Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 1172 - mercoledì 25 giugno 2008

Sommario
- Manovra: Le Regioni si confrontano
- Manovra: preoccupazione per sanità
- Manovra: i contenuti del decreto legge
- Comunità montane: leggi in Emilia-Romagna, Lombardia, Toscana e Basilicata
- Patto salute: il comunicato del 22 settembre 2006
- Dpef 2009-2013: il testo

+T -T
Manovra: i contenuti del decreto legge

Il Messaggero: tagli per 2400 milioni su imprese e sviluppo economico

(regioni.it) Oltre alla “questione sanità” (vedi notizia precedente) il Decreto legge proposto dal Governo e parte integrante della manovra tocca anche altri nodi come i tagli ai ministeri, schematizzati il 25 giugno da il Messaggero. Nel 2009 i tagli ammonterebbero secondo il quotidiano romano a 500 milioni per la difesa e 400 milioni per l’interno. Più sostanziosi i tagli che riguarderanno comparti il cui impatto potrebbe avere ricadute per regioni ed enti locali: 1800 milioni su infrastrutture e trasporti, 500 milioni per istruzione Università e ben 2400 miliooni su imprese e sviluppo economico.
L’Ansa anticipa alcuni contenuti del DL, tratti dalla relazione tecnica al decreto stesso.
Il fondo di solidarieta' per i ceti meno abbienti istituito con la manovra e che finanziera' la 'social card' sara' alimentato nel 2008 in parte con i proventi della Robin Hood tax (200 milioni) e in parte, successivamente dal ''5% dell'utile netto delle cooperative a mutualita' prevalente''.
Dalla stretta sulle assenze per malattia e permessi retribuiti per i dipendenti della P.a. il Governo stima risparmi netti di 19 milioni di euro l'anno tra il 2009 e il 2011.   Il risparmio lordo sarebbe di 38 milioni ma va tenuto conto, fra l'altro, il costo per gli adempimenti a carico delle strutture sanitarie. Per la 'stretta' vengono prese in considerazione le posizioni di circa 2 milioni di dipendenti pubblici con contratto a tempo indeterminato esclusi quelli delle regioni, autonomie e sanita'.
L'Agenzia delle Entrate incrementera' i controlli sugli evasori: grazie a 14.000 unita' di personale in piu' sara' infatti possibile effettuare 110.000 controlli aggiuntivi rispetto a quelli effettuati tra il 2008 e il 2009. L'incasso, che si dovrebbe comunque realizzare ''prudenzialmente'' dal terzo anno e' valutato in 610 milioni di euro per il 2011. Tra le altre norme in campo fiscale il Governo prevede inoltre il contrasto alle frodi Iva (110 milioni nel 2009, 220 nel 2010 nel 2010 e 440 nel 2011) e un ''Piano straordinario di controlli finalizzati all'accertamento sintetico'' (170 milioni, nel 2009, 290 nel 2010 e 520 milioni nel 2011). Infine un articolo prevede azioni di contrasto per le residenze fittizie all'estero: in questo caso il maggiorgettito e' 50 milioni nel 2009, 100 nel 2010 e 200 nel 2011.
Prevista poi l’eliminazione dell'obbligo di presentare una garanzia fideiussoria nel caso di richieste di rateizzazione di somme iscritte a ruolo maggiori di 50.000 euro: si consentirebbe così ''la possibilita' di incassare, seppur con gradualita', importi il cui recupero coattivo, altrimenti, condurrebbe spesso al fallimento dell'azienda e, quindi, alla sostanziale inesigibilita' del credito. Nella relazione si stima un incremento degli incassi di 50 milioni nel 2008, e 100 milioni annui a partire dal 2009. ''Si tratta - spiega la relazione - di un effetto da registrare, per il bilancio dello Stato, in termini di sola cassa in quanto relativo a somme gia' iscritte a ruolo e, quindi, presenti a bilancio tra i residui attivi (somme rimaste da riscuotere)''. 
Il decreto stanzia poi 300 milioni per Fs nel 2008 e concede delle anticipazioni di fondi ad Anas obbligandola pero' a reintegrarli entro l'anno. In particolare per Fs - si legge nella relazione tecnica al provvedimento - la destinazione del contributo sara' individuata con decreto interministeriale sulla base di una valutazione delle esigenze piu' immediate della societa' Trenitalia e Rete Ferroviaria. Mentre per Anas l'intervento serve a far fronte ''alle obbligazioni gia' assunte per la realizzazione degli interventi previsti nel contratto di programma 2003-2005 e in accordi pregressi a valere su residui passivi degli anni 2002 e precedenti''.
Novanta milioni di euro in piu' per il Fondo missioni di Pace (1 miliardo nel 2008). Lo prevede il decreto che insieme al Ddl compone la manovra. Tale cifra - spiega la relazione tecnica - servira' per il finanziamento ''fino al 31 dicembre 2008 della partecipazione italiana alle missioni internazionali di pace in scadenza nel mese di agosto''.

(red/25.06.08)
Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top