Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 1364 - venerdì 8 maggio 2009

Sommario3
- Ministero turismo: decisione unilaterale del Governo
- Fini: pensare a Senato delle Regioni
- Il Cipe approva il Piano casa
- Brambilla Ministro del turismo
- Forum PA a Roma dall'11 al 14 maggio
- Rifiuti: dati Istat capoluoghi di provincia

+T -T
Ministero turismo: decisione unilaterale del Governo

(regioni.it) “Dato che il turismo è costituzionalmente materia di competenza esclusiva delle Regioni – ha dichiarato il Presidente della Conferenza delle Regioni, Vasco Errani - avevo chiesto al Ministro Raffaele Fitto (cfr. “regioni.it” n. 1363) una interlocuzione diretta con il Governo in ordine alla ventilata ricostituzione del Ministero, che può prefigurare una centralizzazione sbagliata istituzionalmente e superata dai fatti.
Nonostante la disponibilità assicurata dal Ministro per i rapporti con le Regioni questa interlocuzione non c’è stata e il Governo ha proceduto unilateralmente (cfr. notizia successiva).
Giudico questo fatto in modo negativo e fuori dalle pratiche di leale collaborazione che dovrebbero sempre informare i rapporti fra Esecutivo e Regioni.
A questo punto – ha concluso Errani - le Regioni chiedono chiarezza sulle competenze, ed un lavoro di piena e puntuale condivisione delle linee strategiche delle politiche turistiche”.
 
(red/08.05.09)

+T -T
Fini: pensare a Senato delle Regioni

(regioni.it) Federalismo significa anche Senato delle Regioni. Lo sostiene il presidente della Camera, Gianfranco Fini. Nel contempo bisogna evitare sia una "rigida logica centralistica, sia un eccesso di frammentarieta' che inevitabilmente si tradurrebbe in una dispersione di risorse".
Fini (intervenuto a Milano l'8 maggio allaIV convocazione delle Assise della sussisdiarierà, promossa dal Comitato delle Regioni) sottolinea che "secondo il principio di sussidiarieta', il livello di governo sovraordinato e' legittimato ad intervenire ogni qualvolta i livelli di governo subordinati si siano dimostrati inadeguati allo scopo. In questo modo il pensiero federalista contribuisce alla valorizzazione del pluralismo e al riconoscimento dell'articolazione dei poteri e della societa' come fattori di progresso. Il concetto di sussidiarieta' ha assunto una duplice dimensione da un lato -ha spiegato Fini- come relazione tra enti e pubblici e soggetti privati, sussidiarieta' orizzontale, dall'altro come rapporto tra le istituzioni centrali e quelle locali, sussidiarieta' verticale".
"Il paese ha intrapreso un percorso verso un assetto federale – ha dichiarato Fini - e penso che questo porti a pensare anche a prerogative e funzioni diverse tra i rami del Parlamento. Per completare questo assetto si puo' pensare, come ad esempio avviene in Germania, ad un Senato delle Autonomie o delle Regioni".
"Tra i vantaggi del superamento del bicameralismo perfetto - ha aggiunto Fini - c'e' quello di rendere piu' efficiente e rapido il percorso per l'approvazione delle leggi. Il mondo e' cambiato e abbiamo bisogno di poter approvare le riforme piu' rapidamente perchè siamo ormai nell'era della globalizzazione e i ritardi possono rendere meno efficaci anche le riforme piu' giuste".
Ad esempio “sulla lotta all'inquinamento - ha spiegato il  presidente della Lombardia Roberto Formigoni -, l'Unione ha  dimostrato con una serie di direttive troppo centraliste di non  conoscere la realtà sul territorio. La Lombardia e altre  Regioni hanno chiesto che si vada avanti integrando i poteri  dell'Unione Europea con quelli delle Regioni e degli Stati.
L'equilibrio va costantemente riaggiornato''. Esempi positivi, in questo senso, gia' esistono: non solo il riferimento alla  sussidiarieta' nel trattato di Lisbona (che Fini ha auspicato  venga ratificato al piu' presto da tutti i Paesi membri) ma  anche - proprio nel settore ambientale - il patto su energie  pulite e lotta all'inquinamento che grazie al Comitato delle  Regioni e' stato sottoscritto, come ha ricordato il presidente  del comitato Luc Van den Brande, da 400 sindaci.
Un invito a guardare alla sussidiarieta' con un approccio non  ideologico e' arrivato dall'ex commissario Mario Monti che ha ricordato  esempi in cui e' stato importante delegare responsabilita', ma  ha anche aggiunto che ci sono materie in cui servirebbe  ''maggiore accentramento decisionale'' come la fiscalita' in  questo momento di crisi.
''Vogliamo uno Stato - ha concluso Formigoni - che riconosca il nuovo protagonismo della societa' civile, delle persone,  delle famiglie e le aiuti a realizzare le risposte ai loro  bisogni. La sussidiarieta' e i suoi pilastri, liberta', fiducia,  responsabilita', non sono stampelle sociali per uno Stato  inefficiente. Rappresentano la possibilita' di una via di uscita  reale dalla crisi e la leva economica per costruire uno sviluppo  duraturo”.
“Quello della sussidiarieta' - ha detto l’assessore al bilancio della Regione Veneto. Isi Coppola - e' un principio che puo' costituire, a pieno titolo, la chiave di volta dell'architettura dell'Europa che vogliamo''. ''Oggi - ha aggiunto - ci troviamo di fronte ad una societa' orizzontale, a rete, piu' moderna e piu' dinamica, piu' complessa e piu' differenziata in cui il cittadino e' piu' maturo e piu' esigente. Ed e' a questa nuova dimensione della democrazia che la politica e le istituzioni debbono rispondere in tempi accettabili''. In quest'ottica, per Coppola, ''quanto piu' il potere decisionale e' vicino al cittadino, tanto maggiore e' la democrazia, perche' maggiore e' la responsabilita' che ne deriva. Gli strumenti ci sono, la sussidiarieta' e' uno di questi''.
 
(red/08.05.09)

+T -T
Il Cipe approva il Piano casa

(regioni.it) Il Cipe, Comitato interministeriale per la programmazione economica, presieduto da Giulio Tremonti, ministro dell’Economia, ha approvato l’8 maggio il Piano nazionale per l’edilizia abitativa che sblocca un primo stanziamento per complessivi 350 milioni di euro. Di questi: 200 milioni di euro sono da ripartire tra le Regioni per l’edilizia popolare; gli altri 150 milioni sono destinati al sistema integrato di fondi immobiliari per l’incremento della dotazione degli alloggi sociali. Le quote di tali fondi potranno essere sottoscritte solo da investitori istituzionali di lungo termine. Questa prima assegnazione consentirà di attivare ulteriori risorse pubbliche e del settore non profit. Il Cipe ha poi approvato un’assegnazione di 330 milioni di euro, nell’ambito del Fondo Infrastrutture, per investimenti nel settore del trasporto ferroviario di media-lunga percorrenza in gran parte concentrati nelle aree del Mezzogiorno.
Sono state inoltre approvate alcune opere infrastrutturali:
1) l'Asse ferroviario 'Pontremolese' che collega le citta' di Parma e La Spezia. E’ il progetto preliminare dell'intera opera che di un primo lotto (Parma-Vico Fertile) per un importo di 234 milioni di euro che sara' posto in gara;
2) approvata la variante di Nova Siri sulla S.S. 106 Ionica per 88 milioni di euro anch'essa pronta per la gara;
3) reiterati i vincoli espropriativi per l'Alta Velocita' ferroviaria Milano-Verona per consentire la
cantierizzazione dell'opera.
Il ministro Matteoli ha, inoltre, consegnato al Cipe una nota informativa in cui si comunica il completamento delle istruttorie su altri interventi infrastrutturali da sottoporre al comitato nella prossima riunione. Si tratta: della S.S. Agrigento-Caltanissetta; della S.S. 106 Ionica - mega lotto 3; del completamento dell'ammodernamento dell'autostrada Salerno-Reggio Calabria, tronco terzo e del nuovo svincolo di Rosarno; della strada Licodia Eubea-collegamento S.S. 117 bis; del tunnel di sicurezza del Frejus e della metrotramvia di Bologna. Sono interventi pronti per le gare d'appalto e che prevedono investimenti complessivi per 2,068 miliardi di euro. Infine, il ministro ha proposto la realizzazione dell'Aeroporto di Viterbo.
''Desidero manifestare gratitudine al Cipe e al Governo - dichiara il ministro Matteoli - per aver accolto le proposte con cui si comincia a dare attuazione al quadro programmatico degli investimenti infrastrutturali approvati dal Cipe il 6 marzo scorso. Particolare rilievo assume l'approvazione del Piano Casa per l'edilizia abitativa che ora potra' effettivamente offrire un contributo significativo per fronteggiare il disagio abitativo di cui soffrono, in particolare, le giovani coppie e gli anziani''.
 
 
(red/08.05.09)

+T -T
Brambilla Ministro del turismo

"Promossi" a Viceministri alcuni Sottosegretari

(regioni.it) Il Consiglio dei Ministri si è riunito l’8 maggio, alle ore 13,00 a Palazzo Chigi, sotto la presidenza del Presidente, Silvio Berlusconi. Segretario, il Sottosegretario di Stato alla Presidenza, Gianni Letta. Il Presidente Berlusconi ha annunciato al Consiglio che il Sottosegretario Michela Vittoria Brambilla è stata nominata Ministro senza portafoglio per il turismo. Inoltre sarà attribuito il titolo di Vice Ministro ai Sottosegretari Roberto Castelli (Infrastrutture e trasporti), Giuseppe Vegas (Economia e finanze), Ferruccio Fazio (Salute), Adolfo Urso e Paolo Romani (Sviluppo economico). Su proposta del Presidente Berlusconi e del Ministro Sacconi è stato poi approvato un disegno di legge che istituisce un autonomo Dicastero della salute, scorporandolo dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali. Il Ministero della salute avrà, oltre al ministro, due Sottosegretari; contestualmente è stato deciso anche di prevedere un Sottosegretario ai Rapporti con il Parlamento e altri due al Lavoro. Il disegno di legge modifica pertanto il comma 376 dell’articolo 1 della legge finanziaria per il 2008. Il Consiglio ha dato mandato al Ministro per i rapporti con il Parlamento di chiedere una corsia preferenziale per la rapida approvazione del provvedimento.
 
(red/08.05.09)

+T -T
Forum PA a Roma dall'11 al 14 maggio

Errani il 12 maggio partecipa ad un convegno sul federalismo fiscale

(regioni.it) Dall’11 al 14 maggio si terrà presso la Fiera di Roma la 20° edizione di Forum PA: mostra convegno dell’innovazione nelle PA e nei sistemi territoriali.
Come di consueto è prevista una notevole partecipazione da parte di rappresentati delle Regioni e delle autonomie locali.
Il programma, prevede fra l’altro, la partecipazione il 12 maggio (in mattinata) del Presidente della Conferenza delle Regioni, Vasco Errani ad un convegno che avrà come tema: “federalismo fiscale e federalismo istituzionale: quale impatto sulle amministrazioni pubbliche?” (per le iscrizioni il link è: http://profilo.forumpa.it/i.php?cod=T.1)
Questo il programma
Chairperson: Aldo Brancher (Sottosegretario di Stato - Presidenza del Consiglio dei Ministri con delega alle Riforme per il Federalismo)
Relazioni
Carlo Vizzini (Presidente della Commissione Affari costituzionali - Senato della Repubblica)
Massimo Garavaglia (Vicepresidente della Commissione Bilancio - Senato della Repubblica)
Walter Vitali (Componente della Commissione Affari costituzionali - Senato della Repubblica)
Vasco Errani (Presidente - Conferenza delle Regioni e delle Province autonome)
Fabio Melilli (Presidente - UPI - Unione Province Italiane)
Sergio Chiamparino (Vicepresidente Vicario - Associazione Nazionale Comuni Italiani)
Conclusioni
Raffaele Fitto (Ministro - per i Rapporti con le Regioni)
 
(red/08.05.09)

+T -T
Rifiuti: dati Istat capoluoghi di provincia

(regioni.it) Sono disponibili i dati sulla gestione dei rifiuti urbani da parte di 111 comuni capoluogo di provincia. L'Istat ha reso noto infatti i dati relativi alla gestione dei rifiuti urbani derivanti dall’indagine “Dati ambientali nelle città” che ha coinvolto gli Uffici comunali di statistica e altri organismi operanti sul territorio comunale..
Nel 2007 sono stati conferiti in discarica 352,2 kg per abitante, recuperati 132,7 kg per abitante, inceneriti 102,2 kg per abitante e avviati al compostaggio 36,9 kg per abitante. Rispetto al 2000, i comuni capoluogo di provincia, nel loro insieme, hanno ridotto il ricorso alla discarica (-9,3 punti percentuali) avviando maggiori quantitativi agli impianti di recupero (+4,7), di incenerimento (+2,8) e di compostaggio (+1,8).

(red/08.05.09)
Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top