Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 1329 - martedì 17 marzo 2009

Sommario
- Federalismo fiscale: passa mozione Pd su enti locali
- Emergenza cani randagi
- Crisi: Legautonomie, le misure delle Regioni per la famiglia
- In Gazzetta delibera Cipe su Fondo rotativo imprese e ricerca
- Quando l'immigrazione diventa impresa
- Bonus famiglia: istruzioni per l'uso

+T -T
Quando l'immigrazione diventa impresa

(regioni.it) C’è un’altra faccia dell’immigrazione, meno conosciuta, ma con una rilevanza per l’economia del nostro Paese piuttosto rilevante. E’ il volto di una presenza straniera extraeuropea che “si fa impresa”, fotografata dall’ultimo rapporto Movimprese, realizzato da InfoCamere (per UnionCamere).
Nel corso del 2008 sono state 36.694 le imprese individuali aperte da persone nate al di fuori dei confini dell’Unione Europea. Rispetto all’anno precedente, il totale delle imprese individuali gestite da titolari immigrati da paesi non appartenenti all’UE è aumentato di 15.187unità (nel 2007 l’aumento era stato di oltre 16mila unità), raggiungendo così il valore di 240.594 imprese, il 6,7% in più rispetto al 2007 (quando la crescita fu però dell’8%). 
Il bilancio del 2008 conferma la vitalità dell’imprenditoria immigrata che non passa, però, del tutto illesa in questa fase di crisi: rispetto al 2007, infatti, si osserva un certo rallentamento delle iscrizioni ed un incremento delle cessazioni, sia confrontando il quarto trimestre con il corrispondente periodo, sia analizzando l'intero anno. Di conseguenza anche il saldo 2008, pur restando attivo, evidenzia un ridimensionamento rispetto all'anno precedente.
 
Tab. 3 - Imprese individuali totali e con titolare immigrato da paesi non UE - Distribuzione per regioni
(Valori al 31 dicembre 2008 )
 
 
Regione
Imprese individuali con titolare immigrato
Totale imprese individuali
% imprese di immigrati sul totale
TOSCANA
25.373
223.520
11,4%
LOMBARDIA
44.581
434.996
10,2%
LIGURIA
8.835
91.685
9,6%
EMILIA-ROMAGNA
24.730
260.291
9,5%
FRIULI-VENEZIA GIULIA
5.678
64.160
8,8%
VENETO
21.974
280.801
7,8%
LAZIO
20.127
266.222
7,6%
MARCHE
7.674
107.031
7,2%
PIEMONTE
18.210
272.672
6,7%
ABRUZZO
6.194
95.689
6,5%
UMBRIA
3.323
53.795
6,2%
CALABRIA
7.181
126.503
5,7%
CAMPANIA
15.029
308.836
4,9%
SARDEGNA
5.145
110.060
4,7%
TRENTINO-ALTO ADIGE
2.965
67.716
4,4%
SICILIA
13.034
320.427
4,1%
VALLE D'AOSTA
290
7.896
3,7%
MOLISE
945
26.236
3,6%
PUGLIA
8.259
269.324
3,1%
BASILICATA
1.047
45.056
2,3%
ITALIA
240.594
3.432.916
7,0%
Fonte: Unioncamere-InfoCamere, Movimprese
 
(red/17.03.09)
Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top