Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 1548 - martedì 30 marzo 2010

Sommario3
- Elezioni regionali: gli auguri di Napolitano
- Auguri Napolitano: Zaia, Burlando, Spacca
- Si dimette Fitto
- Regionali 2010: il voto nelle Regioni del Nord
- Regionali 2010: il voto nelle Regioni del Centro
- Regionali 2010: il voto nelle Regioni del Sud

+T -T
Elezioni regionali: gli auguri di Napolitano

"Venga un sostanziale impulso e contributo allo sviluppo del processo riformatore"

(regioni.it) "Ai Presidenti di Regione e ai Consigli regionali, appena eletti, invio il mio cordiale augurio". Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, coglie l’occasione degli auguri ai nuovi presidenti delle 13 Regioni che sono andate al voto per auspicare un sostanziale impulso allo sviluppo del processo riformatore.
"Le autonomie regionali e locali - afferma il Capo dello Stato - sono parte essenziale del sistema dei poteri repubblicani, qual è stato stabilito dalla Costituzione del 1948 e dalle sue successive revisioni. Si tratta di un ordinamento, che per potersi considerare compiuto e per rafforzarsi nei suoi equilibri, richiede ulteriori riforme, in parte già avviate e in corso di realizzazione, e per altri aspetti già delineate e apparse condivise in Parlamento nel corso della precedente legislatura.
L'augurio è che dai Presidenti e dai Consigli rappresentativi di tutte le Regioni venga un sostanziale impulso e contributo allo sviluppo del processo riformatore, su basi autonomistiche e solidali, a miglior presidio dell'unità nazionale e degli equilibri costituzionali. Anche ciò potrà concorrere - conclude il Presidente Napolitano - al superamento di fenomeni di distacco dalle istituzioni e dalla partecipazione elettorale".
 
 (red/30.03.10)

+T -T
Auguri Napolitano: Zaia, Burlando, Spacca

(regioni.it) Facendo gli auguri ai nuovi presidenti delle Regioni, il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano ha detto che occorrono ''ulteriori riforme'', procedendo su quelle avviate e quelle ''apparse condivise'' nella scorsa legislatura.
''L'appello del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, l'accogliamo in pieno e lo porteremo in consiglio regionale''. Lo ha detto il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia.  ''Questo concetto improntera' sempre la nostra azione'' ha detto Zaia. ''Abbiamo un presidente della Repubblica che ha dimostrato, in momento di grossa difficolta' come quello della presentazione delle liste, di saper rispettare fino in fondo le esigenze della democrazia''.
Per il presidente della regione Liguria, Claudio Burlando, ''quello di Napolitano e' un appello giusto. Dobbiamo dare una mano, questo e' un Paese scosso, un Paese in crisi. Se il governo ci considerera' interlocutori  significativi, daremo una mano''. ''Se in questo Paese -ha aggiunto Burlando- c'e' una bussola lo dobbiamo a Napolitano. Il presidente della Repubblica comunque verra' qui il 5 maggio, sara' un'occasione per parlare con lui''.
Il presidente della regione Marche, Gian Mario Spacca, sottolinea che "molti sono i problemi che riguardano tutte le comunita' in questa fase difficile dell'economia nazionale e internazionale. C'e' la necessita' di stringere le fila, di lavorare tutti insieme anche lungo la filiera istituzionale, quella che va dal Comune e arriva fino allo Stato, per trovare delle soluzioni adeguate''.
''Credo - ha detto Spacca - che sicuramente il rafforzamento della prospettiva autonomistica, e quindi del regionalismo, anche del ruolo protagonista degli Enti locali, possa dare migliori risposte per far uscire il nostro Paese da questa deriva negativa. La realizzazione della riforma fiscale - ha aggiunto Spacca - sara' uno dei punti fondamentali del nostro impegno prossimo e, soprattutto, pensiamo che questo ritrovato ruolo delle autonomie locali possa valorizzare la centralita' dei problemi che interessano i cittadini e su cui loro pretendono una risposta''.
 
 
 
 (red/30.03.10)

+T -T
Si dimette Fitto

(regioni.it) Dopo il risultato delle elezioni alla presidenza della regione Puglia si è dimesso Raffaele Fitto, ministro per gli affari regionali. 
Sempre in tema di tornata elettorale per le amministrative e rappresentanti del Governo, è stato sconfitto al primo turno come candidato sindaco di Lecco del centrodestra, il leghista Roberto Castelli. Al Pd va anche il comune di Venezia, con Giorgio Orsoni che batte il ministro Renato Brunetta.
Maurizio Gasparri, Presidente dei senatori Pdl, sulle dimissioni di Fitto afferma:  "Penso che sia il gesto di un dirigente responsabile, un gesto che deve essere respinto". E aggiunge: "Stimo Fitto e complessivamente il risultato del Pdl al sud e' ottimo. Il Pdl, visti i numeri, aveva diritto ad esprimere un proprio candidato in Puglia".

 

(red/30.03.10)

 

+T -T
Regionali 2010: il voto nelle Regioni del Nord

(regioni.it) La Lombardia riconferma Presidente della Regione, Roberto Formigoni che con il 56,1 per cento di voti batte gli avversari: Filippo Penati ottiene il 33,27 per cento dei consensi, Savino Pezzotta si ferma al 4,68%, Vito Claudio Crimi ottiene il 3 per cento, Vittorio Emanuele Agnoletto il 2,36 per cento e Gianmario Invernizzi lo 0,57 per cento.  Anche l’Emilia-Romagna   riconferma Presidente Vasco Errani con il 52,06 per cento dei voti , Anna Maria Bernini ha avuto il 36, 72 per cento, Giovanni Favia il 7 per cento, Gianluca Galletti il 4, 2 per cento.
Nel Nord arriva la riconferma anche per Claudio Burlando Presidente della Liguria che ha avuto il 52,14 per cento dei voti mentre il suo avversario, Sandro Biasotti, si è fermato al 47,85 per cento dei consensi.
Cambia invece il Presidente del Piemonte, dove l’attuale Presidente, Mercedes Bresso con il 46,90 per cento dei voti è stata battuta da Roberto Cota che ha raggiunto il 47,32 per cento. Davide Bono ha avuto il 4,08 per cento, Renzo Rabellino l’1,67 per cento.
In Veneto è Luca Zaia il nuovo Presidente con il 60, 15 per cento dei voti, Giuseppe Bortolussi ha ottenuto il 29,07 per cento, Antonio De Poli il 6,38 per cento, David Borrelli il 3,15 per cento, Silvano Polo lo 0,50 per cento, Paolo Caratossidis lo 0,36 per cento, e infine Gianluca Panto lo 0,35 per cento.
 

+T -T
Regionali 2010: il voto nelle Regioni del Centro

(regioni.it) In Toscana è Enrico Rossi che raccoglie il testimone del Presidente uscente Claudio Martini, ottenendo il 59,7 per cento dei voti. Monica Faenzi si ferma al 34,4 per cento, mentre Francesco Bosi ha avuto il 4,6 per cento, Alfonso De Virgiliis lo 0,8 per cento e Ilario Palmisani lo 0,5 per cento.
Le Marche riconfermano il Presidente Gianmario Spacca con il 53,17 per cento dei voti, Erminio Marinelli ottiene il 39.71 per cento dei consensi, mentre Massimo Rossi raggiunge il 7,11 per cento.
In Umbria è stata eletta Presidente Catiuscia Marini con il 57,24 per cento dei voti, le sue avversarie Fiammetta Modena e Paola Binetti ottengono rispettivamente il 37,70 e il 5, 05 per cento.
Infine per chiudere il quadro del Centro-Italia la Presidente della Regione Lazio è Renata Polverini con il 51,14 per cento dei consensi, contro il 48, 32 per cento ottenuto da Emma Bonino, e lo 0,53 per cento di Marzia Marzoli.
 

(red/30.03.10)

+T -T
Regionali 2010: il voto nelle Regioni del Sud

(regioni.it) Nichi Vendola è stato confermato Presidente della Regione Puglia con il 48,69 per cento dei voti, contro il 42,25 per cento di Rocco Palese, l’8,71 per cento di Adriana Poli Bortone e lo 0,35 per cento di Michele Rizzi.
In Calabria Giuseppe Scopelliti è il nuovo presidente con il 52,72 per cento (il dato è riferito al 99,5 % delle sezioni) e ha battuto il Presidente uscente Agazio Loiero che ha avuto il 32.24 per cento dei voti, mente Filippo Callipo si è fermato al 10,04 per cento.
Stefano Caldoro è invece il nuovo Presidente della regione Campania. Ha ottenuto il 54,25 per cento, contro il 43,04 per cento di Vincenzo De Luca, l’1,35 per cento di Paolo Ferrero e l’1,34 per cento di Roberto Fico.
Infine a completare il quadro del Mezzogiorno in Basilicata risulta confermato Presidente Vito De Filippo con il 60,81 per cento. Nicola Pagliuca ha ottenuto il 27,92 per cento dei voti, Magdi Cristiano Allam l’8,72 per cento, Marco Toscano l’1,47 per cento, Florenzo Doino l’1,05 per cento.
 
 
(red/30.03.10)
Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top