Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 1614 - giovedì 8 luglio 2010

Sommario
- Manovra: Errani, da Berlusconi per confrontarci
- Manovra: Polverini, si è aperta una via pattizia
- Formigoni: abbiamo evitato uno scontro istituzionale
- Manovra. Fitto, possibile confronto sui numeri
- Politiche sociali: Chiodi ottiene fondo aggiuntivo
- Sanità: Iorio, apprezzato piano di rientro

+T -T
Formigoni: abbiamo evitato uno scontro istituzionale

Si' a una manovra da 25 miliardi; ma deve essere rimodulata la ripartizione dei tagli

(regioni.it) Soddisfazione per l'atteso incontro del 9 luglio delle Regioni con Silvio Berlusconi sulla manovra economica del Governo viene espressa dal presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni. "Avevamo chiesto questo incontro - spiega Formigoni - e personalmente non ho mai dubitato che il Presidente avrebbe acconsentito a fissarlo. Credo di sapere - aggiunge Formigoni - che Berlusconi ha dovuto lavorare parecchio per far si che l'incontro fosse impostato secondo la formula giusta, e cioè tra Regioni, Province e Comuni da una parte e presidente del Consiglio, dall'altra, attorniato dai ministri che hanno competenza nella partita”.
“Abbiamo evitato - aggiunge il presidente della Lombardia – uno scontro istituzionale che sarebbe stato pesantissimo. Per giorni abbiamo segnalato che era opportuno che una parte della Repubblica (il Governo nazionale) accettasse di confrontarsi con le altre parti (Regioni ed Enti locali). Così è avvenuto. Così il primo passo in avanti e' fatto; domani (9 luglio, ndr) entreremo nel vivo dei contenuti della manovra”. Formigoni ricorda la posizione delle Regioni, "che è quella nota: noi diciamo si' alla manovra, dunque si' a farci carico con responsabilità della parte di sacrifici che ci competono, ma chiediamo che questi sacrifici siano equilibrati con gli altri comparti della Repubblica, cioè siano distribuiti equamente tra tutti. Domani dunque bisognerà confrontare i dati e renderci conto che il tanto che viene chiesto a Regioni Province e Comuni è assolutamente sproporzionato rispetto al poco che viene chiesto al livello centrale". "Sia chiaro - sottolinea Formigoni – il totale della manovra anche per noi deve essere blindato: abbiamo sempre detto si' a una manovra da 25 miliardi; ma deve essere rimodulata la ripartizione dei tagli. E' su questo che dobbiamo dialogare". La proposta di Formigoni (che definisce "quella dell'uomo della strada") e' di "distribuire in modo uguale per tutti i sacrifici. A conti fatti, si tratterebbe di un taglio pari al 3,4% dei bilanci di tutti: sforzo importante, ma sopportabile". Quello che non appare sopportabile e' la misura del taglio attualmente previsto per le Regioni, che "inciderebbe pesantemente - ribadisce Formigoni - su servizi essenziali per il cittadino - treni per i pendolari, sostegno alle famiglie, aiuti alle imprese".
 
(red/08.07.10)
Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top