Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 1566 - giovedì 29 aprile 2010

Sommario
- Federalismo demaniale: si discute sull'impianto del decreto
- Demanio idrico e marittimo: Colozzi, evitare frammentazione
- Turismo: Regioni sollecitano istituzione Comitato permanente
- ISPRA: Rapporti su rifiuti e qualità ambiente
- Istat: dati su retribuzioni
- Errani su presidenza Conferenza

+T -T
ISPRA: Rapporti su rifiuti e qualità ambiente

Presentato VI Rapporto sulla Qualità dell’Ambiente Urbano

(regioni.it) Rapporto ISPRA (Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale) sui rifiuti. La produzione di rifiuti è pari a 32,5 milioni di tonnellate con una contrazione dello 0,2% totale. La produzione cala sopratutto al Sud, dove diminuisce del 2,2% mentre scende dello 0,7% al centro. Per il Nord si registra invece una crescita di produzione pari all'1,5%.
Sono questi i dati più evidenti del Rapporto rifiuti urbani 2009 dell'Ispra, che ha prodotto anche il  VI Rapporto sulla Qualità dell’Ambiente Urbano.
Sulla diminuzione dei rifiuti si ipotizza una correlazione tra produzione di rifiuti urbani e indicatori socioeconomici come il pil e la spesa delle famiglie che ''nel 2008 si e' ridotta dell'1%'' a causa della crisi economica.
Anche la produzione pro capite fa segnare un calo: ci si ferma a 541 chilogrammi per abitante all'anno. Mentre a livello regionale la produzione pro capite piu' alta e' per la Toscana, con 686 chilogrammi a persona in un anno, invece il valore piu' basso si registra in Basilicata con 386 chilogrammi a testa.
La raccolta differenziata raggiunge nel 2009 il 30,6% sulla produzione totale dei rifiuti in Italia.
Va bene il nord che arriva al 45,5%, superando l'obiettivo del 45% fissato dalla normativa. Sono lontani, invece, sia il centro con il 22,9%, sia il sud fermo al 14,7%. Uno dei risultati peggiori e' del Lazio, con il 12,9%.  Il miglior progresso lo compie la Sardegna, con un balzo del 6,9%.
A livello regionale, il Trentino Alto-Adige e' in testa con una quota del 56,8%, secondo e' il Veneto con il 52,9%. Vanno bene anche l'Emilia-Romagna al 42,7% e il Friuli Venezia Giulia  al 42,6%. Per il centro, la Toscana fa registrare la migliore  percentuale con il 33,6%. Al sud cresce la raccolta  della Campania di 5,5 punti percentuali, con le province di  Avellino al 36,9% e di Salerno al 33,3% che mantengono la media  alta, a fronte delle ''problematiche connesse alle condizioni  emergenziali'' delle province di Napoli (al 14,8%) e di Caserta  (al 11,5%).
La regione Lombardia, mantiene il primato virtuoso di regione che smaltisce in discarica la percentuale inferiore di rifiuti urbani prodotti, pari all’8% del totale, facendo registrare ancora un miglioramento (-14%) rispetto al 2007. Ottimi risultati anche in Friuli Venezia Giulia, con una quota smaltita pari al 16% della produzione, in Veneto (22% di smaltimento) ed in Trentino Alto Adige (36%) dove le percentuali di raccolta differenziata raggiungono elevati livelli.
Miglioramenti si osservano in Sardegna, dove lo smaltimento in discarica passa dal 58% del 2007 al 52% del 2008: risultato dovuto in gran parte ai progressi fatti registrare in termini di raccolta differenziata.
In termini assoluti, il Lazio si conferma la regione che smaltisce in discarica la quantità maggiore dirifiuti, oltre 2 milioni e 800 mila tonnellate, corrispondenti all’86% dei rifiuti prodotti. Il solo comune di Roma ne manda quasi 1,5 milioni. Elevate percentuali di smaltimento in discarica si rilevano, anche, in Molise (90%), Sicilia (89%) e Puglia (80%).

 

·         Programma (pdf 200 kb)
 
 

Il VI Rapporto sulla Qualità dell’Ambiente Urbano è un’analisi che vede rappresentate tutte le regioni italiane.
Il rapporto 2009 il prodotto del Sistema delle Agenzie Ambientali (ISPRA/ARPA/APPA) condiviso anche con ANCI, La qualità dell’ambiente nelle città è stato studiato e analizzato lavorando in particolare sulle tematiche suolo, rifiuti, acqua, aria, trasporti e mobilità, inquinamento acustico ed elettromagnetico.

 

·         Programma (pdf 300 kb)
 
(gs 29/04/10)
Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top