Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 1567 - venerdì 30 aprile 2010

Sommario
- Conferenza delle Regioni il 6 maggio
- Sanità: Caldoro, soluzione per Asl 1 Napoli in tempi brevi
- Zaia: intollerabile pagare malagestione del Mezzogiorno
- Sanità: Rossi, Paese si sta spezzando in due
- Federalismo: Vendola, il Sud non è sprecone
- Sanità: in Piemonte misure per frenare la spesa

+T -T
Zaia: intollerabile pagare malagestione del Mezzogiorno

(regioni.it) “'Gli operai tedeschi pagheranno la pensione di quelli greci. Così come veneti, lombardi ed emiliani lavorano di più, e da sempre, per sostenere la spesa pubblica delle regioni meridionali: il Paese, senza il federalismo, non può permettersi che una Regione fallisca''. E' il Presidente del Veneto, Luca Zaia, a tracciare il parallelo tra i conti della Grecia e quelli delle regioni del Mezzogiorno.
“Senza le riforme necessarie, senza il federalismo fiscale - prosegue Zaia -, gli sprechi campani o calabresi continueremo a pagarli noi. Ed e' invece giunto il momento che ciascuno si assuma le proprie responsabilita' davanti ai cittadini, come continua a dire il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano”.
Zaia ricorda poi alcuni dati sulla fiscalità delle regioni: “ogni anno - dice - almeno 50 miliardi di euro partono da Veneto, Lombardia, Piemonte ed Emilia Romagna, le regioni piu' virtuose, diretti al Sud Italia. Si tratta dell'85% del totale dei trasferimenti Nord-Sud''. Il Veneto, da solo, sottolinea il presidente leghista, spende annualmente ''non meno di dieci miliardi di euro per coprire i disavanzi nei bilanci delle regioni del Mezzogiorno. Risorse che, con il federalismo - rileva Zaia -, potranno essere destinate a migliorare la vita dei veneti e di tutti coloro che responsabilmente, attraverso il loro lavoro, pretendono servizi pubblici adeguati''. ''Il tasso di spreco medio, che al Nord resta sotto il 15% - insiste Zaia - cresce al Sud e nelle Isole fino ad arrivare al 50% in Sicilia, Calabria, Basilicata e Sardegna. E il divario fra Nord e Sud riguarda solo la produzione, cioè il lavoro, non invece i consumi o i tenori di vita. Tutto ciò è inaccettabile e rende improcrastinabili le riforme per le quali gli elettori hanno premiato il centrodestra alle ultime elezioni regionali”. “Continuare a pagare certa malagestione della cosa pubblica nel Mezzogiorno - conclude - e' ingiusto e intollerabile per il Nord e un'ipoteca grave per lo sviluppo del Sud del Paese. La Grecia ci sta impartendo in queste ore una lezione che abbiamo il dovere di imparare”.
 
(red/30.04.10)
Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top