Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 1673 - martedì 26 ottobre 2010

Sommario
- Errani: manovra e federalismo fiscale legati
- Colozzi: riforma federalista bisogna farla partire con il piede giusto
- Federalismo fiscale: De Filippo, Zaia, Armao, Cota
- Rifiuti: Caldoro, realizzare accordo molto equilibrato
- Sanità e piani di rientro: sblocco dei fondi per Lazio e Campania
- Immigrati: rapporto Caritas

+T -T
Federalismo fiscale: De Filippo, Zaia, Armao, Cota

(regioni.it) "Le Regioni vogliono incontrare il Governo per discutere di trasporti pubblici locali e manovra, diversamente il sistema non starebbe in piedi", afferma il presidente della regione Bsilicata Vito De Filippo.
"Il federalismo si può fare solo se c'é  una modifica della manovra, diversamente si darebbe corpo a un sistema di funzionamento dello Stato che non sta in piedi". De Filippo aggiunge: "Noi vogliamo un federalismo vero, con le Regioni e gli enti locali chiamati a dare prova di buona amministrazione. Ma se tutti i trasferimenti e tutte le risorse sono semplicemente azzerate, non c'è nulla da amministrare, né bene né male. Su questo, abbiamo chiesto un incontro al governo e speriamo di ottenerlo velocemente, prima della Conferenza Unificata del 28 ottobre. All'ordine del giorno di quell'appuntamento abbiamo l'intesa sullo schema di decreto sul federalismo fiscale. Ma senza approfondire temi come il trasporto pubblico locale o l'impatto della manovra, rischia di essere il titolo di un libro con le pagine bianche. E se questo va bene al Governo non va bene alle Regioni".
L'assessore regionale all'Economia della Sicilia, Gaetano Armao, parla a nome delle regioni a statuto speciale: ''La Sicilia e le altre regioni a statuto speciale chiedono cio' che e' gia' previsto dalla stessa legge delega sul federalismo fiscale ed e' stato riconosciuto anche dalla Corte costituzionale (sentenza 201/2010). Nessuna iniquita', dunque, nessun sentirsi superiori. Piuttosto difesa dello statuto autonomistico dalle malcelate intenzioni di ignorarlo''. Armao aggiunge:''Lo statuto siciliano in Italia e' antesignano del federalismo. Dunque, non abbiamo nessun ripensamento. Dispiacciono le polemiche che, peraltro, ignorano le disposizioni della legge del 2009 sul federalismo''.
''Stiamo lavorando, l'obiettivo e' sostenere il federalismo fiscale che cambiera' la vita ai cittadini'', ha detto il presidente del Veneto, Luca Zaia. ''Ci sono altre partite su cui si discute, come il patto di stabilita' e la manovra - ha osservato Zaia - ma noi diamo assoluto sostegno alla riforma federalista in atto che e' prioritaria' e non siamo disposti a metterla in discussione. C'e' chi cerca di abbinare piu' partite al federalismo ma per noi invece questo deve avere un proprio binario, deve partire, non e' piu' una scelta ma una necessita'''.
''Stiamo lavorando – ribadisce il presidente della regione Piemonte, Roberto Cota – il federalismo e' uno strumento essenziale per realizzare in Italia una riforma di sistema''.

(red/26.10.10)
Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top