Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 1250 - lunedì 10 novembre 2008

Sommario3
- Provincia autonoma di Trento: Dellai rieletto presidente
- Comunità montane e risorse: proposta delle Regioni
- Comunità montane: l'azione delle Regioni
- Conferenza Stato-Regioni il 13 novembre
- Scuola: Errani, evitata chiusura di circa 2600 istituti
- Conferenza Unificata il 13 novembre

+T -T
Provincia autonoma di Trento: Dellai rieletto presidente

(regioni.it) Lorenzo Dellai è stato confermato presidente della provincia autonoma di Trento. Rispetto al candidato del Pdl c’è una differenza di un più 20% e di 60mila voti. Si è subito congratulato il rieletto presidente della provincia autonoma di Bolzano  Luis Durnwalder: “la popolazione trentina ha scelto la continuità e la stabilità politica”, e il presidente della Conferenza delle Regioni, Vasco Errani, per l'"ottimo risultato". 
 
 Sezioni rilevate: 527 su 527
Totale voti validi: 289.591

  

 
 
 
(red/10.11.08)

+T -T
Comunità montane e risorse: proposta delle Regioni

Conferenza Regioni Doc 06.11.08

(regioni.it) La Conferenza delle Regioni ha approvato il 6 novembre un documento di proposte per dare attuazione all’articolo 76 , comma 6, della manovra estiva ( del decreto legge 112/08, poi convertito in legge, L.133/08) relativo alla razionalizzazione delle comunità montane.
Questo il testo integrale del documento, pubblicato nella sezione “conferenze” del sito www.regioni.it :
Ai fini della predisposizione da parte del Ministero degli Interni del decreto attuativo dell’articolo 76 del Decreto Legge 112 del 2008, la Conferenza delle Regioni e delle Province autonome ha approvato alcune linee di indirizzo che di seguito si riportano, sulle quali si richiede la convergenza del Governo.
Modalità per operare la riduzione di 30 milioni di euro ex art. 76 co. 6 bis dl. 112/2008
1.                  Ai fini dell’applicazione della riduzione di 30 milioni di euro di cui all’art. 76, comma 6 bis, del DL 112/2008 convertito con legge 133/2008, il Ministero dell’Interno opera una riduzione di 15 milioni di euro in misura uguale per tutte le Comunità montane; una ulteriore riduzione di 15 milioni di Euro è operata solo sulle Comunità montane collocate ad una altitudine media inferiore ai 750 m. s.l.m.
2.                  Ai fini del calcolo dell’altitudine media dei territori delle Comunità Montane si utilizza il Modello Digitale del Terreno (DTM) prodotto dai Sistemi Informativi Geografici Regionali, composto da maglie quadrate regolari di 10 metri di lato, elaborando le curve di livello e i punti quotati della Carta Tecnica Regionale numerica alla scala 1:10000. A ciascuna maglia del DTM, oltre alla superficie, è associata la quota media sul livello del mare. La quota media del territorio della Comunità Montana interessata dal calcolo è quella che si ricava elaborando (con procedure informatiche e algoritmi documentati in dotazione ai Sistemi Informativi Geografici Regionali) i valori medi di tutte le maglie ricadenti nel territorio della Comunità Montana interessata, comprese quelle ricadenti parzialmente su territori limitrofi, al confine dell’ambito territoriale della Comunità montana.
3.                  Nelle regioni Sicilia e Sardegna la riduzione dei 30 milioni si applica sui trasferimenti complessivi tenendo conto, ove mancano le Comunità montane, dell’altitudine media di quelle esistenti prima della loro soppressione.
4.                  In via transitoria, nell’anno 2009, la riduzione dei 30 milioni di euro si opera prendendo a riferimento gli ambiti territoriali delle Comunità montane  1.1.2009. Qualora per effetto di ridelimitazioni successive, intervenute in corso d’anno, le spettanze dovessero mutare, si procede a conguaglio nell’anno.
Ipotesi alternativa:
4bis. In via transitoria, nell’anno 2009, la riduzione dei 30 milioni di euro si opera prendendo a       riferimento gli ambiti territoriali delle Comunità montane al 31.12.2008.
Riparto dei trasferimenti erariali nell’anno 2009
1.                  In via transitoria, per l’anno 2009, tenuto conto dei processi di riorganizzazione degli ambiti territoriali delle Comunità montane in evoluzione in numerose regioni, il Ministero dell’interno opera il riparto dei trasferimenti erariali prendendo a riferimento le delimitazioni effettivamente esistenti alla data del 1 gennaio 2009, ivi incluse quelle che si producono, nelle regioni che non hanno dato attuazione alla legge n. 244/2008, per effetto dell’applicazione dell’art. 2 commi 20 e 21 della suddetta legge n. 244/2008.
Ipotesi alternativa:
1. In via transitoria, per l’anno 2009, tenuto conto dei processi di riorganizzazione degli ambiti territoriali delle Comunità montane in evoluzione in numerose regioni, il Ministero dell’interno opera il riparto dei trasferimenti erariali prendendo a riferimento le delimitazioni effettivamente esistenti alla data del 31 dicembre 2008, ivi incluse quelle che si producono, nelle regioni che non hanno dato attuazione alla legge n. 244/2008, per effetto dell’applicazione dell’art. 2 commi 20 e 21 della suddetta legge n. 244/2008.
2.                  Agli enti già subentrati nei rapporti giuridici di comunità montane disciolte sono assegnati tutti i trasferimenti erariali già erogati alle comunità montana medesime, in particolare a titolo di contributo ordinario, di contributo consolidato e di contributo per investimenti.
Ipotesi alternativa:
2. Agli enti già subentrati nei rapporti giuridici di comunità montane disciolte sono assegnati tutti i trasferimenti erariali già spettanti alle comunità montana medesime, in particolare a titolo di contributo ordinario, di contributo consolidato e di contributo per investimenti.
Da valutare l’inserimento in considerazione dell’accoglimento del precedente punto 2)
3.                  Qualora per effetto di ridelimitazioni successive, intervenute in corso d’anno, le spettanze dovessero mutare, si procede a conguaglio nell’anno successivo
 
In alternativa:
 
3 alternativo. Qualora per effetto di ridelimitazioni successive, intervenute in corso d’anno, le spettanze dovessero mutare, i trasferimenti erariali già attributi sono riversati a favore dell’ente subentrante in caso di Comunità montana soppressa o accorpata ovvero, per variazioni territoriali relative a singoli Comuni riguardanti più comunità montane limitrofe, le rispettive spettanze sono definite con accordi successoti tra gli enti interessati.
 
4.                  Ai fini del riparto dei trasferimenti erariali alle regioni Sicilia e Sardegna continuano ad applicarsi le discipline speciali vigenti (in attesa della definizione del contenzioso amministrativo in essere).
Roma 6 novembre 2008
EMENDAMENTI RELATIVI AL SUBENTRO ALLE COMUNITA’ MONTANE SOPPRESSE
In considerazione della necessità di individuare e chiarire, soprattutto ai fini dell’attribuzione agli enti subentranti delle risorse attribuite alle Comunità montane soppresse, la Conferenza delle Regioni e delle Province autonome ha approvato due proposte emendative che di seguito si riportano, sulle quali si richiede la convergenza del Governo, ai fini della presentazione in uno dei provvedimenti legislativi in itinere all’esame del Parlamento.
Emendamento n. 1
“Agli enti che subentrano nei rapporti giuridici di comunità montane disciolte sono assegnati tutti i trasferimenti erariali già erogati alle comunità montana medesime, in particolare a titolo di contributo ordinario, di contributo consolidato e di contributo per investimenti”.
MOTIVAZIONE
L’articolo 2, comma 22, della legge 244 del 2007, prevede espressamente in capo alle Regioni, in particolare per le comunità montane soppresse, la competenza del riparto delle risorse umane, finanziarie e strumentali, facendo salvi i rapporti di lavoro a tempo indeterminato. Pertanto è utile risolvere qualsiasi questione interpretativa ed espressamente abilitare il Ministero dell’Interno ad operare nel senso indicato, conformemente del resto a quanto previsto da singole leggi regionali.
*****
Emendamento n. 2
“Per gli enti che subentrano nei rapporti giuridici di comunità montane disciolte, la spesa correlata a detta successione non incide ai fini dell’applicazione delle norme in materia di patto di stabilità interno e limiti alle spese per il personale, nonché ai fini del rispetto di quanto stabilito dall’articolo 204, comma 1, del T.U.EL. in materia di assunzione di mutui”.
MOTIVAZIONE
L’articolo 2, comma 22, della legge 244 del 2007, prevede espressamente in capo alle Regioni, in particolare per le comunità montane soppresse, la competenza del riparto delle risorse umane, finanziarie e strumentali, facendo salvi i rapporti di lavoro a tempo indeterminato.
Per gli enti che succedono nei rapporti di lavoro delle disciolte comunità montane (tempo indeterminato; tempo determinato ed altri rapporti di lavoro e di collaborazione in essere fino alla scadenza originaria dei contratti) è opportuno che una norma espressa indichi quanto può dedursi solo in via interpretativa, e cioè che per essi non si determinano effetti sfavorevoli per il rispetto delle norme in materia di limiti di spesa del personale, dal momento che la successione da parte di detti enti nei rapporti di lavoro è disposta per legge e non è dettata da un’autonoma scelta in materia di politiche sul personale.
In particolare, per gli enti non soggetti al patto di stabilità interno occorre che la spesa correlata alla successione nei rapporti di lavoro delle disciolte comunità montane sia neutrale ai fini del rispetto del tetto di spesa corrispondente all’ammontare della spesa di personale di detti enti dell’anno 2004 e che tali rapporti di lavoro non vengano considerati ai fini del rispetto del limite stabilito dall’articolo 1, comma 562, della legge 296/2006 (possibilità di assunzione nel limite delle cessazioni intervenute nell’anno precedente). Gli oneri per il personale derivanti dalla successione nei rapporti di lavoro delle disciolte comunità montane occorre dunque che non rilevino ai fini delle disposizioni di cui all’articolo 1, comma 562, della legge 296 del 2006.
Per quanto attiene gli enti soggetti al patto di stabilità interno occorre una norma che garantisca la neutralità delle partite finanziarie correlate alla successione nei rapporti giuridici delle disciolte comunità montane ai fini del rispetto del patto di stabilità interno e ai fini delle disposizioni di cui all’articolo 1, comma 557, della legge 296 del 2006.
Per gli enti che subentrano nei mutui contratti dalle disciolte comunità montane occorre una norma che consenta loro di derogare, per detti mutui, a quanto stabilito dall’articolo 204, comma 1 del T.U.E.L. ovvero che detti mutui siano neutrali ai fini dell’applicazione di tali disposizioni di legge.
Roma 6 novembre 2008
 
(red/10.11.08)

+T -T
Comunità montane: l'azione delle Regioni

(regioni.it) La segreteria della Conferenza delle Regioni (settore affari istituzionali) ha monitorato l’azione intrapresa dalle Regioni per la razionalizzazione delle comunità montane secondo quanto previsto dalla precedente legge finanziaria. Questo il quadro della situazione.
Comunità montane: le leggi regionali
(art. 2 comma 17 Legge Finanziaria 2008)
Regione
Stato approvazione delle leggi regionali
Comunità montane ieri
Comunità montane oggi
Abruzzo
19
15
Basilicata
14
7*
Calabria
26
20
Campania
27
20
Emilia Romagna
18
9
Lazio
Approvata legge il 5 novembre 2008 (com.stampa)
22
14
Liguria
19
12
Marche
13
8
Molise
10
6
Toscana
20
14
Umbria
9
5
Piemonte
48
23
Puglia
In Consiglio (cfr com.stampa)
6
 
Lombardia
30
23
Veneto
Approvata dalla Giunta (cfr. com. stampa)
 
 
TOTALE
 
226
176
Fonte: Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome – settore affari istituzionali
6 novembre  2008
*Le comunità montane sono soppresse e sono state trasformate in comunità locali, unioni di comuni.
 
 (red/10.11.08)

+T -T
Conferenza Stato-Regioni il 13 novembre

(regioni.it) La Conferenza Stato Regioni è convocata per giovedì 13 novembre 2008, alle ore 16.00 presso la Sala riunioni del I piano di Via della Stamperia, n . 8, in Roma.
Si rammenta che nell'ordine del giorno sono riportati in elenco A i punti, già perfezionati in sede tecnica, da approvare salvo richiesta di dibattito, e in elenco B quelli che necessitano singoli approfondimenti .
L'ordine dei giorno è il seguente :
Approvazione del verbale della seduta del 18 settembre 2008 .
ELENCO A
1) Parere sul disegno di legge recante "Istituzione del Garante nazionale per l'infanzia e l'adolescenza" . (PARI OPPORTUNITA')
Parere ai sensi dell'articolo 2, comma 3, del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281
2) Parere sul disegno di legge recante : "Disposizioni in materia di istruzione, università e ricerca". (ISTRUZIONE, UNIVERSITA' E RICERCA)
Parere ai sensi dell'articolo 2, comma 4) del decreto legislativo 28 agosto 1997, n .281 .
3) Parere in ordine alla nota metodologica per la stima delle manovre regionali in materia di IRAP e di addizionale regionale all'IRPEF . (ECONOMIA E FINANZE)
Parere ai sensi dell'articolo 2, comma 4 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281 .
4) Parere sullo schema di decreto del Ministero dell'economia e delle finanze concernente il monitoraggio trimestrale del "patto di stabilità interno" per l'anno 2008 delle Regioni e delle Province autonome dì Trento e di Bolzano . (ECONOMIA E FINANZE) Parere, ai sensi dell'articolo 1, comma 666, della legge 27 dicembre 2006, n . 296
5) Parere sul Documento di programmazione finanziaria sul servizio civile per l'anno 2008 . Nota di variazione ed assestamento (UFFICIO NAZIONALE PER IL SERVIZIO CIVILE)
Parere ai sensi dell'articolo 4, comma 1, del decreto legislativo 5 aprile 2002, n . 77.
6) Accordo tra il Governo, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano sulla proposta del Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali di bandi di ricerca sanitaria per l'anno 2008 finalizzata per: a) progetti di cui agli articoli 12 e 12 bis del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 502 e successive modificazioni ; b) progetti proposti dagli Istituti zooprofilattici sperimentali in materia di sicurezza degli alimenti ; c) progetti in materia di tutela della salute nei luoghi di lavoro . (LAVORO, SALUTE E POLITICHE SOCIALI)
Accordo ai sensi dell'articolo 4 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n . 281 .
7) Intesa tra il Governo, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano sulla proposta del Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali di modifica dell'Intesa 15 dicembre 2005 (Rep . atti n . 2395) recante "Linee guida per la gestione operativa del sistema di allerta per alimenti destinati al consumo umano" (LAVORO, SALUTE E POLITICHE SOCIALI)
Intesa ai sensi dell'articolo 8, comma 6, della legge 5 giugno 2003, n . 131 .
8) Intesa sullo schema di decreto del Ministro del lavoro, della salute e delle politiche sociali concernente l'assegnazione alle Regioni e Province autonome, per l'anno 2007, del Fondo per il cofinanziamento dei progetti attuativi del Piano Sanitario Nazionale. (LAVORO, SALUTE E POLITICHE SOCIALI)
Intesa ai sensi dell'articolo 1, comma 806, della legge 27 dicembre 2006, n. 296.
9) Intesa sullo schema di decreto del Ministro del lavoro, della salute e delle politiche sociali di determinazione dei prezzi di riferimento dei dispositivi medici . (LAVORO, SALUTE E POLITICHE SOCIALI)
Intesa ai sensi dell'articolo 1, comma 796, lettera V) della legge 27 dicembre 2006, n .296.
10) Parere sulla proposta del Ministero dei lavoro, della salute e delle politiche sociali di riparto, per l'anno 2008, delle risorse per la formazione del personale sanitario nonché di altre figure professionali che operano con le comunità di immigrati provenienti da Paesi dove sono effettuate le pratiche di cui all'articolo 583 bis del codice penale per realizzare un'attività di prevenzione, assistenza e riabilitazione delle donne e delle bambine già sottoposte a tali pratiche . (LAVORO, SALUTE E POLITICHE SOCIALI) Codice sito 4 .10/2008/126
Parere ai sensi dell'articolo 4 della legge 9 gennaio 2006, n. 7.
11) Approvazione, ai fini del perfezionamento della procedura prevista dall'articolo 1, comma 34bis, della legge 23 dicembre 1996, n . 662, della proposta del Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali di ammissione al finanziamento dei progetti inviati dalle Regioni : Piemonte, Lombardia, Veneto, Liguria, Toscana, Umbria, Marche, Lazio, Abruzzo, Puglia e Basilicata per l'utilizzo delle risorse vincolate, per l'anno 2007, alla realizzazione degli obiettivi di carattere prioritario e di rilievo nazionale del Piano sanitario nazionale 2006-2008. (LAVORO, SALUTE E POLITICHE SOCIALI)
Approvazione ai sensi del punto 4 dell'Accordo sancito dalla Conferenza Stato-Regioni il 1° agosto 2007 (Rep . atti n . 164) .
12) Parere sulla Relazione 2008 sugli interventi di sostegno alle attività economiche e
produttive . (SVILUPPO ECONOMICO)
Parere ai sensi dell'art. 10, comma 1, del decreto legislativo 31 marzo 1998, n . 123 .
13) Parere sullo schema di D .P .R. recante recepimento della direttiva 2005145/CE relativa al reciproco riconoscimento dei certificati rilasciati dagli Stati membri alla gente dì mare che modifica la direttiva 2001 /25/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 4 aprile 2001 relativa ai requisiti minimi dì formazione per la gente di mare. (PRESIDENZA CONSIGLIO MINISTRI - INFRASTRUTTURE E TRASPORTI)
Parere ai sensi dell'art. 2, comma 3, del decreto legislativo 28 agosto 1997, n . 281 .
14) Acquisizione delle designazioni, in sostituzione, di due rappresentanti regionali' in seno alla Commissione per l'istruttoria dei progetti relativi agli interventi per la realizzazione di alloggi e residenze per studenti universitari di cui ali' articolo 1, comma 5, della legge n . 338, del 14 novembre 2000 . (ISTRUZIONE, UNIVERSITA E RICERCA)
Acquisizione delle designazioni ai sensi dell'art . 2, comma 1, lett. d), del decreto legislativo 28 agosto 1997. n. 281
15) Intesa di cui all'art . 3 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n . 281, sul decreto del Ministro per i beni e le attività culturali, d'intesa con il Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare relativo agli interventi da finanziare inerenti i siti italiani UNESCO - 110 finanziamento (BENI E ATTIVITA' CULTURALI - AMBIENTE E TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE)
Intesa ai sensi dall'art. 4, comma 2 della legge 20 febbraio 2006, n. 77.
16) Intesa sullo schema di regolamento del Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare recante criteri tecnici per il monitoraggio dei corpi idrici e l'identificazione delle condizioni di riferimento per la modifica delle norme tecniche del decreto legislativo 3 aprile 2006, n . 152. (AMBIENTE E TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE)
Intesa ai sensi dell'art. 75, comma 3, del decreto legislativo n . 152 del 2006.
17) Intesa del Ministero dell'ambiente del territorio e del mare sull'attività di vigilanza, di cui all'art. 1 comma 471 della legge 27 dicembre 2006 n . 296 (legge finanziaria 2007), sull'istituto Nazionale per la Fauna Selvatica INFS relativa delibera n.5 del 15 .05.2007 con la quale il Consiglio Direttivo di Amministrazione ha deliberato l'approvazione del "rendiconto finanziario per l'esercizio finanziario 2006". (AMBIENTE E TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE)
Intesa ai sensi dell’art. 6, comma 2, del decreto legislativo 29 ottobre 1999, n . 419.
18) Parere sullo schema di decreto del Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare recante modifica al D.M. del 17 ottobre 2007 concernente i criteri minimi uniformi per la definizione di misure di conservazione relative- a zone speciali di conservazione (ZSC) e a zone dì protezione speciale (ZPS), ai sensi dell'art . 1, comma 1226 della legge 27 dicembre 2006, n. 296 (legge finanziaria 2007)(AMBIENTE E TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE) Codice sito 4 .14/2008/6.9
Parere ai sensi dell'art. 2, comma 4, del decreto legislativo 28 agosto 1997, n . 281.
19) Acquisizione della designazione del rappresentante della Conferenza Stato–Regioni in seno alla Commissione di valutazione prevista all'art .4 della circolare del Segretario generale del Ministero per i beni ele attività culturali inerente i criteri e le modalità di erogazione dei fondi destinati alle misure di sostegno ai siti posti sotto la tutela dell'UNESCO previste dall'art .4 della legge 20 febbraio 2006, n .77 . (BENI E ATTIVITA' CULTURALI)
Acquisizione della designazione ai sensi dell'art .2, comma 1, lett. d) del decreto legislativo 28 agosto 1997, n.281 .
20) Designazione del componente della Commissione Consultiva per lo spettacolo dal vivo - Commissione circhi e spettacolo viaggiante, in sostituzione dei componente dimissionario. (BENI E ATTIVITA' CULTURALI)
Designazione ai sensi dell'art. 2, commi 1 e 2 del DPR 14 maggio 2007, n . 89.
21) Convocazione della Consulta Stato - Regioni dell'Arco Alpino, ai sensi dell'art .3, comma 3, della legge 14 ottobre 1999, n.403 recante : "Ratifica ed esecuzione della convenzione per la protezione delle Alpi, con allegati e processo verbale di modifica del 6 aprile 1993, fatta a Salisburgo il 7 novembre 1991".
Deliberazione ai sensi dell'art. 3, comma 3, della legge 14 ottobre 1999, n .403.
22) Intesa sullo schema di decreto del Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali concernente "Disposizioni nazionali di attuazione dei regolamenti (CE) n .479/08 del Consiglio e (CE) n . 555/08 della Commissione per quanto riguarda l'applicazione della misura della distillazione dei sottoprodotti della vinificazione". (POLITICHE AGRICOLE, ALIMENTARI E FORESTALI)
Intesa ai sensi dell'articolo 4, comma 3, della legge 29 dicembre 1990, n . 428.
23) Parere sullo schema di decreto del Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali di modifica ed integrazione del decreto ministeriale 21 dicembre 2006, n. 12541 recante " Disciplina del regime di condizionalità della PAC" (Regolamento CE n. 1782/03). (POLITICHE AGRICOLE, ALIMENTARI E FORESTALI)
Parere ai sensi dell'art. 5, comma 1, del decreto del Ministro delle politiche agricole, alimentari e forestali 5 agosto 2004.
24) Parere sullo schema di disegno di legge recante la nuova disciplina del commercio del riso. (POLITICHE AGRICOLE, ALIMENTARI E FORESTALI)
Parere ai sensi dell'articolo 2, comma 3, del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281.
ELENCO B
1) Acquisizione della designazione di un rappresentante regionale in seno alla Consulta per il Mezzogiorno (CNEL)
Acquisizione della designazione ai sensi dell'art.2, comma 1, lett. d) del decreto
legislativo 28 agosto 1997, n. 281 .
2) Parere sullo schema di decreto legislativo recante "Disciplina delle modalità di finanziamento dei controlli sanitari ufficiali di cui al Regolamento CE n . 882/2004 del Parlamento europeo e del Consiglio del 29 aprile 2004" . (POLITICHE EUROPEE - LAVORO, SALUTE E POLITICHE SOCIALI)
Parere ai sensi dell'articolo 2, comma 3, del decreto legislativo 28 agosto 1997, n .281.
3) Proposta del Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali di nomina del Direttore dell'Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali . (LAVORO, SALUTE E POLITICHE SOCIALI)
Intesa ai sensi dell'articolo 2, comma 4, del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 115.
 
(red/10.11.08)

+T -T
Scuola: Errani, evitata chiusura di circa 2600 istituti

(regioni.it) Il Governo ha presentato “un emendamento per correggere il decreto legge 154, laddove imponeva la chiusura delle scuole con meno di 50 studenti", lo ha affermato il Presidente della Conferenza delle Regioni, Vasco Errani, in una intervista all'Unita'. "Rischiavano di chiudere 2590 scuole. Questo pericolo - dice Errani - l'abbiamo scongiurato. Abbiamo minacciato di non sederci più alla Conferenza Stato-regioni. Alla fine l'esecutivo ha ceduto". Errani ha poi ricordato che quindi  non ci sarà alcun “commissariamento delle regioni che non rispetteranno il decreto ed il Governo aprirà un tavolo con regioni ed enti locali".
 
(red/10.11.08)

+T -T
Conferenza Unificata il 13 novembre

(regioni.it) La Conferenza Unificata è convocata per giovedì 13 novembre 2008, alle ore 15.30, presso la Sala riunioni del I piano di Via della Stamperia, n . 8, in Roma .Si rammenta che nell'ordine del giorno sono riportati in elenco A i punti, già perfezionati in sede tecnica, da approvare salvo richiesta di dibattito, e in elenco B quelli che necessitano di singoli approfondimenti .
L'ordine del giorno è il seguente:
Approvazione del verbale della seduta del 16 ottobre 2008 .
ELENCO A
1) Parere sullo schema di decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri recante le specifiche tecniche del formato elettronico elaborabile per la presentazione dei bilanci di esercizio e consolidati e di altri atti al registro delle imprese. (PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E INNOVAZIONE)
Parere ai sensi dell'articolo 71, comma 1, del decreto legislativo 7 marzo 2005, n . 82.
2) Parere sullo schema di decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri recante Regole tecniche in materia di generazione, apposizione, verifica delle firme digitali e validazione temporale . (PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E INNOVAZIONE)
Parere ai sensi dell'articolo 71, comma 1, del decreto legislativo 7 marzo 2005, n . 82.
3) Parere sullo schema di decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri concernente ripartizione dei fondi dell'esercizio 2007 per il finanziamento dei progetti presentati dalle Pubbliche Amministrazioni, ai sensi dell'articolo 8 del decreto del Presidente della Repubblica 2 maggio 2001, n. 345 . (RAPPORTI CON LE REGIONI)
Parere ai sensi dell'articolo 5, comma 2, del d . P. C . M. 22 dicembre 2004.
4) Acquisizione della designazione in sostituzione di un rappresentante delle Regioni in seno al Comitato Tecnico di Coordinamento di cui al Progetto Strategico Speciale (PSS) denominato "Programma Straordinario Nazionale per il recupero economico produttivo di siti industriali inquinati" (SVILUPPO ECONOMICO)
Acquisizione della designazione ai sensi dell'articolo 9, comma 2, lett. d), del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281.
5) Parere sullo schema di disegno di legge recante "Differimento del termine per l'emanazione di disposizioni correttive e integrative in materia ambientale", riguardante i decreti legislativi emanati ai sensi dell'articolo 1 della legge 15 dicembre 2004, n . 308. (AMBIENTE E TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE)
Parere ai sensi degli articoli 2, comma 3 e 9, comma 3, del decreto legislativo 28 agosto
1997, n. 281.
6) Parere sullo schema di disegno di legge recante "Disciplina delle aree contaminate e accertamenti tecnici". (AMBIENTE E TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE)
Parere ai sensi degli articoli 2, comma 3 e 9, comma 3, del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281 .
7) Parere sullo schema di decreto del Presidente della Repubblica recante nuova perimetrazione del Parco nazionale del Gran Paradiso. (AMBIENTE E TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE)
Parere ai sensi dell'articolo 8, commi 1 e 3, della legge 6 dicembre 1991, n. 394.
8) Parere sullo schema di decreto del Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, recante aggiornamento del D .M . istitutivo dell'area marina protetta denominata "Penisola del Sinis - Isola Mal di Ventre" . (AMBIENTE E TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE)
Parere ai sensi dell'articolo 77, comma 2, del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112.
9) Parere sullo schema di decreto del Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, recante aggiornamento del D .M. recante il regolamento di disciplina dell'area marina protetta denominata "Penisola del Sinis - Isola Mal di Ventre". (AMBIENTE E TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE)
Parere ai sensi dell'articolo 77, comma 2, del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112.
10) Parere sullo schema di decreto del Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare per il rilascio della licenza al Parco Marino di Torvaianica di cui all'art.4, comma 1 del decreto legislativo 21 marzo 2005, n .73 recante " attuazione della direttiva 1999122/CE relativa alla custodia degli animali selvatici nei giardini zoologici" . (AMBIENTE E TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE)
Parere ai sensi dell'articolo 4, comma 1, del decreto legislativo 21 marzo 2005 . n. 73.
11) Parere sullo schema di decreto legislativo proposto, ai sensi dell'art .1, comma 2 della legge 25 febbraio 2008, n . 34, legge comunitaria 2007, dal Ministro per le politiche europee e dal Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, recante "recepimento della direttiva 2006/66/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 6 settembre 2006, relativa a pile e accumulatori e ai rifiuti di pile e accumulatori e che abroga la direttiva 91/157/CEE" (AMBIENTE E TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE - POLITICHE EUROPEE) Parere ai sensi degli articoli 2, comma 3 e 9, comma 3, del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281 .
12) Parere sullo schema di disegno di legge proposto dal Ministro per i beni e le attività culturali recante "legge-quadro sulla qualità architettonica", in attuazione dell'articolo 9 della Costituzione . (BENI E ATTIVITÀ CULTURALI)
Parere ai sensi dell'articolo 9, comma 3, del decreto legislativo 28 agosto 1997, n .281.
13) Designazione di tre rappresentanti degli enti territoriali e locali, in seno ali' Osservatorio nazionale per la qualità del paesaggio, ai sensi dall'articolo 132, comma 4, decreto legislativo 22 gennaio 2004, n .42 e successive modificazioni concernente il Codice dei beni culturali e del paesaggio e del Decreto del Ministro per i beni e le attività culturali del 23 gennaio 2008 di attuazione del Codice stesso (BENI E ATTIVITÀ CULTURALI)
Designazione ai sensi dell'articolo 132, comma 4, del decreto legislativo del 22 gennaio 2004, n . 42.
ELENCO B
1) Parere sui disegni di legge recanti : "Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2009)" e "Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2009 e bilancio pluriennale per il triennio 2009-2011)" – Relazione previsionale e programmatica per l'anno 2009 - Nota di aggiornamento del Documento di programmazione economico-finanziaria (DPEF) per gli anni 2009-2013 (ECONOMIA E FINANZE)
Parere ai sensi dell'articolo 1-bis, comma 2, della legge 5 agosto 1978, n . 468 e successive modificazioni, e dell'articolo 9, comma 2, lett . a), nn. 1 e 2, del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281.
2) Parere sullo schema di piano programmatico del Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca, di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze, di cui articolo 64 del decreto legge 25 giugno n . 112 del 2008, convertito dalla legge 6 agosto 2008, n . 133 . (ISTRUZIONE, UNIVERSITÀ E RICERCA- ECONOMIA E FINANZE)
Parere ai sensi dell'articolo 64, comma 3, del decreto-legge 25 giugno 2008, n . 112, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n . 133.
3) Intesa sullo schema di decreto ministeriale recante "Criteri e modalità per il riparto delle risorse relative al diritto-dovere istruzione e formazione . Esercizi finanziari 2007/2008" (LAVORO, SALUTE E POLITICHE SOCIALI)
Intesa ai sensi dell'articolo 9, comma 2, lett . b) del decreto legislativo 28 agosto 1997, n .281
4) Intesa sullo schema di decreto del Ministro del lavoro, della salute e delle politiche sociali concernente il riparto del Fondo nazionale per le politiche sociali per l'anno 2008 . (LAVORO, SALUTE E POLITICHE SOCIALI)
Intesa ai sensi dell'articolo 46, comma 2, della legge 27 dicembre 2002, n . 289.
5) Determinazione conclusiva della Conferenza di servizi indetta dal Comune di Polistena per l'approvazione del progetto di costruzione di un locale ad un piano destinato alla produzione e degustazione di prodotti tipici, in variante al P .R .G. Ditta Anastasio Francesca e Antonia . (INFRASTRUTTURE E TRASPORTI)
Determinazione conclusiva ai sensi dell'articolo 14-quater della legge n .241/90 e successive modificazioni e integrazioni.
6) Intesa sulla proposta del Dipartimento della protezione civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri di direttiva concernente "indirizzi operativi per la gestione delle emergenze" (PROTEZIONE CIVILE)
Intesa ai sensi dell'articolo 5, comma 2, del decreto legge 7 settembre 2001, n . 343, convertito con modificazioni dall'articolo 1 della legge 9 novembre 2001, n . 401 .
7) Parere sulla proposta del Capo del Dipartimento della protezione civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri di Ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri recante : "Modalità di attivazione del Fondo per interventi straordinari della Presidenza del Consiglio dei ministri, istituito ai sensi dell'articolo 32-bis del decreto legge 30 settembre 2003, n .269, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 novembre 2003, n .326 ed incrementato con la legge 24 dicembre 2007, n .244". Anno 2008 . (PROTEZIONE CIVILE)
Parere ai sensi dell'articolo 9, comma 1, del decreto legislativo 28 agosto 1997, n . 281 .
8) Parere sullo schema di DPCM proposto dal Dipartimento della protezione civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri di adozione di scheda di rilevamento del danno, pronto intervento ed agibilità per edifici ordinari nell' emergenza post-sismica e del relativo manuale di compilazione (PROTEZIONE CIVILE) Codice sito : 4 .14/2008/21 Parere ai sensi dell'articolo 9, comma 3, del decreto legislativo 28 agosto 1997, n .281.
 
(red/10.11.08)
Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top