Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 1660 - giovedì 7 ottobre 2010

Sommario
- Errani: chiarire incrocio manovra-federalismo fiscale
- Federalismo: Regioni, i commenti dei Presidenti
- Federalismo fiscale: Tremonti, Fitto, Calderoli, Fazio
- Fondi UE: preoccupazione da alcune Regioni europee
- Decreto federalismo regionale e costi standard : ok da CdM
- Federalismo: Errani, bruciare i tempi rischia di fare danni

+T -T
Federalismo fiscale: Tremonti, Fitto, Calderoli, Fazio

(regioni.it) Con il decreto legislativo - approvato dal Consiglio dei ministri del 7 ottobre - ''il processo del federalismo e' quasi finito''. Lo ha sottolineato il ministro dell'Economia, Giulio Tremonti, in conferenza stampa. 
Mentre il ministro per i Rapporti con le Regioni, Raffaele Fitto, sottolinea ''le preoccupazioni che sono state espresse dalle Regioni sulla parte del decreto che riguarda i costi standard", e annuncia: "le recepiremo nell'ambito del percorso che stiamo compiendo, come abbiamo fatto per la parte del decreto che riguarda il federalismo regionale''. ''Il clima e' di piena collaborazione'', ha aggiunto il ministro Fitto, ricordando che la prossima Conferenza Stato-Regioni e la Conferenza Unificata sono convocate per il prossimo 28 ottobre, ''ma nulla vieta di convocarle nei giorni precedenti sia per il varo del decreto sul federalismo municipale che per quello a cui il Consiglio dei ministri ha dato il via libera oggi. Le Conferenze e i tavoli tecnico-politici saranno in ogni modo utili - ha detto Fitto - per giungere ad un provvedimento che accolga ogni suggerimento che arrivi dalle Regioni''.
La riforma sul  federalismo è "una rivoluzione che pone l'Italia in una posizione di  assoluta eccellenza non solo per i conti, ma anche per la qualita' dei servizi sanitari che consentira' di offrire ai cittadini", così il ministro della Salute Ferruccio Fazio. 
Infine il ministro per la Semplificazione normativa, Roberto Calderoli, ha confermato,  che nel dlgs del governo sul federalismo resta ferma la pressione fiscale: ''Le regioni potrebbero aumentare l'Irpef per i redditi medio alti del 2,1% nel 2015. Le regioni non potranno pero' aumentare complessivamente la pressione fiscale. Con lo schema di decreto legislativo, approvato oggi, sono stati aboliti 6 tributi e rimane la possibilita' di diminuire Irap ed Ires''. Il ministro ha anche confermato per le Regioni la possibilita' di diminuire l'Irap in caso di aumento dell'Irpef. Le Regioni non potranno neppure aumentare l'Irpef per i redditi bassi.
''Adesso invece l'addizionale Irpef delle Regioni - sottolinea Calderoli - agisce in misura identica per tutti i redditi''. Per quanto riguarda l'invarianza della pressione fiscale complessiva, il ministro ha annunciato che il titolare dell'Economia Giulio Tremonti sta studiando una misura che verra' illustrata alla Conferenza unificata''.

 

·         Sanita': sacconi, costi standard condivisi con regioni ·       
Federalismo: calderoli, piu' irpef, no aumenti pressione fisco

·         Consiglio dei Ministri n.109 del 07/10/2010

·         Federalismo: calderoli, alle regioni il 45% dell'iva

·         Sanita': fazio, federalismo migliorera' qualita'

·         Federalismo: calderoli, costo standard? regioni avevano testo

·     

·         Federalismo: fitto a errani, utilizzeremo questi giorni per discutere

·         Legge elettorale. schifani: modificarla ma dopo riforme

·         Legge elettorale:calderoli, con senato federale riforma obbligata

·        

·         Federalismo:fazio, una rivoluzione che mette italia in eccellenza

·  

·         Federalismo: calderoli, con oggi 90% riforma realizzato

·         Fisco: tremonti, dopo federalismo chiediamo delega per riforma

·         Federalismo: tremonti, pressione fiscale generale non aumenta

·         Federalismo: tremonti, in realta' processo e' quasi terminato

·         Federalismo: bossi, l'italia sara' migliore

·         Federalismo: calderoli, a regioni aumento addizionale irpef fino al 3%

Fazio su approvazione nuovi Lea

 

 (red/07.10.10)

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top