 31 dicembre 2007 e concludere i lavori entro il 31 marzo 2008.

Roma, 15 novembre 2007

(red/19.11.07)

+T -T
CONFERENZA REGIONI 15.11.07 DOC – Sanità: prosegue programma investimenti

(regioni.it) La Conferenza delle Regioni del 15 novembre 2007 ha espresso l’intesa su un riparto di risorse che consente la prosecuzione del programma straordinario di investimenti in sanità  avviato con la Finanziaria del 1988.

INTESA SULLA PROPOSTA DEL MINISTRO DELLA SALUTE DI DELIBERAZIONE CIPE PER IL RIPARTO DELLE RISORSE FINANZIARIE STANZIATE DALL’ARTICOLO 1, COMMA 796, LETT. N), DELLA LEGGE 27 DICEMBRE 2006, N. 296 (LEGGE FINANZIARIA 2007) PER LA PROSECUZIONE DEL PROGRAMMA STRAORDINARIO DI INVESTIMENTI IN SANITÀ DI CUI ALL’ARTICOLO 20 DELLA LEGGE 11 MARZO 1988, N. 67 E SUCCESSIVE MODIFICAZIONI.

Punto 6) Elenco B - odg Conferenza Stato-Regioni

La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome esprime l’Intesa nella versione concordata in sede tecnica con la richiesta al Governo di attenuare l’impatto delle quote vincolate nell’ambito delle complessive risorse programmabili nel triennio 2008-2010.

Roma, 15 novembre 2007

(red/19.11.07)

+T -T
CONFERENZA REGIONI 15.11.07 DOC – Trasporto pubblico locale: risorse per veicoli

(regioni.it) La Conferenza delle Regioni del 15 novembre ha espresso l’intesa su un decreto che ripartisce i fondi destinati agli investimenti per l’acquisto di veicoli da destinare al trasporto pubblico locale

“INTESA SULLO SCHEMA DI DECRETO DEL MINISTRO DEI TRASPORTI RECANTE IL RIPARTO DELLE RISORSE PREVISTE DAL FONDO PER GLI INVESTIMENTI DESTINATI ALL’ACQUISTO DI VEICOLI ADIBITI AL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE.

Punto 3) Elenco B) - O.d.g. Conferenza Stato-Regioni

La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome esprime la propria intesa sul testo trasmesso dalla Conferenza Stato-Regioni il 12 novembre scorso con l’applicazione delle nuove tabelle allegate al presente documento. Tali tabelle rappresentano la riformulazione del riparto delle risorse finanziarie disponibili applicando i coefficienti moltiplicativi del numero dei residenti nelle Regioni a scarsa diffusione del TPL entro una forbice compresa tra 1,1 e 1,3 in luogo di quella, originariamente prevista, compresa tra 1,1 e 1,5.

La Conferenza chiede, inoltre, l’inserimento nel testo del provvedimento di una disposizione del seguente tenore: “Le Regioni a statuto speciale e le Province autonome di Trento e Bolzano provvedono alle finalità del presente decreto nell’ambito delle competenze ad esse spettanti ai sensi dello Statuto speciale e delle relative norme di attuazione e secondo quanto disposto dai rispettivi ordinamenti.”.

Roma, 15 novembre 2007

(red/19.11.07)

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top