Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 1490 - giovedì 3 dicembre 2009

Sommario3
- Errani su patto salute: risultato importante per il Paese
- Errani: Patto Salute è collegato a sblocco Fas
- Patto Salute per una sanita' piu' efficace ed efficiente
- UE: Bresso candidata a presiedere Comitato Regioni
- Il 9 Conferenza Regioni su riparto Fondo Sanitario Nazionale
- Stato-Regioni: on line gli atti del 5 novembre

+T -T
Errani su patto salute: risultato importante per il Paese

(regioni.it) Un percorso particolarmente impegnativo che ha permesso però la condivisione dell’impianto normativo che definisce le regole del nuovo patto per la salute, come ha confermato al termine della Stato-Regioni il Presidente Vasco Errani:  “Abbiamo siglato una intesa impegnativa sul patto per la salute che definisce le norme attraverso cui governare la sanità”.  “E' importante sottolineare – ha proseguito Errani - che questo patto nasce da una prolungata iniziativa delle Regioni durata oltre 4 mesi e mezzo per ottenere lo sblocco delle risorse per il fondo sanitario. Grazie a questo sforzo si è arrivati ad un incremento rilevante dello stesso fondo. Infatti – ha spiegato il Presidente della Conferenza delle Regioni - ciò che era inizialmente previsto avrebbe comportato una situazione di totale ingovernabilità della sanità. Abbiamo scelto noi per primi un atteggiamento di responsabilità,nel senso che abbiamo voluto trovare le forme per assicurare il governo della qualità a garanzia dei livelli essenziali di assistenza, responsabilizzando le Regioni nella gestione.
E' stato un lavoro molto impegnativo, ma credo che il risultato sia importante per il Paese” Quanto al riparto  del fondo sanitario “ne discuteremo – ha annunciato Errani - la prossima settimana, ma ho  comunque preso atto del ritiro del documento delle Regioni del Sud.
Notizie dall’archivio di “regioni.it” del 23 3 del 24 ottobre 2009:
 
(red/03.12.09)

+T -T
Errani: Patto Salute è collegato a sblocco Fas

(regioni.it) La firma del Patto della Salute significa anche il rispetto da parte del Governo degli inpegni presi sui Fondi per aree sottoutilizzate (Fas). Impegni che vanno rispettati nella prossima riunione del Cipe.
Per Vasco Errani infatti ''la firma del Patto per la salute e' collegata all'accordo raggiunto a ottobre con il presidente del Consiglio che prevede anche lo sblocco dei Par-Fas'', ossia i piani attuativi regionali per realizzare infrastrutture con i finanziamenti del fondo Fas per le aree sottoutilizate. Lo ha ribadito il presidente della Conferenza delle Regioni al termine della Stato-Regioni del 3 dicembre. Lo sblocco del Par-Fas da parte del Cipe ''per noi e' irrinunciabile - ha detto Errani -. Se questo non dovesse avvenire, si aprirebbe di nuovo una situazione di rottura tra governo e Regioni che noi non auspichiamo''.
''Il ministro Fitto - ha aggiunto Errani – ci ha dato garanzie - ha aggiunto - che entro dicembre sara'  convocato il Cipe per sbloccare i fondi''.
Ribadisce Errani: "Noi abbiamo chiarito in premessa che la nostra firma sul patto sta all'interno dell'accordo che abbiamo sottoscritto con il Presidente del Consiglio Berlusconi che prevedeva l’intesa sulle risorse aggiuntive sul fondo sanitario nazionale e l’approvazione nel CIPE dei PAR regionali e per il FAS regionale. Questa firma è collegata alla conferma di questo impegno e il Ministro Fitto ha risposto che entro dicembre ci sarà un CIPE per l’approvazione dei PAR regionali. Questo per noi è un punto che, come abbiamo chiarito, per noi irrinunciabile. Se ciò non dovesse accadere, ma sono convinto, spero e auspico che non avvenga, si avrebbe una situazione di nuovo molto critica fra Governo e Regioni".
Il ministro per gli Affari Regionali, Raffaele Fitto, spiega che il Governo sta ''lavorando perche' entro fine anno sia convocato un Cipe per sbloccare i fondi Fas per tutte le Regioni, comprese quelle del Sud''. ''Quello di oggi - ha spiegato Fitto - era un Cipe straordinario che aveva un solo punto all'ordine del giorno ed aveva carattere tecnico: non ha senso appigliarsi a questo per fare polemica''.
 (red/03.12.09)

+T -T
Patto Salute per una sanita' piu' efficace ed efficiente

Iorio, Colozzi, Vendola, Chiodi, Rossi...

(regioni.it) L'accordo che le Regioni hanno raggiunto sul patto della salute rappresenta ''un'enorme assunzione di responsabilita'''. Lo ha spiegato il coordinatore della Commissione Affari finanziari della Conferenza delle Regioni, Romano Colozzi.
''Non e' mai successo - ha aggiunto Colozzi - che un livello istituzionale accentuasse la severita' dei controlli sulla spesa pubblica come in questo caso. Se questa pratica fosse ampliata a tutti i livelli, sarebbe una vera rivoluzione copernicana. Non bisogna continuare a dire che l'aumento della spesa e' colpa di un destino cinico e baro, ma si devono mettere in atto provvedimenti positivi di controllo della spesa''. Questo perche' tra le Regioni ''si e' registrato un grande senso di responsabilita' e, per la prima volta, si sono individuate regole severe per il contenimento della spesa pubblica che dovrebbero essere attuate in tutti i settori della pubblica amministrazione, dai comuni ai ministeri''.
''C'e' l'impegno ad aprire entro 30 giorni un tavolo tecnico-politico per affrontare il nodo degli 800 milioni per la farmaceutica''. Lo ha detto il vicepresidente della Conferenza delle Regioni e presidente della Regione Molise, Michele Iorio.
Iorio ha ribadito che la cifra di 800 milioni ''nel Fondo c'e', e' stanziata'' ma il meccanismo di copertura previsto nel Patto, legato alla ricontrattazione dei prezzi dei farmaci con l'Aifa, non garantirebbe un'entrata di questa entita' per le Regioni. Per questo le Regioni chiedono una proroga ''almeno di sei mesi'' del meccanismo di sconto attualmente in vigore e che andra' in scadenza a fine anno.
Secondo Colozzi, "l'accordo sulla farmaceutica verra' raggiunto dal tavolo al massimo entro tre mesi - stima - perche' e' interesse dello Stato e delle Regioni farlo il prima possibile". Mentre il coordinatore degli assessori alla Sanita', Enrico Rossi, è preoccupato "Sono preoccupato - spiega - sulla possibilita' che il tavolo raggiunga un rapido accordo, mentre per tutto il resto sono  stati compiuti passi avanti. Se non vengono reinserite le regole sugli extra-sconti - aggiunge Rossi - si rischia di regalare un milione di euro per finanziare una rendita dell'industria farmaceutica che non e' quella che investe sull'innovazione, pagando oltretutto i farmaci generici il 30% in piu' rispetto al resto d'Europa. Non vorrei – afferma Rossi - che interessi particolari abbiano prevalso su quelli generali".
"Il Governo - aggiunge Tommaso Fiore, assessore alla Sanita' della Regione Puglia - e' contrario al ripristino degli extra-sconti. Si tratta di 800 mln che, in questo modo, verrebbero sottratti alle Regioni e versate sul sistema delle farmacie" o piuttosto "destinate, con un provvedimento ad hoc in gennaio - ipotizza - a favore dello Stato, per motivi di cassa".
2010-2012.Il presidente della Regione, Gianni Chiodi, ha sottolineato come il Patto ha di fatto sancito la norma che il commissario sara' il presidente della Regione. ''Con questa norma - ha detto Chiodi - vogliamo dimostrare che i presidente delle Regioni, come sistema delle Regioni, sono in grado di affrontare i problemi legati al controllo della spesa sanitaria. E' chiaro che quando il presidente-commissario risulta inadempiente su uno o alcuni punti del Piano di rientro, il Governo nomina un commissario ad acta per quegli atti non fatti''.
Infine il presidente della regione Puglia, Nichi Vendola, sottolinea come "il Cipe convocato oggi non ha all'ordine del giorno lo sblocco del Fas: questo dimostra le reiteratemenzogne del Governo che non vuole consentire alle Regioni di cantierizzare le opere pubbliche per una sporca campagna elettorale che si fa sulla pelle della gente". Vendola ha ricordato di aver avuto "le garanzie del ministro per gli Affari regionali Raffaele Fitto e del sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Gianni Letta, il quale aveva spiegato che si trattava solo di un ostacolo tecnico. Ma non e' cosi' e credo - conclude - che ci sia stato anche uno scontro nell'Esecutivo" sulla questione.
''Il nuovo Patto Triennale dellaSalute assicura importanti spazi di riconoscimento normativoe finanziario alle particolarita' territoriali e demografiche del Molise'', ha detto il vice Presidente della Conferenza delle Regioni, Michele Iorio. ''Esso - ha aggiunto Iorio- e' il frutto di un lungo e serrato confronto che il Presidente Errani ed io, a nome di tutte le Regioni, abbiamo condotto con il Governo negli ultimi due giorni. Un risultato dunque importante che getta le basi per la sanita' del futuro in cui, accanto ad una chiara responsabilizzazione nella gestione delle risorse, trova spazio il riconoscimento del diritto dei cittadini che vivono in regioni con specificita' orografiche e di bassa densita' di popolazione, ad avere servizi sanitari moderni ed efficienti''.
''Il mio giudizio - ha concluso Iorio- e' dunque positivo perche' abbiamo fatto un passo in avanti sulla strada di una sanita' piu' efficace ed efficiente, che da un lato responsabilizza tutti a contenere i costi e dall'altro investe risorse nuove e rilevanti nell'innovazione e nell'ampliamento dei servizi ai cittadini''.
 
(red/03.12.09)

+T -T
UE: Bresso candidata a presiedere Comitato Regioni

(regioni.it) Il gruppo Pse del Comitato delle regioni Ue ha designato oggi all'unanimita' Mercedes Bresso alla presidenza dell'Assemblea per il prossimo mandato, che avra' inizio nel febbraio 2010.Bresso, presidente della regione Piemonte e' anche presidente  uscente del gruppo. Per questo incarico, al suo posto, e' stato indicato Karl-Heinz Klar, sottosegretario di Stato agli Affari federali ed europei e rappresentante plenipotenziario del Land Renania-Palatinato presso il governo federale tedesco.
Le due candidature dovranno ora essere votate, per la conferma, nel corso della riunione costitutiva del nuovo gruppo. Una volta ricevuto l'ok, Bresso potrebbe diventare presidente del parlamentino Ue dal prossimo anno.
A Bruxelles, prima della seduta plenaria del Comitato, oggi e domani, Bresso ha incassato anche il sostegno dell'intera delegazione italiana dei membri dell'Assemblea.

(red/03.12.09)

+T -T
Il 9 Conferenza Regioni su riparto Fondo Sanitario Nazionale

Disponibilità finanziarie SSN 2010-2011-2012

(regioni.it) E' convocata una riunione straordinaria monografica della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome per mercoledì 9 dicembre 2009 (ore 10.00 - Via Parigi, 11 - Roma)
All'Ordine del giorno c'è un singolo punto,  la "Definizione della proposta di riparto delle disponibilità finanziarie per il Servizio Sanitario Nazionale – anni 2010-2011-2012".

(red/03.12.09)

+T -T
Stato-Regioni: on line gli atti del 5 novembre

(regioni.it) Sono stati pubblicati gli atti della Conferenza Stato-Regioni del 5 novembre 2009. Di seguito l’elenco e i relativi link.
1.                   Parere sul disegno di legge per la conversione in legge del decreto-legge 25 settembre 2009, n. 134, recante disposizioni urgenti per garantire la continuità del servizio scolastico ed educativo per l’anno 2009-2010. (ISTRUZIONE, UNIVERSITA’ E RICERCA – ECONOMIA E FINANZE)  Parere ai sensi dell’art. 2, comma 5, lett. a) del decreto legislativo 28 agosto 1997 n. 28 Repertorio Atti n.: 199/CSR del 05/11/2009  [Dettaglio]
2.                   Parere sullo schema di decreto legislativo recante disposizioni sanzionatorie in materia di violazioni commesse nell’ambito del Regolamento (CE) n. 1698/2005 del Consiglio del 20 settembre 2005, sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR) (POLITICHE AGRICOLE, ALIMENTARI E FORESTALI) Parere ai sensi dell’articolo 2, comma 5, lettera b) del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281. Repertorio Atti n.: 198/CSR del 05/11/2009  [Dettaglio]
3.                   Parere sullo schema di decreto relativo ai finanziamenti previsti dall’art. 11 del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 recante “attuazione dell’art. 1 della legge 3 agosto 2007, n. 123, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro”. (LAVORO, SALUTE E POLITICHE SOCIALI) Parere ai sensi dell’articolo 11, comma 2 del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81. Repertorio Atti n.: 197/CSR del 05/11/2009  [Dettaglio]
4.                   Intesa, ai sensi dell'articolo 8, comma 6, della legge 5 giugno 2003, n. 131, tra il Governo, le Regioni e le Province autonome concernente l’istituzione della Rete nazionale per la gestione della sindrome da insufficienza respiratoria acuta grave da polmoniti da virus A(H1N1) e l’eventuale utilizzo della terapia ECMO. Informativa del Vice Ministro dei lavoro, della salute e delle politiche sociali in merito all'influenza da virus A/H1 N1 . Repertorio Atti n.: 196/CSR del 05/11/2009  [Dettaglio]
5.                   Acquisizione della designazione in sostituzione di un rappresentante regionale dimissionario in seno alla Commissione nazionale per la ricerca sanitaria. (LAVORO, SALUTE E POLITICHE SOCIALI). Acquisizione della designazione ai sensi dell'articolo 2, comma 1, lettera d), del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281. Repertorio Atti n.: 195/CSR del 05/11/2009 [Dettaglio]
6.                   Acquisizione delle designazioni di cinque rappresentanti della Conferenza Stato - Regioni in seno al Comitato Prezzi e Rimborso. (LAVORO, SALUTE E POLITICHE SOCIALI) Acquisizione della designazione ai sensi dell'articolo 2, comma 1, lettera d), del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281. Repertorio Atti n.: 194/CSR del 05/11/2009 [Dettaglio]
7.                   Acquisizione delle designazioni di nove rappresentanti della Conferenza Stato - Regioni, di cui uno con funzione di vicepresidente, in seno alla Commissione Consultiva Tecnico Scientifica per la valutazione dei Farmaci. (LAVORO, SALUTE E POLITICHE SOCIALI) Acquisizione della designazione ai sensi dell'articolo 2, comma 1, lettera d), del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281. Repertorio Atti n.: 193/CSR del 05/11/2009 [Dettaglio]
8.                   Accordo tra il Governo, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano concernente il nuovo sistema di formazione continua in medicina – Accreditamento dei Provider ECM, formazione a distanza, obiettivi formativi, valutazione della qualità del sistema formativo sanitario, attività formative realizzate all’estero, liberi professionisti. (LAVORO, SALUTE E POLITICHE SOCIALI) Accordo ai sensi dell’articolo 4 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281. Repertorio Atti n.: 192/CSR del 05/11/2009 [Dettaglio]

(red/02.12.09)
Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top