Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 1176 - martedì 1 luglio 2008

Sommario
- Vendola: rifiuti e qualità della spesa sanitaria
- De Filippo: tasse petrolifere; misura paritaria Stato-Regione
- Imprese: obiettivo internazionalizzazione
- Istat: natalità in aumento
- In Gazzetta Decreto proroghe legislative
- Relazione tossicodipendenze 2007

+T -T
Imprese: obiettivo internazionalizzazione

Regioni affrontano il problema

(regioni.it) Sull’internazionalizzazione delle imprese si gioca una buona fetta del nostre prospettive di sviluppo economico. Questo non significa soltanto delocalizzare, nulla di piu' che produrre altrove a prezzo piu' basso, ma anche acquisire spazi di mercato importanti e strategici. Insomma significa capire la globalizzazione e sfruttarne al meglio anche gli aspetti positivi.
Le regioni affrontano il problema e si attivano. Ad esempio quelle del Nord-Ovest ripensano la propria presenza nei mercati internazionali ed hanno discusso di strategie e nuova globalizzazione in un seminario promosso da Liguria International, la societa' per l'internazionalizzazione delle imprese della regione.
''La classe dirigente del nostro paese non ha la consapevolezza delle opportunita' della globalizzazione, anche quella di nicchia - ha affermato l'assessore all'industria e internazionalizzazione della regione Piemonte Andrea Bairati - Occorre puntare sul capitale sociale dato dal sapere e aprirsi verso l'esterno''. E il presidente della Regione Liguria, Claudio Burlando, ha sottolineato l'importanza delle esportazioni ricordando come ''storicamente i liguri siano sempre stati attenti a che le loro navi non partissero mai vuote; sarebbe un errore chiudersi ora che si comincia a cogliere qualche risultato''.
Mentre in Abruzzo si aprira' un tavolo di confronto con le Camere di Commercio abruzzesi e lo Sportello regionale per l'internazionalizzazione delle imprese (Sprint) per creare sinergia tra gli enti chiamati ad accompagnare le imprese, favorendone l'inserimento nei mercati internazionali. L'assessore regionale alle Politiche attive del Lavoro, Augusto Di Stanislao, ha ricordato che ''si avvia un percorso fatto di certezze su tempi e risorse e in questa sfida si inseriscono esperienze come quelle di Sprint e il progetto Oltre''.
Il presidente della Provincia autonoma di Trento Lorenzo Dellai ha incontrato una rappresentanza di alti funzionari e tecnici iraniani in questi giorni in visita nel Trentino per una serie di contatti con realta' del mondo produttivo e istituzionale locale. Dellai ha spiegato che il Trentino, terra di dimensioni contenute ma particolare in virtu' della speciale autonomia, ha puntato molto sull'internazionalizzazione e quindi su alcune direttrici che la possono favorire, come la ricerca, la formazione, l'innovazione d'impresa.
Tra le priorita' che sta affrontando il Friuli Venezia Giulia c’è l’internazionalizzazione. E tra i progetti che coinvolgerebbero la regione piu' a nordest d'Italia, anche quello di una via della seta che collegherebbe l'Expo universale di Shanghai 2010 con quello di Milano, costruendo di fatto un percorso di sviluppo scientifico per studiare le diversita' dei popoli nei rispettivi ambienti naturali.
Anche nelle Marche “ le Pmi e le aziende artigiane, non solo le grandi imprese, possono inserirsi nei mercati da protagoniste, leader nello sviluppo anche globale''. E' la ''sfida'' lanciata dal presidente delle Marche Gian Mario Spacca agli artigiani: ''non lasciate i mercati internazionali alle grandi imprese - e' stato l'invito del presidente -, nelle imprese artigiane c'e' la potenzialita' per mantenere competitivo il nostro modello manifatturiero, vincente in tutto il mondo''. Quanto ai processi di internazionalizzazione, vanno  coltivati ''facendo convergere ogni sforzo in un rinnovato impegno di promozione all'estero dei prodotti''. Ai mercati esteri le Marche devono presentarsi con ''le caratteristiche e il miglior know how per sostenere qualitativamente lo sviluppo''.
Un gruppo di lavoro tecnico ''per il monitoraggio della presenza e delle dinamiche delle imprese multinazionali operanti in Umbria'' e' stato costituito dalla giunta regionale su proposta dell'assessore Mario Giovannetti. Secondo la Regione, ''la presenza delle multinazionali estere  e nazionali rappresenta un'opportunita' da sfruttare, in  un'ottica, ne' statalista ne' subalterna, finalizzata ad  incamerare stimoli per l'internazionalizzazione delle imprese, oltre che ad attrarre nuovi investimenti esteri in Umbria''.
I presidente della Regione Calabria, Agazio Loiero, a New York in occasione di una riunione alle Nazioni Unite sulla cooperazione tra il Sud dell'Europa e il Sud del mondo, ha promosso la Calabria alla fiera agro-alimentare internazionale di New York: ''la Fiera newyorchese - ha detto Loiero - e' una occasione concreta per l'economia agricola della Calabria. La partecipazione di ben 18 aziende calabresi con 12 stand allestiti con la collaborazione della nostra collettivita' e dell'Istituto per il Commercio Estero, sta a dimostrare l'importanza dell'appuntamento''.
In Valle d’Aosta per promuovere e sostenere la crescita e lo sviluppo delle piccole e medie imprese industriali e artigiane, per superare la frammentazione del tessuto produttivo regionale, sono stati messi a punto due nuovi strumenti di agevolazione. La Giunta regionale, tramite Finaosta, ha previsto partecipazioni temporanee e finanziamenti per la capitalizzazione a favore di progetti di creazione, sviluppo e consolidamento di impresa.
Così come l'assessore alle finanze dell’Emilia-Romagna Delbono ha ribadito che l'azione della Regione e'  di privilegiare le priorita', le cui parole d'ordine sono: ricerca, sviluppo, trasferimenti tecnologici, accesso al credito ed internazionalizzazione.
"La Campania ha la piu' alta incidenzadi addetti alla ricerca, due su ogni mille abitanti. Ottomila ricercatori impegnati oggi, oltre che nella ricerca, anche inazioni volte al progresso del territorio che deve necessariamente diventare piu' attrattivo". Lo sottoline al'assessore regionale alla ricerca scientifica Nicola Mazzocca, presentando i risultati del programma dei Centri regionali di competenza per l'internazionalizzazione. La Campania, all'interno del quadro strategico nazionale 2007-20013, e' la regione con il maggior ammontare di risorse pubbliche, cioe' 1,349 milioni, dedicate, in valore assoluto, ai temi della ricerca e dell?innovazione. "Fino ad oggi - spiega Mazzocca- con l'attivita' di 90 centri di ricerca abbiamo aggregato l'offerta, con la prossima nascita dei distretti aggregheremo la domanda intorno al sistema ricerca".
Imprese e banche in rete per l'internazionalizzazione del Veneto. 'E' un dato di fatto che il Veneto nella classifica delle regioni piu' internazionalizzate occupa il secondo posto in Italia - ha sottolineato infine Federico Tessari, presidente Unioncamere Veneto - Le imprese venete con partecipazioni all'estero sono quasi 900, pari al 15,4% del totale nazionale. Le aziende estere partecipate da imprese venete sono 2.245, occupano quasi 103 mila dipendenti e registrano un fatturato di oltre 19 miliardi di euro. Questi dati sottolineano l'importanza dell'espansione multinazionale delle imprese venete”.
 
 ( giuseppe schifini /01.07.08)
Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top