Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 1881 - lunedì 3 ottobre 2011

Sommario3
- Riforme: Durnwalder, Formigoni, Polverini
- Scuola: Fini a Matera per inaugurazione anno scolastico
- Caldoro: cervello Alenia deve rimanere qui
- World Regions Forum
- Istat: elenco amministrazioni pubbliche
- Chiodi: con risorse Fas parte fase 2 Abruzzo

+T -T
Riforme: Durnwalder, Formigoni, Polverini

(regioni.it) E’ sempre aperto il dibattito politico sulla riforma elettorale e il federalismo. Quest’ultimo tema è stato affrontato dal presidente Luis Durnwalder che ha sostenuto: ''in via di principio l'Alto Adige potrebbe chiedere l'autonomia fiscale, ma realisticamente ciò potrebbe essere ottenuto soltanto nel quadro di un'ampia riforma federalista che coinvolga tutta l'Italia''.
''Noi - ha sottolineato Durnwalder - siamo disponibili ed interessati ad accrescere la nostra autonomia, ma e' chiaro che dovremmo essere nel contempo disponibili a fare sacrifici, anche sul versante economico per aspirare a questo obiettivo''. ''Certo – afferma Durnwalder - non potremo fare per la nostra autonomia cio' che fecero a suo tempo gli Usa comperandosi l'Alaska...''.
Per quanto riguarda invece la riforma elettorale, il presidente della Lombardia Roberto Formigoni - in una intervista a Il Giornale - sottolinea come "le preferenze sono l'unico modo vero per far scegliere il cittadino".
"Il collegio uninominale -sottolinea Formigoni - non fa scegliere perche' hai un solo candidato per quel partito: o mangio quella  minestra o mi butto dalla finestra. La mia proposta e' semplice:  introduciamo le preferenze e l'attuale sistema da porcellum diventa  'perfettellum'. C'e' gia' il premio di maggioranza e la scelta del  premier. Ed evitiamo il referendum".
Per il  presidente della Regione Lazio Renata Polverini ''è evidente che 1,2 milione di firme sono tante e questo va tenuto nella giusta e dovuta considerazione da parte di chi e' al governo ma anche delle forze di opposizione''.  ''In realta' – ribadisce la Polverini - i cittadini chiedono solamente di poter di nuovo scegliere chi li rappresenta in Parlamento. Credo che se la forza del Parlamento tutto insieme puo' dare questa risposta forse il referendum si puo' evitare senza creare comunque un vuoto normativo. Mi auguro che si vada in questa direzione''.

 
  • sabato 1 ottobre 2011





( red / 03.10.11 )

+T -T
Scuola: Fini a Matera per inaugurazione anno scolastico

De Filippo: crediamo nei nostri giovani e ci investiamo

(regioni.it) Sulla riforma delle pensioni ''serve un patto fra generazioni, fra padri e figli''. Così il presidente della Camera, Gianfranco Fini, a Matera per la cerimonia di inaugurazione dell'anno scolastico regionale,  In particolare Fini propone ''di lavorare un anno in piu' rispetto al limite dell'eta' pensionabile e con il risparmio, lo Stato potrebbe finanziare un fondo destinato ai giovani''.
Il presidente della Regione Basilicata, Vito De Filippo, ha sottolineato come ''la scelta del presidente Fini di inaugurare l'anno scolastico in Basilicata e' caduta su una realta' che pur essendo una delle aree deboli del Paese e' una delle aree forti dell'Istruzione, interessata da un continuo processo di miglioramento”.
''L'ultimo rapporto Tuttoscuola - ha aggiunto De Filippo - colloca le scuole della Basilicata al quinto posto tra le scuole delle Regioni Italiane, prima tra tutte le Regioni Italiane, ma avanti anche a regioni piu' grandi e Forti quali Lombardia e Lazio. Noi crediamo nei nostri giovani e ci investiamo, siamo convinti che la via del riscatto di quello che e' il piu' antico divario del mondo, ossia le differenze tra il Nord e il Sud Italia, passino per i saperi, e confidiamo di fare, anche cosi', il nostro dovere per superarlo. Non e' un caso che la Basilicata vanti indicatori sopra la media nazionale in ben 11 dei 16 gruppi di parametri considerati dalla ricerca, primeggiando addirittura in due campi''.
''Per questo - ha concluso De Filippo - la visita del presidente Fini e' occasione per ringraziare gli operatori della scuola e dare atto del buon lavoro condotto quotidianamente, ma anche per rivolgere un invito alle Istituzioni Statali affinche' le politiche dei tagli non si abbattano come una scure sulle speranze di futuro: la Regione Basilicata, tra tutte le difficolta', ha sempre continuato a investire nel mono dell'istruzione e i risultati sono evidenti oggi e lo saranno ancor piu' domani''.

 

 



( red / 03.10.11 )

+T -T
Caldoro: cervello Alenia deve rimanere qui

(regioni.it) ''Il cervello delle scelte dell'Alenia, per il campo dell'aeronautica civile, deve rimanere qui''. Così il presidente della Campania, Stefano Caldoro, in merito alla decisione di spostare la sede legale dell'Alenia. Caldoro sottolinea come non sia possibile ''perdere posti di lavoro ne' centri decisionali''.
Caldoro ha ricordato di aver gia' inoltrato, come Regione, ''una richiesta singolarmente'' per incontare il Governo, dopo la riunione della scorsa settimana, a Palazzo Santa Lucia, con le parti sociali.   ''Poi abbiamo deciso di farla tutti insieme - ha sottolineato Caldoro  - se c'e' comune volonta' di incidere allora lo faremo insieme''.
Una richiesta comune nell'ambito della ''sinergia tra le istituzioni, richiamata anche dal Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano''. ''In caso di crisi e difficolta' – afferma Caldoro - le istituzioni devono essere forti e credibili, nonostante le differenze, perche' si deve stare insieme quando c'e' un unico obiettivo da raggiungere''.



( red / 03.10.11 )

Fazio: risorse per San Raffaele di Milano

+T -T
World Regions Forum

Formigoni: politica ha il compito di tornare all'essenziale, essa esiste per la società

(regioni.it) Al World Regions Forum è intervenuto il presidente della Lombardia, Roberto Formigoni, sottolineando come il mettere insieme le eccellenze dei territori risponda agli obiettivi posti. “Di fronte alla globalizzazione - ha detto Formigoni - "la politica ha il compito di tornare all'essenziale: essa esiste per la società, non viceversa. Esiste per assecondare la crescita di cui la società è capace e per assecondare l'innovazione, che viene dalla società e non dagli Stati. Questo significa mettere in campo politiche che vogliono riconoscere e valorizzare quello che nella società esiste e funziona, fungendo da moltiplicatore delle esperienze positive in atto". In questa direzione "va riconsiderato il modello di sviluppo, recuperando quella visione integrale dell'uomo che ha permesso e può rilanciare lo sviluppo e il benessere per un numero crescente di persone. Va dunque riconsiderato un modello di sviluppo che comprenda la persona come parte di una rete di relazioni e che riconosca nel bene comune una dote che diviene tanto più grande per il singolo quanto più è condivisa con gli altri".
"C'è perfetta unanimità tra le 17 Regioni che partecipano alla seconda edizione del Forum mondiale - ha sottolineato Formigoni dopo la firma della dichiarazione comune -. L'obiettivo è quello di portare un contributo specifico alla crisi mondiale. Le Regioni si sono dimostrate capaci di intercettare i bisogni della gente più efficacemente che non gli Stati nazionali. Costruire una rete di Regioni significa mettere insieme le nostre eccellenze nel campo della ricerca, della sanità, della lotta all'inquinamento".
Intanto, ritornando alla cronaca interna, si ragiona anche su come salvare il San Raffaele di Milano: ''Se avessi un miliardo e mezzo di euro lo comprerei io'', afferma il ministro della Salute Ferruccio Fazio commentando la vicenda dell'ospedale San Raffaele di Milano, per il quale e' da poco stata presentata l'istanza di fallimento.
Fazio aggiunge: '' Se ci potessero essere risorse necessarie per trasformare il San Raffaele in struttura pubblica sarebbe probabilmente la soluzione ideale, ma in questo momento queste risorse e' difficile individuarle. Se le avesse la Regione Lombardia non sarei altro che contento''. E alla domanda se ci siano gia' contatti con il presidente Formigoni per ipotizzare questa via, il ministro ha concluso dicendo che un incontro ''non e' in agenda, e purtroppo non e' il momento di battere cassa''.
Per il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, ''se la situazione dovesse precipitare non escluderei un intervento di Regione Lombardia, ma i soldi dove sono? Se Tremonti pero' sbloccasse il patto di stabilita' avremmo a disposizione 4 miliardi..''. Formigoni comunque è fiducioso in una soluzione: ''Sono convinto che per salvare il San Raffaele basterebbe anche meno del miliardo e mezzo di cui ha parlato il ministro - ha aggiunto Formigoni - Se venisse sbloccato in parte il patto di stabilita' ci sarebbero quei 4 miliardi, che sono soldi della Regione Lombardia, ma che non sono a nostra disposizione''.


 


( red / 03.10.11 )

+T -T
Istat: elenco amministrazioni pubbliche

(regioni.it) In base al sistema europeo dei conti, l'Istat ha predisposto l'elenco delle unità istituzionali che fanno parte del settore delle Amministrazioni Pubbliche, i cui conti concorrono alla costruzione del Conto economico consolidato delle Amministrazioni Pubbliche.
L'Istat è tenuto ai sensi della legge di contabilità e di finanza pubblica n.196 del 31/12/2009 a pubblicare annualmente tale lista sulla Gazzetta Ufficiale. Elenco che infatti è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale - Serie Generale n. 228 del 30 settembre 2011 e le unità classificate nel Settore delle Amministrazioni Pubbliche sono:

a) gli organismi pubblici che gestiscono e finanziano un insieme di attività,

principalmente consistenti nel fornire alla collettività beni e servizi non destinabili

alla vendita;

b) le istituzioni senza scopo di lucro che agiscono da produttori di beni e servizi

non destinabili alla vendita, che sono controllate e finanziate in prevalenza da

amministrazioni pubbliche;

c) gli enti di previdenza.

 

Elenco delle Amministrazioni Pubbliche

pdf (42 KB)



( red / 03.10.11 )

+T -T
Chiodi: con risorse Fas parte fase 2 Abruzzo

(regioni.it) Il presidente della Regione Abruzzo, Gianni Chiodi, ha spiegato gli effetti della delibera Cipe che, la scorsa settimana, ha approvato l'intero Par Fas della Regione, liberando risorse pari a 607 milioni di euro.
''L'Abruzzo - ha detto Chiodi - sta diventando un caso nazionale perche' cresce piu' delle altre regioni, riduce il debito del 14%, raggiunge l'equilibrio nella sanita' e l'occupazione ha un balzo del tutto straordinario. Questo e' merito del sistema Abruzzo, che ultimamente ha ragionato in modo diverso rispetto al passato, e anche dei sindacati, che hanno avuto un approccio responsabile''.
Chiodi ha inoltre sottolineato come il ministro per i Rapporti con le Regioni, Raffaele Fitto, sarà in Abruzzo per incontrare i soggetti del Patto, ''uno strumento apprezzato a livello nazionale, che dovrebbe essere replicato anche nelle altre Regioni'', il presidente della regione Abruzzo ha infine annunciato che potrebbero arrivare ''altri 100 milioni di euro destinati a rafforzare le politiche di innovazione, competitivita' e produttivita'''.


 


( red / 03.10.11 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top