Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 1326 - giovedì 12 marzo 2009

Sommario
- Unificata vara 550 milioni per piano nazionale politiche abitative
- Istat e Bce: Pil Italia in calo ma cresce export
- Casa: Iorio, "condivido strategia del Governo"
- In Gazzetta la Delega per ottimizzare il lavoro pubblico
- Agricoltura: per Emilia-Romagna inaccettabile taglio fondo avversità atmosferiche
- Elezioni europee: Formigoni, giusto mettersi in gioco

+T -T
Istat e Bce: Pil Italia in calo ma cresce export

Ma nel 2008 l'export è positivo

(regioni.it) L’Istat rende noto che il nostro Pil nel IV trim.2008 è di -1,9% sul III trim.2008 e -2,9% in un anno. E’ il calo peggiore degli ultimi decenni. Nel 2008 il pil italiano ha segnato una flessione dell'1%. Lo conferma l'Istat, spiegando che e' il calo maggiore dal 1975 (-2,1%). Nel quarto trimestre del 2008 il Pil ha registrato una contrazione annua del 2,9%, rispetto al terzo trimestre il calo e' stato dell'1,9%.Non si erano registrati riduzioni trimestrali cosi' forti dal 1980. 
Inoltre secondo la Bce (Banca centrale europea), il rapporto deficit/pil  nel 2009 e 2010 in Italia superera' la soglia limite del 3%. Quindi l'Italia - secondo le previsioni della Bce - e' fra i paesi che, in termini di deficit di bilancio, ''supereranno quest'anno il valore di riferimento del 3% del Pil rimanendone al di sopra nel 2010''.
L’Istat rileva che rispetto al terzo trimestre, il deflatore del PIL è aumentato dello 0,5 per cento.Il deflatore della spesa delle famiglie residenti è diminuito dello 0,9 per cento, quello degli investimenti è cresciuto dello 0,5 per cento. Il deflatore delle esportazioni ha mostrato una diminuzione dello 0,5 per cento, quello delle importazioni del 3,2 per cento. In termini tendenziali, il deflatore del PIL è aumentato del 2,8 per cento, quello della spesa delle famiglie residenti del 2,2 per cento.
Nel quarto trimestre del 2008 si rileva un andamento congiunturale positivo del valore aggiunto per il settore agricolo (più 4,1 per cento) e invariato per il settore degli altri servizi. Si rilevano invece contrazioni per l’industria in senso stretto (meno 6,2 per cento), per le costruzioni (meno 3,5 per cento), per le attività del commercio, alberghi e pubblici esercizi, trasporti e comunicazioni (meno 1,8 per cento), e per il settore del credito, assicurazioni, attività immobiliari e servizi professionali (meno 0,1 per cento).
In termini tendenziali, il valore aggiunto dell’industria in senso stretto è diminuito dell’8,4 per cento, quello delle costruzioni del 4,0 per cento; per il settore dei servizi si è avuta una diminuzione dell’1,2 per cento. L’agricoltura ha registrato una crescita del 5,9 per cento.
Per la Banca centrale europea il Pil nella zona euro registrera' "nel 2009 un calo compreso tra il -3,2 e il -2,2% e fra il -0,7 e il  +0,7% nel 2010. Anno nel corso del quale "ci si attende una graduale ripresa". E' la valutazione contenuta nel Bollettino della Bce. "La graduale ripresa prospettata per il 2010 -dicono gli economisti della Bce- rispecchia gli effetti delle ingenti misure di stimolo macroeconomico in atto nonche' dei vasti interventi sul piano delle politiche per ripristinare il funzionamento del sistema finanziario, intrapresi sia all'interno che all'esterno dell'area dell'euro."
Ma l’export va nel 2008. Secondo l’Istat l’anno scorso il valore delle esportazioni italiane ha registrato un leggero incremento (+0,3 per cento) rispetto all'anno precedente, dovuto ad un netto incremento dei flussi diretti verso i paesi extra Ue (+6,5 per cento) e ad una flessione (-3,7 per cento) di quelli diretti verso i paesi appartenenti all'Unione europea. Il dato e' fornito dall'Istat che segnala pero' un peggioramento nell'ultimo trimestre dell'anno passato. 
Da un punto di vista territoriale, - spiega ancora l'istituto - la dinamica delle esportazioni ha registrato andamenti fortemente differenziati, con una crescita rilevante di quelle originate dalla ripartizione insulare (+8,7 per cento), un incremento piu' limitato per le vendite all'estero dell'area nord-occidentale (+1,7 per cento) e di quella meridionale (+0,6 per cento), e diminuzioni per l'Italia nord-orientale (meno 0,5 per cento) e soprattutto per l'Italia centrale (meno 4,1 per cento). 
Tra le regioni che maggiormente contribuiscono ai flussi commerciali con l'estero, nel 2008 i piu' elevati incrementi delle esportazioni rispetto all'anno precedente hanno interessato Sardegna (+22,4 per cento), Liguria (+9,4 per cento), Lazio (+7,7 per cento), Friuli-Venezia Giulia (+5,9 per cento), Abruzzo (+4,9 per cento) e Emilia-Romagna (+2,4 per cento); le flessioni piu' rilevanti si sono, invece, registrate per Marche (meno 14,5 per cento), Toscana (meno 4,9 per cento), Veneto (meno 4,6 per cento) e Campania (meno 1,8 per cento).
E sempre lo scorso anno, considerando i settori che hanno contribuito maggiormente alle esportazioni nazionali, si rilevano dinamiche intense per prodotti petroliferi raffinati (+15,6 per cento), prodotti alimentari, bevande e tabacco (+7,6 per cento) e prodotti dell'agricoltura, silvicoltura e pesca (+4,4 per cento), piu' contenute per macchine e apparecchi meccanici (+1,5 per cento) e metalli e prodotti in metallo (+1,1 per cento).

 
Prezzi alla produzione.A gennaio -0,8% su dicembre, in un anno -2,0% Produzione nelle costruzioni.Nel IV trimestre 2008 diminuisce del 9,5% in un anno Export regioni.A gennaio-dicembre 2008 +0,3% su base annua
 
(gs/120309)
Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top