Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 1663 - martedì 12 ottobre 2010

Sommario
- Federalismo fiscale: studi Anci e Uil su impatto
- Rossi: bilanci certificati in sanità
- Sviluppo: proposta per sede stabile di concertazione
- Ogm e coesistenza.:documento delle Regioni
- Regioni su Legge annuale PMI e Small business Act
- Sviluppo sostenibile: Patto regione Padano Alpina Marittima

+T -T
Rossi: bilanci certificati in sanità

In Toscana nuove strategie per lo sviluppo dell'economia regionale

(regioni.it) ''Rispetto a tutte le altre Regioni che non hanno i bilanci certificati, la Toscana e' in una botte di ferro. Questo ci e' stato riconosciuto anche dal ministro Tremonti''. Lo ha detto il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, tornando sulla questione del commissariamento della Asl di Massa e Carrara.
''In questo periodo stiamo certificando altre tre aziende, Pisa, Siena e Pistoia. La certificazione di bilancio e' un momento delicato, che puo' far emergere qualche problema – ha spiegato Rossi -. Nel caso della Asl di Massa e Carrara e' emerso un tentativo, che non ci ha convinto, di giustificare costi di bilancio in maniera non sostenibile. Le verifiche fatte hanno confermato questa insostenibilita'''.
''Voglio ringraziare l'assessore al diritto alla salute Daniela Scaramuccia - ha aggiunto il presidente - per la tempestivita' con cui e' intervenuta. E' la dimostrazione che controlliamo tutto. Il bilancio economico - ha sottolineato - e' il modo per controllare la spesa. La Toscana e' l'unica Regione che ha le aziende certificate. E' un processo avviato dieci anni fa, che mi fu consegnato dal mio predecessore Martini, e che non consente che i debiti finiscano sotto il tappeto''.
''Chi, come me, per dieci anni ha avuto la responsabilita' di governare la sanita' toscana non puo' non conoscere il valore dei servizi, in particolare dei servizi pubblici e non sapere quanto, ad esempio, una sanita' efficiente incida positivamente sul Pil, sulla capacita' di attrarre investimenti, sulla ricerca, sull'occupazione. E' un esempio di quanto i servizi siano importanti per uno sviluppo di qualita'. Quando  parliamo di puntare sul manifatturiero, non intendiamo lasciare da parte i servizi. E' pero' innegabile che, per la Toscana, si tratti oggi di recuperare un deficit in un settore in cui e' rimasta indietro, anche rispetto ad altre regioni del centro nord''.
Rossi interviene così anche sulle strategie per lo sviluppo dell'economia regionale: ''E' una competitivita' di sistema quella che  vogliamo creare - ha detto Rossi - chiamando in causa la societa' nel  suo insieme. I servizi stanno dentro a questo contesto di  competitivita' regionale. Per questo stiamo lavorando per intervenire  sull'organizzazione dei servizi pubblici, per renderli piu' efficienti e razionali, eliminando frammentazioni, sprechi e localismi,  mantenendoli saldamente in mano pubblica ma aprendoli anche  all'apporto di capitali privati. La gestione e la programmazione dei  servizi devono essere a livello regionale''.
Per il settore del turismo ''abbiamo la necessita' di promuovere la Toscana negli stati  economicamente emergenti, dalla Cina al Brasile. E' un contesto di  dimensioni tali per cui non e' pensabile agire in ordine sparso,  promuovendo ognuno il suo territorio. Non e' pensabile avere dieci  Aziende di promozione turistica, bisogna fare sistema altrimenti non si va da nessuna parte''.
Lo stesso lavoro di razionalizzazione si sta  applicando al sistema del trasferimento tecnologico e  dell'innovazione, per costruire dei distretti efficienti, in cui le imprese possano fare rete e vi siamo servizi in grado di rispondere alle specifiche necessità dei ciascun comparto.
 

AV: anche un numero verde per informazioni e sicurezza protocollo di intesa relativo ai lavori del sottoattraversamento di Firenze dell'Alta velocità ferroviaria. >>>

ASCA
Tav Firenze: Rossi, FS finanzino campagna informazione a cittadini Rossi al Briefing del 12 ottobre 2010
Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top