Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 1111 - venerdì 21 marzo 2008

Sommario
- 26 Marzo: Conferenza delle Regioni
- Un'intesa per la tutela della salute mentale
- Scuola: un'intesa per accoglienza alunni disabili
- "Conferenza Regioni Doc" - 20.03.08 - Sanità: emendamenti per riforma LEA
- Conferenza Unificata del 20 marzo: gli esiti
- Conferenza Stato-Regioni del 20 marzo: gli esiti

+T -T
Un'intesa per la tutela della salute mentale

(regioni.it) La Conferenza Unificata e la Conferenza Stato-Regioni del 20 marzo hanno approvato diverse intese e accordi in materia di assistenza sanitaria. Tra questi – secondo quanto riportato da un comunicato del Ministero della Salute - un’intesa per la sanità penitenziaria, un’intesa per la gestione del rischio clinico e per la sicurezza dei pazienti e delle cure e un’intesa per migliorare l’assistenza nel campo della salute mentale. Ma sono state approvate anche altre misure più specifiche, come quella che consente l’erogazione di farmaci urgenti da parte del farmacista anche se il paziente è in quel momento sprovvisto della necessaria ricetta del medico.
L’intesa sulla riforma della sanità penitenziaria (cfr. Schema DPCM in materia di sanità penitenziaria e linee di indirizzo) prevede l’equiparazione sotto il profilo della tutela del diritto alla salute tra i cittadini in stato di detenzione e tutti gli altri utenti del Ssn. L’obiettivo è quello di una più efficace assistenza sanitaria, migliorando la qualità delle prestazioni di diagnosi, cura e riabilitazione negli istituti penitenziari. La riforma contiene anche specifiche linee di indirizzo per gli interventi da adottare negli Ospedali psichiatrici e giudiziari con l’obiettivo di svolgere un programma in tre fasi al fine di garantire una corretta armonizzazione fra le misure sanitarie specifiche di queste realtà e le esigenze di sicurezza che devono comunque essere mantenute.
Più sicurezza e qualità delle cure e dell’assistenza è invece l’obiettivo di un’altra intesa Stato Regioni (Rischio clinico, sicurezza dei pazienti e delle cure. Intesa tra il Governo, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano). A tal fine sarà attivata un’apposita funzione aziendale dedicata alla gestione del rischio clinico e alla sicurezza dei pazienti e delle cure presso ogni Asl pubblica ma anche presso le strutture private accreditate. Un forte impegno anche per l’utilizzo sicuro dei dispositivi medici, degli apparecchi e degli impianti che dovranno essere sottoposti a più ferrei collaudi e a protocolli specifici di manutenzione preventiva e correttiva e a costanti verifiche periodiche di sicurezza e qualità. Queste misure dovranno essere adottate in tutte le strutture del Ssn. Nuove disposizioni anche per la responsabilità civile per danni a persone causati dal personale sanitario che dovrà essere comunque posta a carico della struttura sanitaria. Sarà inoltre favorita la definizione “stragiudiziale” delle vertenze. Con funzioni di indirizzo sulla sicurezza sarà poi costituita, con decreto del Ministro della Salute, la “Consulta nazionale per la sicurezza del paziente” a coordinamento della “Rete nazionale per la Sicurezza” che riunisce tutti i rappresentanti istituzionali nazionali e locali preposti alla gestione del rischio clinico.
Per la salute mentale (cfr. Linee di indirizzo nazionali per la Salute Mentale)ci si è posti l’obiettivo di dare nuovo impulso alle politiche di promozione della salute, di rafforzare gli interventi nell’ambito dell’età evolutiva e di favorire la precocità degli interventi e la collaborazione fra tutti i servizi che si occupano di salute mentale per una migliore presa in carico dei pazienti.
Per quanto riguarda infine l’erogazione di farmaci in assenza di prescrizione medica (cfr. Schema di decreto ministeriale - Attuazione del disposto dell'articolo 88, comma 2-bis del decreto legislativo 26 aprile 2006, n. 219 e successive modificazioni) si intende garantire la non interruzione del trattamento in corso per i casi di patologie croniche ed acute o in occasione di dismissione ospedaliera consentendo al farmacista di dispensare il medicinale anche in assenza di ricetta. Il provvedimento, adottata dalla Stato regioni è frutto di un ampio lavoro condiviso con i farmacisti e i medici italiani al fine di una maggiore tutela della salute dei cittadini nei casi di emergenza. Per approfondimenti cfr le schede di sintesi predisposte dal Ministero: Sanità penitenziaria Sicurezza delle cure; Linee di indirizzo nazionali per la salute mentaleErogazione farmaci in assenza di prescrizione medica
 
(red/21.03.08)
Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top