Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 1882 - martedì 4 ottobre 2011

Sommario
- Crisi: Zaia, opportunità per riforme; Caldoro, Campania in ripresa
- Sanità: Protocollo d'intesa tra la Regione Sicilia e la Regione Emilia Romagna
- Produzione latte e carne: intesa su programma controlli allevatori
- Sicurezza nucleare impianti: ok "condizionato" a Decreto
- Diabete: studio della London School of Economics
- Ocse: dati su inflazione

+T -T
Diabete: studio della London School of Economics

Fazio: stiamo per chiudere il contratto con i medici di medicina generale

(regioni.it) L'Italia spende meno per il diabete rispetto agli altri Paesi europei. La spesa sanitaria è infatti minore di Francia, Germania, Spagna e Gran Bretagna. Comunque questo non significa che sia erogata ai pazienti un’assistenza non adeguata. E' quanto emerge da uno studio della London School of Economics presentato nel corso di un incontro promosso dall'Italian Barometer Diabetes Observatory al Senato.
La spesa sanitaria italiana per il diabete e' pari al 5,6% del totale della spesa sanitaria. In Germania e' il 16,7%, in Gran Bretagna il 12,1%, in Francia il 5,9% e in Spagna il 5,7%.
L'Italia, assieme alla Spagna, spende meno per questa malattia che colpisce 3 milioni di persone anche in rapporto al Pil: lo 0,38% (Germania 1%, Gran Bretagna 0,67% e Francia 0,38%).
Anche nei costi diretti per paziente, l'Italia e' seconda solo alla Spagna per efficienza di spesa, con 2.783 euro/paziente (Spagna 1.708 euro, Francia 5.432 euro, Gran Bretagna 5.470 euro e Germania 5.899 euro). Il motivo risiede, secondo l'osservatorio, nella diffusa presenza di servizi specialistici e centri di diabetologia pediatrici.
Il rapporto dell'Italian Barometer Diabetes mette in risalto criticita' tuttora esistenti nel trattamento dei malati. Il 35% degli italiani con diabete non ha ancora contatti con la rete dei centri specialistici. A cio' si aggiungono ''disomogeneita' di efficienza tra i servizi sul territorio''.
Per il ministro della Salute, Ferruccio Fazio, nella cura del diabete, l'Italia ''puo' ancora migliorare. Siamo uno dei Paesi con la sanita' migliore, sotto la media Ocse rispetto alla Francia e alla Germania e uguale all'Inghilterra''. ''Gli over 65, che sono tra i soggetti piu' esposti alla comparsa del diabete - dice il ministro - oggi sono il 20% della popolazione e totalizzano il 40% dei ricoveri, il cui costo si aggira sugli 800 euro al giorno. Nel 2050, ci sara' il 40% di anziani e non possiamo arrivare all'80% dei ricoveri solo per questa fascia di popolazione''.
Nel contempo Fazio annuncia: ''Stiamo per chiudere il contratto con i medici di medicina generale, dal punto di vista dei contenuti, non per l'aspetto economico. E stiamo inserendo elementi che puntano a realizzare un presidio continuativo del territorio''.
Il ministro ha sottolineato l'importanza di ''garantire la continuita' assistenziale sul territorio e la creazione di una rete'', perche' il ricovero in ospedale deve avvenire ''solo in caso di necessita'''.



( red / 04.10.11 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top