Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 1609 - giovedì 1 luglio 2010

Sommario3
- Manovra: confronto vero su merito e dimensione tagli
- Errani: non si può fare il federalismo fiscale contro Regioni ed enti locali
- Regioni: il 2 Luglio incontro con Schifani
- Polverini: bene documento Regioni
- Zaia: volontà è dialogare ancora per trovare soluzione
- Il 2 luglio manifestazione Coldiretti

+T -T
Manovra: confronto vero su merito e dimensione tagli

Conferenza Regioni Doc 01.07.10

(regioni.it) La Conferenza delle Regioni presieduta da Vasco Errani ha approvato all’unanimità  il 1° luglio un ordine del giorno. Il testo integrale del documento è stato pubblicato nella sezione “Conferenze” del sito www.regioni.it). Il link è :
Si riporta di seguito il testo integrale dell’ordine del giorno
 
CONFERENZA DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME
10/048/CR/C2
approvato all’unanimità dalle Regioni e dalle Province autonome
La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, riunita per valutare la situazione di empasse in cui si trova il confronto Governo-Autonomie territoriali sulla manovra finanziaria 2011-2013,
RIBADISCE
CHIEDE
con forza che si apra un confronto vero e nel merito sulla dimensione dei tagli che la manovra scarica sulle Regioni, azzerando i trasferimenti che dovrebbero essere la base del federalismo fiscale per le Regioni
RITIENE
che i tentativi di soluzione del problema individuati in sede parlamentare risultano assolutamente inefficaci, tecnicamente sbagliati e sostanzialmente peggiorativi
SOTTOLINEA
che la relazione sul federalismo fiscale esprime alcuni giudizi sui governi territoriali che le Regioni non condividono e contiene incongruenze rispetto alla Legge 42/2009, pertanto urge un confronto finalmente di merito
RITIENE
non accettabile che l’attuazione della legge n. 42/2009 sull’autonomia fiscale avvenga in tempi diversi per Enti locali e Regioni perché questo rischia di creare un sistema non equilibrato e ultimamente più oneroso per i cittadini
RIBADISCE
la piena disponibilità a contribuire alla riduzione complessiva della spesa pubblica e alla sua qualificazione attraverso una significativa compressione della spesa improduttiva a favore di quella per servizi ed investimenti considerando anche sull’aspetto normativo le specifiche condizioni di alcune Regioni con riferimento ai Piani di rientro
INVITA
tutti i responsabili dei diversi livelli istituzionali ad evitare che il confronto anche aspro fra diverse valutazioni scivoli in una qualunquistica delegittimazione, che rischia di avere come esito la crescita nell’opinione pubblica di un discredito complessivo verso le istituzioni pubbliche.
Roma, 1° luglio 2010
(red/01.07.10) 

+T -T
Errani: non si può fare il federalismo fiscale contro Regioni ed enti locali

(regioni.it) “Nessuno può pensare di fare il  federalismo fiscale in modo avverso alle regioni e agli enti locali”.  Ad affermarlo è stato il Presidente della Conferenza delle Regioni,  Vasco Errani, al termine della riunione del 1° luglio in cui la Conferenza è tornata a ribadire le richieste di modifiche alla manovra e ha discusso della relazione sul federalismo fiscale presentata il 30 giugno dal  ministro dell'Economia Giulio Tremonti, in cui, fra l’altro, si fa riferimento alla finanza pubblica italiana diventata un “albero storto”. “Se l'albero è piegato – ha detto Errani - non si risana l'albero tagliando i rami fondamentali del federalismo". Quanto ai rapporti fra il Governo e le Regioni Errani ha spiegato: “non abbiamo fatto e non vogliamo  fare la guerra ma se si parla di pace, la pace si realizza trovando un punto di incontro”. E' quanto ha affermato il presidente della  Conferenza delle Regioni, Vasco Errani, al termine della riunione del 1° luglio, tornando così sulle affermazioni del ministro  per le Riforme, Umberto Bossi, che aveva parlato di pace fatta  tra le Regioni e il ministro dell'Economia Giulio Tremonti.
“Noi aspettiamo l'incontro con il premier che tra l'altro  dall'estero ha già dato la sua disponibilità a incontrarci. E'  chiaro - ha detto Errani - che il dialogo prevede la disponibilità di tutti a trovare un'intesa”.
Le Regioni nel documento approvato il 1° luglio confermano la loro  richiesta di una manovra più equilibrata e ribadiscono la necessità di modificare il peso dei tagli tra i diversi comparti e di aprire un “confronto vero e nel merito”. Nel documento sottoscritto all'unanimità le Regioni ribadiscono che il peso degli interventi previsti si scafrica sulle autonomie, “azzerando i trasferimenti che dovrebbero essere la base del federalismo fiscale per le Regioni”.
Nel corso della conferenza stampa il presidente Errani ha ribadito la volontà delle Regioni di voler sottoscrivere un accordo con il governo, tuttavia, ha ammonito, ''ognuno deve tenere un atteggiamento istituzionale, come continuiamo a fare noi. Non mi sembra assolutamente giusto, quindi, il 'passaggio del cerino' da un livello istituzionale ad un altro. Noi - ha avvertito - non abbiamo un obiettivo diverso da quello del governo sul fronte della realizzazione del federalismo fiscale, è necessario però che Palazzo Chigi continui a tenere alto il confronto istituzionale''. Le Regioni italiane hanno anche ribadito la piena disponibilità “a contribuire alla riduzione complessiva della spesa pubblica e alla sua qualificazione attraverso una significativa compressione della spesa improduttiva a favore di quella per servizi e investimenti''.
Quanto alla relazione sul federalismo fiscale,resa nota a Palazzo Ghigi, ''esprime alcuni giudizi
suigoverni territoriale che le Regioni non condividono e contiene incongruenze rispetto alla legge 42 del 2009'', e afronte di ciò “urge un confronto finalmente di merito”. Infine si “ritiene non accettabile che l'attuazione della legga 42 del 2009 sull'autonomia fiscale avvenga in tempi diversi per Enti locali e Regioni, perché ciò rischia - ha sottolineato – di creare un sistema non equilibrato e ultimamente più oneroso per i cittadini”.
-      Il link al file audio della conferenza stampa del Presidente Vasco Errani, tenuta al termine della Conferenza delle Regioni del 1° Luglio 2010: http://www.regioni.it/upload/ConfStampaStraord010710.mp3
(red/01.07.10)

+T -T
Regioni: il 2 Luglio incontro con Schifani

(regioni.it) Venerdì 2 luglio  la Conferenza delle Regioni incontra a Roma, alle ore 10.30 a Palazzo Madama, il Presidente del Senato, Renato Schifani, per informarlo degli aspetti collegati ai tagli previsti dalla manovra economica. 
La  delegazione della Conferenza delle Regioni sara' guidata dal presidente Vasco Errani.

(red/01.07.10)

+T -T
Polverini: bene documento Regioni

Non dimenticati i problemi di quelle realta' alle prese con i piani di rientro della sanita

 (regioni.it) ''Giudico favorevolmente che nel documento finale sottoscritto da tutte le Regioni non si siano dimenticate i problemi di quelle realta' alle prese con i piani di rientro della sanita'''. Lo ha dichiarato il presidente della Regione Lazio Renata Polverini. In particolare nel documento approvato il primo luglio da tutte le Regioni si afferma, relativamente ''all'offerta della piena disponibilita' a contribuire alla riduzione complessiva della spesa pubblica e alla sua qualificazione'', di tenere conto ''delle specifiche condizioni di alcune Regioni con riferimento ai piani di rientro''.
A fronte di cio', ha aggiunto la Polverini, ''oggi e' stato fatto un passo avanti nel rapporto tra governatori delle Regioni penalizzate sul piano finanziario dalle gestioni precedenti e i rappresentanti della Lega''.
 
(red/01.07.10)

+T -T
Zaia: volontà è dialogare ancora per trovare soluzione

(regioni.it) ''Per quanto ci riguarda, come regioni vogliamo continuare a tenere aperto il dialogo con il governo, facendo in pieno la nostra parte, ma questo spesso e volentieri ci mette in difficoltà”'. Lo ha detto il presidente del Veneto, Luca Zaia.
"Sono convinto che la partita non  sia ancora chiusa perche' voglio vedere con positivita' il futuro". Ad affermarlo il presidente del Veneto, Luca Zaia.
"La volontà è di dialogare ancora e di trovare una soluzione - ha aggiunto Zaia - Questa non e' la difesa di un presidio o di un  privilegio ma la vera volonta' di far parte della squadra, coscienti del fatto che questa crisi sta attanagliando il mondo intero".
Riguardo poi alla relazione sul federalismo fiscale, Zaia e' tornato a ribadire che si tratta di "una pietra miliare" e a chi gli  faceva notare le critiche avanzate da alcune Regioni ha risposto che  "l'assemblea ha dato una valutazione di incongruita' per alcuni aspetti ma comunque lo riteniamo un documento che apre una nuova epoca".
 

 

(red/30.06.10)

+T -T
Il 2 luglio manifestazione Coldiretti

(regioni.it) I coltivatori italiani della Coldiretti scendono a Roma per incontrare il ministro dell'Economia, Giulio Tremonti, il ministro delle politiche agricole Giancarlo Galan, il ministro del Lavoro Maurizio Sacconi e il Presidente della Conferenza delle Regioni Vasco Errani.
I lavori saranno aperti dai saluti del Segretario generale della Cei Mons. Mariano Crociata, del Sindaco di Roma Gianni Alemanno, del presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, del presidente della Regione Lazio Renata Polverini e del Presidente della Regione Basilicata Vito De Filippo.
L'assemblea si svolge in occasione dei festeggiamenti dei 150 anni dell'unita' d'Italia che coincidono con la ricorrenza dei 100 anni dalla nascita, avvenuta il 6 giugno 1910 a Romentino in provincia di Novara, di Paolo Bonomi, fondatore della Coldiretti. 1,6 milioni di associati saranno domani al Palalottomatica di Roma Eur dove si svolgera' l'assemblea nazionale della Coldiretti.   Obiettivo di questa ''megaconvention” è quello di “salvare il Made in Italy a tavola dagli inganni e dalle speculazioni che danneggiano gli agricoltori e i consumatori''.
 
(red/30.06.10)
Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top