Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 1496 - lunedì 21 dicembre 2009

Sommario3
- Treni e maltempo: situazione seria, ma non grave
- Ricerca sanitaria, bando 2009: osservazioni delle Regioni
- Rispetto Patto di stabilità 2009: ok condizionato a decreto
- Università: prestiti d'onore borse di studio 2009, emendamento a DPCM
- Istruzione: Accordo "condizionato" su applicazione Titolo V Costituzione
- Finanziaria: emendamenti Regioni

+T -T
Treni e maltempo: situazione seria, ma non grave

(regioni.it) Il 21 dicembre, “a causa del maltempo, le Ferrovie dello Stato hanno soppresso circa 350 treni, lo 0,3% sulla lunga percorrenza e il 5,6% nel regionale, ''soprattutto per le condizioni climatiche in alcune regioni del Nord e Centro-Nord, ma non c'è stata alcuna interruzione sulla rete né in alcuna stazione''. Lo ha detto l'amministratore delegato di Fs, Mauro Moretti, facendo il punto della situazione della rete ferroviaria in un incontro con i giornalisti e assicurando che finora non c'e' stato mai alcun problema di sicurezza.
“Siamo in emergenza - ha sottolineato - ma siamo forse l'unico Paese in Europa che non ha bloccato pezzi di rete. C'e' l'impegno a fare il minimo di soppressioni, a mantenere aperta la rete e, soprattutto, ora che siamo a ridosso del Natale, a garantire l'arrivo a destinazione pur in ritardo. Consigliamo ai passeggeri, dunque, di comprendere la situazione e di attrezzarsi con qualche bottiglia d'acqua, qualche panino e un maglione in piu'''.
Moretti ha infatti spiegato che, a causa del maltempo, e' possibile che i treni possano anche fermarsi per problemi elettrici e dunque non essere riscaldati. Moretti ha sottolineato che ''siamo tutti in comitato di crisi'' e che pero' ''stiamo affrontando la situazione con una certa serenita'''. L'a.d. ha indicato che la punta delle soppressioni di treni e' stata oggi del 20% in Friuli, dove si sono raggiunte ''temperature polari'', seguito da Emilia-Romagna col 10% e Veneto con 6%. Una situazione simile, ha ricordato, si e' avuta nel gennaio dell'85 e nel febbraio dell'86, quando ci fu ''il blocco della rete nazionale e delle principali stazioni, mentre oggi (21 dicembre, ndr) non c'e' stata la chiusura di alcun impianto, e siamo gli unici in
Europa''. Moretti ha quindi elencato, dal punto di vista tecnico, i vari problemi causati dalla neve e dalle basse temperature, che possono portare al rallentamento, se non al blocco, dei treni, che scatta automaticamente attraverso l'impianto di sicurezza. Il problema piu' temuto, ha spiegato, e' quello che riguarda la 'sottocassa', anche per i danneggiamenti piu' persistenti ai treni, con la rottura dei convogli. ''In questi giorni la gente è tutta pronta per partire - ha osservato Moretti riferendosi al Natale - per cui anche con grandi ritardi circoliamo, anche se la soppressione sarebbe meglio. Riprogrammiamo turni del personale, che assicura il massimo impegno, e dei materiali, con l'impegno di non interrompere il servizio''.
Moretti ha, quindi, chiesto ai giornalisti di ''avere pieta', siamo l'unico sistema in Italia che non ha mai interrotto il servizio, a differenza di alcuni servizi stradali e marittimi.
Credo che le polemiche siano sacrosante, ma se ce ne sono di meno e se ci saranno maggiori informazioni, ve ne saremo grati”. Sulla Lione-Parigi, ha ricordato, c'e' stata la soppressione di un treno su due sull'alta velocita', e anche in Spagna e Germania ci sono state altre soppressioni, mentre i nostri ritardi sono inferiori a quelli dei nostri amici in giro per l'Europa. “Se per tre giorni fosse stata sospesa la Bologna-Firenze, come e' accaduto per il tunnel della Manica, qualcuno avrebbe chiesto di andare a Piazzale Loreto. Finora, pur con tante manchevolezze e disagi, siamo invece riusciti – ha ribadito - a non interrompere la rete''.
I consigli dati da Moretti ai passeggeri sono stati rivolti soprattutto a quelli che devono spostarsi dal Nord al Sud d'Italia con treni Intercity ed Espressi, che - ha spiegato - sono piu' lenti e richiedono piu' tempo di viaggio''.
L'a.d. di Fs ha detto di sperare che ''venga aria calda, altrimenti continueranno ad esserci ripercussioni sulla circolazione, come in questi giorni''. Ferrovie non ha ancora quantificato i danni subiti in questi giorni di maltempo: ''Non guardiamo a spese ne' per il materiale ne' per i passeggeri”.
 
(red/21.12.09)

+T -T
Ricerca sanitaria, bando 2009: osservazioni delle Regioni

Conferenza Regioni Doc 26.11.09

(regioni.it) Via libera all’Accordo Governo-Regioni sul bando di ricerca sanitaria per l’anno 2009. Nel corso della Conferenza Stato-Regioni del 26 novembre le Regioni hanno però formulato alcune raccomandazioni contenute in un documento consegnato al Governo. Si riporta di seguito il testo di tale documento pubblicato nella sezione “conferenze” del sito www.regioni.it . Il link è :
CONFERENZA DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME
09/100/SR/C7
Punto 4) Elenco A – O.d.g. Conferenza Stato-Regioni
La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome nella seduta del 26 novembre 2009 esprime avviso favorevole al testo dell’Accordo concordato in sede tecnica, rappresentando le seguenti raccomandazioni e suggerimenti su alcuni aspetti migliorativi per il successivo bando relativi alle modalità di presentazione e di valutazione dei progetti stessi.
Modalità di presentazione:
·        I soggetti presentatori dovrebbero precisare il tipo di fondo (es. sicurezza alimentare, malattie rare, ecc) e la disponibilità del co-finanziamento regionale nella misura del 50% per i progetti della tipologia “clinico- assistenziale” per la quale tale finanziamento è obbligatorio;
·        Per la ricerca finalizzata viene richiesta la presentazione sia di lettera di intenti sia di progetto in extenso ma non essendo prevista una fase di preselezione (a questo in genere serve la lettera di intenti) non se ne comprende la motivazione;
·        Ai fini di permettere una migliore fattibilità del lavoro di “adozione” dei progetti da parte dei Destinatari Istituzionali era stato richiesto di non sovrapporre le date di presentazione dei progetti riservati ai “giovani ricercatori” e quelli della “finalizzata”.
Modalità di valutazione:
·        Per la “finalizzata” si prevede la predisposizione di una “lista unica” in ordine decrescente di merito per tutti i progetti. Sarebbe stato assai più appropriato e comprensibile mirare alla creazione di due liste separate per le due tipologie principali di “biomedica” e “clinico assistenziale” in quanto i valutatori saranno diversi, ed i criteri ed i principi metodologici delle due tipologie di ricerche sono di necessità differenti.
Roma, 26 novembre 2009
 
(red/21.12.09)

+T -T
Rispetto Patto di stabilità 2009: ok condizionato a decreto

Conferenza Regioni Doc 26.11.09

(regioni.it) Parere favorevole, ma condizionato, quello che le Regioni hanno espresso, nel corso della Conferenza Stato-Regioni del 26 novembre 2009, al Decreto relativo a monitoraggio e certificazione del rispetto degli obiettivi del patto di stabilità interno per l’anno 2009. Le condizioni poste dalle regioni sono contenute in un documento consegnato all’esecutivo e pubblicato nella sezione “conferenze” del sito www.regioni.it . Il link è:
CONFERENZA DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME
09/104/SR/C2
Punto 4) elenco B - O.d.g. Conferenza Stato-Regioni
La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome nella seduta del 29 ottobre 2009 ha espresso parere favorevole al provvedimento condizionato all’accoglimento di osservazioni. La nuova versione dello schema di decreto recepisce tutte le osservazioni tranne quella riguardante la modifica dell’Allegato A dello schema di decreto ove si chiedeva la possibilità di scegliere fra i due procedimenti alternativi di determinazione degli obiettivi programmatici per l’anno 2009, pur riconoscendo che dal punto di vista tecnico entrambi i procedimenti risultano corretti.
La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome esprime parere favorevole condizionato all’accoglimento delle seguenti osservazioni:
·        dell’Allegato A1 dello Schema di DM Patto di Stabilità 2009 e nell’Allegato B2, “ovvero inserendo le informazioni relative al 2005 riguardanti le spese in conto capitale ed in parte corrente per interventi cofinanziati correlati ai finanziamenti dell’Unione Europea (quota UE e quota nazionale) nei prospetti di rilevazione già trasmessi ai fini del monitoraggio del patto di stabilità interno 2005 e di conseguenza, provvedendo a rideterminare gli obiettivi 2009, calcolandoli come differenza tra il complesso delle spese finali e le spese cofinanziate dalla UE 2005, diminuita dell’1,8%, aumentata del 2,5% e quindi diminuita dello 0,6%”.
·        Nella nota (2) dei prospetti 2/09/CS e 2/09/CP dopo le parole “…ricalcolato – 0,6% aggiungere: “ovvero pari alla differenza tra il complesso delle spese finali e le spese cofinanziate dalla UE 2005, diminuita dell’1,8%, aumentata del 2,5% e quindi diminuita dello 0,6%.
·        Modificare il riferimento normativo del modello Allegato A- Modello 2/09/CS alla riga QO SF 09 (Quota obiettivo annuale attribuito agli enti locali (art. 7-quater, c. 1,2 e 3 della L.33/2009) aggiungendo l’art.77-ter comma 11 del D.L.112/2008 convertito in Legge con L.133/08 che, conferisce alle Regioni la facoltà di adattare per gli enti locali del proprio territorio le regole e i vincoli posti dal legislatore nazionale relativi al Patto di Stabilità Interno, in relazione alla diversità delle situazioni finanziarie esistenti nelle regioni stesse. Le risorse per gli enti locali sono, infatti, messe a disposizione non solo dalla legislazione statale ma anche dalle normative regionali.
·        La nota al punto 3 appare cancellata, in caso contrario sarebbe opportuno che la dicitura fosse collocata nella descrizione del rigo)
Si evidenziano, inoltre, alcune osservazioni su meri errori materiali:
·        sostituire, per errata citazione della norma, alla pag 2, quarto capoverso, rigo 1, le parole ‘l’articolo 7-quater’ con le parole ‘l’articolo 7-ter’;
·        sostituire all’allegato A, pag 5, ultimo rigo, la frase ‘(Obiettivi annuali spese finali determinati in sede di accordo)’ con la seguente ‘ (Obiettivo Programmatico annuale spese finali);
·        sostituire nel modello 2/09/CP, rigo D S 09, la parola ‘rideterminato’ con le parole ‘programmatico annuale’ .
Roma, 26 novembre 2009
 
(red/21.12.09)

+T -T
Università: prestiti d'onore borse di studio 2009, emendamento a DPCM

Conferenza Regioni Doc 26.11.09

(regioni.it) Prestiti d’onore e borse di studio 2009: è favorevole il parere delle regioni al DPCM, ma il “via libera” è condizionato all’accoglimento di un emendamento illustrato e consegnato al governo nel corso della conferenza Stato-Regioni del 26 novembre. Si riporta di seguito il testo integrale del documento (contenente l’emendamento), pubblicato nella sezione “Conferenze” del sito www.regioni.it. Il link è:
CONFERENZA DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME
09/105/SR/C9
Punto 1) elenco A odg Conferenza Stato-Regioni
La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome esprime parere favorevole sullo schema di decreto, condizionato all’accoglimento del seguente emendamento:
Articolo 2, comma 2:
 “In relazione agli eventi sismici che hanno interessato la regione Abruzzo il 6 aprile 2009, al fine di garantire il conseguimento della borsa di studio agli studenti idonei iscritti nelle Università abruzzesi ed in particolare in quella dell’Aquila, la quota del Fondo di intervento integrativo spettante alla Regione Abruzzo è incrementata, limitatamente al 2009, di un ammontare stimato pari al fabbisogno finanziario necessario”.
Roma, 26 novembre 2009
 
(red/21.12.09)

+T -T
Istruzione: Accordo "condizionato" su applicazione Titolo V Costituzione

Conferenza Regioni Doc 26.11.09

(regioni.it) Finalità, tempi e modalità di attuazione del titolo V della parte II della Costituzione in materia di istruzione: la Conferenza Unificata del 26 novembre ha registrato l’Accordo delle Regioni, ma è stato un sì condizionato all’accoglimento di alcune proposte. Le modifiche chieste dalle Regioni sono contenute in un documento presentato al governo nel corso della Conferenza Unificata. Si riporta di seguito il testo integrale di tale documento, pubblicato nella sezione “conferenze” del sito www.regioni.it. Il link è:
09/106/CU/C9
Punto 1) elenco B odg Conferenza Unificata
La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome esprime l’Accordo, condizionato all’accoglimento delle seguenti modifiche:
·          al primo periodo del paragrafo C (pag, 7) eliminare le parole “nel rispetto dei limiti stabiliti annualmente per la finanza pubblica”;
·          al secondo periodo del paragrafo C (pag, 7) eliminare le parole “ entro il 30 novembre di ciascun anno” e dopo la parola “vincoli” eliminare la parola“annualmente”;
·          al terzo periodo del paragrafo C (pag, 7) eliminare le parole “nei termini stabiliti” e sostituire le parole “per l’anno precedente” con le parole “in precedenza”.
Da ultimo Conferenza delle Regioni e delle Province autonome chiede, in merito al paragrafo B (pag. 6), con riferimento alle parole “(non anche di Istruzione e formazione professionale, perché già attribuite alle Regioni)”, rassicurazioni rispetto al fatto che le stesse non possano essere interpretatecome riferite alle risorse.
Roma, 26 novembre 2009
 
(red/21.12.09)

+T -T
Finanziaria: emendamenti Regioni

Conferenza Regioni Doc 26.11.09

(regioni.it) Le questioni finanziarie relative alla sanità sono state affrontate, come è noto, nel percorso che ha portato all’espressione dell’intesa sul patto per la salute 2010-2012 nella Conferenza Stato-Regioni del 3 dicembre.

La Conferenza delle Regioni del 26 novembre ha approvato anche una serie di “emendamenti alla Finanziaria” relativi ad altri temi. Tali emendamenti sono contenuti in un documento consegnato al Governo in occasione della Conferenza Unificata del 26 novembre 2009. Il documento, in formato pdf, è stato pubblicato nella sezione “conferenze” del sito www.regioni.it. Il link è:
Questo l’indice degli argomenti trattati nel documento:
Proposte di emendamenti della Conferenza delle Regioni
ABOLIZIONE NORME COMPENSATIVE SU GETTITO TASSA AUTO (ECOINCENTIVI)
COMPENSAZIONE DEBITI E CREDITI SULLA TASSA AUTOMOBILISTICA
RISCOSSIONE DELLA TASSA AUTOMOBILISTICA DOVUTA PER VEICOLI CONCESSI IN LOCAZIONE FINANZIARIA
CARTA D’IDENTITA’ ELETTRONICA E CARTA NAZIONALE DEI SERVIZI
PATTO DI STABILITA’ 2008
MODIFICA DELL’ARTICOLO 11, COMMA 1, LETTERA A, N. 3 DEL DECRETO LEGISLATIVO 15 DICEMBRE 1997, N. 446 (CUNEO FISCALE )
IVA RISORSE PER CONTRATTI DI SERVIZIO TRASPORTO PUBBLICO LOCALE
FINANZIAMENTO DEL CONTRATTO DI SERVIZI FERROVIARI TRASPORTO PUBBLICO LOCALE
Proposte di emendamento delle Regioni a Statuto Speciale
MODIFICA DELL’ART.77 QUATER - FLUSSI DI CASSA PER RSS
 
(red/21.12.09)
Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top