Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 1187 - giovedì 17 luglio 2008

Sommario
- Regioni ed enti locali bocciano la manovra
- Federalismo fiscale: Governo illustra linee guida
- Manovra: gli emendamenti delle Regioni
- Lavoro pubblico: Intesa sul Disegno di legge
- Manovra: il testo del maxiemendamento
- Sanità privata: Regioni al fianco dei lavoratori

+T -T
Federalismo fiscale: Governo illustra linee guida

Consensi sul metodo da regioni ed enti locali

(regioni.it) Nella Conferenza Unificata del 17 luglio la fase preliminare del “federalismo fiscale, con  una prima informativa generale del ministro Calderoli che oggi ha presentato per la prima volta le linee  guida incassando un discreto grado di consenso per il metodo. Commenti positivi in questo senso dal  presidente della Conferenza delle Regioni, Vasco Errani, e dal Presidente dell’Anci, Leonardo Domenici, e dal presidente dell’Upi, Fabio Melilli.
Con la sua proposta il ministro Calderoli vuole dare un taglio  netto alla finanza derivata e alla spesa storica, ci saranno  nuovi parametri di riferimento e tributi propri di Regioni ed  Enti locali. Ma il ministro Calderoli parla anche di  compartecipazione e della necessita' di una perequazione in riferimento ai livelli minimi garantiti previsti dalla  Costituzione che sono la sanita', l'istruzione e l'assistenza  sociale. ''Vogliamo ristabilire un collegamento tra centro di  spesa e centro delle entrate prevedendo una vera autonomia di  Regioni ed Enti locali con entrate proprie partecipate con cui  riuscire a coprire la spesa. Se in determinate Regioni meno  sviluppate - ha aggiunto Calderoli - questo non accadra'  subentrera' un fondo perequativo che coprira' la differenza tra entrata e spesa. Ciascuno - ha concluso - avra' a disposizione  un paniere, ci saranno percentuali flessibili e ciascuno  decidera' che fare''.
''Il federalismo si fa insieme - ha detto il presidente della  Conferenza delle Regioni, Vasco Errani - non si fa contro. Se  questo e' l'intento del governo, come ci e' parso di intuire  dalle parole di Calderoli, si va avanti. La cosa piu' importante  e che non dovra' assolutamente accadere che sia disdetto nei  prossimi giorni'', e' che non ci saranno iniziative unilaterali.  Ci sara' un tavolo - ha concluso - e si lavorera' insieme per  costruire la delega collegata alla Finanziaria''. Un tavolo a cui le Regioni presenteranno ''una bozza gia' articolata'', ha annunciato il presidente Errani. Durante la comunicazione odierna del ministro non si e' entrato nel merito del federalismo fiscale, tuttavia le Regioni hanno ribadito l'intenzione che ''vengano garantiti i livelli minimi essenziali di assistenza, con il cento per cento di perequazione, perche' non si puo' tenere il Paese - spiega Errani - in condizioni diversificate''. Le Regioni chiedono in particolare anche un'attenzione al trasporto pubblico locale e propongono ''attraverso un ragionamento sugli standard di costruire un percorso di superamento della spesa storica per costruire un impianto che tenga insieme il Paese premiando anche le realta' virtuose che stanno dando un contributo dal punto di vista fiscale''.
''Il ministro Calderoli – ha poi aggiunto la presidente del Piemonte Mercedes Bresso – ha spiegato che si trasferiranno risorse su sanita', assistenza e istruzione in base a costi standard. Resta da capire cosa si intenda per costi standard per l'istruzione, dal momento che e' gestita a livello statale ed e' quindi uguale per tutti. Unica riserva: se il 95 per cento del bilancio delle Regioni viene stabilito su costi standard, il federalismo rischia di trasformarsi in un semplice trasferimento di pagamenti. Ma sul punto saranno certamente utili i prossimi approfondimenti. Al momento, però, l'approccio al tema e' positivo sia sul fronte dei contenuti sia su quello delmetodo''.
A fianco di  Calderoli si e' schierato il ministro Fitto che ha parlato di  ''un percorso corretto nei rapporti tra i diversi livelli  istituzionali. Non abbiamo un modello lombardo o di questo o di  quel territorio, noi abbiamo - ha detto Fitto - una soluzione di  buonsenso che garantisca su tutto il territorio nazionale i  livelli essenziali d'assistenza. Ci impegneremo perché la  perequazione sia il punto di garanzia per l'intero  paese.''
Entusiastico il commentto dal Veneto: ''Federalismo fiscale, ci siamo. Rivalutato il lavoro delle Regioni''. A dirlo e' l'assessore regionale del Veneto Isi Coppola. ''Come Regioni – sottolinea l'assessore - eravamo arrivate preparate all'incontro, non solo per aprire un confronto costruttivo e intelligente, ma portando anche la nostra proposta. Il ministro ha esposto la sua idea sul federalismo fiscale, ma ha subito messo in evidenza - e questo ci ha molto confortato - che non ci sara' nessun atto unilaterale da parte del governo. Ha inoltre tenuto in grande considerazione il lavoro finora svolto dalle Regioni in maniera condivisa e che era gia' stato fatto pervenire al nuovo governo. Calderoli ha espresso apprezzamento per la bonta' di questo lavoro pregresso e soprattutto sul valore della condivisione che le Regioni hanno raggiunto sulla loro proposta''.
 
(red/17.07.08)
Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top