Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 1671 - venerdì 22 ottobre 2010

Sommario3
- Istat: nel 2009 più 38mld di aumento debito pubblico
- Conferenza Regioni: il 28 ottobre sessione "ordinaria"
- Conferenza Unificata il 28 ottobre
- Fitto convoca Conferenza Stato-Regioni per il 28 ottobre
- Rifiuti: appalto per termovalorizzatore Napoli Est
- Eurostat: Italia prima per deficit

+T -T
Istat: nel 2009 più 38mld di aumento debito pubblico

Indicatori regionali

(regioni.it) L’Istat rileva che nel 2009 l’indebitamento netto delle Amministrazioni Pubbliche è aumentato di circa 38.200 milioni di euro rispetto all’anno precedente, attestandosi sul livello di -80.863 milioni di euro, pari al 5,3 per cento del Pil (2,7 nell’anno precedente).  
I dati del debito delle Amministrazioni Pubbliche per gli anni 2006-2009 sono quelli pubblicati dalla Banca d’Italia7. Il debito pubblico alla fine del 2009 è risultato pari a 1.763.559 milioni di euro (116,0 per cento del Pil). Rispetto al 2008 il rapporto tra il debito e il Pil è aumentato di 9,7 punti percentuali.
E' quanto stima l'Istat nella Notifica dell'indebitamento netto e del debito delle Amministrazioni Pubbliche secondo il Trattato di Maastricht.
Per quel che riguarda la spesa per interessi, nella versione  Procedura per i Disavanzi Eccessivi (PDE), che considera l'impatto  delle operazioni di swap, e' ammontata al 4,7% del Pil, in riduzione  di circa 0,5 punti percentuali rispetto al 2008 mentre il saldo  primario e' risultato negativo e pari allo 0,6% del Pil, in  peggioramento rispetto all'anno precedente di circa 3 punti  percentuali.
I dati del debito delle Amministrazioni Pubbliche  per gli anni 2006-2009, aggiunge l'Istat, sono quelli pubblicati dalla Banca d'Italia mentre il debito pubblico alla fine del 2009 e'  risultato pari a 1.763.559 milioni di euro (116,0 per cento del Pil).
Rispetto al 2008 il rapporto tra il debito e il Pil e' aumentato di  9,7 punti percentuali.
Secondo le previsioni contenute nella Decisione di Finanza  Pubblica e riportate anche nelle tavole della Notifica, per il 2010  l'indebitamento netto e il saldo primario dovrebbero collocarsi  rispettivamente al 5,0 e a -0,3 per cento del Pil, mentre il debito aumenterebbe al 118,5 per cento del Pil.
 

Prospetto 1 - Principali aggregati di finanza pubblica. Anni 2006-2010 (*) (Dati in milioni di euro e valori percentuali)
2006 (a)
2007 (b)
2008 (b)
2009 (c)
2010 (d)
Indebitamento netto PDE  in percentuale del PIL Debito pubblico (e)  in percentuale del PIL Interessi passivi PDE  in percentuale del PIL Saldo primario  in percentuale del PIL PIL
-49.921 -3,4 1.584.093 106,6 69.096 4,7 19.175 1,3 1.485.377
-23.517 -1,5 1.602.069 103,6 77.452 5,0 53.935 3,5 1.546.177
-42.694 -2,7 1.666.461 106,3 81.280 5,2 38.586 2,5 1.567.851
-80.863 -5,3 1.763.559 116,0 71.351 4,7 -9.512 -0,6 1.520.870
-77.125-5,0 1.842.300118,5 72.0694,6 -5.056-0,3 1.554.718
 
 
 
 
 
 
Fonti:per il Debito Pubblico Banca d'Italia; per i dati di previsione Ministero dell'Economia e Finanze (*) Eventuali mancate quadrature sono dovute agli arrotondamenti. a) dati definitivi c) dati provvisori b) dati semidefinitivi d) dati di previsione e) dati definitivi per gli anni 2006-2009

Prospetto 1 - Principali aggregati di finanza pubblica. Anni 2006-2010 (*) (Dati in milioni di euro e valori percentuali)
2006 (a)
2007 (b)
2008 (b)
2009 (c)
2010 (d)
Indebitamento netto PDE  in percentuale del PIL Debito pubblico (e)  in percentuale del PIL Interessi passivi PDE  in percentuale del PIL Saldo primario  in percentuale del PIL PIL
-49.921 -3,4 1.584.093 106,6 69.096 4,7 19.175 1,3 1.485.377
-23.517 -1,5 1.602.069 103,6 77.452 5,0 53.935 3,5 1.546.177
-42.694 -2,7 1.666.461 106,3 81.280 5,2 38.586 2,5 1.567.851
-80.863 -5,3 1.763.559 116,0 71.351 4,7 -9.512 -0,6 1.520.870
-77.125-5,0 1.842.300118,5 72.0694,6 -5.056-0,3 1.554.718
 
 
 
 
 
 
Fonti:per il Debito Pubblico Banca d'Italia; per i dati di previsione Ministero dell'Economia e Finanze (*) Eventuali mancate quadrature sono dovute agli arrotondamenti. a) dati definitivi c) dati provvisori b) dati semidefinitivi d) dati di previsione e) dati definitivi per gli anni 2006-2009

 
Indicatori regionali di contesto chiave e variabili di rottura
Aggiornato il sistema informativo con gli indicatori organizzati per assi, priorità e temi
 
Testo integrale
PDF (88 kbyte)
Tavole
ZIP (15 kbyte)
Nota metodologica
PDF (20 kbyte)
 

 

 

 
Priorità
Indicatori
Priorità 1
Priorità 2
Priorità 3
Priorità 4
Priorità 5
Priorità 6
Priorità 7
Priorità 8
Priorità 9
Priorità 10
Governance, capacità istituzionali e mercati concorrenziali ed efficaci

 

 

 
 
 (red/22.10.10)

 

+T -T
Conferenza Regioni: il 28 ottobre sessione "ordinaria"

Nel pomeriggio Conferenza Stato-Regioni e Conferenza Unificata

(regioni.it) Dopo la “due giorni” (il 26 e il 27 ottobre) dedicata al Decreto legislativo sul federalismo fiscale regionale e costi standard (cfr. “Regioni.it” n. 1670) , la Conferenza delle Regioni e delle Province autonome tornerà a riunirsi, convocata dal Presidente Vasco Errani, in sessione “ordinaria” giovedì 28 ottobre 2010 (alle ore 10.00 in Via Parigi, 11 a Roma).
L’Ordine del giorno è il seguente:
1)       Comunicazioni del Presidente;
2)       Esame questioni all’o.d.g. della Conferenza Unificata;
3)       Esame questioni all’o.d.g. della Conferenza Stato-Regioni;
4)        Commissione beni e attivita’ culturali – Regione Calabria
Valutazioni in merito all’adesione delle Regioni alla manifestazione organizzata da Anci e Federculture sugli effetti della manovra 2010 nel settore culturale – Punto esaminato dalla Commissione nella riunione del 13 ottobre 2010 e all’esame della Commissione nella riunione del 27 ottobre 2010;
5)       Commissione saluteRegione Veneto
Problematiche relative alla spesa farmaceutica in particolare alle quote di spettanza di grossisti e farmacisti sul prezzo di vendita al pubblico di medicinali di classe A – art. 11, comma 6, Legge 122/2010 – Punto all’esame della Commissione nella riunione programmata per il 27 ottobre 2010;
6)       Commissione politiche sociali – Regione Liguria
Valutazione del documento da rappresentare alla Commissione parlamentare per l’infanzia e l’adolescenza in sede di indagine conoscitiva da questa promossa nell’ambito dell’esame del III Piano biennale di azioni e di interventi per la tutela dei diritti e lo sviluppo dei soggetti in età evolutiva – Punto esaminato dalla Commissione nella riunione del 20 ottobre 2010 e all’esame della Commissione nella riunione del 27 ottobre 2010;
7)       Commissione politiche agricoleRegione Puglia
a)           Contributo delle Regioni e delle Province autonome alla definizione della posizione italiana sul futuro della PAC dopo il 2013 - Punto esaminato dalla Commissione nella riunione del 21 ottobre 2010;
b)           Ordine del giorno in materia di sgravi fiscali e sistema contributivo in agricoltura - Punto esaminato dalla Commissione nella riunione del 21 ottobre 2010;
c)            Documento recante “Obiettivi ed azioni prioritarie di ricerca e sperimentazione individuate dalla Rete interregionale per la ricerca agraria, forestale, acquacoltura e pesca” relativo agli obiettivi prioritari di ricerca individuati dalle Regioni per il triennio 2010-2012 - Punto esaminato dalla Commissione nella riunione del 30 settembre 2010;
SEDUTA RISERVATA
8)       Designazioni:
Candidature della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome alle cariche di cui all’articolo 8 dello Statuto dell’OICS (Osservatorio Interregionale sulla Cooperazione allo Sviluppo) - Presidente, Consiglio direttivo, Collegio dei revisori dei conti.
 
(red/22.10.10)

+T -T
Conferenza Unificata il 28 ottobre

(regioni.it) La Conferenza Unificata è convocata, per giovedì 28 ottobre 2010 alle ore 15.30 presso la Sala riunioni del l piano di Via della Stamperia, n. 8, in Roma, con iI seguente ordine del giorno:
Approvazione del verbale della seduta del 7 ottobre 2010
1) Parere sui Piano annuale di attività 2010 del FORMEZ, di cui al decreto legislativo 25 gennaio 2010, n. 6. (PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E INNOVAZIONE)
Parere ai sensi dell'articolo 9, comma 3 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281.
2) Parere sullo schema di Decreto del Presidente della Repubblica recante "Regolamento concernente la disciplina dell'accordo di integrazione tra 10 straniero e 10 Stato, a norma dell'articolo 4~bis, comma 2, del Testo Unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell'immigrazione e norme sulla condizione dello straniero, di cui al decreto legislativo 25 luglio 1998, n. 286" (INTERNO)
Parere ai sensi dell' articolo 9, comma 3 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 28.
3) Parere sui Piano nazionale contro la violenza di genere e 10 stalking (PARI OPPORTUNITA')
Parere ai sensi dell'articolo " comma 1261, della legge 27 dicembre 2006 n. 296.
4) Acquisizione delle designazioni di quattro rappresentanti della Conferenza Unificata in seno alla "Commissione per le adozioni internazionali", ai sensi dell'art. 4, comma 1, lettera I) del D.P.R. 8 giugno 2007, n.108. (FAMIGLIA, DROGA, SERVIZIO CIVILE)
Acquisizione delle designazioni ai sensi de/I'art. 9, comma 2, lettera d) del decreto legislativo 28 agosto 1997 n. 281.
5) Acquisizione della designazione relativa alia sostituzione di uno dei componenti della "Commissione permanente per I'innovazione tecnologica nelle Regioni e negli enti locali", designato, quale uno dei membri in rappresentanza delle Regioni, nella seduta della Conferenza Unificata repertorio atti n.92/CU del 23 settembre 2010.(PUBBLlCA AMMINISTRAZIONE E INNOVAZIONE)
Acquisizione delle designazioni ai sensi del/'art. 9, comma 1, del decreto legi51ativo 28 agosto 1997 n. 281.
6) Intesa sullo schema di decreto legislativo recante disposizioni in materia di federalismo fiscale municipale, ai sensi della legge 5 maggio 2009, n. 42. (ECONOMIA E FINANZE - RIFORME FEDERALISMO - SEMPLIFICAZIONE NORMATIVA - RAPPORTI REGIONI E COESIONE TERRITORIALE - POLITICHE EUROPEE)
Intesa ai sensi dell'articolo 2, comma 3, della legge 5 maggio 2009, n. 42.
7) Intesa sullo schema di decreto legislativo recante disposizioni in materia di autonomia di entrata delle Regioni a statuto ordinario e delle province, nonché di determinazione dei costi e dei fabbisogni standard nel settore sanitario, ai sensi della legge 5 maggio 2009, n. 42. (ECONOMIA E FINANZE - RIFORME FEDERALISMO – SEMPLIFICAZIONE NORMATIVA M RAPPORTI REGIONI E COESIONE TERRITORIALEM POLITICHE EUROPEE)
Intesa ai sensi dell'articolo 2, comma 3, dellalegge 5 maggio 2009, n. 42.
8) Parere sui disegno di legge recante: "Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato M triennio 2011-2013" (legge di stabilita) ( A.C. 3778) e sui disegno di legge recante: "Bilancio di previsione dello Stato per I'anno finanziario 2011 e per il triennio 2011-2013" (A.C. 3779) (ECONOMIA E FINANZE)
Parere ai sensi dell'articolo 52, comma 2, della legge 31 dicembre 2009, n. 196 e dell'articolo 9, comma 2, lett. a), n. 1 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281.
9) Intesa sulla proposta del Ministero della salute di deliberazione CIPE concernente il riparto
per I'anno 2010 delle risorse finanziarie trasferite nelle disponibilità del Servizio sanitario nazionale, ai sensi dell'articolo 6 del D. P. C. M. 1° aprile 2008, ai fini dell'esercizio delle funzioni sanitarie afferenti alia medicina penitenziaria. (SALUTE)
Intesa ai sensi dell'articolo 115, comma 1, lettera a), del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112.
10) Parere sullo schema di decreto del Presidente della Repubblica recante regolamento di riordino degli enti vigilati dal Ministero della salute ai sensi dell'art. 26 del decreto legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133 e successive modificazioni. (SALUTE)
Parere ai sensi dell'articolo 9 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281.
11) Parere sulla schema di decreto del Ministro della salute recante "Individuazione delle apparecchiature medico-terapeutiche ad energia elettrica necessarie per I'esistenza in vita di persone in gravi condizioni di salute". (SALUTE)
Parere ai sensi del/'articolo 9, comma 2, del decreto legislativo 28 ag05to 1997 n. 281.
12) Intesa sui Programma Infrastrutture Strategiche, Allegata alla Decisione di Finanza Pubblica, ai sensi dell'art.10, comma 9 della legge 31 dicembre 2009, n.196. "Programmare il Territorio, le Infrastrutture, le Risorse". (INFRASTRUTTURE E TRASPORTI).
Intesa ai sensi dell'a/t1, comma 1, della legge 21 dicembre 2001, n. 443.
13) Modifica dell'intesa sullo schema d'intesa della Conferenza Unificata, sancita iI 29 ottobre 2009, ai fini dell'approvazione da parte del Ministra dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, prevista dall'art. 5, comma 2, del D.M. 29 novembre 2000, dei piani degli interventi di contenimento ed abbattimento del rumore prodotto dalle infrastrutture di trasporto veicolare, su proposta dell'ANCI. (AMBIENTE E TUTELA DEL TERITORIO E DEL MARE)
Intesa ai sensi dell'art. 8, comma 6, della legge n. 131 del 2003.
14) Parere sullo schema di decreta interministeriale concernente il rilascio della licenza di giardino zoologico in favore del Parco natura Viva di Bussolengo (VR), ai sensi dell'art. 4, comma 1, del decreto legislativo 21 marzo 2005, n. 73. (AMBIENTE E TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE - SALUTE - POLITICHE AGRICOLE, ALIMENTARI E FORESTALI).
Parere ai sensi del/'art. 4, comma 2, del richiamato decreto legislativo n. 73 del 2005.
15) Parere sullo schema di ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri concernente ripartizione di risorse recate dal Fondo per la prevenzione del rischio sismico, predisposto ai sensi dell'art. 1, comma 1, del D.L. 28 aprile 2009, n. 39, convertito, con modificazioni, dalla legge di conversione 24 giugno 2009, n. 77, in attuazione dell'articolo 11 del medesimo D.L. n. 39 del 2009. (PROTEZIONE CIVILE)
Parere ai sensi de/I'art. 9, comma 3, del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281.
(red/22.10.10)

+T -T
Fitto convoca Conferenza Stato-Regioni per il 28 ottobre

(regioni.it) Il Ministro dei rapporti con le Regioni ha convocato la Conferenza Stato Regioni per giovedì 28 ottobre 2010 alle ore 16.00 presso la Sala riunioni del I piano di Via della Stamperia, n. 8, in Roma, con il seguente ordine del giorno:
Approvazione del verbale della seduta del 7 ottobre 2010.
1)       Parere sulla delibera CIPE n. 86 del 6 novembre 2009 concernente assegnazione di risorse a favore del programma Tetra nella Regione Sardegna. (PRESIDENZA CONSIGLIO MINISTRI)
          Richiesta delle Regioni
2)       Accordo tra il Governo, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano, sulla proposta del Ministro della salute, concernente la definizione degli indirizzi per la realizzazione di un programma di farmacovigilanza attiva, attraverso la stipula di convenzioni tra l’AIFA e le singole regioni per l’utilizzazione delle risorse di cui all’articolo 36, comma 14, della legge 27 dicembre 1997, n. 449, per gli anni 2008-2009. (SALUTE)
          Accordo ai sensi dell’articolo 4 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281.
3)       Accordo tra il Governo, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano sul documento relativo al "Linee guida per l'applicazione delle norme di buona preparazione dei radiofarmaci in medicina nucleare".(SALUTE)
          Accordo ai sensi dell'articolo 4 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281.
4)       Accordo tra il Governo, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano sulla proposta del Ministro della salute di ripartizione delle risorse destinate al finanziamento del progetto ridenominato “Ospedale -Territorio senza dolore” di cui all’articolo 6, comma 1, della legge 15 marzo 2010, n. 38. (SALUTE) 
          Intesa ai sensi dell’articolo 6, comma 2, della legge 15 marzo 2010, n. 38. 
5)       Intesa tra il Governo, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano sul Piano nazionale di governo delle liste di attesa per il triennio 2010-2012. (SALUTE)
          Intesa ai sensi dell’articolo 8, comma 6, della legge 5 giugno 2003, n. 131.
6)       Intesa sullo schema di decreto del Ministro della salute, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze concernente l’assegnazione di risorse alla Regione Lombardia ai sensi decreto 16 maggio 2006. (SALUTE)
          Intesa ai sensi dell’articolo 2, comma 2, del decreto del Ministro della salute, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze 16 maggio 2006.
7)       Parere sullo schema di disegno di legge: Delega al Governo per il riassetto della normativa in materia di sperimentazione clinica e per la riforma degli ordini delle professioni sanitarie, nonché disposizioni in materia sanitaria. (SALUTE)
          Parere ai sensi dell'articolo 2, comma 3, del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281.
8)       Acquisizione della designazione di un esperto della Conferenza Stato – Regioni nel Consiglio direttivo nazionale della Lega italiana per la lotta contro i tumori, ai sensi dell’articolo 6 dello Statuto della Lega, approvato con decreto del Ministro della salute del 16 gennaio 2006. (SALUTE)
          Acquisizione della designazione ai sensi dell'articolo 2, comma 1, lettera d), del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281.
9)       Designazione del rappresentante delle Regioni nella Commissione di alta vigilanza sugli interventi nel settore dei sistemi di trasporto rapido di massa. (INFRASTRUTTURE E TRASPORTI)
          Designazione ai sensi dell’art. 4, comma 2, lettera d), del decreto legge 1 aprile 1995, n. 98, convertito, con modificazioni, dalla legge 30 maggio 1995, n. 204.
10)     Parere sullo schema di disegno di legge recante disposizioni in materia di attività cinematografiche ed istituzioni culturali, su proposta del Ministro per i beni e le attività culturali (beni e attività culturali)
          Parere ai sensi dell’articolo 2, comma 3, del decreto legislativo 28 agosto 1997, n.281.
11)     Pareri su otto schemi di decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri concernenti approvazione dei piani di gestione dei distretti idrografici nazionali di cui all’art. 13, comma 1, della direttiva comunitaria n. 2000/60/CE, predisposti ai sensi dell’art. 66, comma 6, del d. lgs. 3 aprile 2006, n. 152. (AMBIENTE E TUTELA DEL TERITORIO E DEL MARE)
          Pareri ai sensi dell’articolo 57, comma 1, lett. a), n. 2, del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, come richiamato dall’articolo 66, comma 6, dello stesso decreto legislativo.
12)     Parere sullo schema di decreto legislativo recante disposizioni sanzionatore per le violazioni del regolamento (CE) n. 504/2008 del 6 giugno 2008, recante attuazione delle direttive CEE 90/246 e 907427 sui metodi di identificazione degli equidi nonché gestione dell’anagrafe degli equidi da parte dell’UNIRE. (politiche agricole, alimentari e forestali)
          Parere ai sensi dell’articolo 2, comma 3, del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281.
 
(red/22.10.10)

+T -T
Rifiuti: appalto per termovalorizzatore Napoli Est

(regioni.it) “Avendo esaminato la situazione nel dettaglio riteniamo che in tempo di 10 giorni la situazione possa essere portata nella norma, senza che quindi dalla discarica di Terzigno possano verificarsi uscite di odori e di miasmi che giustamente hanno preoccupato e preoccupano la popolazione”. Lo ha  affermato il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi in conferenza stampa a Palazzo  Chigi dopo la riunione sull'emergenza rifiuti a Terzigno, in Campania, che si è tenuta il 22 ottobre con i ministri competenti, con il capo della  protezione civile Guido bertolaso e con il presidente della Campania Stefano Caldoro.
“Ringrazio il Governo per la decisione forte e tempestiva con cui interviene dove c'e' stata una cattiva gestione da parte del concessionario della discarica di Terzigno”. Così il Presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro, durante la conferenza stampa. “E' evidente - ha evidenziato Caldoro - che la questione, di carattere strutturale, è legata a 15 anni di ritardo per cui basta un piccolo tassello che non funziona che bisogna intervenire”. Il Presidente della Regione Campania ha poi ricordato che ''la Regione ha sbloccato la vicenda di Napoli Est nel mese di agosto e lo abbiamo risolto in un mese, ora siamo pronti a partire con il termovalorizzatore di Napoli est''. “Abbiamo risolto un problema che era lì da anni e lo abbiamo risolto  in un mese. Noi siamo in grado – ha ribadito Caldoro - di partire con l'appalto del  termovalorizzatore di Napoli Est che è essenziale nel piano che il Governo nel 2008 aveva pensato e che si deve realizzare in tutte le  sue parti".
 
-      File audio-video della conferenza stampa:
 
-      notizie dalle agenzie di stampa:
 
(red/22.10.10)

+T -T
Eurostat: Italia prima per deficit

Istat: vendite al dettaglio ad agosto

(regioni.it) L'Italia ha il più elevato deficit dei paesi europei. Il nostro Paese ha chiuso il 2009 con un deficit al 5,3% (dal 2,7% del 2008) e un debito pubblico al 116% (dal 106,3% dell'anno precedente). Lo rileva Eurostat
Nel 2009, i Paesi in Europa che hanno registrato il debito pubblico piu' alto sono stati l'Italia, con il 116% sul Pil, il Belgio, con il 96,2%, e l'Ungheria, con il 78,4%, seguita da Francia  (78,1%), Portogallo (76,1%) e Germania (73,4%).
La spesa pubblica italiana - per l'ufficio europeo di statistica - si e' quindi attestata al 51,9% (dal 48,8% del 2008), mentre le entrate sono risultata sostanzialmente stabili al 46,6% (46,2% l'anno precedente).
Secondo l'ufficio europeo di statistica - che ha rinviato a meta' novembre la notifica dei dati della Grecia - alla fine del 2009 erano undici gli Stati membri in debito eccessivo, vale a dire con un rapporto debito-Pil sopra il 60%: Italia (116%), Belgio (96,2%), Ungheria (78,4%), Francia (78,1%), Portogallo (76,1%), Germania (73,4%), Malta (68,6%), Regno Unito (68,2%), Austria (67,5%) Irlanda (65,5%), Paesi Bassi (60,8%). 
Per quel che riguarda il deficit, Eurostat certifica l'esplosione dei disavanzi in Europa nell'anno della recessione.
Sottolineando come ventiquattro Stati membri su ventisette hanno fatto registrare un peggioramento. I deficit piu' elevati riguardano Irlanda (-14,4%), Regno Unito (-11,4%), Spagna (-11,1%), Lettonia (-10,2%), Portogallo (-9,3%), Lituania (-9,2%), Romania (-8,6%), Slovacchia (-7,9%). Disavanzi piu' elevati che in Italia (5,3%) anche in Francia (-7,5%) e Polonia (-7,2%).
Invece l’Istat rende pubblici i dati sulle vendite al dettaglio sono rimaste invariate ad agosto rispetto al mese precedente (indice destagionalizzato) mentre nel confronto con agosto 2009 l'indice grezzo ha registrato una variazione positiva dello 0,3%.
Per gli alimentari si è registrata una discesa sia su base annua che mensile, con un -0,5% su luglio e un -0,8% su agosto 2009 (dato grezzo). Mentre i prodotti non alimentari hanno segnato un aumento delle vendite in termini congiunturali (+0,2%) che tendenziali (+0,9%, dato grezzo). Nei primi otto mesi dell'anno, rispetto al corrispondente periodo del 2009, si registra cosi' una variazione nulla delle vendite totali (-0,5% alimentari, +0,2% non alimentari, dati grezzi).
L'aumento annuo dello 0,3% deriva da una flessione delle vendite nella grande distribuzione (-0,3%) e da un aumento delle vendite nelle imprese operanti su piccole superfici (+0,8%).
 
GDP, government deficit/surplus and debt in the EU (in national currencies) 2006
2007
2008
2009
 
Italy
GDP mp
(million euro)
1 485 377
1 546 177
1 567 851
1 520 870
Government deficit (-) / surplus (+)
(million euro)
-49 921
-23 517
-42 694
-80 863
(% of GDP)
-3.4
-1.5
-2.7
-5.3
Government expenditure
(% of GDP)
48.7
47.9
48.8
51.9
Government revenue
(% of GDP)
45.4
46.4
46.2
46.6
Government debt
(million euro)
1 584 093
1 602 069
1 666 461
1 763 559
(% of GDP)
106.6
103.6
106.3
116.0
 
Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top