Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 1072 - mercoledì 23 gennaio 2008

Sommario
- Napolitano: Costituzione base del nostro stare insieme
- Presidenti su celebrazione Costituzione
- Il 24 gennaio la Conferenza delle Regioni
- L'Europa premia il talento web
- Iorio: serve coordinamento istituzioni per integrazione rom
- Lombardia: per l'aborto nuovi limiti

+T -T
Lombardia: per l'aborto nuovi limiti

(regioni.it) 22 settimane e 3 giorni per l’aborto in Lombardia. Un atto d'indirizzo della Regione fissa a 22 settimane e tre giorni il termine ultimo per effettuare un'interruzione volontaria di gravidanza, a meno di malformazioni fetali incompatibili con la vita.
Lo ha annunciato il presidente della Regione Roberto Formigoni. L'atto abbassa di 11 giorni il limite di 24 settimane generalmente accettato dai medici. La Giunta regionale, nell'ottica di ''rafforzare l'aiuto e il sostegno alla donna nella fase di scelta rispetto alla maternita''', ha approvato inoltre una delibera che porta da 56 a 64 milioni di euro il potenziamento dei consultori pubblici.
Con quest'atto, ha spiegato Formigoni, ''si intende dare un contributo concreto alla legge 194 sull'interruzione volontaria di gravidanza che guardi al dramma della donna e che dia una speranza di vita quando questa puo' svolgersi: noi abbiamo voluto dare questa speranza''
La Giunta regionale, sempre nell'ottica di ''rafforzare l'aiuto e il sostegno alla donna nella fase di scelta rispetto alla maternita''', ha inoltre approvato una delibera che stanzia altri 8 milioni di euro al potenziamento dei consultori pubblici, portando le risorse da 56 milioni agli attuali 64.  ''Sono i due fattori che danno sostegno alla 194 - ha detto Luciano Bresciani, assessore regionale alla sanita' -: da una parte si rinforza l'attivita' dei consultori, potenziando il personale e attivando specifiche iniziative di formazione degli operatori, in modo da garantire sempre piu' un'attivita' integrata tra territorio e ospedale. Dall'altra si ricerca un equilibrio, che ora e' posto alla 22 settimana, tra il rispetto della tutela a livello sociale della donna e della gravidanza responsabile propria della 194, e la tutela della vita''.
''Non so dire cosa accadra' domani o in futuro - ha detto Formigoni a proposito della scelta di adottare quest'atto d' indirizzo - noi prendiamo questa decisione che sicuramente non e' stata presa da altre Regioni. Spero che anche le altre Regioni valutino i nostri risultati e possano muoversi in questo senso''.
(red/23.01.08)
Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top