Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 1197 - giovedì 31 luglio 2008

Sommario
- Manovra: Berlusconi riconosce metodo sbagliato Governo con Regioni
- Federalismo fiscale: ''Bisogna lavorare a una sintesi''
- Artigianato: indirizzi Regioni per avvio impresa
- Federalismo fiscale rimandato a settembre
- Fitto: Berlusconi impegnato a "cambiare i rapporti con le Regioni"
- Unificata (Stato-Regioni ed enti locali): il calendario

+T -T
Federalismo fiscale: ''Bisogna lavorare a una sintesi''

(regioni.it) La riunione si e' svolta in ''un clima di reciproco ascolto'', afferma il presidente della regione Campania, Antonio Bassolino, che chiede l'accoglimento delle diverse indicazioni delle regioni dopo l'approvazione della loro proposta unitaria sul federalismo fiscale. ''Bisogna lavorare a una sintesi'' con il testo del governo, spiega Bassolino. Che auspica di ''andare avanti in modo condiviso''.
Il commento positivo sull'incontro arriva anche dal presidente della regione Sicilia, Raffaele Lombardo, precisando che dall'esecutivo sono arrivate rassicurazioni sulla salvaguardia delle specificita' delle regioni a statuto autonomo. ''E' condivisa dal governo, superando le dichiarazioni di qualche ministro'', dice Lombardo. Sulla parte fiscale e finanziaria, aggiunge, ''si dovranno definire numeri e tempi''.
Il presidente della Regione Calabria, Agazio Loiero, ha sottolineato che il lavoro unitario delle Regioni ha retto ormai a due Governi e rappresenta una chiara linea politica delle istituzioni maggiormente coinvolte dal progetto di legge delega sul federalismo fiscale. Loiero conferma i principali punti essenziali per la Calabria inerenti la bozza Calderoli: ''istituire preliminarmente una 'cabina di regia' assieme alle Regioni per conoscere i dati economici e fiscali dello Stato; rivedere totalmente il comma V dell'articolo 119 della Costituzione sulle risorse aggiuntive, relative agli interventi speciali per i territori in difficolta'; aumentare il periodo della fase transitoria perche' tre anni sono pochi''.
''L'accesso ai dati economici e fiscali dello Stato ed in possesso del Governo deve venire prima della stesura della legge. Dobbiamo prima acquisire la conoscenza univoca e concreta sui dati in possesso del Governo. Per questo - ha proposto Loiero- serve istituire preventivamente una 'Cabina di regia' Stato-Regioni sul coordinamento della finanza pubblica''.
L'altro punto essenziale sollevato dal presente della Calabria e' l'attuazione dell'art.119 comma quinto, che parla di interventi speciali e risorse aggiuntive per i territori in situazione di svantaggio. ''Sappiamo tutti che con la riforma del titolo V si abbandono', forse sbagliando, l'esplicita menzione del Mezzogiorno e delle isole. Tuttavia - ha sottolineato - quella scelta non voleva e non poteva negare il sostanziale dualismo che purtroppo rimane nella struttura economica e sociale del nostro paese sotto tutti i profili. Percio' chiediamo una sostanziale riscrittura del testo, che nel progetto si fa carico in modo inadeguato di attuare il V comma, consapevoli che tale riscrittura, frutto anche di un adeguato approfondimento e discussione comune, potra' consentire un positivo equilibrio generale di tutto l'impianto del federalismo fiscale. Del resto - ha continuato Loiero - la nuova legge si troverebbe in contrasto con le politiche comunitarie che assegnano i loro fondi per la coesione ai territori piu' poveri''.
''Infine, vista l'enorme difficolta' del cambiamento che rappresenta l'attuazione del federalismo, proprio per le Regioni con minore capacita' fiscale - ha concluso Loiero - e' impensabile che la fase transitoria sia limitata a soli tre anni. Percio', occorrera', prevedere un tempo piu' lungo perche' tante Regioni, a cominciare dalla mia, non ce la faranno''.
''Le Regioni - ha detto il presidente della Basilicata De Filippo - hanno elaborato un testo unitario da sottoporre al Governo, in cui rivendicano garanzie di copertura integrale ai  servizi essenziali, quali l'istruzione, l'assistenza e la  sanita', e una compartecipazione dinamica al gettito dei grandi tributi erariali. La questione fiscale non puo' indebolire il Mezzogiorno, privandolo di risorse necessarie al suo sviluppo, ma deve riconoscere ragioni di solidarieta' e di legatura  nazionale. L'intesa raggiunta dalle Regioni - ha concluso De  Filippo - richiama il Governo a una responsabilita' sempre piu'  forte di concertazione e di lavoro comune, per offrire ai  cittadini vantaggi di efficienza e ai territori occasioni di  competitivita'''.
Infine ci sono oggi le interviste rilasciate a “Libero Mercato”, sempre sul tema federalismo fiscale, dai Presidenti Di Basilicata e Piemonte; Vito De Filippo e Mercedes Bresso.
 
 
(red/31.07.08)
Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top