Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 1708 - venerdì 17 dicembre 2010

Sommario
- Accordo Governo-Regioni del 16.12.10: il testo
- Passo significativo, ma non decisivo
- Conferenze Stato-Regioni e Unificata: il calendario
- Consiglio dei Ministri: ok a decreto per armonizzazione bilanci autonomie
- Legge di stabilità 2011: il testo

+T -T
Passo significativo, ma non decisivo

Lombardo: abbiamo modificato orientamento micidiale per la Sicilia

(regioni.it) E' stato ''un passo significativo'' l'accordo di ieri sul federalismo fiscale fra il governo e le Regioni anche se non e' ancora quello ''decisivo''. Così Roberto Formigoni, presidente della Regione Lombardia, il giorno dopo  l’accordo Governo-Regioni sul federalismo fiscale e sulla manovra. Formigoni spiega che per quanto riguarda i costi standard nella sanita' ''non e' ancora stato individuato'' il benchmark.
E anche per quanto riguarda l'accisa sugli oli combustibili che dal 2012 serviranno a finanziare il trasporto pubblico locale, ha precisato che non si sa ancora esattamente di quale accisa si tratta ma sara' comunque una gia' esistente. ''Non ci saranno - ha spiegato - nuove imposizioni fiscali''. ''Il governo - ha sottolineato Formigoni – ha riconosciuto la giustezza della nostra imposizione'' cioe' la richiesta che ''ci fossero risorse da fiscalizzare'' e il federalismo non restasse solo un principio astratto.
Il presidente della conferenza delle Regioni, Vasco Errani, spiega che i fondi ottenuti dalle Regioni per il trasporto pubblico locale sono ''il minimo di risorse per far andare avanti un sistema di mobilita' che e' assolutamente inadeguato e assolutamente inaccettabile''. Errani aggiunge:''Non vorrei infatti che si capisse male'', ha detto, ''ieri – ha raccontato poi Errani - alla Conferenza Stato-Regioni il ministero dell'Economia ha dato parere negativo ad un riparto di risorse del 2009, 40 milioni di euro, per il cambio di parco autobus''.
''Un grande segnale, un inizio importante''. Cosi' Stefano Caldoro, presidente della Campania, ''amministrativamente e' solo un primo passo, ora serve una azione di responsabilita'''. ''Poi, come previsto nel testo, occorre fare in modo che il federalismo tenga conto delle differenze territoriali - afferma Caldoro - e venga garantito a tutti di partire dallo stesso punto come in una corsa''. ''Anche di questo – sottolinea Caldoro - parleremo con il Governo''.
E il ministro Calderoli annuncia  ''Dopo il grande risultato realizzato ieri con il raggiungimento di un'intesa con Comuni, Province e Regioni sul penultimo dei decreti attuativi del Federalismo fiscale, oggi il Consiglio dei Ministri ha approvato l'ultimo dei decreti legislativi quadro, quello relativo all'armonizzazione dei sistemi contabili e dei bilanci delle Regioni, delle Province e degli enti locali''.
Per il Ministro per la Semplificazione Normativa ''il cammino riformatore ed il Federalismo fiscale sono un treno in corsa ed il Federalismo fiscale sta diventando una realta', visto che ormai per completarlo mancano soltanto i pareri sui decreti delle commissioni parlamentari competenti''.
''Siamo solo all'inizio del percorso - ha detto Errani, al termine dell’Accordo - abbiamo evitato una situazione gravissima, in particolare sul trasporto pubblico locale. Dopo un lungo e difficile lavoro è stato fatto un passo avanti e abbiamo stretto l'intesa ma la strada sarà impegnativa e richiederà risposte concrete e puntuali''.
Formigoni spiega che l'accordo è stato raggiunto sulla base della proposta formulata le scorse settimane dalla Regione Lombardia, nota anche come 'lodo Colozzi', cognome del coordinatore della Commissione affari finanziari della Conferenza delle Regioni.
''Ieri – ha detto Lombardo - nel corso di un incontro sul federalismo fiscale a Roma credo siamo riusciti a mutare profondamente l'orientamento del governo nazionale, che era micidiale per la Sicilia, nonostante nel governo siedano ministri siciliani. Questo grazie - ha detto il presidente della Regione Sicilia, Raffaele Lombardo - a quanto deliberato in sede di Conferenza delle Regioni”.
 
 
(red/17.11.10)
Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top