Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 1151 - venerdì 23 maggio 2008

Sommario
- Senato: le Commissioni
- Camera : le Commissioni
- Sud e federalismo fiscale
- Iorio riceve delegazione sindacati sanità
- Tabacco: attuazione riforma politica agricola comune
- TV digitale: avvio lavori per assegnazione frequenze

+T -T
Sud e federalismo fiscale

(regioni.it) ''La riunione dei presidenti delle regioni meridionali che si e' tenuta presso la sede romana della Regione Campania e' stata una proficua occasione per riprendere un'iniziativa comune sui temi del mezzogiorno''. Lo ha sostenuto Antonio Bassolino, presidente della regione Campania, in merito di una riunione del 22 maggio dei presidenti del Mezzogiorno sul federalismo fiscale. Nella sede della Regione Campania, si sono riuniti i presidenti Antonio Bassolino, Agazio Loiero (Calabria), Ottaviano Del Turco  (Abruzzo), Vito De Filippo (Basilicata), Nichi Vendola (Puglia), Michele Iorio (Molise).
''Per quanto riguarda il federalismo fiscale – spiega Bassolino - il lavoro svolto negli scorsi mesi dalla Conferenza di tutte le regioni italiane presieduta da Vasco Errani e' un'importante e unitaria base di confronto con il governo. Come presidenti delle regioni meridionali vogliamo dotarci di un gruppo tecnico che ci consenta di valutare con il dovuto livello di approfondimento l'effettivo impatto sul mezzogiorno delle diverse misure che verranno proposte durante il confronto tra il governo e le regioni. Un confronto a cui vogliamo partecipare in modo costruttivo e aperto, affermando i valori di efficienza, responsabilita' e solidarieta''.
''La nostra azione non e' contro il federalismo - hanno precisato i presidenti - ma tende a mettere sul tavolo della discussione una proposta di legge sul federalismo che tenga conto delle esigenze delle regioni del sud, un federalismo che lo stesso presidente del Consiglio Berlusconi ha definito, nel discorso alle Camere, fiscale e solidale''. 
Sottolinea il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola ''i presidenti delle Regioni del sud devono essere politicamente visibili, devono alzare la bandiera del federalismo solidale in opposizione alla secessione fiscale''. Anche il presidente del Molise, Michele Iorio, afferma che il modello di federalismo fiscale della Regione Lombardia piace al ministro Bossi? ''Piace a lui, a noi no'', chiarisce Iorio. ''Bisogna sgombrare il campo - spiega - da idee che non appartengono a nessuno come punire il sud e tagliare in due l'Italia. Ci puo' essere un federalismo veramente solidale, bisogna lavorare con spirito di collaborazione. Il tema puo' essere un'opportunita' anche per il sud e le regioni piu' piccole''. L'iniziativa però non e' stata tuttavia apprezzata dal ministro per gli Affari Regionali, Raffaele Fitto. ''Leggo con sorpresa dell'iniziativa delle sei Regioni del sud di elaborare una proposta autonoma di  federalismo fiscale al di fuori dalle sedi unitarie e  istituzionali della Conferenza delle Regioni e della Conferenza  Stato Regioni''. Fitto osserva: ''Appare singolare che per parare un rischio eventuale, futuro e futuribile di spaccatura del Paese, le Regioni del Sud assumano in via preventiva una iniziativa quasi auto-eliminatoria e che crea una spaccatura certa, fin dalla fase di partenza della discussione su un federalismo fiscale che sara' solidale come da programma elettorale e da dichiarazioni programmatiche del presidente Berlusconi''.  ''Peraltro nella Conferenza delle Regioni del 15 maggio scorso - prosegue Fitto - e' stato proposto dal presidente Errani e approvato all'unanimita' da tutte le Regioni un documento di impostazione delle relazioni con il Governo che il Presidente Errani ha chiamato Patto di legislatura, che io ho letto con attenzione e che e' una buona base di partenza e di dialogo sul tema del federalismo fiscale solidale e sulle altre priorita' indicate dalle Regioni. Mi auguro quindi che i governatori del Sud riflettano: per tenere unito il Paese e' indispensabile che le peculiarita' e le diverse esigenze delle Regioni del Mezzogiorno siano tenute nella debita considerazione e discusse, gia' a partire dai prossimi giorni, nelle sedi naturali, unitarie e istituzionali''.
Critico sulla iniziativa delle Regioni del Mezzogiorno anche il Presidente della Lombardia Roberto Formigoni che ha chiamato in causa il Presidente della Conferenza delle Regioni. Ed Errani ha ribadito che il punto di partenza è il lavoro unitario della Conferenza, confluito poi nel documento per la XVI legislatura presentato al Governo. E' da lì che secondo il presidente dellla Conferenza delle Regioni bisogna partire per il cobfronto di merito con l'esecutivo. 
Per il Vicepresidente della Conferenza delle Regioni, Michele Iorio occorre mantenere "un approccio molto positivo al federalismo fiscale, se questa discussione continuera' a essere inquadrata nel processo di federalismo gia' condiviso tra tutte le Regioni e i precedenti governi, sia di centrodesrtra che di centrosinistra". E alla domanda sul modello Lombardo avanzata dai cronisti ribatte: "Quello e' il punto di partenza secondo Bossi, non secondo noi: bisogna sgombrare il campo- avverte Iorio- da idee che non appartengono a nessuno, come punire il Mezzogiorno e spaccare il Paese". Piuttosto, secondo il vicepresidente della Conferenza delle Regioni, "c'e' da operare con grande serenita' spirito collaborazione, perche' il federalismo fiscale puo' essere un'opportunita' anche per il mezzogiorno e per le piccole regioni". A patto pero' che "manteniamo in piedi la questione parametri essenziali dei servizi e della responsabilita' nella gestione spesa pubblica, in modo da dar vita ad un federalismo realmente solidale".

 

(red/23.05.08)

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top