Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 1333 - lunedì 23 marzo 2009

Sommario
- Piano casa: 25 marzo vertice delle Regioni
- Piano casa: i contenuti secondo i mass media
- Permessi di soggiorno: più di 2 milioni a gennaio
- Marcegaglia: Confindustria; incontro nostro con presidenti di Regione
- Sardegna: Giunta e programma
- Agenas: Moirano nuovo Direttore

+T -T
Permessi di soggiorno: più di 2 milioni a gennaio

Via libera all'ingresso di 80mila lavoratori stagionali

Dal conto sono ormai esclusi quei cittadini appartenenti ai 27 paesi dell'Ue, visto che nel 2007 l'Italia ha recepito la direttiva comunitaria che prevede per i cittadini dei paesi membri il diritto di libera circolazione e soggiorno nel territorio degli stati membri.
Il numero piu' elevato e' rappresentato dagli albanesi con 303.818 seguiti dai marocchini con 277.329, dagli ucraini con 139.711 e dai cinesi con 137.912 permessi di soggiorno.
Gli altri Paesi di provenienza si situano tutti al di sotto delle centomila unita'. Nell'ordine: filippini, moldavi, tunisini, indiani, serbi, peruviani, ecuadoriani, egiziani, cingalesi, bengalesi, senegalesi, macedoni, pachistani, brasiliani, nigeriani e ghanesi per i primi venti posti. Subito dopo, seguono gli statunitensie i russi.
Per quanto riguarda, invece, le regioni di accoglienza, le presenze oltre i centomila si concentrano tutte al Centro-Nord:
521.295 in Lombardia, 250.734 in Emilia-Romagna, 243.886 in Veneto, 200.574 nel Lazio, 174.217 in Toscana, 149.571 in Piemonte. Al Sud, la prima regione, con 84.336, e' la Campania.
Dei 2.063.127 extracomunitari che hanno ottenuto il permesso di soggiorno, 1.064.673 sono maschi e 998.454 femmine. La maggior presenza e' rappresentata da immigrati dai paesi europei non comunitari, con oltre 715mila permessi, seguiti da quelli provenienti dall'Africa (607.141), dall'Asia (474.272), dall'America (264.293) e dall'Oceania (2.103).
Tra i dati dei singoli Paesi ci sono anche: Filippine (83.589), Moldova (72.399), Tunisia (67.069), India (65.857), Serbia e Montenegro (61.111), Peru' (57.800). Con oltre 50mila cittadini presenti in Italia ci sono anche Ecuador, Egitto, Sri Lanka, Bangladesh e Senegal. Sotto le 40mila presenze, infine, Pakistan, Brasile, Nigeria e Ghana.
Il maggior numero di extracomunitari si concentrano al nord: 737.620 nelle regioni nord occidentali e 599.207 in quelle del nord est. La Lombardia e' la regione che ha concesso al 1
gennaio 2008 piu' permessi di soggiorno: 521.295, contro i 250.734 dell'Emilia Romagna, i 243.886 del Veneto e i 200.574 del Lazio.
Tra le province, in testa e' Milano con 217.780 seguita da Roma con 170.691 e Brescia con 100.879. Fra i centomila e icinquantamila permessi di soggiorno si situano nell'ordine Torino, Firenze, Vicenza e Bergamo. Quindi, Modena a precedere Napoli e Bologna.
Quanto, infine, ai motivi della presenza degli extracomunitari in Italia, oltre la meta' di chi ha il permesso di soggiorno, per la precisione 1.239.263, lo ha richiesto per motivi di lavoro; un buon numero, pari a 680.225, per motivi di famiglia.
Molto piu' esiguo il numero di chi richiede e ottiene il documento per motivi di studio (45.458), di religione (24.297), umanitari (21.559); seguono fra le altre motivazioni, nell'ordine, la residenza elettiva, la salute, l'asilo politico e la richiesta d'asilo.
Infine con la firma del presidente del Consiglio arriva il via libera all'ingresso di 80mila lavoratori stagionali extracomunitari fortemente atteso nelle campagne dove stanno per iniziare i lavori di preparazione e raccolta della primavera. Lo afferma la Coldiretti, che sollecita la rapida pubblicazione del provvedimento in Gazzetta Ufficiale e la ripartizione delle autorizzazioni di ingresso tra le regioni ''poiche' la mancanza di personale rischia di danneggiare settori rilevanti per il Made in Italy agroalimentare''.
Come per lo scorso anno, aggiunge la Coldiretti, il decreto dovrebbe permettere l'assunzione per lavori stagionali di cittadini non comunitari, principalmente da Serbia, Montenegro, Bosnia-Herzegovina, Macedonia, Croazia, India, Pakistan, Bangladesh, Sri Lanka e Ucraina. L'organizzazione ricorda che l'incidenza dei lavoratori extracomunitari sui lavoratori agricoli, pari al 10%, e' tra le piu' elevate dei diversi settori economici, secondo il XVIII Rapporto Caritas/Migrantes.
Sono molti, conclude, i 'distretti agricoli' dove i lavoratori immigrati sono diventati indispensabili come nel caso della raccolta delle fragole nel Veronese, delle mele in Trentino, della frutta in Emilia Romagna, dell'uva in Piemonte, del tabacco in Umbria e Toscana o del pomodoro in Puglia.
 
(red/23.03.09)
Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top