Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 1497 - martedì 22 dicembre 2009

Sommario3
- Ambiente: emendamenti Regioni a regolamento registro emissioni
- Ambiente: Regioni su banca dati europea "INSPIRE"
- Stato-Regioni del 3 dicembre: on line gli atti
- Cure palliative: emendamenti Regioni a Ddl
- Sanità: emendamenti Regioni a Ddl responsabilità professionale
- Stato-Regioni del 26 novembre: pubblicati gli atti

+T -T
Ambiente: emendamenti Regioni a regolamento registro emissioni

Conferenza Regioni Doc 17.12.09

(regioni.it) La Conferenza delle Regioni del 17 dicembre ha approvato un documento che contiene una serie di emendamenti allo schema di DPR contenente il “Regolamento” (in attuazione di disposizioni europee) relativo all’istituzione di un registro europeo delle emissioni e dei trasferimenti di inquinanti. Il documento è stato predisposto per la Conferenza Unificata, prevista per lo stesso 17 dicembre, che non si è tenuta a causa dell’interruzione delle relazioni istituzionali decisa dall’Anci. Si riporta di seguito il testo integrale del documento che è stato pubblicato nella sezione “conferenze” del sito ww.regioni.it. Il link è;
CONFERENZA DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME
09/117/CU/C5
Punto 3 - Elenco A) O.d.g. Conferenza Unificata
Le proposte di emendamenti al testo dello Schema di decreto in oggetto, di seguito riportate, consentono di definire più correttamente i compiti dei soggetti coinvolti nella valutazione della qualità dei dati forniti dai gestori, garantendo un maggior rispetto dei ruoli dei medesimi.
In particolare, esse rispondono alla finalità di evitare di incardinare il compito di valutazione della qualità dei dati forniti dai gestori nell’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (ISPRA), che, per di più, nello schema di decreto esaminato, si sovrapporrebbe, in tale ruolo, alla valutazione effettuata dalle autorità competenti in materia di AIA, utilizzando altresì il supporto delle Agenzie per la protezione dell’Ambiente regionali e provinciali.
Dall’esame dello schema di decreto proposto, emerge, infatti, oltre ad una frammentarietà nell’allocazione dei compiti, contraria a qualsiasi principio di semplificazione e razionale distribuzione delle funzioni amministrative tra i diversi livelli istituzionali, la duplicazione dei ruoli e delle attività, contraria a qualsiasi principio di economicità dell’azione amministrativa, che, nell’odierno ordinamento giuridico, assurge a principio regolatore dell’azione amministrativa, essendo sancito in una norma di valore para-costituzionale.
Pertanto, si ritiene necessario incardinare il compito di valutazione della qualità dei dati forniti dai gestori nelle Autorità che detengono la competenza autorizzatoria, che, secondo gli ordinari principi, decideranno in piena autonomia di avvalersi del contributo delle Agenzie regionali o provinciali per la protezione dell’ambiente o, nel caso dell’Autorità ministeriale, dell’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale.
Tale soluzione è più rispettosa dei ruoli spettanti alle Autorità competenti, che detengono le funzioni ed i compiti di amministrazione attiva, e del ruolo di amministrazione consultiva spettante all’Ispra e alle Agenzie per la protezione dell’ambiente regionali e provinciali.
Ciò premesso la Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome esprime parere favorevole al testo condizionato all’accoglimento delle seguenti proposte emendative:
Proposte di emendamenti al testo del decreto
-         All’art. 3, comma 2 dello schema di decreto, sostituire in principio le parole: “L’autorità competente”, con le parole: “Le autorità competenti” e, dopo le parole: “Presidente della Repubblica,”, sostituire le parole: “è l’Istituto superiore per protezione e la ricerca ambientale che effettua tale valutazione, col supporto del sistema delle agenzie regionali e provinciali per la protezione dell’ambiente, sulla base della valutazione effettuata da”, con la parola: “sono”.
Motivazione: contrariamente a quanto attualmente disposto dall’art. 3, comma 2 dello schema di decreto, che individua come unica autorità competente alla valutazione della qualità dei dati forniti dai gestori l’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (ISPRA), si ritiene che tale autorità debba essere più correttamente individuata nelle autorità di cui alle lettere a) e b) del medesimo articolo 3, comma 2 dello schema di decreto.
-         All’art. 3, comma 3 dello schema di decreto, eliminare le parole iniziali “Ai fini di quanto previsto al comma 2” e sostituire le parole “alle lettere a) e b) di cui allo stesso comma” con le parole: “al comma 2, lettera a) e b), diverse dal Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare,”.
Motivazione: tale emendamento si rende necessario, per evitare che il Ministero, ai sensi dell’art. 3, comma 3, trasmetta all’ISPRA il rapporto di valutazione di cui al medesimo articolo e comma, che viene redatto dallo stesso ISPRA ai sensi dell’art. 3, comma 4. È, quindi, opportuno limitare la trasmissione richiesta dall’articolo 3, comma 3 ai soggetti diversi dallo stesso Ministero dell’Ambiente.
-         All’art. 3, comma 4 dello schema di decreto, dopo le parole: “per gli adempimenti di cui ai commi” sostituire le parole: “3 e 5”, con le parole: “2 e 5”e dopo le parole “dell’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale” aggiungere “e del sistema delle agenzie regionali e provinciali per la protezione dell’ambiente”
Motivazione: tale emendamento, nella prima parte, consente al Ministero dell’Ambiente, per gli impianti di propria competenza, di prevedere espressamente il supporto dell’ISPRA per assolvere i compiti di valutazione della qualità dei dati forniti dai gestori.
-         All’art. 3, comma 5 dello schema di decreto, sopprimere, al termine del comma, le parole: “, nonché l’Istituto superiore per protezione e la ricerca ambientale ai fini della valutazione di cui al comma 2”.
Motivazione: non ritenendo, per quanto sopra già esposto, che ISPRA possa assumere il ruolo di autorità competente per la valutazione della qualità dei dati forniti dai gestori, risulta, ovviamente, non più necessario citare l’Istituto tra i soggetti nei cui confronti debba essere mantenuta a disposizione, da parte dei gestori, la documentazione contenente i dati dai quali sono state ricavate le informazioni comunicate.
-         All’art. 3, comma 6 dello schema di decreto, sostituire le parole: “Agenzia per la protezione dell’ambiente e per i servizi tecnici”, con le parole: “Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale” e, al termine del comma, sopprimere le parole: “, previa effettuazione della valutazione di cui al comma 2”.
Motivazione: oltre a correggere il refuso inerente la citazione dell’APAT in luogo dell’ISPRA, è necessario, a seguito degli emendamenti inerenti il ruolo di ISPRA, per coerenza logica interna dell’articolo nella nuova formulazione proposta, sopprimere il riferimento alla “previa effettuazione della valutazione di cui al comma 2”.
-         All’art. 3aggiungere il seguente comma 7: “L’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale predispone, inoltre, una relazione di sintesi dei rapporti di valutazione trasmessi dalle Autorità competenti. Tale relazione dovrà essere inviata alle suddette Autorità entro il 31 gennaio di ogni anno.”
Motivazione: la proposta rappresenta un momento di sintesi necessario per avere una visione d’insieme dei rapporti di valutazione pervenuti, anche per le Autorità competenti.
-          Inserire dopo l’articolo 5 il seguente nuovo articolo denominato Sanzioni: “Il gestore di cui al precedente articolo 4 che non ottempera agli obblighi di comunicazione previsti è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da 2.500,00 euro a 11.000,00 euro”
Motivazione:L’articolo è inserito per dare attuazione all’obbligo posto in capo agli Stati Membri  dall’art. 20 del regolamento 166/2006. La sanzione è fissata in analogia a quanto previsto all’articolo 16 del D lgs 59/2005 per il caso di mancata comunicazione di informazioni da parte del gestore
Osservazioni al testo degli allegati al decreto
-         Si segnala che, nell'Allegato I allo Schema di decreto, al capitolo inerente la compilazione della Scheda 8, di seguito allo schema di tabella ivi riportato, il riferimento alla scheda 4 per i complessi PRTR che non hanno presentato dichiarazione ma soggetti all’obbligo sembrerebbe essere errato: le Ditte PRTR, soggette all'obbligo di dichiarazione ma che non hanno dichiarato, sono infatti riportate nella Scheda 2.
-         Per quanto riguarda il testo delle linee guida, di cui all’allegato II allo Schema di decreto, si segnala che a pag. 14, nel paragrafo intitolato Emissioni nel suolo del Capitolo 2.2 “La dichiarazione PRTR: le informazioni”, è scritto: “Si precisa che lo spandimento di fanghi e letame è un’operazione di recupero che non deve essere considerata emissioni nel suolo”. Si suggerisce di modificare tale frase, conformemente alla normativa specifica sul recupero agronomico, riscrivendola nella forma seguente: “Si precisa che l’utilizzazione agronomica dei fanghi di depurazione, dei reflui e degli effluenti zootecnici, ai sensi del D.Lgs. 99/1992 e dell’art. 112 del D.Lgs. 152/06, è un’operazione di recupero che non deve essere considerata emissioni nel suolo”.
-         In termini generali si suggerisce di aggiornare alla normativa vigente gli allegati al decreto.
Roma, 17 dicembre 2009
 
(red/22.12.09)

+T -T
Ambiente: Regioni su banca dati europea "INSPIRE"

Conferenza Regioni Doc 17.12.09

(regioni.it) La Conferenza delle Regioni del 17 dicembre ha predisposto il proprio parere sul decreto legislativo che istituisce una infrastruttura per l’informazione territoriale nella Comunità europea (Inspire). Il parere è stato predisposto per la Conferenza Unificata (prevista per lo stesso 17 dicembre) che però non si è tenuta a causa della interruzione delle relazioni istituzionali con il Governo decisa dall’Anci. Si riporta il testo integrale del documento di osservazioni che accompagna il parere delle regioni, pubblicato nella sezione conferenze del sito www.regioni.it . Il link è:
Il documento contiene un allegato anch’esso pubblicato nella sezione “conferenze del sito www.regioni.it , il link è
CONFERENZA DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME
09/116/CU/C5
Parere sullo schema Decreto legislativo, proposto dal Ministro per le politiche europee e dal Ministro dell’ambiente e della tutela e del mare, recante attuazione della direttiva 2007/2/ce del Parlamento europeo e del Consiglio del 14 marzo 2007, che istituisce una infrastruttura per l'informazione territoriale nella comunità europea (Inspire)
Punto 4bis – Elenco B) O.d.g. Conferenza Unificata
Premesso che:
la finalità della Direttiva INSPIRE è di consentire la condivisione, l'accesso e l'utilizzo di dati geografici e ambientali nonché dei servizi legati a tali dati, per gli scopi delle politiche ambientali comunitarie e delle politiche o delle attività che possono avere ripercussioni sull’ambiente; INSPIRE si applica alle informazioni legate ad un quadro geografico, detenute sotto formato elettronico dalle autorità pubbliche o a loro nome, che riguardano le aree sui quali uno Stato membro possiede o esercita una competenza, con riferimento a temi come le frontiere amministrative, le osservazioni della qualità dell'aria, delle acque, del suolo, la biodiversità, la copertura del suolo, le reti di trasporto, l'idrografia, l'elevazione, la geologia, la ripartizione della popolazione o delle specie, gli habitat, i siti industriali o ancora le zone a rischio naturale (allegati I, II e III della direttiva).
Si osserva che lo schema di d.lgs. approvato dal Governo il 28 ottobre 2009, senza alcun confronto preliminare con le Regioni, non appare in sintonia con lo spirito e il dettame della Direttiva, che prevede l’applicazione del principio di sussidiarietà attraverso accordi tra i diversi livelli di governo.
Nel merito, il recepimento della Direttiva dovrebbe tener conto:
·                     degli aspetti legati all’organizzazione di un sistema a rete che garantisca la cooperazione tra le Pubbliche Amministrazioni e tra queste ed i soggetti privati, mediante la realizzazione dell’infrastruttura tecnico-informatica, nonché la predisposizione delle regole che governano i rapporti tra i soggetti cooperanti,
·                     degli aspetti connessi alla effettiva disponibilità e confrontabilità dei dati geografici necessari per gli scopi ambientali, con particolare riferimento alle esigenze di armonizzazione e di integrazione delle iniziative previste nell’ambito di direttive comunitarie.
Relativamente al punto A), lo schema di D.Lgs. richiama i dispositivi di cui all’art. 59 del D.Lgs. 82/2005 s.m.i. (Codice Amministrazione Digitale), ampliandone la portata ed i compiti ad altri ambiti con l’attribuzione delle competenze connesse all’attuazione della direttiva INSPIRE.
Relativamente al punto B), lo schema di D.Lgs. appare più confuso e inadeguato. Poiché le finalità della Direttiva di cui all’art. 1 comma 1, definiscono chiaramente che trattasi di quella porzione di dati territoriali che hanno interesse per l’ambiente, appare indispensabile che in sede di recepimento
·                     venga attribuito al MATTM (Autorità responsabile dell’applicazione della Direttiva verso la Commissione Europea), il compito di assicurare che le attività di cui al punto A) corrispondano agli scopi delle politiche ambientali;
sia riaffermato il ruolo delle Regioni, prevedendo una sede tecnica, nella quale vengano approfonditi i diversi aspetti relativi alla produzione, alla armonizzazione e alla confrontabilità dei dati, nonché alla loro effettiva disponibilità. Si segnalano in particolare i seguenti punti, considerati irrinunciabili:
1)Mantenimento delle finalità della Direttiva europea Inspire che parla di "informazione territoriale per gli scopi delle politiche ambientali” e non solo di monitoraggio ambientale. All'art. 1 dell’attuale versione del decreto di recepimento viene fatto riferimento al solo l monitoraggio ambientale e questo appare restrittivo rispetto all'articolazione dell'informazione ambientale come definita nel DLGS 195/2005(accessibilità informazione ambientale) richiamata in Inspire
2)Mantenimento del Tavolo tecnico di coordinamento fra Ministero, Regioni e sistema agenziale(oggi denominato Tavolo Sina) al fine di potere garantire lo sviluppo coordinato del SINA ( Sistema Informativo Nazionale Ambientale) che si articola nei SIRA gestitidalle Regioni, in congruenza con le deleghe di gestione in materia ambientale. La Consulta come prospettata nell'attuale versione del decreto di recepimento può assolvere a funzioni di confronto e sinergia con enti non aventi competenze dirette in materia ambientale ma con i quali esistono significative interazioni in quanto produttori/fruitori dei dati o preposti al governo degli standard dell'infrastruttura tecnologica informatica telematica per la PA, ma non può sostituire le funzioni del tavolo con cui quindi si deve integrare.
3) Esplicitazione delle funzioni del geoportale nazionale gestito dal ministero in logica di architettura a rete con il repertorio nazionale dei metadati di dati territoriali gestito da CNIPA e con i portali regionali che espongono servizi in logica SPC per la fruizione di dati e metadati territoriali ambientali, nonché più in generale dei flussi informativi ambientali e dei cataloghi dell’informazione ambientale
4) Esigenza di chiarezza su modalità ed criteri dell'eventuale imposizione di tariffe per l'accesso all'informazione ambientale:
>occorre rendere autonoma l'imposizione di tariffe da parte di enti territoriali ;
> per l'accesso del pubblico si ritiene in virtù del 195/2005 che non possano essere richiesti contributi per la consultazione delle informazioni ambientali ma solo eventualmente per scarico ed elaborazione
> l'imposizione di tariffe per lo scambio di dati fra PA per i dati elaborati in virtù delle competenze istituzionali deve avere carattere di eccezionalità come previsto dal cad all'art. 59 del CAD(Codice dell’Amministrazione Digitale)
5) Riconoscimento dei costi di allineamento dei sistemi informativi ambientali alla direttiva INSPIRE : l’attuale versione del decreto non contempla finanziamenti associati al recepimento d’Inspire , in realtà ci sono costi anche per le amministrazioni regionali di allineamento dei propri sistemi e flussi informativi agli standard Inspire che vanno riconosciuti ed occorre quindi individuare soluzioni di finanziamento anche ricomprendendo gli interventi evolutivi nel piano di E-GOV 2010-2012
6) Devono essere garantiti gli sviluppi pianificati per il piano nazionale di telerilevamento , in cui è previsto che i dati elaborati vengano resi disponibili sul portale cartografico del Ministero dell’Ambiente, che viene fatto evolvere dall’attuale versione del decreto di recepimento Inspire nel “geoportale nazionale
Ciò premesso le Regioni e le Province Autonome esprimono parere favorevole, subordinandolo all’accoglimento integrale degli emendamenti evidenziati in grassetto nel testo a fronte che si allega.
Roma, 17 dicembre 2009
 
(red/22.12.09)

+T -T
Stato-Regioni del 3 dicembre: on line gli atti

Pubblicata sul sito l'intesa sul nuovo "patto salute"

(regioni.it) Sono on line sul sito della Conferenza Stato-Regioni gli atti relativi alla seduta del 3 dicembre 2009. Si riporta di seguito l’unico documento, con il relativo link.

Intesa tra il Governo, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano concernente il nuovo Patto per la salute per gli anni 2010-2012. (ECONOMIA E FINANZE) Intesa ai sensi dell’articolo 8, comma 6, della legge 5 giugno 2003, n. 131 - Articolo 79, comma 1bis, del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133, come modificato dall’articolo 22, comma 1, lettera a), del decreto-legge 1 luglio 2009, n. 78, convertito in legge, con modificazioni, dall’articolo 1, comma 1, della legge 3 agosto 2009, n. 102 Repertorio Atti n.: 243/CSR del 03/12/2009  [link]
 
(red/22.12.09)

+T -T
Cure palliative: emendamenti Regioni a Ddl

Conferenza Regioni Doc 26.11.09

(regioni.it) La Conferenza delle Regioni del 26 novembre ha approvato un documento che propone alcuni emendamenti al Disegno di Legge , attualmente in discussione in Parlamento, relativo a “disposizioni per garantire l’accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore”. 
Le modifiche proposte sono state trasmesse al Presidente della XII Commissione del Senato (igiene e sanità). Il
documento è stato pubblicato nella sezione “conferenze” del sito www.regioni.it . Il link è: 
http://www.regioni.it/upload/261109emend_cure_palliative.pdf
(red/22.12.09)

+T -T
Sanità: emendamenti Regioni a Ddl responsabilità professionale

Conferenza Regioni Doc 26.11.09

(regioni.it) La Conferenza delle Regioni, nella seduta del 26 novembre, ha esaminato il testo unificato, proposto dal relatore, che recepisce diversi disegni di legge che propongono “Nuove norme in materia di responsabilità professionale in ambito sanitario”. La Conferenza ha condiviso una serie di emendamenti al testo, contenuti in un documento che è stato poi trasmesso al Presidente della XII Commissione, Igiene e Sanità, del Senato. Il documento è stato pubblicato nella sezione “conferenze” del sito www.regioni.it. Il link è:
 
(red/22.12.09)

+T -T
Stato-Regioni del 26 novembre: pubblicati gli atti

(regioni.it) Sono stati pubblicati gli atti relativi alla Conferenza Stato-Regioni del 26 novembre. Si riporta di seguito l’elenco con i relativi link.
1.                  Intesa sulla proposta del Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali di deliberazione del CIPE concernente “Nuovo riparto disponibilità finanziarie per il Servizio sanitario nazionale nell’anno 2009, in applicazione dell’articolo 13, comma 5, del decreto-legge 28 aprile 2009, n. 39, e rettifica di seguito alle richieste pervenute dal Presidente della Regione Lazio con nota del 12 ottobre 2009 (Prot. n. 856/SP) e dal Presidente della Conferenza delle Regioni e Province autonome con nota del 2 ottobre 2009 (Prot. n. 3598/C7SAN)”. (LAVORO, SALUTE E POLITICHE SOCIALI) Intesa ai sensi dell’art. 115, comma 1, lett. a) del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112. Repertorio Atti n.: 242/CSR del 26/11/2009  [link]
2.                  Accordo tra il Governo, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano sul documento recante “Attuazione delle linee guida per le attività di genetica medica”. (LAVORO, SALUTE E POLITICHE SOCIALI) Accordo ai sensi dell’articolo 4 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281 Repertorio Atti n.: 241/CSR del 26/11/2009  [link]
3.                  Accordo concernente la ripartizione tra le Regioni della somma di € 450.000,00 destinate, per l’anno 2008, a supportare le rete nazionale di vigilanza tra le Regioni e Province autonome e l’Autorità competente REACH per l’attuazione del regolamento (CE) n. 1907/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio concernente la registrazione, la valutazione, l’autorizzazione e la restrizione delle sostanze chimiche (REACH). (LAVORO, SALUTE E POLITICHE SOCIALI) Accordo ai sensi dell’articolo 4 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281 Repertorio Atti n.: 240/CSR del 26/11/2009 [link]
4.                  Intesa sulla proposta del Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali inerente “Accordo di Programma per il settore degli investimenti sanitari in attuazione dell’articolo 79, comma 1sexies, lett. c, del decreto legge n. 112/2008, convertito con la legge n. 133/2008” con la Regione Siciliana. (LAVORO, SALUTE E POLITICHE SOCIALI) Intesa ai sensi dell’articolo 5 bis, del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 502, come introdotto dall’articolo 5, comma 2, del decreto legislativo 19 giugno 1999, n. 229. Repertorio Atti n.: 239/CSR del 26/11/2009  [link]
5.                  Intesa sulla proposta del Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali inerente “Accordo di Programma integrativo per il settore degli investimenti sanitari” con la Regione Veneto. (LAVORO, SALUTE E POLITICHE SOCIALI) Intesa ai sensi dell’articolo 5 bis, del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 502, come introdotto dall’articolo 5, comma 2, del decreto legislativo 19 giugno 1999, n. 229. Repertorio Atti n.: 238/CSR del 26/11/2009 [link]
6.                  Intesa sulla proposta del Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali inerente “V Atto integrativo dell’Accordo di Programma Quadro per il settore degli investimenti sanitari” con la Regione Lombardia. (LAVORO, SALUTE E POLITICHE SOCIALI) Intesa ai sensi dell’articolo 5 bis, del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 502, come introdotto dall’articolo 5, comma 2, del decreto legislativo 19 giugno 1999, n. 229. Repertorio Atti n.: 237/CSR del 26/11/2009 [link]
7.                  Parere sulla proposta del Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali di riparto, per l’anno 2009, delle risorse per la formazione del personale sanitario nonché di altre figure professionali che operano con le comunità di immigrati provenienti da Paesi dove sono effettuate le pratiche di cui all’articolo 583 bis del codice penale per realizzare un’attività di prevenzione, assistenza e riabilitazione delle donne e delle bambine già sottoposte a tali pratiche. (LAVORO, SALUTE E POLITICHE SOCIALI) Parere ai sensi dell’articolo 4 della legge 9 gennaio 2006, n. 7. Repertorio Atti n.: 236/CSR del 26/11/2009 [link]
8.                  Acquisizione delle designazioni di due rappresentanti delle Regioni e Province autonome esperti in materia di sicurezza alimentare in seno al Comitato di indirizzo e coordinamento dell’Organismo di valutazione e accreditamento operante presso l’Istituto Superiore di Sanità. (LAVORO, SALUTE E POLITICHE SOCIALI) Acquisizione delle designazioni ai sensi dell'articolo 2, comma 1, lettera d), del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281 Repertorio Atti n.: 235/CSR del 26/11/2009  [link]
9.                  Intesa sullo schema di decreto del Ministro del lavoro, della salute e delle politiche sociali concernente la determinazione delle tariffe massime per la remunerazione delle prestazioni sanitarie. (LAVORO, SALUTE E POLITICHE SOCIALI) Intesa ai sensi dell’articolo 8sexies, comma 5, del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 502 come modificato dal comma 1quinquies dell’articolo 79 del decreto legge 25 giugno 2008, n. 112. Repertorio Atti n.: 234/CSR del 26/11/2009  [link]
10.              Accordo tra il Governo, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano sulla proposta del Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali di bando di ricerca sanitaria per l’anno 2009. (LAVORO, SALUTE E POLITICHE SOCIALI) Accordo ai sensi dell’articolo 4 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281 Repertorio Atti n.: 233/CSR del 26/11/2009 [link]
11.              Acquisizione della designazione in sostituzione di un rappresentante dimissionario della Conferenza Stato - Regioni in seno alla Commissione Consultiva Tecnico Scientifica per la valutazione dei Farmaci Repertorio Atti n.: 232/CSR del 26/11/2009 [link]
12.              Parere sui Contratti di programma “Iveco s.p.a.”, “Fiat Powertrain Technologies s.p.a.” e “Sevel s.p.a.” (SVILUPPO ECONOMICO) Parere ai sensi dell’art. 10 del decreto ministeriale 24 gennaio 2008 Repertorio Atti n.: 231/CSR del 26/11/2009 [link]
13.              Intesa sullo schema di decreto del Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali relativo alla non attuazione della procedura di cui all’articolo 72, paragrafo 2, del Regolamento (CE) n.1234/2007 del Consiglio e successive modificazioni (POLITICHE AGRICOLE, ALIMENTARI E FORESTALI) Intesa ai sensi dell’articolo 4, comma 3, della legge 29 dicembre 1990, n. 428 Repertorio Atti n.: 230/CSR del 26/11/2009 [link]
14.              Intesa sullo schema di decreto del Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali recante le modalità di utilizzazione e di controllo dell’importo cumulativo massimo assegnato all’Italia ai sensi del Regolamento (CE) n.1535/2007 (De minimis) (POLITICHE AGRICOLE, ALIMENTARI E FORESTALI) Intesa ai sensi dell’articolo 4, comma 3, della legge 29 dicembre 1990, n. 428. Repertorio Atti n.: 229/CSR del 26/11/2009 [link]
15.              Accordo sul documento di Linee guida del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali recante “Criteri per le buone pratiche di gestione forestale – baseline per l’attuazione della misura silvo ambientale”. (POLITICHE AGRICOLE, ALIMENTARI E FORESTALI) Accordo ai sensi dell’articolo 4 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281. Repertorio Atti n.: 228/CSR del 26/11/2009 [link]
16.              Accordo sulla Proposta di riparto di 10 milioni di euro per aiuti alle imprese agricole danneggiate dalla peronospora della vite. (POLITICHE AGRICOLE, ALIMENTARI E FORESTALI) Accordo ai sensi dell’articolo 4 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281. Repertorio Atti n.: 227/CSR del 26/11/2009 [link]
17.              Accordo sul Piano di settore cerealicolo, in attuazione dell’articolo 1, comma 1084, della legge 286/2006. (POLITICHE AGRICOLE, ALIMENTARI E FORESTALI) Accordo ai sensi dell’articolo 4, comma 2, del decreto legislativo 28 agosto 1997. Repertorio Atti n.: 226/CSR del 26/11/2009 [link]
18.              Parere sulla delibera CIPE n. 69/2009 del 31 luglio 2009 (Assegnazione di risorse del Fondo strategico a sostegno dell’economia reale per il finanziamento di misure di accompagnamento nazionale a favore dell’apertura, nel Mediterraneo, dell’area di libero scambio nel 2010 - Comune di Palermo). (PRESIDENZA CONSIGLIO MINISTRI) Parere ai sensi del punto 3 della delibera CIPE n. 4 del 6 marzo 2009 Repertorio Atti n.: 225/CSR del 26/11/2009 [link]
19.              Parere sulle delibere CIPE n. 36 del 26 giugno 2009 (Assegnazione di risorse per situazioni di crisi, tra cui gli stabilimenti FIAT di Pomigliano d’Arco e Termini Imprese) n. 67 del 31 luglio 2009 (Assegnazione di 150 milioni di euro alla Fondazione RIMED) e n. 68 del 31 luglio 2009 (Assegnazione di 60 milioni di euro alla Regione Molise). (PRESIDENZA CONSIGLIO MINISTRI) Parere ai sensi del punto 3 della delibera CIPE n. 4 del 6 marzo 2009. Repertorio Atti n.: 224/CSR del 26/11/2009 [link]
20.              Informativa sul Decreto del Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali 13 novembre 2009, n. 8238 : “Proroga del termine per la presentazione dei contratti di distillazione per la campagna 2009/2010, fissato con decreto 29 luglio 2009, recante disposizioni nazionali di attuazione dei Regolamenti CE n. 479/08 del Consiglio e n. 555/08 della Commissione per quanto riguarda la misura della distillazione di crisi”. (POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI) Informativa ai sensi dell’articolo 6 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281 Repertorio Atti n.: 223/CSR del 26/11/2009 [link]
21.              Parere sullo schema di decreto del Ministro delle politiche delle politiche agricole alimentari e forestali recante le modifiche regolamentari del Consiglio per la ricerca e la sperimentazione in agricoltura (CRA). (POLITICHE AGRICOLE, ALIMENTARI E FORESTALI) Parere ai sensi dell’articolo 7, comma 2 del decreto legislativo 29 ottobre 1999, n. 454. Repertorio Atti n.: 222/CSR del 26/11/2009 [link]
22.              Parere sullo schema di decreto del Ministro delle politiche delle politiche agricole alimentari e forestali recante la modifica dello Statuto dell’INRAN. (POLITICHE AGRICOLE, ALIMENTARI E FORESTALI) Parere ai sensi dell’articolo 7, comma 2 del decreto legislativo 29 ottobre 1999, n. 454 Repertorio Atti n.: 221/CSR del 26/11/2009 [link]
23.              Intesa sullo schema di decreto del Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali concernente “Disposizioni per l’attuazione delle riforma della politica agricola comune nel settore del frumento duro”. (POLITICHE AGRICOLE, ALIMENTARI E FORESTALI) Intesa ai sensi dell’articolo 4, comma 3, della legge 29 dicembre 1990, n. 428 Repertorio Atti n.: 220/CSR del 26/11/2009 [link]
24.              Parere sullo schema di decreto del Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali concernente l’istituzione dell’Osservatorio nazionale dell’agriturismo. (POLITICHE AGRICOLE, ALIMENTARI E FORESTALI) Parere ai sensi dell’articolo 2, comma 4, del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281 Repertorio Atti n.: 219/CSR del 26/11/2009 [link]
25.              Parere sullo schema di decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca, concernente il riparto del Fondo di intervento integrativo tra le Regioni e le Province autonome per la concessione dei prestiti d’onore e l’erogazione di borse di studio per l’anno 2009, ai sensi dell’articolo 16, comma 4, della legge 2 dicembre 1991, n. 390. (ISTRUZIONE, UNIVERSITA’ E RICERCA – ECONOMIA E FINANZE) Parere ai sensi dell’articolo 16, comma 4, della legge 2 dicembre 1991, n. 390 e successive modifiche Repertorio Atti n.: 218/CSR del 26/11/2009 [link]
26.              Acquisizione della designazione di un rappresentante regionale nominato dalla Conferenza Stato-Regioni in seno alla Commissione per la prevenzione e il contrasto delle pratiche di mutilazione genitale femminile. (PARI OPPORTUNITA’) Acquisizione delle designazioni ai sensi dell’art. 2, comma 1, lettera d) del decreto legislativo 28 agosto 1997 n. 281
Repertorio Atti n.: 217/CSR del 26/11/2009
[link]
27.              Parere sullo schema di decreto del Ministero dell’economia e delle finanze, concernente il monitoraggio e la certificazione del rispetto degli obiettivi del “patto di stabilità interno” per l’anno 2009, ai sensi dell’articolo 77-ter, commi 12 e 13, del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133. (ECONOMIA E FINANZE) Parere ai sensi dell’articolo 77-ter, comma 12, del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133. Repertorio Atti n.: 216/CSR del 26/11/2009 [link]
28.              Accordo tra il Governo, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano sul rispetto degli obblighi di trasparenza e di informazione nell’utilizzo dei fondi europei di cui al Regolamento (CE) n. 1828/2006 della Commissione europea. (POLITICHE EUROPEE). Accordo ai sensi dell’articolo 4 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281. Repertorio Atti n.: 215/CSR del 26/11/2009 [link]
29.              Intesa sullo schema di decreto del Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali relativo alle baseline per l’attivazione della misura 225 – pagamenti silvo ambientali. (POLITICHE AGRICOLE, ALIMENTARI E FORESTALI) Intesa ai sensi dell’articolo 4, comma 3, della legge 29 dicembre 1990, n. 428 Repertorio Atti n.: 214/CSR del 26/11/2009 [link]
30.              Intesa sullo schema di decreto recante Linee guida per la gestione dell’anagrafe equina (POLITICHE AGRICOLE, ALIMENTARI E FORESTALI) Intesa ai sensi dell’articolo 4, comma 3, della legge 29 dicembre 1990, n. 428.Repertorio Atti n.: 213/CSR del 26/11/2009 [link]
31.              Intesa sullo schema di decreto del Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali concernente “Disposizioni relative alla gestione dei pagamenti diretti”. (PAC). (POLITICHE AGRICOLE, ALIMENTARI E FORESTALI) Intesa ai sensi dell’articolo 4, comma 3, della legge 29 dicembre 1990, n. 428 Repertorio Atti n.: 212/CSR del 26/11/2009 [Dettaglio]
32.              Parere sullo schema di disegno di legge recante delega al Governo per la redazione di un Testo Unico in materia di servizio civile nazionale, approvato, in esame preliminare, dal Consiglio dei Ministri nella seduta del 3 settembre 2009. (SERVIZIO CIVILE) Parere ai sensi dell’articolo 2, comma 4, del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281. Repertorio Atti n.: 211/CSR del 26/11/2009 [link]
33.              Intesa sullo schema di decreto del Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali recante le disposizioni nazionali applicative del Regolamento (CE) n. 479/2008 del Consiglio e del Regolamento applicativo (CE) della Commissione, per quanto concerne le DOP, le IGP, le menzioni tradizionali, l’etichettatura e la presentazione di taluni prodotti del settore vitivinicolo. (POLITICHE AGRICOLE, ALIMENTARI E FORESTALI) Intesa ai sensi dell’articolo 4, comma 3, della legge 29 dicembre 1990, n. 428. Repertorio Atti n.: 210/CSR del 26/11/2009 [link]
34.              Intesa sullo schema di decreto del Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali recante “Interventi a sostegno del comparto delle specie avicole di importanza minore a seguito della crisi determinata dall’influenza aviaria nel periodo settembre 2005 aprile 2006” (POLITICHE AGRICOLE, ALIMENTARI E FORESTALI) Intesa ai sensi dell’articolo 4, comma 3, della legge 29 dicembre 1990, n. 428. Repertorio Atti n.: 209/CSR del 26/11/2009 [link]
35.              Parere sullo schema di decreto legislativo recante recepimento della direttiva 2007/58/CE che modifica la direttiva 91/440/CEE del Consiglio relativa allo sviluppo delle ferrovie comunitarie e la direttiva 2001/14/CE relativa alla ripartizione della capacità di infrastruttura ferroviaria e all’imposizione dei diritti per l’utilizzo dell’infrastruttura ferroviaria (POLITICHE EUROPEE - INFRASTRUTTURE E TRASPORTI) Parere ai sensi dell’articolo 1, della legge 7 luglio 2009, n. 88. Repertorio Atti n.: 208/CSR del 26/11/2009 [link]
 
(red/22.12.09)
Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top