Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 1152 - lunedì 26 maggio 2008

Sommario3
- Errani: sul federalismo fiscale c'è base unitaria
- Formigoni: federalismo fiscale; intervista a "La Stampa"
- Sicilia: la "Giunta Lombardo"
- Marrazzo: raid Pigneto; pericoloso allarme sociale
- Farmaci generici: esposto all'Antitrust
- Una commissione di indagine tecnico amministrativa sull'Agenzia del farmaco

+T -T
Errani: sul federalismo fiscale c'è base unitaria

(regioni.it) Prima del confronto istituzionale delle Regioni con il Governo e in particolare con il ministro Bossi sulla riforma federale, il presidente della Conferenza delle Regioni, Vasco Errani, spiega lo stato dell’arte del lavoro preventivo finora svolto:  “il lavoro svolto dalla Conferenza delle Regioni in materia di federalismo fiscale è una base unitaria, importante e condivisa, confluita poi nel documento di priorità per la XVI legislatura che abbiamo consegnato al Governo”, lo ha dichiarato il Presidente della Conferenza delle Regioni, Vasco Errani.
“Quel documento – prosegue Errani - frutto di un dibattito ampio fra tutte le Regioni è il punto di partenza per avviare con il Governo un confronto di merito. E le prime osservazioni del Ministro Fitto – conclude Errani - riconoscono la necessità e l’importanza del lavoro comune finora svolto dalle Regioni”.
 
(red/26.05.08)

+T -T
Formigoni: federalismo fiscale; intervista a "La Stampa"

Non avremo più soldi, ma più competenze

(regioni.it) In un'intervista a "La Stampa" il presidente della regione Lombardia sottolinea come sul federalismo fiscale "facendo i debiti scongiuri mi sembra che ci siamo”. E poi spiega: “la trattativa era gia' iniziata con il tavolo Prodi-Formigoni. Ho chiesto di riaprire il negoziato con il nuovo governo. Va trovata un'intesa tra Governo e Regioni. Come se fosse un vero trattato internazionale". Lo afferma: "E' un modello ispirato al titolo V della Costituzione. Al governo Prodi avevamo chiesto l'attribuzione alle Regioni di dodici materie fondamentali".
"Beni ambientali e culturali, sanita', scuola, infrastrutture...Sulla base dell'articolo 119 della Costituzione -continua il presidente della regione Lombardia- le Regioni hanno poi elaborato un documento di indirizzo, passato con voto unanime, sulle attribuzioni delle risorse. Il principio e' che tante sono le materie attribuite, tante devono essere le risorse. Se no non ha senso. Abbiamo chiesto dodici materie. Apriamo il negoziato".
"Venerdi' –riferisce Formigoni - ho incontrato Veltroni. Mi ha assicurato che la  linea del Pd nazionale e' uguale a quella del Pd della Lombardia. La posizione di Chiamparino mi ha sorpreso. Ho il sospetto che si confonda sul modello su cui stiamo lavorando. Gli parlero' nei prossimi giorni".
"In sei anni -dice ancora Formigoni- le Regioni avevano raggiunto una griglia di principi e indicazioni metodologiche innovative. Senza distinzioni di latitudine. Non vorrei che l'iniziativa dei colleghi del Sud pregiudicasse questo lavoro".
Infine le aspettative dalla riforma federale: “non avremo più soldi, ma competenze in più. Sarà una maggiore assunzione di responsabilità. Si potranno amministrare meglio i fondi. Penso alla scuola e agli incentivi che si possono adottare per lo studio delle lingue. Penso ad un intervento sui ticket sanitari…”.
 
(red/26.05.08)

+T -T
Sicilia: la "Giunta Lombardo"

Individuati gli Assessori, prossimamente le deleghe

(regioni.it) Slitta al 27 maggio, alle tredici, a Palermo, l'incontro tra il Presidente della regione siciliana, Raffaele Lombardo e i dodici neo assessori nominati nella tarda serata del 24 maggio. L'incontro per decidere le deleghe, in un primo momento era stato programmato per il 26 maggio è poi stato rimandato.
Nella nuova “Giunta Lombardo” tra i dodici assessori ci sono anche due magistrati, Giovanni Ilarda e Massimo Russo, il politico a capo del movimento contrario alle trivelle nel Val di Noto Pippo Sorbello, mister 30mila voti Antonello Antinoro (Udc) e l'outsider che non t'aspetti Luigi Gentile (Pdl-An) di Raffadali (Ag), il paese natale dell'ex Presidente Toto' Cuffaro.
Tre sono gli  assessori 'tecnici', oltre a Ilarda e Russo, c'e' Giovanni La Via, docente universitario di Catania, assessore con delega all'Agricoltura nell'ultimo governo Cuffaro. Tra le sorprese, come si è detto, c’è Luigi Gentile, ex consigliere provinciale ad Agrigento, eletto per la prima volta all'Assemblea regionale. Per An entra in giunta anche Carmelo Incardona, ragusano, deputato gia' nella passata legislatura ed ex presidente della commissione regionale Antimafia. Fi sara' rappresentata nel governo da Titti Bufardeci, ex sindaco di Siracusa appena eletto all'Ars, da Michele Cimino,  presidente della commissione Bilancio nell'ultimo governo e da Francesco Scoma, anche lui con un passato da assessore al Lavoro.

L'Udc che sara' rappresentata da Antonello Antinoro e Pippo Gianni. Per il Mpa, il partito di Lombardo, in giunta Pippo Sorbello, gia' sindaco a Melilli (Sr) e Roberto Di Mauro, ex capogruppo all'Ars. 
Per Lombardo i dodici neo assessori del suo Governo regionale, scelti nella tarda serata del 24 maggio, sono "un'ottima squadra di Governo", e, per il Presidente della Regioni l'ex pm antimafia Massimo Russo, che avra' la delega alla Sanita', è "l'uomo giusto al posto giusto, il segnale di una svolta". Un unico “neo”, secondo l’analisi di Lombardo: il "rammarico" per la mancanza di donne nell’Esecutivo regionale.

Regione Siciliana: la nuova Giunta
Presidente: Raffaele Lombardo. Assessori: Giovanni Ilarda (tecnico); Massimo Russo (tecnico); Pippo Sorbello (Mpa); Antonello Antinoro (Udc), Giovanni La Via (tecnico); Titti Bufardeci (Fi), Michele Cimino (Fi); Francesco Scoma (Fi); Pippo Gianni (Udc), Roberto Di Mauro (Mpa), Luigi Gentile (An), Carmelo Incardona (An).

 

Notizie dalle agenzie di stampa:
Regioni: Romano, insoddisfatti da metodo formazione giunta
Sicilia: Lombardo, ottima squadra governo e pm Russo e' segnale svolta = 'nessun veto su Caputo e Dina, domani incontrero' Assessori per deleghe';
Sicilia: Lombardo, ottima squadra governo e pm russo e' segnale svolta (2) = 'l'esecutivo lavorera' bene e arriveremo anche oltre il panettone' 
Sicilia: Lombardo, ottima squadra governo e pm Russo e' segnale svolta (3) 'Giulia Adamo non lasci il partito'

Regioni: Genovese,giunta? Messina mortificata da centrodestra
Regioni: sicilia; disagi in An, La Russa convoca deputati Ars ;    
Regioni: Lombardo, sordumuti avranno un loro rappresentante; 
Regioni: Sicilia; Adamo esclusa da giunta, lascio Fi ;
Sicilia: consumatori, soddisfatti per nomina Gianni ad assessore ;
Sicilia: Lo Bello, due magistrati in giunta scelta coraggiosa Lombardo ;
Sicilia: Lo Bello, due magistrati in giunta scelta coraggiosa Lombardo (2)
Sicilia: slitta a domani l'incontro di Lombardo con i dodici neo assessori .
 
(red/26.05.08)

+T -T
Marrazzo: raid Pigneto; pericoloso allarme sociale

(regioni.it)  Bisogna “porre un freno a chi vuole farsi giustizia da solo”. Pericoloso allarme sociale. In merito al Pigneto, il quartiere di Roma colpito da un attacco di balordi a negozi gestiti da immigrati, il presidente della Regione Lazio Piero Marrazzo sottolinea l’accensione pericolosa di una spia sociale su cui è bene fare attenzione. “Quanto accaduto al Pigneto è inaccettabile – ribadisce Marrazzo - In attesa che le forze dell’ordine compiano i necessari approfondimenti su una vicenda dai contorni a tinte fosche mi preme sottolineare, in questo momento, l’inaccettabile condotta di un gruppo di sconosciuti che hanno deciso di farsi giustizia da soli. Le ronde, i comportamenti violenti di improvvisati giustizieri, sono azioni totalmente estranee alla cultura della stragrande maggioranza dei cittadini che vuole continuare a vivere in una città solidale, attenta al prossimo e lontana da ogni forma di xenofobia. Mi auguro che tutte le Istituzioni, allontanando ogni tentazione di strumentalizzazioni, oltre a condannare fermamente questi vergognosi atti di violenza dialoghino tra loro per trovare soluzioni non più rinviabili. La Regione Lazio è disponibile, da subito, a un tavolo interistituzionale per affrontare nel metodo e nel merito questo pericoloso allarme sociale”. 

 (red/26.05.08)

+T -T
Farmaci generici: esposto all'Antitrust

Iniziativa di Enrico Rossi, coordinatore Commissione salute per la Conferenza delle Regioni

(regioni.it) L’assessore regionale per il diritto alla salute della Regione Toscana, Enrico Rossi (coordinatore della Commissione salute per la Conferenza delle Regioni), ha intrapreso una iniziativa in questi giorni rispetto ad alcuni fenomeni di distorsione del mercato che si sono verificati nel settore del farmaci off patent e che avrebbero prefigurato un danno nei confronti del Servizio sanitario nazionale.“Ho ritenuto opportuno – ha spiegato Rossi - prendere questa iniziativa dopo che alcune segnalazioni, e le indagini che ne avevamo fatto seguire come Commissione salute della Conferenza delle Regioni, avevano fatto emergere rilevanti anomalie nel mercato dei farmaci generici, il che comportava anche indirettamente un danno per il Servizio sanitario nazionale. In base ai risultati degli approfondimenti dei tecnici della Regione Toscana e dell’Aifa, l’agenzia nazionale del farmaco, sono risultati elementi che mi hanno portato a presentare un esposto all’Autorità garante della concorrenza e del mercato e a coinvolgere i Ministeri dello sviluppo economico e della salute per chiedere un’iniziativa forte del governo sulla questione. Quello che ritengo necessario è fare completa chiarezza su un settore tanto importante del Servizio sanitario, che a che vedere non soltanto con ! aspetti economici e finanziari di rilevante entità, ma ! anche co n quel rapporto di fiducia e di piena trasparenza che deve legare il cittadino alla sanità. Se poi si profileranno anche ipotesi di reato starà alla magistratura accertarle.”
E’ stata la stessa Federfarma – prosegue l’assessore Rossi – a condividere con noi alcuni elementi di criticità che stavano emergendo, a fronte di una normativa che stabilisce i meccanismi del rimborso dei prezzi da parte del Servizio sanitario nazionale e le quote percentuali spettanti ai diversi protagonisti della filiera, aziende produttrici, grossisti e farmacisti. Bisognerà ora approfondire le indagini e ver! ificare le eventuali anomalie nel rispetto di queste norme”.
In pratica  le indagini degli esperti della commissione avrebbero messo in luce il ricorso da parte dei grossisti a forti sconti, fino all’80%, nelle forniture alle farmacie di farmaci cosiddetti generici, rispetto al prezzo in etichetta che è quello che viene preso come riferimento dal Servizio sanitario nazionale per il rimborso. Va ricordato infine che la legge 662 del 1996 stabilisce le percentuali che spettano ai vari attori della filiera: il 66,65% all’azienda produttrice, il 6,65% al grossista e il 26,7% al farmacista. Il ricorso agli sconti – ha concluso Rossi -  finalizzati alla conquista di sempre maggiori fette di mercato, avrebbe alterato questo equilibrio
 
(red/26.05.08)

+T -T
Una commissione di indagine tecnico amministrativa sull'Agenzia del farmaco

(regioni.it) Il Ministro del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, Maurizio Sacconi, con riferimento all'indagine giudiziaria in corso su alcuni funzionari dell'Aifa, ha sentito i sottosegretari Ferruccio Fazio e Francesca Martini, delegati alle competenze in materia di salute, i quali hanno proceduto a una prima disamina della situazione venutasi a creare nell'Aifa, organismo pubblico vigilato dal Ministero del quale essi hanno incontrato la presidente del Consiglio di amministrazione, Antonella Cinque. Su proposta degli stessi  il Ministro ha disposto l'immediata costituzione di una Commissione d'indagine tecnico-amministrativa sull'Aifa in relazione ai profili della tutela della salute dei cittadini e a quelli dell'efficienza del sistema interno di procedure e controlli con particolare attenzione alle tipologie di atti oggetto di indagine. La commissione, composta di tre autorevoli esperti, è incaricata di fornire le prime valutazioni nel tempo di una settimana e un più completo rapporto entro il 31 luglio 2008.
 
(red/26.05.08)
Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top