Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 1324 - martedì 10 marzo 2009

Sommario
- Piano Casa: Berlusconi, "sarà una legge cornice"
- Turismo in affanno e poco competitivo
- Federalismo fiscale: Camera, ultimi round in Commissione
- Sanità: on line l'intesa per il riparto risorse 2009
- Istat: dati su produzione industriale
- Stato-Regioni del 26 febbraio: gli atti

+T -T
Turismo in affanno e poco competitivo

Dati da Federviaggio-Confturismo e dal rapporto 2009 del world economic forum

(regioni.it)  Il turismo ricettivo secondo Federviaggio-Confturismo.è nel nostro Paese in affanno. Dalle principali provenienze europee - Germania, Austria, Olanda, Belgio, Svizzera, Inghilterra, Scandinavia e Russia - si registra un calo del 18% delle  disponibilità prenotate dai grandi tour operator (dati Consorzio Incoming Italia). Se confermato, si legge in una nota, su tutte le tipologie di turismo anche non organizzate, il tendenziale sarebbe di meno 4 milioni di stranieri a fine anno, dopo un calo del 20% dei pernottamenti e quasi 22% della spesa già registrato a gennaio e febbraio. Sulla domanda degli italiani, Federviaggio-Confturismo evidenzia una riduzione di spesa dell'8% a gennaio 2009, con febbraio che consolida il trend. Cresce soprattutto in maniera preoccupante l'indecisione dei clienti, che scelgono il viaggio solo dopo aver visionato molteplici preventivi e sotto data. ''Il 2009 si annuncia un anno difficile per il turismo italiano'', dichiara il presidente di Federviaggio-Confturismo Maria Concetta Patti. ''Le imprese intendono rispondere anche a questa crisi in maniera propositiva ed efficace. Dobbiamo però prendere atto che confrontare i risultati della Pasqua 2008 - caduta a marzo - con quella di quest'anno, che sarà a metà aprile, ha poco significato. Come non lo ha entusiasmarsi per un tutto esaurito di 2 o 3 giorni, soprattutto se originato da flussi turistici di prossimità e ottenuti a costo di offerte che minacciano la marginalità. Il settore ha bisogno di programmi propositivi per il nostro paese - come la promozione per il rilancio del brand Italia - affinché si possa lavorare per garantire continuità all'occupazione dei dipendenti e distribuire reddito al sistema economico nazionale''.
La crisi e' globale ma se e' vero che il turismo e' un driver per la nostra economia e' indispensabile che anche il sistema bancario agisca di conseguenza. ''Ogni giorno -precisa Patti- ci giungono segnalazioni di aziende che si vedono ridurre drasticamente gli affidamenti concessi dalle banche anche a fronte di bilanci in linea con gli anni passati. Siamo uno dei settori con la più bassa sinistrosità e ritengo importante che venga mantenuta una positiva politica del credito”. L'attività turistica in Italia e' ancora stagionale e in vista dell'apertura della periodo estivo, dove il settore normalmente registra più del doppio dei ricavi rispetto all'inverno, e' indispensabile che il sistema di governo e quello finanziario supportino il turismo. Un segnale concreto verso alberghi, tour operator, trasporti, distribuzione e tutti i componenti della filiera produttiva che contribuiscono in maniera decisiva alla produzione e al mantenimento del Pil nazionale”.”Ottime - aggiunge Patti - le linee di intervento tracciate dal Sottosegretario Brambilla e dal suo Dipartimento, che con Enit sta potenziando le iniziative di promozione e riposizionamento dell'immagine Italia all'estero'' prosegue Maria Concetta Patti ''ma a fronte di queste non deve mancare la fiducia bancaria, altrimenti si rischia di avere meno prodotto da offrire''. La proposta del Presidente Federviaggio-Confturismo prevede la creazione di ''un tavolo tecnico sul credito tra le imprese del settore e le principali banche nazionali''.
Meno pessimistico, ma certamente non roseo, il quadro tracciato dal 'Travel & Turism Competitiveness Report 2009” mostra un turismo italiano in crisi, ma stabile. Il rapporto che misura la competitività di oltre 130 paesi di tutto il mondo per quanto riguarda i viaggi e il turismo (diffuso dal World Economic Forum) vede l'Italia confermarsi al 28esimo posto, preceduta da quasi tutti gli altri paesi europei: Gran Bretagna (11 posto), Olanda (13) Danimarca (14), Portogallo (17), Norvegia (19), Belgio (22) Lussemburgo (23) Grecia (24) e Estonia (27), oltre che da quelli entrati nella 'top ten'. Il rapporto di quest'anno, ha un titolo particolare e specifico: "Fare impresa in tempo di turbolenza". Nonostante la crisi del settore, precipitata soprattutto nell'ultimo anno, reggono nelle prime tre posizioni i paesi che 'salirono sul podio' lo scorso anno: prima la Svizzera, seconda l'Austria, terza la Germania. Esattamente nello stesso ordine del 2008. Completano la 'top ten' la Francia (salita dal decimo al quarto posto nel giro di 12 mesi), il Canada, la Spagna, la Svezia, gli Stati Uniti, l'Australia e il Singapore. La classifica tiene conto di diversi parametri: dalla popolazione totale dei diversi paesi, al prodotto interno lordo pro capite, fino a calcolare il TTCI, ovvero l'indice di competitività' di un paese nel settore turistico. Per Jennifer Blanke, l'economista che da piu' anni lavora per il 'World Economic Forum's Global Competitiveness Network',"I primi cinque posti di Svizzera, Austria, Germania, Francia e Canada dimostrano l'importanza di iniziative di supporto e strutture in grado di dare delle regole, l'importanza di associare trasporti di prima classe alle infrastrutture turistiche, e l'importanza di concentrarsi e alimentare le risorse naturali e umane per incoraggiare un ambiente che sia attrattivo per lo sviluppo del settore turistico".
Sempre in tema di turismo va segnalato che la città di Mosca ospiterà la rassegna internazionale Mitt (la piu' importante fiera sul turismo della Federazione Russa e una delle cinque pià grandi del Mondo) dal 18 al 21 marzo,. Vi parteciperà anche l'Enit-Agenzia con  uno spazio espositivo nel quale saranno ospitate alcune regioni  italiane: Basilicata, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia,  Lazio, Campania, Liguria, Lombardia, Marche, Piemonte, Puglia,  Sardegna, Sicilia, Valle d'Aosta, Veneto, comprese la Provincia  Autonoma di Trento e la Provincia Regionale di Ragusa, per un  totale di circa 300 operatori pubblici e privati. Secondo l'Enit,”nella attuale fase  di recessione economica mondiale, che non può non avere  riflessi negativi sui flussi turistici, la manifestazione rappresenterà un momento di confronto tra domanda russa e offerta italiana utile a capire il trend del  mercato per il 2009, dopo i notevoli incrementi dei flussi  turistici russi verso l'Italia degli anni scorsi”.
 
(sm/10.03.09)
Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top