Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 1160 - venerdì 6 giugno 2008

Sommario3
- Governo-Regioni: costante confronto istituzionale
- Energia. il Molise punta su eolico e fotovoltaico
- Ici: Errani, Decreto da modificare
- Smog: riunione Assessori Regioni Nord
- Loiero e Lombardo contro provvedimento Ici
- G.U.: Fondo politiche e servizi asilo rifugiati

+T -T
Governo-Regioni: costante confronto istituzionale

(regioni.it) Il Governo è d'accordo a proseguire sul metodo dei “Patti” con le Regioni: è questa la strada giusta per dare una svolta al Paese attraverso le riforme. In tal senso è significativo che lo stesso confronto sul federalismo fiscale parta dal documento redatto da tutte le Regioni italiane e consegnato al presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi.
Le Regioni hanno offerto leale collaborazione ed hanno sottolineato la loro piena disponibilità all’assunzione di nuove responsabilità.
 
Nel corso dell’incontro con la Conferenza delle Regioni a Palazzo Chigi del 5 giugno - presenti oltre il premier anche Letta, Tremonti, Fitto e Vegas - si è concordato quindi nel metodo pattizio Governo-Regioni, così come è avvenuto nella scorsa legislatura per la sanità e il trasporto pubblico locale.
Berlusconi ha quindi garantito un confronto istituzionale costante. Il presidente della Conferenza delle Regioni, Vasco Errani, ha spiegato di ritenere essenziale poter ''definire insieme, prima degli atti del governo, le impostazioni di fondo sul governo della spesa pubblica”.
Il metodo si basa sulla consapevolezza della necessità e indispensabilità della cooperazione istituzionale. “Non servono atti unilaterali ma la fatica del confronto – ha spiegato Errani-  Noi come Regioni abbiamo offerto un patto di legislatura sul federalismo fiscale, sanita', infrastrutture; ma chiediamo il rispetto degli impegni presi dall'istituzione-Governo".
"Dalla prossima settimana partiremo con la discussione sulla finanziaria", ed "è fondamentale e decisivo - ha aggiunto il Presidente Conferenza delle Regioni - che riusciamo a ridefinire insieme, prima degli atti dell'esecutivo, le impostazioni di fondo sul governo della spesa pubblica. E' l'unica condizione per fare insieme anche uno sforzo comune per ridefinire il governo della spesa pubblica".  Errani ha poi sottolineato come sia stato confermato l'impegno reciproco di Regioni e Governo "alla leale collaborazione" e ha ricordato che i presidenti delle Regioni si aspettano la riconferma del patto della Salute, che ha durata triennale e scade il prossimo anno. Infine ha anche sottolineato che "va confermato il patto sul trasporto pubblico locale, considerando anche che nel decreto sull'ici e' previsto un taglio di 371 mln di euro".
 
 (red)

+T -T
Energia. il Molise punta su eolico e fotovoltaico

(regioni.it) Lo sviluppo delle fonti energetiche rinnovabili fa un altro passo in avanti. E’ stata approvata, infatti in Molise la Legge Regionale sull'eolico e sul fotovoltaico. Un altro importante e definitivo contributo – si legge nella newsletter della Regione - arriverà con l'approvazione delle linee guida, argomento posto all'ordine del giorno della seduta consiliare del 10 giugno 2008. Tutto ciò, oltre a rispondere agli indirizzi dell'Unione Europea in materia energetica, produce evidenti effetti positivi sia in campo ambientale - contribuendo al contenimento dei fenomeni d'inquinamento globali e locali - sia al livello socio-economico. L'utilizzo delle energie rinnovabili – prosegue la notizia della newsletter - contribuirà alla valorizzazione delle risorse territoriali, soprattutto in relazione alla loro crescente diffusione nella realtà internazionale.
 
(red/06.06.08)

+T -T
Ici: Errani, Decreto da modificare

Su "Governo.it" una scheda sulla copertura finanziaria

(regioni.it) “La modalita' con la quale il  Governo da' copertura al taglio dell'Ici solleva di fatto molti  seri problemi''. Lo ha detto il presidente della Regione Emilia-Romagna Vasco  Errani in riferimento alle conseguenze che il provvedimento  avra' sul trasporto pubblico locale e sull'ospedale di Cona  (Cona), annunciando di avere gia' chiesto al Governo di  modificarlo.
 “Piu' si entra nel merito delle voci tagliate nell'articolato del decreto - ha continuato Errani - piu' si  scopre che da molti punti di vista i cittadini subiranno un  danno concreto. Il Governo cancella impegni finanziari che hanno  dato vita a contratti, intese, programmi come l'accordo sul  trasporto pubblico locale o opere lungamente attese come  l'Ospedale di Cona. In particolare i fondi Inail per Cona sono  il frutto sofferto di atti sottoscritti da tutti i soggetti  istituzionali, Governo compreso. Questo, se non corretto  rapidamente, comportera' il blocco dei lavori, ad un anno dalla  consegna dell'Ospedale; disattendendo in questo modo precisi
impegni assunti con la comunita' ferrarese''.
“Per questo - ha concluso Errani - insisteremo a chiedere direttamente al Governo, come abbiamo gia' fatto in queste ore,  di cambiare il decreto e, comunque, di assicurare in ogni modo  lo stanziamento Inail necessario al completamento dei lavori  evitando al cantiere nuove interruzioni”.
La copertura finanziaria del "Pacchetto fiscale" è stata riassunta in una scheda pubblicata sul sito del Governo il 29 maggio 200 . Scheda che si riporta integralmente.
Copertura finanziaria degli interventi
Le risorse per finanziare gli interventi previsti dal decreto fiscale - illustrati nell'art. 5 del decreto e nell'elenco allegato al decreto) provengono da riduzioni di spese autorizzate principalmente da tre leggi: le ultime due finanziarie (legge 244/2007, legge 296/2006) e il decreto milleproroghe (decreto legge 248/2007 convertito con modificazioni dalla legge 31/2008). Il risparmio complessivo dell'operazione di riduzione della spesa è pari a 1.010,5 per il 2008, 842,3 per il 2009 e 644,5 per il 2010.
In particolare, nel decreto milleproroghe sono state ridotte del 50% le autorizzazioni in favore dell'Istituto mediterraneo di ematologia (art.10) portando il finanziamento disposto da 6 a 3 milioni di euro per ciascuno degli anni 2008, 2009 e 2009, azzerato sia l'incremento al Fondo transitorio per le regioni con elevato disavanzo sanitario (14 milioni di euro previsti dall'art.8 ter), sia la dotazione del fondo per il finanziamento ordinario delle università (16 milioni di euro a partire dal 2008 previsti dall'art.13 bis), abrogata la dotazione assegnata per il piano di sviluppo per il porto di Gioia Tauro pari ad euro 600.000 per l'anno 2008 e ad euro 750.000 per l'anno 2009 (art. 22 sexties) ed, infine, per le Celebrazioni del sessantesimo anniversario  della  Dichiarazione universale dei diritti dell'uomo, il cui stanziamento era di 1 milione  di  euro  per  l'anno  2008 è stato abrogato.
Mentre, per quanto riguarda i numerosi (sono oltre 60) interventi di riduzione effettuati sulla finanziaria 2008, segnaliamo, tra gli altri:
- viene azzerato lo stanziamento per il Fondo per la promozione e il sostegno dello sviluppo del trasporto pubblico locale (113 milioni di euro per l’anno 2008, di 130 milioni di euro per l’anno 2009 e di 110 milioni di euro per l’anno 2010) (art.1 comma 304);
- viene azzerata la quota di 12 milioni di euro a decorrere dall’anno 2008 per la riattivazione dei lavori di realizzazione di sistemi innovativi di trasporto in ambito urbano (art.1 comma 307);
- viene azzerato il contributo in conto interessi (10 milioni di euro annui a decorrere dal 2008) a favore di enti locali e titolari di edifici situati nei centri storici dei comuni con popolazione inferiore a 100.000 abitanti per il recupero e la conservazione degli edifici riconosciuti dall’UNESCO come patrimonio dell’umanità o appartenenti al patrimonio culturale (art.1 commi 322,323,324);
- viene azzerato il Fondo di sviluppo delle isole minori, con una dotazione finanziaria pari a 20 milioni di euro a decorrere dall’anno 2008 (art.2 comma 41);
- viene azzerato lo stanziamento previsto per le aziende viticole siciliane colpite da "perenospora" (50 milioni di euro);
- viene azzerata la spesa di 77 milioni di euro per ciascuno degli anni 2008, 2009 e 2010 per finanziare le autostrade del mare, tramite incentivi alle imprese di autotrasporto;
- - viene azzerata la spesa di 56 milioni di euro per ciascuno degli anni 2008, 2009 e 2010 per l’ammodernamento dei collegamenti ferroviari tra Pescara e Roma, con vincolo di destinazione per la tratta Avezzano-Roma.
(red/06.06.08)

+T -T
Smog: riunione Assessori Regioni Nord

(regioni.it) Il 6 giugno si sono riuniti presso il Palazzo Pirelli - gli assessori all'ambiente della Regione Lombardia, Marco Pagnoncelli, Regione Emilia Romagna, Lino Zanichelli, Regione Piemonte, Nicola de Ruggiero, Provincia Autonoma di Trento, Mauro Gilmozzi; erano presenti inoltre rappresentanti della Regione Valle d'Aosta e Regione Veneto. E' intervenuto anche, portando il proprio saluto, il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni.
Nel corso dell'incontro sono stati affrontati i temi ambientali comuni alla Pianura padana, con particolare riferimento alle strategie per il miglioramento della qualità dell'aria, che vede impegnate le Regioni e le Province Autonome già da diverso tempo e che ha portato ad assumere provvedimenti comuni nella riduzione delle emissioni in atmosfera (limitazione alla circolazione per i veicoli più inquinanti, riduzione delle emissioni industriali, degli impianti di produzione di energia e derivanti dall'uso di biomasse legnose).
Gli assessori presenti hanno riconfermato la necessità di continuare il lavoro comune e hanno espresso la volontà di arrivare ad un confronto con il Governo, per avere sostegno sulle politiche ambientali in un'area che presenta particolari ed uniche condizioni geoclimatiche non solo in Italia ma in tutta Europa, tali da rendere più impegnativa la lotta contro l'inquinamento atmosferico.
 
(red/06.06.08)

+T -T
Loiero e Lombardo contro provvedimento Ici

(regioni.it)Al primo confronto istituzionale tra il Governo e le Regioni, tenutosi ieri a Palazzo Chigi, il presidente della Calabria, Agazio Loiero, ha sottolineato al Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi l'ingiusta decisione di far pesare su Calabria e Sicilia il costo dell'abolizione dell'Ici.
Loiero e' intervenuto subito dopo la relazione di apertura del presidente della Conferenza delle Regioni, Vasco Errani, e rivolgendosi a Berlusconi ha ricordato che ''le risorse per finanziarie il taglio dell'Ici provengono in gran parte dagli impegni assunti nella precedente legislatura a favore dello sviluppo infrastrutturale e sociale di Calabria e Sicilia''.
''Credo di interpretare anche lo stato d'animo della Regione Siciliana, che come noi ricorrera' alla Corte Costituzionale per impugnare il provvedimento, se affermo - ha continuato Loiero - che non e' stata proprio una bella scelta quella di penalizzare le due Regioni del Mezzogiorno anche per il messaggio inviato al nostro paese, con i significati simbolici che esso comporta''.
Anche il presidente della Regione siciliana,  Raffaele Lombardo, leader dell'Mpa, commenta criticamente la destinazione dei fondi di compensazione per l'abolizione dell'Ici: 'noi ci schieriamo contro questa  copertura finanziaria proposta dal governo Berlusconi. E  voteremo contro. Non siamo contrari allo sgravio dell'Ici. E  pilotiamo noi questa protesta. Ma non crediamo alle opposizioni interessate''.  ''Non crediamo agli ascarismi di maggioranza e di opposizione - ha aggiunto - Oggi il centrosinistra e' a favore della Sicilia perche' e' all'opposizione, ieri era contro la Sicilia perche' era al governo''. ''Noi abbiamo fatto - ha annunciato - una manifestazione a Roma il 7 novembre e siamo pronti a farne un'altra la settimana prossima. Ho comunque la sensazione che il presidente del consiglio abbia colto la portata di questa manovra. Mi ha sempre detto che si impegna a recuperare la finanza perche' in quel momento era l'unica che poteva essere utilizzata''.   ''In commissione Bilancio e in aula - ha detto - l'Mpa votera' contro il provvedimento''.
 
(red.06.06.08)

+T -T
G.U.: Fondo politiche e servizi asilo rifugiati

(regioni.it) E’ stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale (GU n. 130 del 5-6-2008) il Decreto del 10 aprile 2008 sulla Ripartizione del Fondo nazionale per le politiche e i servizi dell'asilo per i rifugiati.
il DECRETO 10 aprile 2008
 
Ripartizione del Fondo nazionale per le politiche e i servizi
dell'asilo per i rifugiati.
                      IL MINISTRO DELL'INTERNO
 
 Visto l'art. 1-sexies del decreto-legge 30 dicembre 1989, n. 416,
convertito, con modificazioni, dalla legge 28 febbraio 1990, n. 39,
introdotto dall'art. 32 della legge 30 luglio 2002, n. 189, di
seguito denominato «decreto-legge» che disciplina i criteri e le
procedure di erogazione e di utilizzo delle risorse iscritte nel
Fondo nazionale per le politiche e i servizi dell'asilo di seguito
denominato «Fondo»;
 Visto il decreto del Presidente della Repubblica 16 settembre 2004,
n. 303,   concernente   «Regolamento   relativo   alle procedure di
riconoscimento dello status di rifugiato»;
 Visto il decreto ministeriale 27 giugno 2007 con il quale, oltre a
stabilire le linee guida, il formulario per la presentazione da parte
degli Enti locali delle domande di contributo a valere sul Fondo, i
criteri   per la verifica della corretta gestione del medesimo
contributo, le modalita' per la sua eventuale revoca, si provvede ad
assicurare, nei limiti delle risorse finanziarie del Fondo, la
continuita' degli interventi e dei servizi gia' in atto, cosi' come
previsti dal Fondo europeo per i rifugiati;
 Considerato che attualmente le risorse del Fondo nazionale per le
politiche ed i servizi dell'asilo sulla u.p.b. 4.1.2.5 del Ministero
dell'interno ammontano a complessivi euro 21.284.982,15 - al netto
anche delle risorse riservate al finanziamento delle spese di
funzionamento e di gestione del Servizio centrale, di cui art.
32-1 sexies, comma 4 del decreto-legge di cui euro 17.630.000,00 sul
capitolo 2311 per l'accoglienza degli stranieri richiedenti il
riconoscimento dello status di rifugiato nel territorio nazionale e,
sul capitolo 2351 p.g. 6, euro 4.329.921,59 - quale dotazione annuale
di bilancio al netto degli accantonamenti previsti per legge - ed
euro 1.325.060,56 dovuti all'accreditamento da parte del Ministero
dell'economia e delle finanze di una pregressa quota del Fondo
europeo rifugiati;
 Viste le graduatorie dei progetti presentati dagli Enti locali per
le categorie «ordinari» e «vulnerabili», approvate dalla commissione
di valutazione in data 17 marzo 2008;
 Rilevato che la Conferenza unificata, nella seduta svoltasi il
20 marzo 2008, ha reso parere favorevole rispetto alla ripartizione
del Fondo nazionale per le politiche ed i servizi dell'asilo sulla
base dell'allegata graduatoria;
                              Decreta:
 
                           Articolo unico
 
 Sono   approvate   le graduatorie formate dalla commissione di
valutazione di cui in premessa, che unite al presente decreto ne
costituiscono parte integrante. Per l'anno finanziario 2008, a valere
sulle risorse iscritte sull'unita' previsionale di base 4.1.2.5
«Immigrati, profughi e rifugiati - capitoli 2311 e 2351.6 dello stato
di   previsione   del   Ministero   dell'interno» sono assegnati i
finanziamenti ai servizi di accoglienza attivati dagli Enti locali
secondo la capacita' ricettiva e gli importi indicati per ciascun
Ente nelle graduatorie medesime.
    Roma, 10 aprile 2008
                                                   Il Ministro: Amato
Registrato alla Corte dei conti il 28 aprile 2008
Ministeri istituzionali, registro n. 4 Interno foglio n. 323
 
 ( gs /06.06.08)
 
Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top