Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 1041 - giovedì 22 novembre 2007

Sommario
- Emilia-Romagna-Lombardia: dati su maltrattamento donne
- Turismo: si insedia Comitato consultivo agenzia Enit
- Agenzia del farmaco: fa discutere la possibile riforma
- Cinema: il grattacielo Pirelli diventa set
- Formigoni: cooperazione, fiera campionaria
- Marrazzo: sanità, Rai e riforme

+T -T
Emilia-Romagna-Lombardia: dati su maltrattamento donne

(regioni.it) Domenica 25 novembre è la Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne. E in vista dell’evento sono stati resi noti e anticipati alcuni dati da parte delle Regioni Emilia-Romagna e Lombardia.
E’ straniera, ha 35 anni e figli minori, subisce violenza tra le mura domestiche. E’ l’identikit medio della donna maltrattata in Emilia-Romagna. Questi sono alcuni dati sulle donne maltrattate che si sono rivolte ai centri anti-violenza in Emilia-Romagna. La ricerca sarà presentata domani, venerdì 23 novembre, nella sala polivalente della Regione Emilia-Romagna (viale Aldo Moro 50 a Bologna).
Da una prima elaborazione dei dati risulta che nel corso del 2005 sono state accolte e/o ospitate in totale 1.419 donne, fra cui 531 straniere, di una fascia d’età prevalente compresa fra i 30 e i 39 anni. L’80% delle donne accolte ha figli, in grande maggioranza minorenni. Le violenze subite dalle donne accolte sono prevalentemente domestiche.
Nel sistema integrato di interventi e servizi territoriali a supporto delle donne che subiscono violenza si trovano i servizi e gli interventi quali le Case e i Centri Antiviolenza, finalizzati a fornire consulenza, ascolto, sostegno ed accoglienza. In questi luoghi, le donne che subiscono violenza e i loro figli possono trovare protezione, sicurezza ed aiuti concreti.
I Centri forniscono un servizio specialistico ed una metodologia di intervento che permette alla donna che ha subito violenza di rielaborare i propri vissuti ed iniziare un percorso di autonomia, ricevendo sostegno e informazioni per utilizzare le risorse del territorio.
Si è inoltre completata, con la diffusione di un poster una campagna regionale di contrasto alla violenza alle donne e di conoscenza delle case e dei centri antiviolenza, condotta in accordo con il Coordinamento dei centri antiviolenza della Regione Emilia-Romagna, per informare rispetto al fenomeno della violenza e alla presenza dei centri e delle case in regione. Il poster contiene informazioni, tradotte in sette lingue (fra cui inglese, spagnolo, francese, russo, arabo) su come contattare un centro antiviolenza, e porta elencati in forma chiara i numeri di telefono  di tutti i centri del coordinamento regionale.

 

Emilia - Romagna Politiche sociali - I dati sulle donne maltrattate che si sono...            

 

Sono 1749 le donne che nel 2006 sono state accolte dai centri antiviolenza e dalle case delle donne maltrattate in Lombardia. La maggioranza delle donne vittime di violenza nello stesso periodo erano coniugate (700); vengono poi le donne separate (183), nubili (164) e conviventi (143). In 1477 casi e' stato il marito a maltrattare la partner.

Sono solo alcuni dei dati raccolti dalla rete lombarda dei centri antiviolenza e delle case delle donne maltrattate, resi noti stamani a Palazzo Isimbardi di Milano, alla presentazione della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne (domenica 25 novembre).

E proprio per richiamare l'attenzione di cittadini e cittadine lombarde, domenica 25 alle 16 in galleria Vittorio Emanuele a Milano verra' aperto il cubo esposto all'Ottagono dal 17 novembre. Seguira' uno spettacolo di piazza.

Infine una Guardia d'Onore tutta in rosa ci sarà domani al Quirinale. Per la prima volta infatti un drappello di militari incaricati di svolgere la cerimonia pubblica di cambio della guardia sara' composto esclusivamente da personale femminile, le volontarie del 235° Reggimento Addestramento Volontari "Piceno", reparto che dal dicembre del 2000 e' incaricato di addestrare le soldatesse arruolate nel Ruolo Volontari dell'Esercito.

 

(red/22.11.07)

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top