Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 1488 - martedì 1 dicembre 2009

Sommario
- Digitale terrestre: gli ultimi passaggi regionali del 2009
- Droga: accordo Conferenza Regioni e Comunità
- La governance nel settore delle dipendenze
- Federalismo fiscale: Durnwalder e Dellai su accordo con Governo
- Istat: disoccupazione all'8%
- Sacconi: in Finanziaria fondi per la non autosufficienza

+T -T
Droga: accordo Conferenza Regioni e Comunità

Conferenza Regioni Doc 29.10.09

(regioni.it) la Conferenza delle Regioni del 29 ottobre ha approvato il testo di un accordo fra la Conferenza stessa e la Federazione Italiana Comunità terapeutiche (Fict) e il Coordinamento Nazionale Comunità di accoglienza (Cnca)
Si riporta il documento integrale, pubblicato (in formato pdf) nella sezione “Conferenze” del sito www.regioni.it .
Il giorno 29 del mese di ottobre dell'anno 2009
si sono riuniti:
Il Dr. Enrico Rossi, Assessore al Diritto alla Salute della Regione Toscana e Coordinatore della Commissione Salute della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome
Il Dr. Stefano Valdegamberi, Assessore alle Politiche Sociali della Regione Veneto e Coordinatore della Commissione Politiche Sociali della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome
Il Dr.ssa Mariafederica Massobrio, in rappresentanza della Federazione Italiana Comunità
Terapeutiche (FICT)
Il Dr. Lucio Giuliano Babolin, in rappresentanza del Coordinamento Nazionale Comunità di
Accoglienza (CNCA) .
E' presente alla firma del presente Accordo il Presidente della Consulta delle Società Scientifiche e delle Associazioni Professionali del campo delle Dipendenze Patologiche che ha partecipato ai lavori preparatori del presente documento e che ne condivide i contenuti.
Premessa
Con il Piano Italiano di Azione sulle Droghe oggetto di Accordo, ai sensi dell'art. 9 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281, tra il Governo, le Regioni e le Province Autonome di Trento e Bolzano e gli Enti Locali (Rep. Atti n. 4 della Conferenza Unificata del 24 gennaio 2008), le Regioni e Province Autonome si sono impegnate, tra l'altro, a: ricostituire il Coordinamento tecnico permanente e tematico in materia di droghe tra le Regioni e PA;
~ creare luoghi di coordinamento stabile tra le Regioni e PA e le Associazioni maggiormente rappresentative nel settore delle dipendenze;
~ contribuire fattivamente alla mappatura delle risorse destinate al settore delle dipendenze.
Il Coordinamento tecnico ha proweduto ad effettuare nel corso del 2008 una prima ricognizione/mappatura da cui si sono evidenziate alcune criticità. Il presente accordo affronta quelle ritenute più urgenti, che riguardano in particolare alcune Regioni. o gravi ritardi nel pagamento delle rette per i trattamenti residenziali e semiresidenziali non sempre rispettosi dei tempi previsti dagli accordi/convenzioni sottoscritti tra le Aziende USL e le Associazioni del privato, nelle Regioni con deficit sanitari e con piani di rientro; o eccessiva variabilità nell'identificazione dell'ammontare delle rette previste per i trattamenti residenziali e semiresidenziali, a fronte di identica denominazione di tipologie di servizi e di prestazioni;
o ritardi nei processi di accreditamento istituzionale' e nel grado di integrazione del sistema territoriale pubblico/privato
Le criticità rilevate non investono in eguale misura tutte le Regioni e le Province Autonome ed è pertanto interesse comune strutturare un sistema integrato che, pur nel rispetto delle singole autonomie regionali, sia capace di fornire il più possibile alle persone che lo richiedono prestazioni di qualità in tutto il territorio nazionale a costi omogenei.
A tal fine le parti concordano la sottoscrizione del presente accordo con la finalità di:
1. pervenire in tempi brevi al pagamento degli arretrati dovuti alle Associazioni del privato per trattamenti di recupero e riabilitazione effettuati in regime residenziale e semiresidenziale;
2. avviare su tutto il territorio nazionale tavoli tecnici locali tra Regioni e tutti gli attori del sistema dei servizi che, nel rispetto delle singole autonomie regionali, consentano di affrontare in modo omogeneo le problematiche e le istanze specifiche dei cittadini interessati e del settore delle dipendenze;
3. consolidare il confronto tra il Gruppo tecnico interregionale sulle dipendenze e le rappresentanze del sistema dei servizi per fe dipendenze, per monitorare le previsioni del presente accordo ed affrontare le criticità emerse e non ricomprese nel presente accordo.
Le Regioni e P.A. si impegnano a:
a. attivare le necessarie procedure e atti, nelle realtà regionali dove tale problema è presente, finalizzati alla liquidazione degli arretrati dovuti (compresi gli interessi nel frattempo maturati), da effettuarsi entro 180 giorni dalla sottoscrizione del presente accordo;
b. affrontare entro il 2009, nelle realtà regionali dove tale problema è presente, il ritardo dei pagamenti delle rette agli Enti gestori, anche prevedendo eventuali percorsi privilegiati per le ONLUS e comunque stabilendo che i tempi di pagamento non debbano superare i 90 giorni dal ricevimento delle fatture;
c. avviare entro il 2009 nelle realtà regionali che erogano rette inferiori alla media nazionale un processo di analisi finalizzato alla ridefinizione delle rette stesse, sulla base delle prestazioni e della tipologia dei servizi definiti;
d. avviare o completare, come previsto dal D.Lgs. 229/99, e nel rispetto delle normative e degli indirizzi vigenti nelle diverse Regioni e P.A, il percorso di accreditamento dei servizi pubblici e privati
Gli Enti sottoscrittori si impegnano a:
a. definire, in accordo con le Regioni, il prodotto terapeutico erogato;
b. diversificare progressivamente l'offerta terapeutica in base ai bisogni delle persone con problemi di dipendenza, opportunamente rilevati, e delle linee di indirizzo della programmazione regionale;
c. adottare modalità organizzative che favoriscano la più ampia integrazione tra i propri interventi e quelli offerti dalle reti pubbliche; .
d. promuovere una formazione permanente ed integrata del proprio personale;
e. adottare una metodologia di intervento fondata sulla valutazione del risultati, nel rispetto del diritto delle persone con problemi di dipendenza ad accedere a cure ed interventi di comprovata efficacia su tutto il territorio nazionale .
Letto. firmato e sottoscritto
Per la Conferenza delle Regioni e delle Province autonome
Vasco Errani
per la Commissione salute
II Coordinatore Dr. Enrico Rossi
Per la Commissione politiche sociali
Il Coordinatore Dr. Stefano Valdegamberi
per la Federazione Italiana Comunità Terapeutiche – FICT
Dott.ssa Maria Federica Massobrio
per ii Coordinamento Nazionale Comunità di accoglienza (Cnca)
Dr. Giuliano Barbolin
Firmato anche dal Rappresentante della Consulta delle Società Scientifiche e delle Associazioni Professionali nel Campo delle Dipendenze
 
(red/01.12.09
Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top