Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 1189 - lunedì 21 luglio 2008

Sommario
- Errani: federalismo fiscale; ora tocca al Governo scoprire le carte
- Formigoni: federalismo fiscale; da Bossi e Calderoli proposta aperta
- Calderoli: federalismo fiscale; linee guida in commissione bicamerale
- Galan e Tondo promuovono l'Euroregione
- Con dimissioni Del Turco, Abruzzo verso elezioni
- Fondo per le politiche di asilo: decreto per procedure

+T -T
Errani: federalismo fiscale; ora tocca al Governo scoprire le carte

Intervento sui quotidiani QN

(regioni.it) Il Presidente della Conferenza delle Regioni, Vasco Errani, è intervenuto sulle pagine dei quotidiani “Il Giorno-Il Resto del Carlino-La Nazione” sulla proposta, prima e unica finora, di federalismo fiscale promossa dalla Conferenza delle Regioni fondata sulla base della discussione e dei principi già approvati un anno fa.
Il fondo è titolato: “La devolution sia solidale: le Regioni sono pronte”. Ecco il testo:
“L’intervento del ministro Tremanti alla Camera ha richiamato opportunamente l'attenzione su riforme costituzionali e federalismo fiscale. Quest'ultimo considerato dal ministro “ineludibile”, mutuando la definizione data dal presidente della Repubblica.
Le Regioni sono pronte. Siamo disponibili a un confronto di merito perché, proprio nella Conferenza di giovedì scorso (ndr 17 luglio) , abbiamo definito un nostro testo di legge delega per l'attuazione dell'art. 119 della Costituzione. E' una primabozza che nasce dal documentodi indirizzi e principi che abbiamo unanimemente condiviso e già presentato, con apprezzamenti, sia al Governo precedente che all'attuale.
L'articolato delle Regioni affronta i punti chiave che la Carta costituzionale consegna al legislatore: il rapporto tra spesa storica e capacità fiscale, le modalità della perequazione, la relazione tra poteri legislativi e poteri amministrativi (ovvero tra gli art. Il7 e 118), le relazioni in materia tributaria tra i diversi livelli istituzionali dei quali si compone, secondo l'art, 114, la Repubblica italiana.
In sintesi si delinea un federalismo solidale che premia i comportamenti virtuosi, accompagna il risanamento e la qualificazione della spesa delle realtà meno forti, condivide un sistema di controlli e contrappesi, tiene unito il Paese garantendo a tutti i cittadini diritti fondamentali come l'assistenza, la sanità, l'istruzione, il trasporto pubblico.
Ora tocca al Governo scoprire le carte e dare coerente seguito alle ripetute e perentorie affermazioni dì suoi autorevoli componenti circa le priorità e l'urgenza diattuare Il federalismo fiscale.
Se si intende, come si dice, realizzare tale compito entro l'anno i tempi sono strettissimi. Diventano ancora più stretti se, come sostiene il ministro, «il federalismo fiscale … può essere realizzato con un consenso genera1e». Consenso che, a sua volta, può maturare soltanto come frutto di quella leale collaborazione tra livelli istituzionali spesso auspicata in primis dal Presidente Napolitano. Per intenderci, quella leale collaborazione ostinatamente frustrata dal Governo nell'Iter legislativo sulla manovra economica 2009-2011, come hanno sottolineato, anche qui unanimi, le Regioni che sono pronte a contribuire a un disegno istituzionale e fiscale che possa aiutare questo Paese a coniugare responsabilità e solidarietà in un quadro nuovo e più adeguato alla situazione e alle sfide che ci attendono. E' ciò che abbiamo detto al ministro Calderoli e al Governo nella Conferenza Unificata di giovedì 17 luglio, incontrando la disponibilità del ministro a evitare atti unilaterali e a lavorare con Regioni ed enti locali”.
 
(red/21.07.08)
Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top