Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 1882 - martedì 4 ottobre 2011

Sommario
- Crisi: Zaia, opportunità per riforme; Caldoro, Campania in ripresa
- Sanità: Protocollo d'intesa tra la Regione Sicilia e la Regione Emilia Romagna
- Produzione latte e carne: intesa su programma controlli allevatori
- Sicurezza nucleare impianti: ok "condizionato" a Decreto
- Diabete: studio della London School of Economics
- Ocse: dati su inflazione

+T -T
Ocse: dati su inflazione

Tagliate stime economiche europee

(regioni.it) Secondo in dati dell’Ocse sale l’inflazione ad agosto. E’ in crescita al 3,2% ad agosto l'inflazione annua dei paesi dell'area Ocse, rispetto al 3,1% di  luglio. In Italia  l'indice e' salito al 2,8%, rispetto al precedente 2,7%.
L'inflazione e' cresciuta soprattutto in Canada (3.1% rispetto al 2,7%) e Francia (2,2% rispetto all'1,9%), ma a tassi ampiamente simili a quelli di giugno. In salita anche l'indice sui  prezzi al consumo negli Usa (al 3,8% dal precedente 3,6%), in Regno  Unito (al 4,5% dal 4,4%) e Italia (al 2,8% dal 2,7%).
Stabile invece  in Germania al 2,4%, Giappone allo 0,2% e zona euro al 2,5%. In Cina  l'inflazione rallenta invece al 6,2% ad agosto, dopo cinque mesi  consecutivi di rialzi.
Su base mensile, i prezzi al consumo nell'area Ocse sono saliti  dello 0,2% ad agosto. L'incremento e' dello 0,6% nel  Regno Unito, dello 0,5% in Francia, dello 0,3% in Canada, Italia e Usa, dello 0,2% in Giappone. E’ stabile in Germania.
Le agenzie di rating tagliano le stime di crescita, e non solo del nostro Paese. Fitch per l'Italia prevede un'espansione 2012 dello 0,2% dal precedente 1,0%. Nel suo Global Economic Outlook, l'agenzia di rating ha rivisto anche le sue previsioni relative al 2013, allo 0,6% rispetto al precedente 1,6%. Invariata a 0,7% la stima 2011.
Anche Goldman Sachs rivede al ribasso la crescita economica nella zona euro a causa della crisi dei debiti sovrani, con l'Italia che segnera' una contrazione dello 0,4% nel 2012. 
Nel 2011 l'Eurozona vedra' una crescita dell'1,6% ma nel 2012 il Pil dell'area segnera' un +0,1%. La crescita della Germania crollera' da un +2,8% nel 2011 ad un +0,6% l'anno prossimo, quella della Francia da +1,6% a +0,2% mentre la crescita dell'Italia, sempre l'anno prossimo, subira' una contrazione dello 0,4% dopo il +0,8% di quest'anno. Anche il Pil della Spagna vedra' una contrazione dello 0,4% dopo un +0,7%.



( red / 04.10.11 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top