Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 1190 - martedì 22 luglio 2008

Sommario
- Calderoli: a settembre federalismo fiscale
- Errani: federalismo alla prova dei fatti
- Spesa sanitaria: Burlando scrive a Berlusconi
- Ticket ancora in discussione
- Economia: l'Italia cresce lentamente
- Galan: Bossi; problema politico

+T -T
Calderoli: a settembre federalismo fiscale

(regioni.it) Arriverà a settembre il disegno di legge collegato alla finanziaria sul federalismo fiscale dopo un serrato lavoro di concertazione istituzionale. La prima bozza sarà sul tavolo della Conferenza delle Regioni tra qualche giorno, in tempo per la Conferenza Unificata prevista il 31 luglio. Lo ha annunciato il ministro per la Semplificazione legislativa, Roberto Calderoli, nel corso di una audizione alla Commissione bicamerale per le questioni regionali, durante la quale il ministro ha illustrato le linee guida del provvedimento.
Calderoli, annunciando nel contempo la consegna del testo ai presidenti delle Regioni - ''perche' voglio impostare il cammino dal basso'' - ha ribadito anche di voler giungere al federalismo attraverso ''la partecipazione di tutti”. E’ questo un aspetto inderogabile: “è un tema che e' obbligatorio che sia condiviso da tutti'', in particolare dagli enti locali. Infatti ad agosto il ministro fara' un assemblaggio di tutte le proposte ricevute dalla Conferenza delle Regioni e dagli enti locali e infine, a settembre, il testo sara' portato in Consiglio dei ministri.
Si terra conto dei contributi che "ci sono giunti in modo che il federalismo che stiamo preparando sia un federalismo solidale''. Ma nel testo sul Federalismo fiscale ''bisognera' superare il limite della spesa storica e riferirsi a costi standard''. Calderoli ha inoltre specificato che per i livelli essenziali di assistenza sara' garantita una ''perequazione totale in tutto il territorio. Si istituira' un fondo perequativo a vantaggio di quelle regioni a minore capacita' fiscale''.
Il ministro ha confermato poi che a dicembre, quando il collegato di sessione sul federalismo dovra' essere approvato, anche il codice delle autonomie avra' lo stesso iter e sara' approvato a sua volta. In gennaio si comincera' a fare i conti e a stabilire le funzioni.  
Ci sarà anche una responsabilizzazione degli enti interessati al federalismo fiscale. Saranno previsti - ha spiegato il ministro - meccanismi premiali ma anche sanzionatori automatici che non richiederanno un passaggio in Consiglio dei ministri. Tra i criteri sanzionatori il ministro ha elencato il blocco della possibilita' di assumere o di spese che non siano essenziali. Tornando quindi a parlare di perequazione Calderoli ha specificato che sara' garantita per i livelli essenziali che sono - cosi' come indicato dalla Conferenza delle Regioni - la sanita', l'istruzione e l'assistenza sociale. Mentre per quel che riguarda il trasporto pubblico locale - anch'esso previsto nei livelli essenziali dalla Conferenza delle Regioni: " Il rilievo che hanno le competenze in materia di trasporto pubblico locale per i bilanci delle Regioni nonché la necessità di consentire, su tutto il territorio, un’erogazione del servizio adeguata, impone che si assicurino le risorse finanziarie necessarie sulla base di costi standard di riferimento." - Calderoli ha detto che non sara' prevista una copertura integrale, ma le risorse che saranno messe a disposizione dovranno garantire un buon livello di funzionamento su tutto il territorio; non si partira' dalla situazione attuale.
Oltre al Federalismo fiscale Calderoli parla anche di Riforma costituzionale: ''a settembre ci sara' il passaggio in Consiglio dei ministri del Federalismo fiscale e mi auguro possa essere compresa anche la riforma costituzionale''. Il ministro ha quindi sottolineato e auspicato che federalismo fiscale e riforma costituzionale dovrebbero andare ''in parallelo perche' sono tutti tasselli di uno stesso mosaico''. Per quanto riguarda la riforma costituzionale Calderoli osserva che c'e' a disposizione il testo approvato in Commissione Affari Costituzionale nella scorsa legislatura che, ''e' una buona base sulla quale e' stata registrata un discreta convergenza''.
Una battuta anche sul taglio del'Ici. Secondo Calderoli non andava eliminata in quanto era una delle poche tasse su cui gli enti locali esercitavano la loro autonomia, anticipando il Federalismo fiscale. Sarebbe stato meglio intervenire su qualche altra tassa.
Il ministro si e' poi detto convinto che le citta' di particolare dimensioni debbano avere una maggiore autonomia, e questo varra' sicuramente per Roma, ma ha qualche dubbio che queste possano identificarsi con le citta' metropolitane.
Prevista poi una cabina di regia alla quale parteciperanno tutti i livelli coinvolti nella finanza pubblica, che avra', tra l'altro, il compito di monitorare la spesa.
Infine Calderoli ha detto che il suo sara' un federalismo sostenibile: ''il percorso non sara' facile in considerazione del fatto che il nostro Stato e' costituito dalle regioni piu' ricche e piu' povere d'Europa''. Calderoli e' tornato a dire che la finanza trasferita dovra' essere ''completamente soppressa e sostituita da una vera autonomia di entrate con tributi propri, deve essere stabilita una correlazione tra tributo e prestazione in modo che il cittadino abbia gli strumenti per giudicare e quindi votare''.
 
( giuseppe schifini /22.07.08)
Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top