Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 1370 - lunedì 18 maggio 2009

Sommario
- 21 maggio, Conferenza delle Regioni
- Nuovo Patto Salute: il Sole intervista Formigoni
- Abruzzo: terremoto; Ordinanza n. 3766
- Scajola: Fiat-Opel; confronto con parti sociali e regioni
- Conferenza Stato-Regioni il 21 maggio
- Conferenza Unificata il 21 maggio

+T -T
Nuovo Patto Salute: il Sole intervista Formigoni

(regioni.it) “Il problema è molto complesso: le Regioni hanno chiesto di insediare il tavolo; il ministro Fitto ha detto che saà insediato a breve…Appuntamenti per ora non ce ne sono”. Il Sole24ORE intervista Roberto Formigoni, presidente della regione Lombardia, in merito al confronto Governo-Regioni sul nuovo Patto della Salute e quindi sui nuovi livelli essenziali di assistenza. I Lea rivisitati e corretti sostituiranno a tutti gli effetti quelli scritti nel vecchio Dpcm del 2001, ancora in vigore. Ma i nuovi Lea sono direttamente collegati alla firma del Patto sulla Salute 2010-2012, partendo dal riconoscimento dei 7 miliardi di finanziamenti finora mancanti. E Formigoni si augura che entro il prossimo settembre si chiuda l’accordo.
«La partita Governo-Regioni su livelli essenziali di assistenza, costi standard e Patto sulla salute – afferma Formigoni - dovrà essere chiusa al più tardi entro settembre. Altrimenti c'e il rischio di bloccare il sistema proprio in un anno elettorale come il 2010, quando andrà avanti solo l'attività amministrativa».
“Sui Lea l'aspetto finanziario e essenziale: il tentativo di aggiornamento da parte del precedente governo è naufragato proprio perche la Corte dei conti ha ritenuto che non vi fosse sufficiente copertura. Ora tutto deve confluire nel nuovo Patto sulla salute”.
Formigoni replica subito alle classifiche stilate nell'ambito del Progetto «Misura» di Forum P.A., che piazzano la sanità lombarda dodicesima in graduatoria.«Quelle classifiche mi hanno fatto sorridere», dice Formigoni « Qualcuno andasse a chiedere spiegazioni ai cittadini. Sia a quelli del-le 22 Regioni in deficit che dovranno sanare tra sovrattasse, Irpef e ticket lo sbilancio registrato, sia alle centinaia di migliaia che ogni anno migrano in Lombardia per farsi curare. Noi abbiamo la coscienza tranquilla: da sei anni abbiamo i bilanci in pareggio».
“Il nostro e un modello valido, ma non abbiamo mai pensato di insegnare qualcosa agli altri. Proprio perche siamo in epoca di federalismo e lecito che ogni Regione segua un proprio modello. Il nostro è centrato sulla libertà di scelta del cittadino e sulla libertà di scelta del medico. E funziona”.
Siamo stati i primi – aggiunge Formigoni - a chiedere le valutazioni internazionali e calcoliamo sistematicamente la soddisfazione degli utenti: “monitoriamo i tempi d'attesa, come è doveroso da parte di un'amministrazione che ha a che fare con 10 milioni di cittadini. Per noi quellc che conta è l'efficienza del serviizio”. Di più: “non è la Lombardia ad avere la quota di privato più alto: siamo solo sesti”.
In merito ai costi standard, ribadisce Formigoni, “Il dibattito politico nonè ancora stato avviato. Finora sono andate in giro solo "esercitazioni" che non sono certo frutto di un lavoro condiviso. Il lavoro concreto uscirà dalla commissione appena insediata, che per inciso e presieduta proprio dal-la Lombardia”.
Il riparto del Fondo sanitario nazionale èstato previsto ufficialmente solo fino al 2009: “Per il 2010 e per gli anni successivi c'e solo un'indicazione in Finanziaria che le Regioni hanno definito dall'inizio "insostenibile". Per non bloccare il sistema questa definizione non può essere fatta oltre settembre”.
 
(red/18.05.09)
Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top