Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 1146 - venerdì 16 maggio 2008

Sommario
- Sicurezza: richiesto tavolo congiunto Governo, Regioni, Enti locali
- EuroP.A. dal 4 al 7 giugno
- Pubblica amministrazione: Forum P.A. premia gli innovatori
- Cooperazione: soluzioni condivise per i programmi
- Porti: in Gazzetta variazione su programma opere
- UE: cambia volto la politica di coesione 2007-2013

+T -T
UE: cambia volto la politica di coesione 2007-2013

(regioni.it) Avrà un’impostazione completamente diversa la politica di  coesione europea per il nuovo periodo di programmazione 2007-2013 con l’obiettivo di avvicinare le regioni in ritardo economico alle  aree piu' ricche in Europa.
Gli Stati membri e le Regioni dell'Ue, rispetto al passato, hanno infatti ''modificato radicalmente le loro priorità” con i circa 450 programmi di rilancio socio-economico che verranno realizzati nei prossimi sette anni, come sottolineato oggi a Bruxelles dai commissari europei alla politica regionale, Danuta Hubner, e all'occupazione e affari sociali, Vladimir Spidla. La nuova  politica di coesione 2007-2013 permettera' un'iniezione nei 27 stati membri di finanziamenti europei per oltre 338,3 miliardi di euro a cui si aggiungono i finanziamenti pubblici e privati.
L'Italia, come ha sottolineato la commissaria Hubner, ''si è distinta con altri partner europei nell'impegno sulla lotta al  cambiamento climatico'', ma non solo. Rispetto ai 27,8 miliardi di stanziamenti europei per il 2007-2013, l'Italia e le Regioni hanno destinato la maggior parte dei fondi alle seguenti sfide: il 34,7% in favore dell'innovazione; il 32% per la tutela dell'ambiente: il 16,9% alla prevenzione e alla lotta contro il cambiamento climatico; il 15% per i trasporti; il 10% per sostenere le piccole e medie imprese; il 6,8% per lo sviluppo energetico; il 5,8% per la societa' dell'informazione con investimenti per infrastrutture, prodotti e servizi.
Anche tra le priorita' per i 27 stati membri si inserisce l'innovazione che, con la ricerca e lo sviluppo, accaparra circa un quarto dei fondi comunitari del bilancio di coesione 2007-2013 e contribuira' alla crescita del 3% del Pil. Particolarmente importante sara' anche l'impegno dei 27 per  la tutela dell'ambiente e, nell'ambito di questo obiettivo, la  prevenzione e la lotta al cambiamento climatico, grazie al 14%  dei contributo globali europei. Si investe soprattutto nei  settori dell'efficienza energetica e delle energie rinnovabili.  La parte del leone, con il 24% dei fondi di coesione, la fanno anche le infrastrutture per incrementare la viabilita', tramite il finanziamento delle grandi reti transeuropee ma anche i trasporti sostenibili che da soli riceveranno il 10% dei stanziamenti comunitari. In Europa ''il tempo e' tiranno - ha concluso la commissaria Hubner - tocca ora agli Stati e alle Regioni attuare questo cambiamento''.
 
(red/16.05.08)
Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top