Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 1711 - mercoledì 22 dicembre 2010

Sommario3
- G.U.: Legge di stabilità. Consiglio Ministri: ok a Milleproroghe
- Federalismo fiscale: documentazione on line
- FAS 2007-2013: Regioni su intesa e parere Delibera Cipe
- Progetto di alta formazione "I Governi regionali nel processo decisionale europeo 2011"
- Archivio: documenti approvati dalla Conferenza Unificata del 18 novembre 2010
- Archivio:documenti Conferenza Unificata 22 luglio 2010

+T -T
G.U.: Legge di stabilità. Consiglio Ministri: ok a Milleproroghe

(regioni.it) Il 22 dicembre il Consiglio dei Ministri su proposta del Presidente Silvio Berlusconi e del Ministro dell’economia e delle finanze, Giulio Tremonti, ha approvato un  decreto-legge che proroga termini di legge in scadenza.
La sintesi dei contenuti è stata anticipata in diversi lanci di agenzia:
Intanto sul Supplemento ordinario della Gazzetta Ufficiale n. 297 del 21 dicembre 2010 è stata pubblicata la Legge di Stabilità 2011.
Il testo può essere scaricato anche dal sito www.regioni.it, il link è:
 
(red/22.12.10)

+T -T
Federalismo fiscale: documentazione on line

(regioni.it) Sono on line su “news.riforme” - la newsletter del Dipartimento per le riforme istituzionali - i testi dei provvedimenti in materia di Federalismo fiscale. In particolare:
Attuazione della legge n. 42/2009 sul federalismo fiscale:
a)    Il 17 dicembre scorso il Consiglio dei Ministri ha approvato in via preliminare uno schema di decreto legislativo che armonizza i sistemi contabili e i bilanci delle regioni, delle province e degli enti locali (Vai all’approfondimento)
b)    Il 30 novembre scorso il Consiglio dei Ministri ha approvato in via preliminare uno schema di decreto legislativo sui meccanismi premiali e sanzionatori per regioni, province e comuni.(Vai all’approfondimento)
c)    Il 26 novembre scorso il Consiglio dei Ministri ha approvato in via preliminare uno schema di decreto legislativo sulle risorse aggiuntive ed interventi speciali per la rimozione degli squilibri economici e sociali (Vai all’approfondimento)
d)    E’ in corso di esame presso le Commissioni parlamentari competenti lo schema di decreto legislativo recante "Disposizioni in materia di federalismo fiscale municipale", già approvato dal Consiglio dei Ministri in via preliminare il 4 agosto scorso.(Vai all’approfondimento)
e)    Il 7 ottobre 2010 il Consiglio dei Ministri ha approvato in via preliminare uno schema di decreto legislativo recante "Autonomia di entrata per le regioni a statuto ordinario e le province, nonché determinazione dei costi e dei fabbisogni standard nel settore sanitario".
Attuazione della legge n. 42/2009 sul federalismo fiscale: provvedimenti conclusi:
1)    Nella Gazzetta Ufficiale n. 134 dell’11 giugno 2010 é stato pubblicato il decreto legislativo "Attribuzione a comuni, province, città metropolitane e regioni di un proprio patrimonio, in attuazione dell’articolo 19 della legge 5 maggio 2009, n. 42" (Vai all’approfondimento);
2)    Nella Gazzetta Ufficiale n. 219 del 18 settembre 2010 é stato pubblicato il decreto legislativo "Disposizioni recanti attuazione dell’articolo 24 della legge 5 maggio 2009, n, 42, e successive modificazioni, in materia di ordinamento transitorio di Roma Capitale" (Vai all’approfondimento);
3)    Nella Gazzetta Ufficiale n. 294 del 17 dicembre 2010 è stato pubblicato il decreto legislativo recante "Disposizioni in materia di determinazione dei costi e dei fabbisogni standard di comuni, città metropolitane e province, ai sensi della legge 5 maggio 2009, n. 42" (Vai all’approfondimento).
La legge sul federalismo fiscale:
b)    La Relazione tecnica sul federalismo fiscale: Il 30 giugno 2010 il Consiglio dei Ministri ha approvato, ai fini della trasmissione alle Camere, la relazione sul quadro generale di finanziamento degli enti territoriali e sulle ipotesi di definizione delle strutture fondamentali dei rapporti finanziari fra Stato, Regioni e Province autonome ed Enti locali secondo quanto previsto dalla legge delega n. 42 del 2009 (art. 2, co. 6): Relazione tecnica sul federalismo fiscale e allegati  - 30 giugno 2010.
·         Il disegno di legge di riforma degli enti locali e Carta delle autonomie locali: Prosegue l’esame presso le Commissioni parlamentari competenti del disegno di legge di riforma degli enti locali e Carta delle autonomie locali (AS 2259). AS 2259 Testo trasmesso dalla Camera dei deputati al Senato il 2 luglio 2010.
(red/22.12.10)

+T -T
FAS 2007-2013: Regioni su intesa e parere Delibera Cipe

Conferenza Regioni Doc 16.12.10

(regioni.it) La Conferenza delle Regioni sull’intesa e parere sullo schema di delibera Cipe concernente obiettivi, criteri e modalità per la programmazione delle risorse di cui alla delibera Cipe n. 79 del 30 luglio 2010, selezione e attuazione degli investimenti finanziati con le risorse del fondo per le aree sottoutilizzate 2007-2013 e indirizzi ed orientamenti per l’accelerazione degli interventi cofinanziati dai fondi strutturali 2007/2013 ha approvato nel corso delle riunione del 16 dicembre un documento con cui prospettava l’ipotesi di una “non-intesa” tecnica. A seguito però del confronto con l’esecutivo nella Conferenza Stato-Regioni (tenutasi nel pomeriggio dello stesso 16 dicembre), le Regioni, al fine di non ritardare l’iter procedurale e ferme restando tutte le proposte emendative approvate in mattinata, in gran parte accolte dal Governo, hanno espresso un’intesa tecnica con la possibilità per ciascuna Regione di esprimere le proprie riserve e di utilizzare, nell’ambito della propria autonomia, tutti gli strumenti a tutela della Regione stessa.
Il documento approvato dalla Conferenza delle Regioni prima del confronto in Conferenza Stato-Regioni è stato pubblicato nella sezione “Conferenze” del sito www.regioni.it ed il link è:
Si riporta di seguito il documento nella versione che ha preceduto il confronto in sede di Stato-Regioni.
CONFERENZA DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME -10/142/SR1/C1/C2/C3
Intesa e parere sullo schema di delibera Cipe concernente obiettivi, criteri e modalità per la programmazione delle risorse di cui alla delibera Cipe n. 79 del 30 luglio 2010, selezione e attuazione degli investimenti finanziati con le risorse del fondo per le aree sottoutilizzate 2007-2013 e indirizzi ed orientamenti per l’accelerazione degli interventi cofinanziati dai fondi strutturali 2007/2013.
Punto 1) O.d.g. Conferenza Stato Regioni
La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome esprime una non intesa tecnica sullo schema di delibera CIPE e chiede che non decorra il termine di trenta giorni previsto dall’articolo 3, comma 3, del D.lgs. 281 del 1997 onde consentire un ulteriore confronto tecnico-politico sui seguenti aspetti dello schema di delibera.
La Conferenza prende atto e ribadisce i seguenti emendamenti già accolti in sede tecnica dai rappresentanti del Governo.
1.    Nelle premesse della Delibera sarà inserito un riferimento all’applicazione del principio di reciprocità tra Stato, Regioni e Enti nazionali in caso di mancato rispetto degli impegni e della tempistica concordate.
2.    Dopo il primo paragrafo del capitolo 1) del documento inserire:
“L’eventuale riprogrammazione avverrà secondo le modalità previste dai Regolamenti comunitari e dal QSN, per quanto applicabili, e con il rispetto del vincolo di territorialità delle risorse, fermo restando quanto previsto dal successivo punto 7)”
3.    Al paragrafo secondo del capitolo 7) del documento, dopo le parole “secondo la prassi comunitaria …” inserire la frase:
e nel rispetto di quanto previsto dal QSN
4.    Dopo il paragrafo sesto del capitolo 7) inserire:
eventuali ulteriori misure di accelerazione saranno definite secondo le disposizioni del QSN
5.    Al termine del paragrafo 3 del capitolo 9) inserire:
di pertinenza nazionale
La Conferenza ritiene essenziale ai fini del raggiungimento dell’Intesa altresì l’accoglimento dei seguenti emendamenti.
6.    Al terzo paragrafo del punto 4) del documento cancellare:
anche in caso di mancato accordo con le regioni in sede di concertazione
7.    Al paragrafo quarto del capitolo 7) del documento, cancellare:
30 aprile 2011
8.    E’ necessaria ai fini dell’accelerazione della spesa la presa d’atto dei programmi PAR-FAS ad oggi positivamente istruiti e lo sblocco delle risorse FAS programmate nei PAR per cui è già avvenuta la presa d’atto del CIPE, in quest’ultimo caso senza ulteriori passaggi al CIPE né ulteriori adempimenti e con la stessa procedura prevista nella Delibera 1 del 2009, ossia con l’eventuale copertura da parte delle Regioni del differenziale di spesa fra il programma originariamente approvato e le risorse statali disponibili a seguito del taglio previsto dalla Legge 122 del 2010, fermo restando quanto disposto al punto 2.10 della Delibera CIPE 1 del 2009, in ordine alla impegnabilità del 5% delle risorse previste nell’Accordo 12 febbraio 2009, ovvero con l’indicazione da parte delle Regioni dei criteri di adeguamento del programma al nuovo quadro finanziario. Tale procedura si applica senza deroga alcuna anche alle Regioni del Mezzogiorno per le quali sia già intervenuta la presa d’atto del CIPE.
La Conferenza ha condiviso l’opportunità che il taglio del 5 per cento delle risorse del FAS non si applica alla Regione Abruzzo per la specifica situazione di difficoltà dovuta alla ricostruzione post terremoto. Tale taglio sarà posto a carico di tutte le altre Regioni, pro quota, qualora il Governo non volesse intervenire con il FAS nazionale.
Alle Regioni a statuto speciale non si applica l’articolo 16 della Legge 42 del 2009 e, pertanto, neanche gli atti attuativi. Non è, quindi, applicabile la previsione sui Contratti istituzionali di sviluppo contenuta nello schema di Delibera.
La Conferenza esprime infine parere favorevole sui punti 9 e 10 dello schema di Delibera.
Roma, 16 dicembre 2010.
 
(red/22.12.10)

+T -T
Progetto di alta formazione "I Governi regionali nel processo decisionale europeo 2011"

Parma, dal 31/01/2011 al 04/02/2011

(regioni.it) Progetto di alta formazione "I Governi regionali nel processo decisionale europeo 2011". Il corso “Strumenti per la partecipazione delle Regioni e delle Province autonome italiane alla formazione e attuazione degli atti dell’Unione europea” intende fornire a Dirigenti, funzionari e quadri delle Regioni e Province autonome italiane competenze, esperienze e metodologie per lo seguire e partecipare correttamente al processo decisionale multilivello europeo e attuare con capacità di adattamento al contesto delle Regioni e delle Province autonome italiane le decisioni europee. Sono cinque giornate (Parma, dal 31/01/2011 al 04/02/2011) di formazione intensiva che consentiranno ai partecipanti di tracciare le linee e i percorsi fondamentali della partecipazione al processo decisionale europeo, indicando i ruoli e gli strumenti a disposizione di ciascun attore istituzionale per coglierne al meglio le opportunità.
A proporre il corso è la Fondazione Collegio Europeo di Parma in collaborazione con il Cinsedo (Centro Interregionale Studi e Documentazione); sono partners istituzionali la Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento Politiche Comunitarie e Dipartimento Affari Regionali, il Ministero Affari Esteri, la Regione Emilia–Romagna, la Rappresentanza a Milano della Commissione Europea e l’Ufficio per l’Italia del Parlamento Europeo.
Inoltre sono soggetti partners del progetto di alta formazione l’Istituto Universitario Europeo – IUE, Firenze, il Cirde dell’Università degli Studi di Bologna e Eurocooperation.
Il corso si propone due obiettivi:

1.
la formazione specialistica in materia europea per attivare un percorso di formazione continua
2.
l’avvio di una rete informale tra i partecipanti.
Sotto il primo profilo il corso intende fornire gli strumenti di conoscenza per sostenere l’avvio della partecipazione regionale all’intero processo decisionale europeo, nel quadro delle procedure disegnate dallo Stato e dalle Regioni, e delle opportunità offerte dal Trattato di Lisbona.
L’avvio della rete informale tra gli stessi funzionari faciliterà lo scambio di esperienze e di informazioni, oltre alla predisposizione di uno strumento di lavoro avanzato tramite piattaforme informative e processi condivisi.

Termine per le iscrizioni al corso 20/01/2010

Sede del percorso formativo: Fondazione Collegio Europeo di Parma - Borgo Rodolfo Tanzi 38/B - 43100 Parma
Sede del workshop a Bruxelles: Istituzioni dell’Unione europea - Uffici di rappresentanza delle Regioni italiane
Per saperne di più: programma [pdf - 339KByte] modulo di iscrizione [pdf - 143KByte] ; sito web Fondazione Collegio Europeo di Parma
Fondazione Collegio europeo di Parma Borgo Rodolfo Tanzi, 38/B 43100 Parma – Italy (Tel. 00 39 0521/207525 Fax 00 39 0521/230152
 regioni@collegioeuropeo.it

 
(red/22.12.10)
 

+T -T
Archivio: documenti approvati dalla Conferenza Unificata del 18 novembre 2010

(regioni.it) Documenti approvati dalla Conferenza del 18 novembre 2010:

Intesa su sedici schemi d’intesa da sancire in Conferenza Unificata ai fini dell’approvazione dei piani degli interventi di contenimento ed abbattimento del rumore, prodotto dalle infrastrutture di trasposto veicolare, previsti dall’art. 10, comma 5, della legge 26 ottobre 1995, n. 447. (AMBIENTE E TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE)
Intesa ai sensi dell’art. 8, comma 6, della legge 5 giugno 2003, n. 131.
Repertorio Atti n.: 127/CU - Società delle Autostrade di Venezia e Padova S.p.A. del 18/11/2010

Intesa su sedici schemi d’intesa da sancire in Conferenza Unificata ai fini dell’approvazione dei piani degli interventi di contenimento ed abbattimento del rumore, prodotto dalle infrastrutture di trasposto veicolare, previsti dall’art. 10, comma 5, della legge 26 ottobre 1995, n. 447. (AMBIENTE E TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE)
Intesa ai sensi dell’art. 8, comma 6, della legge 5 giugno 2003, n. 131.
Repertorio Atti n.: 127/CU - S.A.V. Società Autostrade Valdostane S.p.A. del 18/11/2010

Intesa su sedici schemi d’intesa da sancire in Conferenza Unificata ai fini dell’approvazione dei piani degli interventi di contenimento ed abbattimento del rumore, prodotto dalle infrastrutture di trasposto veicolare, previsti dall’art. 10, comma 5, della legge 26 ottobre 1995, n. 447. (AMBIENTE E TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE)
Intesa ai sensi dell’art. 8, comma 6, della legge 5 giugno 2003, n. 131.
Repertorio Atti n.: 127/CU - S.A.V. S.p.A. del 18/11/2010

Intesa su sedici schemi d’intesa da sancire in Conferenza Unificata ai fini dell’approvazione dei piani degli interventi di contenimento ed abbattimento del rumore, prodotto dalle infrastrutture di trasposto veicolare, previsti dall’art. 10, comma 5, della legge 26 ottobre 1995, n. 447. (AMBIENTE E TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE)
Intesa ai sensi dell’art. 8, comma 6, della legge 5 giugno 2003, n. 131.
Repertorio Atti n.: 127/CU - S.A.T.A.P. S.p.A. del 18/11/2010

Intesa su sedici schemi d’intesa da sancire in Conferenza Unificata ai fini dell’approvazione dei piani degli interventi di contenimento ed abbattimento del rumore, prodotto dalle infrastrutture di trasposto veicolare, previsti dall’art. 10, comma 5, della legge 26 ottobre 1995, n. 447. (AMBIENTE E TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE)
Intesa ai sensi dell’art. 8, comma 6, della legge 5 giugno 2003, n. 131.
Repertorio Atti n.: 127/CU - S.A.T. Società autostrada Tirrenica S.p.A. del 18/11/2010

Intesa su sedici schemi d’intesa da sancire in Conferenza Unificata ai fini dell’approvazione dei piani degli interventi di contenimento ed abbattimento del rumore, prodotto dalle infrastrutture di trasposto veicolare, previsti dall’art. 10, comma 5, della legge 26 ottobre 1995, n. 447. (AMBIENTE E TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE)
Intesa ai sensi dell’art. 8, comma 6, della legge 5 giugno 2003, n. 131.
Repertorio Atti n.: 127/CU - S.A.L.T. S.p.A. del 18/11/2010

Intesa su sedici schemi d’intesa da sancire in Conferenza Unificata ai fini dell’approvazione dei piani degli interventi di contenimento ed abbattimento del rumore, prodotto dalle infrastrutture di trasposto veicolare, previsti dall’art. 10, comma 5, della legge 26 ottobre 1995, n. 447. (AMBIENTE E TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE)
Intesa ai sensi dell’art. 8, comma 6, della legge 5 giugno 2003, n. 131.
Repertorio Atti n.: 127/CU - Milano Serravalle – Milano Tangenziali S.p.A del 18/11/2010

Intesa su sedici schemi d’intesa da sancire in Conferenza Unificata ai fini dell’approvazione dei piani degli interventi di contenimento ed abbattimento del rumore, prodotto dalle infrastrutture di trasposto veicolare, previsti dall’art. 10, comma 5, della legge 26 ottobre 1995, n. 447. (AMBIENTE E TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE)
Intesa ai sensi dell’art. 8, comma 6, della legge 5 giugno 2003, n. 131.
Repertorio Atti n.: 127/CU - Autovie Venete S.p.A. del 18/11/2010

Intesa su sedici schemi d’intesa da sancire in Conferenza Unificata ai fini dell’approvazione dei piani degli interventi di contenimento ed abbattimento del rumore, prodotto dalle infrastrutture di trasposto veicolare, previsti dall’art. 10, comma 5, della legge 26 ottobre 1995, n. 447. (AMBIENTE E TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE)
Intesa ai sensi dell’art. 8, comma 6, della legge 5 giugno 2003, n. 131.
Repertorio Atti n.: 127/CU - Autostrade per l’Italia S.p.A. del 18/11/2010

Intesa su sedici schemi d’intesa da sancire in Conferenza Unificata ai fini dell’approvazione dei piani degli interventi di contenimento ed abbattimento del rumore, prodotto dalle infrastrutture di trasposto veicolare, previsti dall’art. 10, comma 5, della legge 26 ottobre 1995, n. 447. (AMBIENTE E TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE)
Intesa ai sensi dell’art. 8, comma 6, della legge 5 giugno 2003, n. 131.
Repertorio Atti n.: 127/CU - Autostrade Centropadane S.p.A del 18/11/2010

Intesa su sedici schemi d’intesa da sancire in Conferenza Unificata ai fini dell’approvazione dei piani degli interventi di contenimento ed abbattimento del rumore, prodotto dalle infrastrutture di trasposto veicolare, previsti dall’art. 10, comma 5, della legge 26 ottobre 1995, n. 447. (AMBIENTE E TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE)
Intesa ai sensi dell’art. 8, comma 6, della legge 5 giugno 2003, n. 131.
Repertorio Atti n.: 127/CU - Autostrada dei Fiori S.p.A. del 18/11/2010

Intesa su sedici schemi d’intesa da sancire in Conferenza Unificata ai fini dell’approvazione dei piani degli interventi di contenimento ed abbattimento del rumore, prodotto dalle infrastrutture di trasposto veicolare, previsti dall’art. 10, comma 5, della legge 26 ottobre 1995, n. 447. (AMBIENTE E TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE)
Intesa ai sensi dell’art. 8, comma 6, della legge 5 giugno 2003, n. 131.
Repertorio Atti n.: 127/CU - Autostrada Brescia – Verona –Vicenza – Padova S.p.A. del 18/11/2010

Intesa su sedici schemi d’intesa da sancire in Conferenza Unificata ai fini dell’approvazione dei piani degli interventi di contenimento ed abbattimento del rumore, prodotto dalle infrastrutture di trasposto veicolare, previsti dall’art. 10, comma 5, della legge 26 ottobre 1995, n. 447. (AMBIENTE E TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE)
Intesa ai sensi dell’art. 8, comma 6, della legge 5 giugno 2003, n. 131.
Repertorio Atti n.: 127/CU - Autostrada A22 del Brennero S.p.A. del 18/11/2010

Intesa su sedici schemi d’intesa da sancire in Conferenza Unificata ai fini dell’approvazione dei piani degli interventi di contenimento ed abbattimento del rumore, prodotto dalle infrastrutture di trasposto veicolare, previsti dall’art. 10, comma 5, della legge 26 ottobre 1995, n. 447. (AMBIENTE E TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE)
Intesa ai sensi dell’art. 8, comma 6, della legge 5 giugno 2003, n. 131.
Repertorio Atti n.: 127/CU - Autocamionale della Cisa S.p.A. del 18/11/2010

Intesa su sedici schemi d’intesa da sancire in Conferenza Unificata ai fini dell’approvazione dei piani degli interventi di contenimento ed abbattimento del rumore, prodotto dalle infrastrutture di trasposto veicolare, previsti dall’art. 10, comma 5, della legge 26 ottobre 1995, n. 447. (AMBIENTE E TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE)
Intesa ai sensi dell’art. 8, comma 6, della legge 5 giugno 2003, n. 131.
Repertorio Atti n.: 127/CU - ATS Autostrada Torino Savona S.p.A. del 18/11/2010

Intesa su sedici schemi d’intesa da sancire in Conferenza Unificata ai fini dell’approvazione dei piani degli interventi di contenimento ed abbattimento del rumore, prodotto dalle infrastrutture di trasposto veicolare, previsti dall’art. 10, comma 5, della legge 26 ottobre 1995, n. 447. (AMBIENTE E TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE)
Intesa ai sensi dell’art. 8, comma 6, della legge 5 giugno 2003, n. 131.
Repertorio Atti n.: 127/CU - ATIVA S.p.A. del 18/11/2010

Parere sulla proposta di schema del Piano biennale nazionale di azioni e di interventi per la tutela dei diritti e lo sviluppo dei soggetti in età evolutiva. (FAMIGLIA, DROGA, SERVIZIO CIVILE- LAVORO E POLITICHE SOCIALI)
Parere ai sensi dell’articolo 1, comma 5, del D.P.R. 14 maggio 2007, n. 103.
Repertorio Atti n.: 126/CU del 18/11/2010

Parere sullo schema di decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali di concerto con il Ministro per le pari opportunità e il Ministro dell’Economia e delle finanze, di riparto del Fondo per l’attività delle consigliere e dei consiglieri di parità – annualità 2010. (LAVORO E POLITICHE SOCIALI - PARI OPPORTUNITA’- ECONOMIA E FINANZE)
Parere ai sensi dell’articolo 18, comma 2, del decreto legislativo 11 aprile 2006, n. 198.
Repertorio Atti n.: 125/CU del 18/11/2010

Accordo tra Governo, Regioni, Province autonome di Trento e Bolzano, Province, Comuni e Comunità montane concernente Linee di indirizzo per la prevenzione nelle scuole dei fattori di rischio indoor per allergie ed asma. (SALUTE)
Accordo ai sensi dell’articolo 4 del decreto legislativo 27 agosto 1997, n. 281.
Repertorio Atti n.: 124/CU del 18/11/2010

Parere sullo schema di decreto legislativo recante il codice della normativa statale in tema di ordinamento del mercato del turismo, nonché attuazione della direttiva 2008/122/CE, relativa ai contratti di multiproprietà, contratti relativi ai prodotti per le vacanze a lungo termine, contratti di rivendita e scambio. (TURISMO - SEMPLIFICAZIONE NORMATIVA- POLITICHE EUROPEE - SVILUPPO ECONOMICO)
Parere ai sensi dell’art. 20, comma 5, della legge 15 marzo 1997, n. 59 e dell’art. 2, comma 1, lett. h), della legge 4 giugno 2010, n. 96.
Repertorio Atti n.: 123/CU del 18/11/2010

Parere sullo schema di decreto del Presidente della Repubblica recante “Regolamento concernente la disciplina dell’accordo di integrazione tra lo straniero e lo Stato, a norma dell’articolo 4-bis, comma 2, del Testo Unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell’immigrazione e norme sulla condizione dello straniero, di cui al decreto legislativo 25 luglio 1998, n. 286 (INTERNO)
Parere ai sensi dell’ articolo 9, comma 3 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281.
Repertorio Atti n.: 122/CU del 18/11/2010

(red/22.12.10)

+T -T
Archivio:documenti Conferenza Unificata 22 luglio 2010

(regioni.i) Documenti appriovati dalla Conferenza Unificata del 22 luglio 2010:

Parere sul disegno di legge di conversione del decreto legge 31 maggio 2010, n. 78 recante misure urgenti in materia di stabilizzazione finanziaria e di competitività economica, approvato dal Consiglio dei Ministri, nella seduta del 25 maggio 2010 (A.S. 2228) (ECONOMIA E FINANZE)
Parere, ai sensi dell’articolo 9, comma 3, del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281
Repertorio Atti n.: 69/CU del 22/07/2010

[Dettaglio]

(red/22.12.10)

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top