Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 1558 - lunedì 19 aprile 2010

Sommario3
- Federalismo demaniale: Conferenza Regioni il 22 aprile
- Bolzano stanzia primi aiuti immediati a vittime disastro ferroviario
- Calabria: la "Giunta Scopelliti"
- Campania: Caldoro annuncia manovra di rientro
- Marche: la "Giunta Spacca"in attesa di deleghe
- Valle d'Aosta: ok a Ddl sul personale e a piano per ufficio Bruxelles

+T -T
Federalismo demaniale: Conferenza Regioni il 22 aprile

(regioni.it) Il Presidente Vasco Errani ha convocato la Conferenza delle Regioni e delle Province autonome per giovedì 22 aprile 2010 (alle ore 10.00 in Via Parigi, 11).
Ordine del giorno:
1)           Approvazione resoconto sommario seduta del 25 febbraio 2010;
2)           Comunicazioni del Presidente in merito agli interventi per la sicurezza degli edifici scolastici;
3)           Commissione Affari Finanziari – Regione Lombardia -Intesa sullo schema di decreto legislativo recante attribuzione a Comuni, Province, Città metropolitane e Regioni di un loro patrimonio, ai sensi dell’articolo 19 della legge 5 maggio 2009, n. 42;
4)           Varie ed eventuali.
 
(red/16.04.10)

+T -T
Bolzano stanzia primi aiuti immediati a vittime disastro ferroviario

Presso Ospedali di Bolzano e Merano potrà essere somministrata la pillola abortiva o RU 486

(regioni.it) La Giunta della provincia autonoma di Bolzano ha stanziato un pacchetto di aiuti immediati ai familiari delle vittime del disastro ferroviario costato la vita a nove persone e nel quale decine di passeggeri sono rimasti feriti.
Il presidente Luis Durnwalder ha spiegato che ''la vita umana e' un valore incalcolabile, ma la Provincia autonoma intende in questo modo mostrare la solidarieta' a chi e' rimasto colpito, alle famiglie rimaste prive di reddito, a chi, ad esempio, ha fatto un mutuo ed ora si trova in difficolta' per pagarne le rate''.
La Provincia autonoma, dunque, ha disposto l'immediata elargizione di 100 mila euro alla Caritas perche' l'ente benefico abbia modo di occuparsi dei casi piu' urgenti. Entro la settimana, poi, le situazioni saranno verificate ad una ad una e saranno approntati i necessari stanziamenti.
Inoltre la Giunta ha assunto decisioni anche in merito alla pillola abortiva. Infatti dopo una lunga discussione e dopo aver sentito l’Ufficio legale ed i primari degli Ospedali di Bolzano e di Merano (gli unici dove vengono eseguiti interventi abortivi in Alto Adige) la Giunta provinciale ha deciso di attenersi alle disposizioni nazionali che si rifanno al parere del Consiglio superiore della Sanità. Pertanto, da subito, presso gli Ospedali di Bolzano e di Merano potrà essere somministrata la pillola abortiva o RU 486. La donna che intenda abortire assumendo tale pillola dovrà recarsi in uno dei due ospedali e consultare uno dei medici preposti; dopo il colloquio dovranno trascorrere sette giorni di tempo utili per eventuali ripensamenti, quindi previo ricovero ospedaliero ordinario sarà possibile la somministrazione della pillola. La donna potrà essere dimessa solo una volta che il personale medico abbia verificato, come previsto dalla normativa, "la completa espulsione del prodotto somministrato."
 (red/19.03.10)

+T -T
Calabria: la "Giunta Scopelliti"

(regioni.it) Il Presidente della Regione Calabria, Giuseppe Scopelliti, nel momento dell'insediamento, aveva detto che avrebbe varato la Giunta entro pochi giorni dalla proclamazione lo ha fatto, nominando l'esecutivo il 17 aprile.
Il Governo della Regione Calabria è composto da Presidente, Vicepresidente e nove assessori.
  1. Giuseppe Scopelliti (Pdl) – Presidente – Sanità
  2. Antonella Stasi (esterna al Consiglio Regionale) – Vicepresidente
  3. Giuseppe Gentile (Pdl) – Assessore alle Infrastrutture ed ai Lavori Pubblici.
  4. Pietro Aiello (Pdl) – Assessore all’Urbanistica.
  5. Giacomo Mancini (esterno)  Assessore al Bilancio ed alla Programmazione.
  6. Francescantonio Stillitani (Udc) – Assessore al Lavoro, alla Formazione professionale,
    alla Famiglia ed alle Politiche sociali.
  7. Francesco Pugliano (lista Scopelliti)  – Assessore all’Ambiente.
  8. Michel Trematerra (Udc) – Assessore all’Agricoltura ed alla Forestazione.
  9. Domenico Tallini (Pdl) – Assessore al Personale.
  10. Mario Caligiuri (esterno) – Assessore esterno alla Cultura ed ai Beni culturali.
  11. Antonio Stefano Caridi (Pdl) – Assessore alle Attività produttive.

Per Scopelliti la nuova Giunta “è una squadra che può affrontare le emergenze e che può vincere il campionato''. il nuovo presidente della Giunta regionale che ha presentato gli assessori del suo esecutivo, in una conferenza stampa che ha alternato i punti di programma più precisi alle notazioni politiche, alle battute e all'ironia. Scopelliti ha sottolineato le novità: la rapidità nella scelta (48 ore dal suo insediamento) della squadra, le presenze ed il mix tra giovani ed esperienze. Poi le donne, la vicepresidente ed il capo di gabinetto, che quasi sicuramente sarà infatti donna.  Molti i settori in “emergenza”: dal turismo alla sanità, dalle infrastrutture al lavoro, dai trasporti ai rapporti con il Governo in sede di Conferenza Stato-Regioni.  Il vicepresidente Antonella Stasi, prima donna ad assumere questa carica nella storia della Calabria, si dice ''pronta ad offrire il proprio contributo concreto”. La stessa concretezza che ha caratterizzato il suo impegno di presidente di Confindustria Crotone. ''Mi impegnerò in prima persona, insieme ai colleghi di Giunta - aggiunge - perché la Calabria ha un gran bisogno di essere governata”.

(red/19.04.10)

+T -T
Campania: Caldoro annuncia manovra di rientro

(regioni.it) ''Ho ricevuto in eredità un disastro contabile”, è questa la prima dichiarazione del presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro dopo la proclamazione. Si tratterebbe di un disavanzo “di circa 2 miliardi e 100mila euro tra deficit della sanità, sforamento del patto di stabilità. Occorrerà una manovra di rientro di circa un terzo dell'intero bilancio della Regione Campania". 
''Faccio osservare – ha concluso Caldoro - che la manovra correttiva del governo nazionale, concordata con l'Ue dovrebbe aggirarsi sugli 8 miliardi di euro. Qui siamo ad un quarto della manovra correttiva''.
 
 (red/19.03.10)

+T -T
Marche: la "Giunta Spacca"in attesa di deleghe

(regioni.it) Le Marche sono tra le prime regioni italiane a formalizzare la squadra di governo dopo le elezioni del 28 e 29 marzo; gli assessori hanno partceipato alla prima seduta del nuovo Consiglio, che si è tenuta il 19 aprile ad Ancona.
Il nuovo esecutivo regionale guidato dal Presidente Gian Mario Spacca è composto da 10 assessori: 5 Pd, un tecnico indicato dal Presidente, due rappresentanti dell'Idv, due dell'Udc. Martedi' 20 aprile, alle 12, nella sala di Rappresentanza della Regione Marche all'ottavo Piano di Palazzo Raffaello, ad Ancona, si terrà una conferenza stampa per la presentazione della nuova Giunta regionale e solo allora si avranno certezze sulle deleghe. Continuita' amministrativa, rappresentanza territoriale e politica, competenza, sono stati i criteri che hanno guidato la formazione della nuova Giunta regionale nominata dal presidente Gian Mario Spacca al suo secondo mandato e formalizzata il 17 aprile con la firma del decreto.
Il nuovo esecutivo regionale e' composto da 10 assessori: 5 Pd, un tecnico indicato dal Presidente, due rappresentanti dell'Idv, due dell'Udc.
Gli assessori espressione del Pd sono i primi eletti in ogni provincia: assessore e vicepresidente uscente Paolo Petrini, Antonio Canzian, Sara Giannini, Marco Luchetti e l'assessore uscente Almerino Mezzolani. Per l'Idv, gli assessori espressione del partito, sono l'uscente Sandro Donati e Serenella Moroder (esterno). Gli assessori espressione dell'Udc sono Luca Marconi e Luigi Viventi (esterno). Tecnico: l'assessore uscente Pietro Marcolini.
“La squadra di governo - ha spiegato il presidente Spacca - ha i requisiti per conseguire le priorita' indicate ed attuare il nostro programma di governo. La Giunta nasce su un mix di diversi criteri, coerente con il giudizio positivo espresso dai cittadini sul buon governo della Regione. Gli assessori esprimono un elevato livello di competenza e di esperienza e saranno all'altezza - ha sotolienato Spacca - dei compiti che li attendono. Tutti i territori provinciali sono rappresentati, in modo equilibrato, nel rispetto del nostro modello di organizzazione civile, sociale ed economica: un impegno che proseguiamo e portiamo avanti dalla passata legislatura. Il valore della coesione della coalizione è irrinunciabile: per questo troveremo le modalita' per valorizzare ogni componente che ha partecipato alla costruzione e all'affermazione del nostro progetto''.
Nella sua comunicazione all'Assemblea legislativa il presidente  della giunta regionale Gian Mario Spacca ha confermato l'invito, già rivolto in precedenza, al suo principale avversario a fare
da ''ambasciatore'' delle Marche presso il Governo nazionale di centro destra. Il leader dell'opposizione Erminio Marinelli – ha detto spacca - svolga ''una funzione attiva di tramite con il Governo  nazionale per la  salvaguardia degli interessi delle Marche''.
Nei rapporti con l'esecutivo, ha ricordato, ci sono varie  partite cruciali: Patto per la Salute 2010-2012, politiche per  la tutela del lavoro e il rilancio dello sviluppo (Accordi di  programma), patto di stabilita' interno, fondi Fas, federalismo  fiscale.
 
(red/19.04.10)

+T -T
Valle d'Aosta: ok a Ddl sul personale e a piano per ufficio Bruxelles

(regioni.it) Via libera alla riforma dell'organizzazione del personale della Regione autonoma Valle d'Aosta e degli enti del comparto unico. La Giunta regionale della Valle d'Aosta ha varato un disegno di legge che “definisce i criteri di organizzazione delle strutture dell'Amministrazione regionale, degli enti pubblici non economici dipendenti dalla Regione, dei Comuni, delle Comunità montane e delle loro forme associative''. Inoltre, ''disciplina i rapporti di lavoro e di impiego alle dipendenze dei predetti enti, nel rispetto della loro autonomia statutaria, regolamentare e organizzativa”.
“Il provvedimento - ha commentato il presidente della Regione, Augusto Rollandin - rimodula l'organizzazione dirigenziale creando migliori connessioni''. Il ddl - conseguente alle recenti riforme approvate a livello statale (sia in materia di ottimizzazione della produttività del lavoro pubblico e di efficienza e trasparenza delle pubbliche amministrazioni sia riguardo alle assenze per malattia) – si pone ''l'obiettivo di valorizzare e riaffermare il ruolo da sempre esercitato dalla Regione nella disciplina dell'organizzazione degli uffici e nella regolamentazione del lavoro alle dipendenze degli enti del comparto unico regionale - come si legge nella relazione del provvedimento - ai fini di individuare e conseguentemente eliminare inefficienze e improduttività e di valorizzare il merito dei singoli, in un'ottica di considerazione della pubblica amministrazione sempre più al servizio della collettività”. Più in particolare, il disegno di legge ''intende delineare un sistema di regolamentazione e di organizzazione degli uffici pubblici regionali volto ad assicurare il rispetto e la realizzazione dei principi di imparzialità, trasparenza, efficienza, efficacia, economicità, pari opportunità, responsabilità, semplificazione, partecipazione ai procedimenti amministrativi, accesso ai documenti amministrativi, coordinamento e collaborazione tra organi e strutture, distinzione tra funzioni di direzione e di controllo degli organi di governo e funzioni di gestione dei dirigenti''.
La Presidenza della Regione ha poi reso noto che informa che nella sessione del 16 aprile della Giunta è stato approvato il Piano finanziario per lo svolgimento dell’attività dell’Ufficio di Rappresentanza a Bruxelles della Regione per l’anno 2010.Tra le attività pianificate si segnalano quelle di coordinamento, da parte dell’Ufficio di rappresentanza, della partecipazione regionale all’edizione 2010 degli OPEN DAYS – Settimana europea delle regioni e delle Città, organizzata dal Comitato delle Regioni e dalla Commissione europea, che si terrà a Bruxelles dal 4 al 7 ottobre. Inoltre, l’Ufficio ha già attivato, nel quadro del semestre di presidenza valdostano dell’Euroregione Alpi Mediterraneo, una serie di incontri periodici tra i responsabili degli Uffici di rappresentanza a Bruxelles delle Regioni dell’Euroregione Alpi Mediterraneo al fine di definire e realizzare iniziative comuni di valorizzazione dei territori dell’Euroregione, di condividere ed elaborare proposte progettuali congiunte da presentare a valere sui programmi a gestione diretta della Commissione europea e sui Programmi di cooperazione transnazionale, interregionale e transfrontalieri e, infine, per valutare eventuali attività di lobbying comune presso la Commissione europea.
L’Ufficio – si legge ancora nella nota della Regione - presterà assistenza tecnica alle strutture regionali anche per quanto riguarda i loro rapporti con gli organi, gli organismi e gli uffici comunitari nonché la Rappresentanza permanente d'Italia e assicurerà un raccordo con le altre rappresentanze delle Regioni italiane, principalmente attraverso la regolare partecipazione alle riunioni del Coordinamento degli Uffici Regionali a Bruxelles, uno strumento informale che gli uffici regionali italiani si sono dati per razionalizzare ed ottimizzare la propria attività. Tale foro si concretizzerà in una serie di attività ed eventi di comune interesse con l’obiettivo di parlare alle Istituzioni comunitarie con “voce sola”, evitando dispersioni e tentando di rappresentare il sistema regionale italiano in maniera corale. Il coordinamento nulla toglie all’attività delle singole Regioni a Bruxelles, bensì rafforza la loro visibilità e l’impatto delle loro azioni. Tale coordinamento conferisce alle Regioni una massa critica che rende la loro azione più forte ed incisiva. L’Ufficio assisterà le strutture regionali anche nei loro rapporti con gli uffici di rappresentanza delle altre regioni europee e gli altri organismi presenti a Bruxelles, tra cui la Communauté Française de Belgique nel quadro dell’Accordo di cooperazione concluso con il Governo regionale. Tale accordo, che prevede la collaborazione della Regione e della Communauté française nel campo dell’insegnamento, della cultura e della formazione giovanile, per il 2010 sarà principalmente volto ad incoraggiare gli scambi di giovani per mezzo di programmi multilaterali, francofoni ed europei.
 
(red/19.04.10)
Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top