Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 1496 - lunedì 21 dicembre 2009

Sommario
- Treni e maltempo: situazione seria, ma non grave
- Ricerca sanitaria, bando 2009: osservazioni delle Regioni
- Rispetto Patto di stabilità 2009: ok condizionato a decreto
- Università: prestiti d'onore borse di studio 2009, emendamento a DPCM
- Istruzione: Accordo "condizionato" su applicazione Titolo V Costituzione
- Finanziaria: emendamenti Regioni

+T -T
Treni e maltempo: situazione seria, ma non grave

(regioni.it) Il 21 dicembre, “a causa del maltempo, le Ferrovie dello Stato hanno soppresso circa 350 treni, lo 0,3% sulla lunga percorrenza e il 5,6% nel regionale, ''soprattutto per le condizioni climatiche in alcune regioni del Nord e Centro-Nord, ma non c'è stata alcuna interruzione sulla rete né in alcuna stazione''. Lo ha detto l'amministratore delegato di Fs, Mauro Moretti, facendo il punto della situazione della rete ferroviaria in un incontro con i giornalisti e assicurando che finora non c'e' stato mai alcun problema di sicurezza.
“Siamo in emergenza - ha sottolineato - ma siamo forse l'unico Paese in Europa che non ha bloccato pezzi di rete. C'e' l'impegno a fare il minimo di soppressioni, a mantenere aperta la rete e, soprattutto, ora che siamo a ridosso del Natale, a garantire l'arrivo a destinazione pur in ritardo. Consigliamo ai passeggeri, dunque, di comprendere la situazione e di attrezzarsi con qualche bottiglia d'acqua, qualche panino e un maglione in piu'''.
Moretti ha infatti spiegato che, a causa del maltempo, e' possibile che i treni possano anche fermarsi per problemi elettrici e dunque non essere riscaldati. Moretti ha sottolineato che ''siamo tutti in comitato di crisi'' e che pero' ''stiamo affrontando la situazione con una certa serenita'''. L'a.d. ha indicato che la punta delle soppressioni di treni e' stata oggi del 20% in Friuli, dove si sono raggiunte ''temperature polari'', seguito da Emilia-Romagna col 10% e Veneto con 6%. Una situazione simile, ha ricordato, si e' avuta nel gennaio dell'85 e nel febbraio dell'86, quando ci fu ''il blocco della rete nazionale e delle principali stazioni, mentre oggi (21 dicembre, ndr) non c'e' stata la chiusura di alcun impianto, e siamo gli unici in
Europa''. Moretti ha quindi elencato, dal punto di vista tecnico, i vari problemi causati dalla neve e dalle basse temperature, che possono portare al rallentamento, se non al blocco, dei treni, che scatta automaticamente attraverso l'impianto di sicurezza. Il problema piu' temuto, ha spiegato, e' quello che riguarda la 'sottocassa', anche per i danneggiamenti piu' persistenti ai treni, con la rottura dei convogli. ''In questi giorni la gente è tutta pronta per partire - ha osservato Moretti riferendosi al Natale - per cui anche con grandi ritardi circoliamo, anche se la soppressione sarebbe meglio. Riprogrammiamo turni del personale, che assicura il massimo impegno, e dei materiali, con l'impegno di non interrompere il servizio''.
Moretti ha, quindi, chiesto ai giornalisti di ''avere pieta', siamo l'unico sistema in Italia che non ha mai interrotto il servizio, a differenza di alcuni servizi stradali e marittimi.
Credo che le polemiche siano sacrosante, ma se ce ne sono di meno e se ci saranno maggiori informazioni, ve ne saremo grati”. Sulla Lione-Parigi, ha ricordato, c'e' stata la soppressione di un treno su due sull'alta velocita', e anche in Spagna e Germania ci sono state altre soppressioni, mentre i nostri ritardi sono inferiori a quelli dei nostri amici in giro per l'Europa. “Se per tre giorni fosse stata sospesa la Bologna-Firenze, come e' accaduto per il tunnel della Manica, qualcuno avrebbe chiesto di andare a Piazzale Loreto. Finora, pur con tante manchevolezze e disagi, siamo invece riusciti – ha ribadito - a non interrompere la rete''.
I consigli dati da Moretti ai passeggeri sono stati rivolti soprattutto a quelli che devono spostarsi dal Nord al Sud d'Italia con treni Intercity ed Espressi, che - ha spiegato - sono piu' lenti e richiedono piu' tempo di viaggio''.
L'a.d. di Fs ha detto di sperare che ''venga aria calda, altrimenti continueranno ad esserci ripercussioni sulla circolazione, come in questi giorni''. Ferrovie non ha ancora quantificato i danni subiti in questi giorni di maltempo: ''Non guardiamo a spese ne' per il materiale ne' per i passeggeri”.
 
(red/21.12.09)
Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top