Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 1664 - mercoledì 13 ottobre 2010

Sommario
- Federalismo: convocata Conferenza Regioni per il 14 ottobre
- Biblioteca: Rapporto Caritas-Fondazione Zancan sulla povertà
- Dati economici da Mef, Bankitalia e Istat
- Protezione civile: rifinanziare il Fondo regionale
- Zaia su politiche immigrazione
- Lazio: un traduttore dal burocratese all'italiano

+T -T
Lazio: un traduttore dal burocratese all'italiano

Lotta alla disoccupazione: 10 milioni per le imprese

(regioni.it) Un traduttore di avvisi e bandi pubblici dal 'burocratese' all'italiano. E’ una nuova iniziativa della Regione Lazio, lanciata dalla presidente Renata Polverini e dall'assessore al Lavoro Mariella Zezza nel corso della presentazione di alcuni incentivi alle aziende per l'assunzione e la formazione di lavoratori svantaggiati. 
“Il traduttore si chiama Tribù - spiega Polverini – dall’11 ottobre e' online sul sito rinnovato dell'assessorato al Lavoro della Regione con il fine di rendere comprensibili a tutte le persone le modalità di accesso a bandi e ad incentivi''. 
“Se una sovvenzione è rivolta ad un disoccupato con la quinta elementare, come potrà comprendere un bando scritto in burocratese? - si domanda Zezza - Come potra' accedervi? Da vecchia giornalista quale sono mi sono posta queste domande e ho pensato ad una traduzione fondata sulle cinque W (Chi,cosa,dove,quando e perché). 
La sovvenzione 'Lavoro in chiaro' – a margine della quale è stata presentata l’iniziativa del “traduttore dal burocratese - prevede 10 milioni di euro per incentivare le imprese del Lazio ad assumere e formare lavoratori svantaggiati e per prevenire il lavoro sommerso. 
I dieci milioni di euro messi a disposizione attraverso un bando pubblico con scadenza il 30 settembre 2011 sono destinati alle imprese del Lazio, profit e non profit, di qualsiasi settore e dimensione che decidano di assumere: disoccupati da almeno sei mesi, disoccupati con bassa scolarita', over 50, adulti soli con una o più persone a carico.
“E' un modo per rimettere in moto l'occupazione della Regione a partire dalle fasce piu' svantaggiate – spiega Polverini -. L'obiettivo e' anche quello di far emergere il lavoro nero e intervenire per mettere in sicurezza i luoghi di lavoro”. La Regione, infatti, promuove agevolazioni all'assunzione e percorsi di formazione per le persone a rischio di lavoro nero. ''Secondo l'ultima rilevazione, datata 2007 - ricorda Zezza -, nel Lazio ci sono 270 mila lavoratori irregolari, l'11% del totale, e il 66% sta nella provincia di Roma. Siamo sotto la media nazionale - aggiunge - ma il nostro impegno per il 'lavoro in chiaro' va avanti. Sara' la stessa Zezza a presentare prossimamente il bando nelle cinque Province del Lazio. Il bando da dieci milioni è il terzo che e' stato tradotto dal burocratese - prosegue - il primo e' stato quello sulla flat security. Quando avremo il bando per i disabili lo tradurremo in braille, quando ci saranno bandi per gli immigrati prepareremo traduzioni nelle diverse lingue”.

 

(red/12.10.10)

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top