Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 1140 - giovedì 8 maggio 2008

Sommario
- Giura il IV Governo Berlusconi
- Cipe: riparto FSN 2007: corretta la «stima IRAP 2007» per Liguria e Puglia e provincia autonoma Bolzano
- Bossi: il primo passo sarà il federalismo fiscale
- Fitto: dialogo Governo-Regioni "terreno importante"
- Le richieste dell'Anci al nuovo Governo
- Forum Pa a Roma dal 12 al 15 maggio

+T -T
Bossi: il primo passo sarà il federalismo fiscale

Loiero denuncia una "secessione morbida"

(regioni.it) “Il federalismo o lo facciamo noi o lo faranno i cittadini". Lo dice il ministro per le Riforme Umberto Bossi dopo aver giurato al Quirinale. A proposito della delega ricevuta, Bossi spiega: "Per attuare la nostra riforma federalista, dovremo cambiare la  Costituzione lavorando sulla base di tanti piccoli 'pezzettini' affinché non basti un referendum per far cadere tutto
Assieme”. Il primo passo, prosegue in neoministro per le riforme, sara' il federalismo fiscale, che  sara' esaminato dal Consiglio dei ministri appena sara' pronto il testo che sta preparando lui stesso, partendo dal testo del Consiglio regionale della Lombardia che prevede di lasciare alle  regioni una quota di Iva e di Irpef per portare avanti i programmi sul territorio.
E a chi gli chiede se la solidarieta' fiscale fra regioni ricche e povere resterà, Bossi risponde: “C'è e resterà. Il federalismo fiscale deve lasciare un po'  di soldi alle regioni. Se no come fanno a funzionare? Io  incontro i consiglieri regionali almeno una volta la settimana. Passiamo la maggior parte del tempo a parlare di questo. Mi dicono: 'Dacci i soldi. Non si puo' andare avanti'. Hanno ragione''.
"Il primo problema e' quello del federalismo fiscale, capire dove pescare i soldi". Ribadisce Umberto Bossi: "quando incontri le regioni tutte le volte c'e' da litigare. Per questo la norma a cui faro' riferimento e' quella della regione Lombardia: 80% e 15% irpef alle regioni. Altrimenti tutti i giorni sarò qui a litigare".Il problema, aggiunge Bossi, "non e' la collaborazione ma le richieste. Sono fiducioso".
Quanto infine ai rapporti con la minoranza: "Va bene il dialogo con l'opposizione, vediamo se è il caso di farlo con il mio ministero. Sarebbe meglio in Parlamento".
Intanto però le prime dichiarazioni suscitano la preoccupata reazione del Presidente della calabria, Agazio Loiero: "Ora direi che il pericolo e' incombente, perche' la Lega e' in grado di imporre il suo federalismo fiscale, quello che mettera' Ko il Mezzogiorno",ha sostenuto, denunciando una "secessione morbida". "Il nuovo governo - secondo Loiero - sara' chiamato a occuparsi subito del problema perche' e' la Lega, con Bossi in prima persona, a imporlo come priorita' dell'agenda politica. E se passera' il disegno di federalismo di tipo lombardo per il Sud sara' un disastro. Sono le cifre a dimostrarlo. Se non ci saranno correttivi alla proposta che Bossi e Berlusconi si sono impegnati a far approvare dal nuovo Parlamento - ha aggiunto Loiero - che e' poi una proposta di legge leghista gia' approvata dal Consiglio regionale della Lombardia col sostegno di Formigoni, le Regioni piccole e povere di risorse fiscali come la Calabria saranno abbandonate a un infausto destino. Senza un equilibrato sistema di perequazione, sia chiaro, il Sud e' condannato a un inferno. Trovo molto positivo - ha detto ancora Loiero - che l'argomento sia tornato di grande attualita' sulla stampa nazionale e regionale in seguito ad alcune ricerche che dimostrano quanto vado sostenendo da anni. Le analisi serie confermano infatti il nostro allarme. Purtroppo, debbo notare – conclude Loiero- tutta questa attenzione arriva un po' in ritardo”.
 
(red/08.05.08)
Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top