Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 1327 - venerdì 13 marzo 2009

Sommario
- Conferenza delle Regioni il 19 marzo
- Scuola: preoccupazione per tagli del Governo
- Anoressia e bulimia in aumento tra i giovani
- Tondo: droga; atteggiamento pragmatico per affrontare il problema
- Campania: nuova legge elettorale
- Sindacati medici: segnalazione clandestini è imposta

+T -T
Tondo: droga; atteggiamento pragmatico per affrontare il problema

Conferenza nazionale sulle politiche antidroga

(regioni) ''Gli attuali scenari del mercato delle sostanze stupefacenti'' esigono ''il rafforzamento degli strumenti di prevenzione e di controllo da parte delle istituzioni''. Lo sostiene il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, in un messaggio inviato alla Conferenza nazionale sulle politiche antidroga, che si e' aperta a Trieste.
''All'azione dello Stato, tuttavia - aggiunge il capo dello Stato - non puo' non affiancarsi, anche attraverso piu' incisivi e permanenti modelli collaborativi, l'opera insostituibile delle famiglie e di quel vasto e articolato settore del volontariato che ha saputo spesso offrire speranza e fiducia attraverso il sostegno, l'educazione e il recupero''. Un mercato, quello della droga, che, sottolinea il capo dello  Stato, ''non conosce barriere geografiche e appare sempre piu'  orientato verso le piu' esposte realta' giovanili e  adolescenziali''.
E’ intervenuta anche il ministro della Gioventu', Giorgia Meloni, affermando che una delle prime cose da fare, per migliorare l'approccio al problema delle tossicodipendenze e' una riforma dei servizi, ''che sono tutti, pubblici e privati, figli di una logica superata''. Per entrambi, pubblico e privato, esiste poi l'annoso problema delle risorse e dei ''soldi che non arrivano dalle Regioni - ha sottolineato il ministro - soprattutto da alcune Regioni, e questo per un retaggio ideologico''. Per Meloni, infatti, la prima cosa da fare e' quella di ''mettere da parte le ideologie, che soprattutto nel campo della droga hanno provocato piu' danni che risposte''.
Anche per il presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, Renzo Tondo, “occorre un atteggiamento pragmatico e non ideologico per affrontare il problema della droga”. Sul problema droga, secondo Tondo, occorre evitare quell'approccio ideologico che, da una parte e dall'altra, e' stato spesso assunto in questi ultimi anni. "E' un atteggiamento che non aiuta nessuno: abbiamo bisogno di risposte semplici, basate sul buon senso".
Nel portare il saluto dell'Amministrazione regionale, anche a nome della Conferenza delle Regioni, Tondo ha ricordato come la Regione abbia accolto con grande disponibilita' la proposta di organizzare la Conferenza nazionale a Trieste, di fronte all'importanza del tema. Tondo ha rivolto un ringraziamento particolare alle Forze dell'ordine che, in una regione di confine come il Friuli Venezia Giulia, stanno dando un contributo importante all'individuazione e repressione dei traffici illeciti, in collaborazione con le Polizie dei Paesi confinanti. Secondo Tondo, la Conferenza nazionale sulle politiche antidroga potra' fornire non solo un importante contributo di approfondimento, ma potra' costituire per le Regioni un'occasione per rafforzare la collaborazione con il Governo e con tutti coloro che si occupano di questo tema, ciascuno per la propria parte di responsabilita'. "Mi auguro - ha concluso Tondo - che questa Conferenza ci possa aiutare ad affrontare i problemi per quelli che sono, al di fuori di ogni schematismo ideologico, ma piuttosto in modo realistico, pragmatico, concreto". 
Infine Stefano Valdegamberi, assessore alle politiche sociali della Regione Veneto e coordinatore della Commissione Politiche Sociali della Conferenza delle Regioni è intervenuto sempre alla Conferenza nazionale contro le droghe in corso a Trieste, e ha ricordato il modello veneto nel campo della lotta contro le dipendenze. Modello che integra sociale e sanitario e che comporta una presa in carico complessiva, sociale e familiare, della persona con problemi di dipendenza. 'E' questa la strada giusta - ha detto Valdegamberi – che va continuata con il dedicarsi in modo piu' pregnante alla presa in carico anche del contesto familiare perche' una situazione di droga o di alcolismo non puo' essere affrontata a compartimenti stagni. Nel Veneto esiste una stretta connessione tra comunita' terapeutiche, associazioni di volontariato, servizi pubblici territoriali, famiglie. Proprio perche' non basta curare la persona, l'individuo, ma bisogna guardare alla sua famiglia e al contesto relazionale in cui vive. E poi – ha aggiunto Valdegamberi - occorre una maggior coerenza da parte di tutti, a partire dalle istituzioni”.
(red/120309)
Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top